MTV News

Archivio del mese di aprile 2011

Roma, inizia la tre giorni per beatificazione di Karol il Grande

Autore: Redazione MTV News Data: 30 aprile 2011 Commenta
Roma, inizia la tre giorni per beatificazione di Karol il Grande

Stasera veglia, domani rito a S. Pietro: un milione fedeli attesi

Roma, 30 apr. (TMNews) - La beatificazione di Giovanni Paolo II a Roma si spalma su tre giornate: veglia di preghiera sabato sera al Circo Massimo, celebrazione a San Pietro la domenica mattina, messa di ringraziamento presieduta dal cardinale Tarcisio Bertone, segretario di Stato vaticano, lunedì mattina. La Capitale si prepara per il grande evento della beatificazione di Karol Wojtyla, per la quale si attendono un milione di fedeli.

Nonostante una lieve pioggerella che bagna la città, migliaia di pellegrini cominciano ad arrivare nella spianata del Circo Massimo dove, a partire dalle 20, avrà luogo la veglia di preghiera che sarà presieduta dal cardinale Agostino Vallini, vicario del Papa per la diocesi di Roma.

Canti e preghiere si alterneranno a testimonianze di tre persone legate in modo particolare al Papa polacco: l'ex segretario personale del Papa, il cardinale Stanislaw Dziwisz, il suo portavoce, Joaquin Navarro-Valls, e suor Marie Simone-Pierre, la religiosa 'miracolata' scelta dal Vaticano per confermare il processo di beatificazione di Giovanni Paolo II. A conclusione, si collegherà via video Papa Benedetto XVI per un'orazione finale e la benedizione apostolica.

Inizierà poi la lunga 'notte bianca' dei papaboys: non è infatti escluso che una parte dei pellegrini non dormirà e si trasferirà direttamente verso il Vaticano. Durante la notte, inoltre, numerose chiese del centro di Roma rimarranno aperte per veglie e accoglienza dei pellegrini. L'area di piazza San Pietro aprirà alle 5.30 di mattina.

Dalle 9 inizieranno preghiere e canti di introduzione. Alle 10, Papa Benedetto XVI giungerà nella piazza per presiedere il rito di beatificazione. Successivamente, a mezzogiorno, Ratzinger come di consueto reciterà il Regina Coeli, la preghiera mariana che nel tempo liturgico pasquale sostituisce l'Angelus.

Verrà poi esposta alla venerazione dei fedeli un'urna contenente la reliquia del sangue di Giovanni Paolo II, conservata nel tempo grazie a sostanze anticoagulanti. A seguire, in basilica, davanti l'altare della Confessione sarà possibile venerare la bara con il corpo di Giovanni Paolo II "fino ad esaurimento del flusso dei fedeli". La basilica vaticana rimarrà aperta per l'occasione tutta la notte fino alle cinque di mattina.

La "tre giorni" della beatificazione si chiuderà lunedì mattina, quando alle 10.30, il cardinale Tarcisio Bertone presiederà la messa di ringraziamento.

http://www.vatican.va http://www.karol-wojtyla.org/

A Lampedusa è di nuovo emergenza sbarchi immigrati

Autore: Redazione MTV News Data: 30 aprile 2011 Commenta
A Lampedusa è di nuovo emergenza sbarchi immigrati

Nelle ultime ore giunti oltre 2mila immigrati

Milano, 30 apr. (TMNews) - A Lampedusa è di nuovo emergenza sbarchi, nelle ultime ore sull'isola sono arrivati altri quattro barconi che hanno portato circa duemila profughi. Dopo dieci giorni di tregua gli approdi di immigrati riprendono senza sosta. E la situazione rischia di diventare esplosiva visto che sono stati segnalati nuovi avvistamenti di imbarcazioni provenienti dalla Libia e dalla Tunisia.

