MTV News

Archivio del giorno 5 maggio 2011

Camorra, sequestrato un tesoro da un miliardo al clan Polverino

Autore: Redazione MTV News Data: 5 maggio 2011 Commenta
Camorra, sequestrato un tesoro da un miliardo al clan Polverino

Società e ville non solo nel Napoletano ma anche in Sud Spagna

Napoli, 5 mag. (TMNews) - E' un vero e proprio tesoro di circa un miliardo di euro è quello che è stato sequestrato al clan Polverino, organizzazione criminale egemone a Marano di Napoli, Villaricca, Quarto, Pozzuoli e nel quartiere partenopeo Camaldoli, ma che controlla attività imprenditoriali e commerciali non solo nel Napoletano, ma anche a Barcellona, Alicante e Malaga, nella Spagna meridionale. I beni sequestrati, su disposizione della Dda di Napoli consistono in: 106 appezzamenti di terreno; 175 appartamenti; 19 ville; 18 fabbricati; 141 tra box auto, negozi e magazzini; 43 società (di capitale, aziende agricole, supermercati, alberghi, ristoranti, panifici, bar, gioiellerie e negozi vari); 14 imprese individuali; 117 autovetture; 62 autocarri e 23 motocicli.

Si tratta di attività commerciali e imprenditoriali, nonché più in generale di beni che comprovano la "centralità assunta dal clan Polverino nello scenario criminale campano e la sua pervasiva capacità di infiltrazione nel mondo economico e imprenditoriale", per il controllo in regime pressoché monopolistico della produzione e distribuzione in numerose zone della provincia di Napoli di prodotti alimentari nonché di rilevantissime attività del settore delle costruzioni edili e del calcestruzzo, tutte sostenute grazie al riciclaggio di denaro proveniente dal traffico di stupefacenti che vede il gruppo camorristico costantemente sull'asse Marano-Spagna meridionale".

Nelle prime fasi dell'operazione, questa mattina, sono state sottoposte a sequestro tre società di capitali con fatturato complessivo dichiarato nel 2010 di 18,1 miliardi di euro: il panificio 'Il vostro fornaio Spa', il centro commerciale 'Volto Santo srl', la società 'Mar.Carni srl', tutte con sede a Marano di Napoli.

http://www.carabinieri.it/Internet/

Rastrellamenti in Siria: oltre 300 morti. Frattini: sanzioni Ue

Autore: Redazione MTV News Data: 5 maggio 2011 Commenta
Rastrellamenti in Siria: oltre 300 morti. Frattini: sanzioni Ue

L'esercito ha iniziato la ritirata da Daraa

Roma, 5 mag. (TMNews) - Oltre 300 persone sono state arrestate dalle forze di sicurezza siriane nella località di Saqba, nei pressi di Damasco. Un centinaio di soldati ha effettuato rastrellamenti casa per casa. La denuncia è arrivata da un attivista che, parlando sotto anonimato, ha riferito che almeno una delle persone arrestate è stata ferita da colpi di arma da fuoco.

Intanto, l'esercito ha iniziato a lasciare Daara ma in tutto il Paese è in atto una vera e propria ondata di arresti. Il ritiro dell'esercito siriano dalla città meridionale, sotto assedio dal 25 aprile scorso, è cominciato nella mattinata. Secondo alcuni testimoni, una quarantina di mezzi, tra camion e blindati, hanno lasciato la città, teatro di una sanguinosa repressione delle manifestazioni anti-governative. A bordo dei mezzi, decorati tutti con poster del presidente siriano Bashar al Assad, c'erano 350 soldati. Daraa, situata a 100 chilometri a Sud di Damasco, è l'epicentro della rivolta anti-governativa.

