MTV News

Archivio del giorno 17 maggio 2011

Un esame del sangue svelerà quanti anni restano da vivere

Autore: Redazione MTV News Data: 17 maggio 2011 Commenta
Un esame del sangue svelerà quanti anni restano da vivere

Con 500 euro un individuo può conoscere la sua "età biologica"

Milano, 17 mag. (TMNews) - A breve un semplice esame del sangue potrà dire quanto in fretta un individuo sta invecchiando e offrire l'opportunità, alquanto invitante, di stimare quanti anni gli restano da vivere.

Il controverso test, che sarà in vendita per 500 euro in Gran Bretagna alla fine dell'anno misura le strutture vitali sulla base dei cromosomi di una persona, chiamati telomeri (la regione terminale), che, secondo gli scienziati, sono uno degli indicatori più accurati della velocità con cui uno invecchia.

Secondo gli esperti, l'esame potrà rivelare se l'età biologica di una persona, misurata sulla lunghezza dei telomeri, supera o è inferiore all'età anagrafica. Secondo i ricercatori, il test dei telomeri si diffonderà a tutto campo nei prossimi 10 anni, anche se non mancano le polemiche. Si teme infatti che, oltre alle reazioni delle persone che si sentono dire quanto "vecchie" sono, alcune organizzazioni senza scrupoli possano mettersi a vendere rimedi anti-età o altri elisir di lunga vita fasulli. Il risultato del test, inoltre, potrebbe essere di grande interesse per le compagnie che offrono assicurazioni sulla vita o coperture sanitarie che dipendono dall'età del cliente.

"Sappiamo che le persone nate con dei telomeri più corti del normale hanno una durata di vita più breve - ha dichiarato Maria Blasco, del Centro di ricerca oncologico nazionale spagnolo che ha sede a Madrid, ideatrice del test, aggiungendo - ma non sappiamo se dei telomeri più lunghi garantiscano una durata media di vita più lunga". Ciò che è certo, secondo la ricercatrice spagnola la cui azienda si chiama "Life Lenght", è che il test è "molto preciso": "Possiamo individuare delle differenze molto piccole nella lunghezza del telomero e la tecnica è molto semplice e veloce, nella quale molti campioni possono essere analizzati allo stesso tempo. La cosa più importante è che siamo capaci di determinare la presenza di telomeri pericolosi e cioè di quelli molto corti".

La Life Lenght è in discussione con diverse aziende di diagnostica medica in Europa, con l'obiettivo di mettere sul mercato il test e raccogliere provette di sangue da analizzare in Spagna. L'accordo con un'azienda britannica - ha dichiarato Blasco - è probabile nel giro di un anno.

http://www.lifelength.com/

Musica e ambiente, Mozart più green di Lady Gaga

Autore: Redazione MTV News Data: 17 maggio 2011 Commenta
Musica e ambiente, Mozart più green di Lady Gaga

Gli italiani ambientalisti più a parole che nei fatti

Milano, 17 mag. (TMNews) - Mozart è più 'green' di Lady Gaga: gli amanti di musica classica e lirica sono i più attenti all'ambiente rispetto agli appassionati di musica pop. Secondo un sondaggio realizzato dal'Osservatorio sulla sostenibilità ambientale e musica realizzato da Edison in collaborazione con l'Ispo di Renato Mannheimer sul rapporto tra musica e ambiente, gli amanti di musica classica, lirica e jazz sono coloro che più degli altri si dichiarano attenti all'ambiente: di questa categoria il 57% degli intervistati mette in atto comportamenti e scelte eco-sostenibili. Fanalino di coda per gli appassionati di metal-punk. Dalla ricerca emerge inoltre che gli italiani vanno di più ai concerti live se sono eco-sostenibili (74%), ma solamente il 34% rinuncia all'auto per recarsi a concerti.

L'indagine mette in evidenza comunque che gli italiani sono ambientalisti più a parole (il 70% si dichiara molto attento all'ambiente) che nei fatti (il 39% non attua alcun comportamento eco-sostenibile mentre il 30% si dichiara interessato all'ambiente ma poi non fa nulla concretamente). Un atteggiamento che si riflette anche nel modo di fruire la musica: mentre il 74% dichiara di preferire i concerti eco-sostenibili, soltanto una minoranza (34%) rinuncia all'auto a favore del trasporto pubblico per seguire la propria band preferita dal vivo. La voce dei trasporti incide per oltre il 70% sull'impatto ambientale complessivo di un evento musicale soprattutto in termini di emissioni di CO2.