In soccorso dei natanti sono partiti dall'isola le motovedette, e la zona in cui si trovano i barconi è sorvolata da un aereo della Guardia costiera. Secondo quanto confermato da fonti della Capitaneria, in quel tratto del Canale di Sicilia le condizioni del mare sono in rapido peggioramento. Le autorità maltesi, come spesso avviene in questi casi, hanno fatto sapere che stanno monitorando la situazione ma che non possono inviare propri mezzi navali in soccorso dei barconi proprio a causa delle cattive condizioni meteo nel Canale di Sicilia.

Per questo da lunedì 2 maggio 2.500 immigrati che sono ospitati nei Cara, i Centri di accoglienza per richiedenti asilo, verranno trasferiti nelle varie strutture messe a disposizione dalle diverse regioni in attuazione del piano di emergenza. Uno spostamento che renderà possibile il turn over con i nuovi arrivati a Lampedusa, i quali a loro volta saranno temporaneamente trasferiti dall'isola nei Cara, nei posti nel frattempo resi disponibili.

http://www.guardiacostiera.it/

Superman minaccia di rinunciare alla sua nazionalità americana

Autore: Redazione MTV News Data: 30 aprile 2011 Commenta
Superman minaccia di rinunciare alla sua nazionalità americana

Nella sua ultima avventura, insorge la destra americana

Roma, 29 apr. (TMNews) - Superman rinuncia alla cittadinanza americana. Dopo aver fatto un viaggio a piedi (e non in volo come si muove di solito) nella episodio intitolato "Grounded", nel numero 900 del fumetto "Action Comics" fa l'annuncio straordinario: smette di essere cittadino americano per diventare cittadino del mondo.

Nato sul pianeta Krypton, prima della sua esplosione era stato spedito sulla Terra. Tecnicamente Superman è quindi un alieno immigrato, ma il supereroe è sempre stato un simbolo dell'orgoglio a stelle e strisce, sotto lo slogan di "giustizia, verità e stile americano".

Nell'episodio "The Incident" del numero 900 di "Action Comics", Superman decide di prendere le distanze dal nazionalismo americano: va a Teheran e partecipa a una manifestazione non violenta contro il regime iraniano. Al suo ritorno si confronta con il consigliere alla sicurezza nazionale del presidente, molto irritato dalla partecipazione di Superman alle proteste in Medio Oriente e ancor più dalle conseguenze: Teheran ha preso l'azione del supereroe come un'espressione della volontà del presidente americano e addirittura come un atto di guerra da parte degli Stati Uniti.

Superman decide così di rinunciare alla cittadinanza americana per continuare a impegnarsi come supereroe a livello globale.

"Giustizia, verità e la via americana non sono più abbastanza" dice il supereroe, sganciandosi dal nazionalismo per dare respiro mondiale ai valori di cui si fa portavoce. Negli Stati Uniti la nuova storia del celebre fumetto ha provocato l'ira dei commentatori più conservatori.

http://www.comics.org/series/97/

Un guasto causa rinvio dell’ultimo lancio dello shuttle Endeavour

Autore: Redazione MTV News Data: 30 aprile 2011 Commenta
Un guasto causa rinvio dell'ultimo lancio dello shuttle Endeavour

Vittori e colleghi di nuovo in quarantena, Obama va a salutarli

Cape Canaveral, 30 apr. (TMNews) - Slitta l'ultimo lancio dello Shuttle Endeavour: la Nasa ha comunicato un rinvio di almeno 72 ore rispetto a quanto inizialmente previsto. Il prossimo momento programmato per il lancio della navetta è alle 14.23 locali (le 20.23 italiane) di lunedì 2 maggio. Il presidente Barack Obama e la first lady Michelle, che avrebbero dovuti assistere al lancio, sono andati comunque a Cape Canaveral.

Il problema che ha causato il rinvio del lancio dell'Endeavour, con a bordo l'italiano Roberto Vittori, inizialmente schedulato per le 15.47 (ora di Cape Canaveral) del 29 aprile 2011, è un'avaria a una delle Apu (Auxialiary Power Unit), le unità di potenza ausiliarie che alimentano il circuito idraulico deputato al funzionamento delle superfici mobili di governo della navetta, di fondamentale importanza per il pilotaggio dello Shuttle, soprattutto nella delicatissima fase del rientro.