Il ministro degli Esteri italiano, Franco Frattini, che oggi ha incontrato il segretario di Stato americano, Hillary Clinton, a Roma ha dichiarato che "l'Unione Europea si prepara ad adottare" sanzioni contro Damasco, sulla scia degli Stati Uniti. "L'impatto della crisi siriana sulla regione - ha detto - è serio".

http://www.esteri.it

Fatah e Hamas firmano l’accordo di riconciliazione palestinese

Autore: Redazione MTV News Data: 5 maggio 2011 Commenta
Fatah e Hamas firmano l'accordo di riconciliazione palestinese

Formazione di un governo tecnico per preparare elezioni

Il Cairo, 5 mag. (TMNews) - Accordo di riconciliazione palestinese tra Fatah e Hamas: l'intesa, firmata al Cairo, prevede la formazione di un governo tecnico per preparare elezioni presidenziali e politiche che si terranno contemporaneamente entro un anno. I contenuti dell'intesa erano stati annunciati il 27 aprile al Cairo, dopo un anno e mezzo di trattative fallite fra le principali fazioni palestinesi.

Alla cerimonia erano presenti, oltre al presidente dell'Anp, Abu Mazen, e al capo del movimento di resistenza islamico Hamas, Khaled Meshaal, il segretario generale della Lega Araba Amr Moussa, il ministro degli Esteri egiziano, Nabil al-Arabi e il capo dei servizi di intelligence egiziani, il generale Murad Muafi.

Il premier israeliano, Benjamin Netanyhau ha definito l'accordo di riconciliazione un "duro colpo per la pace e una grande vittoria per il terrorismo" in Medio Oriente. Il Presidente degli Stati Uniti Barack Obama riceverà il 20 maggio Netanyahu, con cui discuterà il processo di pace israelo-palestinese in stallo da mesi.

I negoziati tra israeliani e palestinesi sono fermi dallo scorso settembre, dalla scadenza di una moratoria di 10 mesi sulla costruzione di nuovi insediamenti israeliani.

http://www.qassam.ps/

http://www.cfr.org/israel/hamas/p8968

Nintendo taglia i prezzi della consolle Wii: 50 euro in meno

Autore: Redazione MTV News Data: 5 maggio 2011 Commenta
Nintendo taglia i prezzi della consolle Wii: 50 euro in meno

Si prepara al lancio della nuove versione, attesa nel 2012

Roma, 4 mag. (TMNews) - In attesa della nuova versione della sua popolare consolle per videogiochi, che arriverà il prossimo anno, Nintendo ha annunciato un nuovo taglio dei prezzi sulla Wii. Il prezzo dovrebbe essere di 50 euro in meno sul mercato europeo, da 199 a 149 euro a partire dal 20 maggio, mentre qualche giorno prima il costo scenderà di 50 dollari negli Usa, a quota 149,99. La riduzione è generalizzata a tutti i maggiori mercati, dove tuttavia già alcune catene di distribuzione, in particolare negli Usa, praticavano sconti sulla Wii.

Una mossa ampiamente attesa, che è stata confermata dalla società, mentre deve prepararsi al lancio della nuova versione, che il mese scorso aveva annunciato in commercio sul 2012. Nintendo ha anche annunciato offerte aggressive su pacchetti dei videogiochi che includono i titoli più gettonati della Wii.

Non è la prima volta che la società nipponica decide una politica aggressica dei prezzi nella battaglia globale sulle consolle per videogame, che vede Nintendo opposta alla connazionale Sony, con la Playstation III, e a Microsoft con la XBox 360.

http://www.nintendo.it/NOE/it_IT/wii_54.html

http://www.nintendo.it/NOE/it_IT/

http://www.nintendo.it/NOE/it_IT/games/giochi_per_wii_1959.html

Bin Laden, una morte senza immagini: le foto non saranno diffuse

Autore: Redazione MTV News Data: 5 maggio 2011 Commenta
Bin Laden, una morte senza immagini: le foto non saranno diffuse

Rimarrà segreta anche l'identità di chi lo ha ucciso

Milano, 5 mag. (TMNews) - Le foto di Osama bin Laden ucciso non saranno diffuse, la morte del terrorista è destinata a rimanere senza immagini. La decisione è stata presa da Barack Obama per "motivi di sicurezza nazionale". "Volevamo essere sicuri che non ci fossero foto di una persona colpita alla testa usate come propaganda - ha detto Obama in un'intervista alla Cbs ancora non andata in onda, secondo quanto riferito dal portavoce della Casa Bianca Carney - Noi non siamo così, non tiriamo fuori cose del genere come un trofeo. Non c'è dubbio che sia morto. Non c'è dubbio tra i membri di Al Qaeda che sia morto, le foto non farebbero differenza. Non vedrete mai più Bin Laden sulla faccia della terra".

Il cadavere di bin Laden, quindi, non verrà mai mostrato al mondo, così come il viso e il nome del soldato che lo ha ucciso. Il militare sarà decorato insieme con i suoi compagni "Navy Seals" che hanno partecipato al blitz finale nel nascondiglio del numero uno di Al Qaeda, ma tutto avverrà in segreto e la loro identità non verrà mai rivelata.

http://www.whitehouse.gov/

Giovani si sentono "amputati" senza il cellulare sempre in tasca

Autore: Redazione MTV News Data: 5 maggio 2011 Commenta
Giovani si sentono amputati senza il cellulare sempre in tasca

Emerge da studio condotto su oltre 1.000 studenti universitari

Milano, 5 mag. (TMNews) - I giovani sono sempre più inseparabili dai media che usano, tanto da sentirsi come "amputati" se non hanno il cellulare sempre a portata di mano. E' quanto emerge dallo studio "The World Unplugged Project" condotto dai ricercatori della University of Maryland su oltre 1.000 studenti universitari provenienti da dieci Paesi.

Lo studio richiedeva ai ragazzi di fare a meno dei media per 24 ore. La privazione scatena nel 50 per cento dei ragazzi sintomi come depressione, frustrazione e sensazione simile a quella di avere perso un arto. Da notare anche il fatto che secondo lo studio, i ragazzi usano la tecnologia digitale allo stesso modo in tutti i dieci Paesi, sviluppati o no, senza riguardo per le differenze socioeconomiche. In sostanza, i giovani universitari sono dipendenti dalle tecnologie sia nel mondo industrializzato che in quello in via di sviluppo.

Secondo il professor Susan Moeller, responsabile della ricerca, gli studenti hanno detto di sentirsi "dipendenti" dalla tecnologia e sono stati sorpresi dagli "effetti psicologici, dal panico e ansia e dalle palpitazioni cardiache" dovute alla mancanza di media. Mancanza che appunto c'è chi ha descritto come la sindrome dell'arto mancante che provano gli amputati: "Era come se il mio cellulare, che non avevo con me, vibrasse e ricevesse messaggi", ha detto Ryan Blondino, studente alla University del Maryland. E se il telefonino è stato classificato nello studio come lo strumento essenziale per i giovani, lettori Mp3, televisione e computer sono anche loro considerati essenziali dai soggetti dello studio.

http://theworldumplugged.wordpress.com http://www.icmpa.umd.edu

Fukushima, operai per la prima volta nell’edificio reattore uno

Autore: Redazione MTV News Data: 5 maggio 2011 Commenta
Fukushima, operai per la prima volta nell'edificio reattore uno

Entrati per ridurre il livello di radioattività

Tokyo, 5 mag. (TMNews) - Per la prima volta dal sisma e dallo tsunami dell11 marzo scorso, due operai sono entrati oggi nell'edificio del reattore numero uno della centrale di Fukushima Daiichi, nel nord-est del Giappone. Stando a quanto riferito dal gestore dell'impianto, Tokyo Electric Power (Tepco), i due operai, dotati di protezione e bombole di ossigeno, sono entrati nell'edificio per mettere a punto un sistema di ventilazione capace di ridurre il livello di radioattività.

Da due mesi, gli operai della Tepco stanno cercando di ripristinare i circuiti di raffreddamento dei quattro reattori danneggiati dallo tsunami. L'azienda ha già fatto sapere che serviranno tre mesi per iniziare a ridurre la radioattività e nove mesi per raffreddare i reattori. La centrale Fukushima Daiichi è una delle più vecchie centrali nucleari giapponesi, risalente all'inizio degli anni '70.

http://www.tepco.co.jp/en/index-e.html

Calendario