Roberto Vittori e i suoi colleghi della missione Sts-134, sono stati avvisati del problema dopo che avevano già indossato le tute arancioni pressurizzate e stavano raggiungendo nel pulmino lo Shuttle per le procedure pre-decollo. Nello stesso tempo i tecnici stavano eseguendo il check dei sistemi previsto a meno 2 ore e 50 dal lancio quando, accortisi dell'avaria, hanno informato il comandate Mark Kelly del rinvio. Il pullmino ha riaccompagnato l'equipaggio al Crew Center, dove gli astronauti resteranno in quarantena fino al prossimo tentativo di lancio.

Lì hanno ricevuto la visita del presidente degli Stati Uniti, Barack Obama che era appena arrivato a Cape Canaveral per assistere allo storico ultimo volo dell'Endeavour.

http://www.nasa.gov/mission_pages/shuttle/main/index.html

http://www.jsc.nasa.gov/Bios/htmlbios/vittori.html

http://www.nasa.gov/mission_pages/station/expeditions/expedition11/exp11_prof_vittori.html

Twitter supera 200 milioni di utenti, 70% tweet fuori dagli Usa

Autore: Redazione MTV News Data: 30 aprile 2011 Commenta
Twitter supera 200 milioni di utenti, 70% tweet fuori dagli Usa

Il 25% dei post di tutto il mondo vengono dal Giappone

New York, 29 apr. (TMNews) - Twitter supera i duecento milioni di utenti: un record per il social network, annunciato a New York da Katie Stanton, vice direttore generale del settore internazionale. Ma la vera notizia per il social network è la diffusione internazionale: ormai oltre il settanta per cento dei tweet, gli aggiornamenti inviati in tempo reale dagli utenti, proviene dal di fuori degli Stati Uniti. Il 25 per cento del totale proviene dal solo Giappone.

Il mese scorso la società aveva annunciato un incremento di mezzo milione di iscrizioni al giorno. Non tutti gli iscritti al social network in realtà hanno un profilo attivo e spesso non pubblicano neanche un aggiornamento.

Secondo una ricerca della Columbia University la metà di tutti i tweet ha origine dal 5 per cento degli utenti, e si diffonde in rete grazie alla possibilità di ripubblicare gli aggiornamenti altrui.

http://twitter.com/

http://www.columbia.edu/

In Siria 20 carri armati entrano a Daraa, fuoco sulle case

Autore: Redazione MTV News Data: 30 aprile 2011 Commenta
In Siria 20 carri armati entrano a Daraa, fuoco sulle case

Oltre sessanta i morti negli scontri del "venerdì della collera"

Roma, 30 apr. (TMNews) - Almeno 20 carri armati sono entrati stamattina nella città siriana di Daraa, epicentro della rivolta contro il regime di Bashar al Assad, dove testimoni hanno riferito alla Tv satellitare Al Jazeera di nuovi spari e bombardamenti contro i civili. Secondo quanto riportato dall'emittente panaraba molti feriti sarebbero stati soccorsi in abitazioni private.

Il segretario di Stato Usa Hillary Clinton ha chiesto al presidente siriano Bashar al Assad di far cessare "immediatamente" le violenze e le "azioni deplorevoli che il governo siriano sta lanciando contro il suo popolo". Un appello ad "accogliere le legittime aspirazioni" dei siriani che giunge all'indomani dell'uccisione di 62 persone durante un nuovo "venerdì della collera", giornata di protesta contro il regime.

Ieri, l'amministrazione Usa ha approvato sanzioni economiche contro vari dirigenti e organi del regime siriano, tra cui Maher al Assad, il fratello minore del presidente, mentre il Consiglio dei diritti dell'uomo dell'Onu ha votato una risoluzione che prevede l'invio urgente in Siria di una missione incaricata di indagare sulle violazioni dei diritti umani.

Anche l'Unione Europea ha intenzione di imporre sanzioni contro il regime siriano. Fonti diplomatiche a Bruxelles hanno confermato di essere già al lavoro per studiare "un embargo sulle armi e sul materiale di repressione" e preparare "urgentemente misure addizionali appropriate". Tra i provvedimenti adottati potrebbero esserci anche il congelamento dei beni e il divieto di visto per i responsabili della repressione. Gli esperti redigeranno inoltre un elenco delle persone che saranno interessate da queste sanzioni.

http://english.aljazeera.net/

Gheddafi offre tregua alla Nato, ma i raid vanno avanti

Autore: Redazione MTV News Data: 30 aprile 2011 Commenta
Gheddafi offre tregua alla Nato, ma i raid vanno avanti

Il Raìs è tornato in tv per offrire negoziati a potenze straniere

Roma, 30 apr. (TMNews) - Muammar Gheddafi non intende lasciare la Libia ed è pronto a trattare con la Nato per arrivare a una soluzione politica del conflitto in corso nel Paese. In un discorso trasmesso questa mattina alla televisione di Stato, il colonnello ha invitato anche i ribelli a deporre le armi, dicendosi pronto ad accettare un cessate il fuoco, a condizione che sia rispettato da tutte le parti coinvolte. Tuttavia nel frattempo il regime ha imposto il blocco navale a Misurata, da due mesi sotto assedio, concedendo quattro giorni ai ribelli che controllano la terza città del Paese per deporre le armi in cambio di un provvedimento di amnistia.

"Non lascerò il mio Paese - ha detto il leader libico apparendo in tv nelle prime ore di questa mattina - nessuno può costringermi a lasciare il mio Paese e nessuno può dirmi di non combattere per il mio Paese. La Libia è pronta da subito ad accettare un cessate il fuoco, ma un cessate il fuoco non può esserci da una parte sola. Noi siamo stati i primi a salutare un cessate il fuoco e siamo stati i primi ad accettarlo, ma gli attacchi dei crociati Nato non si sono fermati".

Il colonnello si è quindi rivolto all'Alleanza atlantica: "Noi non li abbiamo attaccati nè abbiamo sconfinato ... perchè ci stanno attaccando? Trattiamo, siamo pronti a trattare con i Paesi che ci attaccano. Trattiamo. Se volete il petrolio, stipuleremo contratti con le vostre società, non è questo un buon motivo per una guerra". Ma se i paesi dell'Alleanza atlantica non intendono trattare, ha aggiunto, allora il popolo libico combatterà fino alla morte per contrastare gli attacchi "terroristici": "O libertà o morte. Nessuna resa. Nessun timore. Nessuna fuga".

Poco dopo la trasmissione del discorso del colonnello, la televisione di Stato ha riferito di un raid aereo della Nato contro un edificio vicino alla sede della tv.

http://english.aljazeera.net/

Migliaia in piazza per venerdì della collera, vittime tra civili

Autore: Redazione MTV News Data: 29 aprile 2011 Commenta
Migliaia in piazza per venerdì della collera, vittime tra civili

La rivolta dell'opposizione del regime passa anche da Facebook

Roma, 29 apr. (TMNews) - Migliaia di manifestanti sono scesi in piazza per protestare contro il regime di Bashar el Assad per un nuovo "venerdì della collera". l'opposizione si è mobilitata in massa, ricorrendo a facebook per lanciare un appello e chiedere ai giovani di scendere in "tutte le strade e in tutte le piazze".

Cortei e proteste in tutto il Paese, ma gli scontri più duri si sono verificati a Daraa e Latakia. Diverse persone sono morte a seguito di alcuni colpi d'arma da fuoco sparati dalle forze di sicurezza. A Daraa, quattro soldati sono morti e altri due sono stati rapiti, secondo quanto riferito da un portavoce militare, durante le manifestazioni.

Il bilancio delle vittime, secondo i dati diffusi dal "Comitato dei Martiri del 15 marzo", parla di oltre 500 morti dall'inizio delle proteste; il Ministero dell'Informazione insiste invece sul fatto che oltre una cinquantina fra agenti e militari sono stati uccisi da "terroristi".

Sul fronte internazionale, Russia e Cina sembrano aver bloccato la possibilità di una risoluzione di condanna della repressione da parte del Consiglio di Sicurezza dell'Onu, temendo che una "ingerenza esterna" possa far precipitare il Paese in una "guerra civile"; i Paesi europei da parte loro stanno valutando l'ipotesi di sanzioni economiche e finanziarie nei confronti di Damasco.

http://www.bbc.co.uk/

William e Kate sono marito e moglie, cerimonia a Westminster

Autore: Redazione MTV News Data: 29 aprile 2011 Commenta
William e Kate sono marito e moglie, cerimonia a Westminster

Festa e folla a Londra per le nozze reali

Roma, 29 apr. (TMNews) - I baci ci sono stati, due, ma brevi e castigatissimi. William e Kate, novelli sposi e novelli duchi di Cambridge, si sono affacciati al balcone del Palazzo reale e hanno rispettato il copione, senza strafare. Del resto era soltanto una "seconda volta". Almeno nel cerimoniale reale. L'unico precedente di bacio nuziale in pubblico fu quello castissimo che si scambiarono Carlo e Diana trent'anni fa.

L'apparizione al balcone è anche l'ultima sequenza ad essere ripresa dalle telecamere: dopodiché cala il sipario mediatico sul matrimonio che diventerà solo una festa privata trasferendosi nei ricchi saloni di Buckingham palace. Si comincerà con un banchetto offerto dalla regina a 600 invitati - gli altri 1300 nel frattempo se ne saranno tornati a casa - affidato alla sapiente maestria del capo cuoco Mark Flanagan, assistito nell'impresa da una ventina di cuochi.

Ma in strada la festa prosegue. La febbre da matrimonio reale ha portato più di un milione di persone - scrive il tabloid "The Sun" - in centro a Londra, assiepate dietro le transenne lungo il percorso reale o nei parchi davanti ai maxischermi, per seguire le nozze da favola di William e Kate, da poche ore marito e moglie.

I circa 1.900 ospiti, tra cui la coppia vip David e Victoria Beckham, e la popstar Elton John con il marito David Furnish, hanno cominciato a prendere posto in chiesa già dalle 8.30 del mattino (le 9.30 in Italia). Il premier David Cameron, giunto con la moglie Samantha in elegante abito verde, ha definito le nozze reali "il meglio della Gran Bretagna". Parole di elogio da parte del leader conservatore anche per il "bel principe e la bellissima principessa", nonché "per questa incredibile istituzione che è la monarchia" e "l'eccezionale ruolo giocato dalla regina".

Anche il clima è stato dalla parte di Kate e William e delle centinaia di migliaia di persone ammassate lungo il Mall, il celebre viale, ricoperto per l'occasione dai vessilli britannici.

http://www.royal.gov.uk/TheRoyalResidences/BuckinghamPalace/BuckinghamPalace.aspx

Nuova accelerazione della disoccupazione giovanile: 28% a marzo

Autore: Redazione MTV News Data: 29 aprile 2011 Commenta
Nuova accelerazione della disoccupazione giovanile: 28% a marzo

Tasso di disoccupazione generale aumenta all'8,3%

Roma, 29 apr. (TMNews) - Dopo la lieve flessione di febbraio il tasso di disoccupazione a marzo torna a salire e i più penalizzati restano i giovani. Il tasso di disoccupazione dei giovani si attesta al 28,6%, salendo rispetto a febbraio di 0,3 punti percentuali e su base annua di 1,3 punti percentuali.

Il tasso di disoccupazione complessivo, rispetto al mese precedente, aumenta di un decimo di punto e si attesta all'8,3%. Su base annua si registra invece una diminuzione di 0,2 punti percentuali.

La disoccupazione aumenta su base mensile sia per gli uomini sia per le donne. Il tasso di disoccupazione maschile si attesta al 7,6% e registra un aumento di 0,1 punti percentuali sia rispetto a febbraio sia rispetto a marzo del 2010. Il tasso di disoccupazione femminile si attesta al 9,2%: aumenta rispetto allo scorso mese di 0,1 punti percentuali; mentre diminuisce di 0,8 punti percentuali su base annua.

http://www.istat.it/

Calendario