Il rapporto Edison-Mannheimer è stato presentato oggi durante l'evento a emissione zero all'Università Luiss in occasione del lancio della quarta edizione di "Edison-Change the Music", il primo progetto italiano per sviluppare la cultura della sostenibilità e il risparmio energetico nella musica. L'evento di oggi, completamente a emissioni zero grazie all'installazione di pannelli fotovoltaici, ha visto la partecipazione di Renato Mannheimer, Andrea Prandi, direttore relazioni esterne di Edison, Franco Mussida di CPM Music Institute, Roberto Cotroneo, direttore Master of Music LUISS, Pierluigi Fortunelli di Ecoluce, Andrea Seminara di Azzero CO2 ed Omar Pedrini, ex Timoria, e di Pier Luigi Celli, Rettore della Luiss.

http://www.edisonchangethemusic.it/

Dublino, disinnescata bomba prima di storica visita della Regina

Autore: Redazione MTV News Data: 17 maggio 2011 Commenta
Dublino, disinnescata bomba prima di storica visita della Regina

In mattinata una nuova segnalazione ma è falso allarme

Dublino, 17 mag. (TMNews) - Una bomba "in grado di esplodere" è stata disinnescata a Dublino poco prima dell'arrivo in visita in città della Regina Elisabetta. L'ordigno è stato ritrovato ieri sera in un autobus a Maynooth, periferia di Dublino.

La polizia ha precisato che l'ordigno è stato individuato dopo una segnalazione "anonima" ed è stato prontamente disattivato. In mattinata, poi, una seconda telefonata ha segnalato la presenza di un nuovo ordigno ma in questo caso si è trattato di un "falso allarme".

Già tre giorni fa, in vista della storica visita della regina Elisabetta in Irlanda, aveva destato preoccupazione la scoperta di un complotto dei dissidenti repubblicani, che avrebbero provato ad acquisire missili e lancia razzi.

Dopo un negoziato assai difficile il governo irlandese ha dato il suo parere favorevole affinché gli agenti della Metropolitan Police che si occupano della sicurezza della regina possano portare le armi per tutta la durata della visita. Una concessione, questa, non di poco conto, visto che la presenza di agenti britannici armati per le strade di Dublino è sempre stata oggetto di aspre controversie.

La gestione della sicurezza, durante la permanenza della regina a Dublino, è resa ancora più complicata dal contestuale arrivo in città del primo ministro di Londra, David Cameron. Anche per lui è previsto il massimo livello di protezione.

http://www.royal.gov.uk/LatestNewsandDiary/StateVisitprogrammes/2011/StateVisittoIreland1720May2011.aspx

http://www.bbc.co.uk/news/uk-northern-ireland-13420053

Elezioni, ballottaggio a Milano e Napoli, Torino e Bologna al Pd

Autore: Redazione MTV News Data: 17 maggio 2011 Commenta
Elezioni, ballottaggio a Milano e Napoli, Torino e Bologna al Pd

Fra due settimane Pisapia Vs Moratti e Lettieri Vs De Magistris

Roma, 17 mag. (TMNews) - A Milano, Giuliano Pisapia stacca Letizia Moratti di oltre 6,5 punti percentuali e costringe il centrodestra a inseguire al ballottaggio con un punteggio definitivo di 48,04% a 41,58%. Altro ballottaggio a Napoli, dove il candidato di centrodestra Gianni Lettieri si piazza al 38,59% e dovrà vedersela con Luigi De Magistris, che piazza l'asticella al 27,39% dei consensi. Risultato definitivo, infine, a Torino, con Piero Fassino (centrosinistra) già sindaco con il 56,66% dei voti e a Bologna, dove Virginio Merola (centrosinistra) vince al primo turno con il 50,46% dei consensi. Ecco la fotografia del day after nelle elezioni considerate il simbolo di questa tornata di elezioni amministrative.

Nel dettaglio, è Milano la città in cui è stata più aspra la contesa: sotto la Madonnina, infatti, Pdl e Pd hanno raggiunto un sostanziale pareggio di voti di lista, (28,74% a 28,63%). Terzo partito della città si conferma la Lega Nord, con il 9,63% dei consensi. Molto indietro il candidato del Terzo Polo, Manfredi Palmeri, che è arrivato al 5,54%. Di rilievo anche il risultato di Mattia Calise, ventenne candidato sindaco per il Movimento Cinque stelle di Beppe Grillo, che ha raggiunto il 3,22% dei consensi.

Corsa a tre e risultato da analizzare anche a Napoli: Gianni Lettieri, candidato retto dall'alleanza di centrodestra, è arrivato al 38,59% dei consensi, costretto quindi al ballottaggio con Luigi De Magistris, candidato da Idv e retto, oltre che dai dipietristi, da Rifondazione Comunista-Comunisti Italiani e da una sua lista civica. De Magistris ha raggiunto quota 27,39%, superando e tagliando fuori dalla corsa per la poltrona di sindaco Mario Morcone, candidato del Pd e appoggiato, oltre che da due liste civiche, anche da Sel, fermo al 19,23%.

http://www.interno.it/

http://www.comune.milano.it/portale/wps/portal/CDMHome

http://www.comune.napoli.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/1

http://www.comune.torino.it/

http://www.comune.bologna.it/

Draghi alla presidenza Bce, oggi la designazione dall’Ecofin

Autore: Redazione MTV News Data: 17 maggio 2011 Commenta
Draghi alla presidenza Bce, oggi la designazione dall'Ecofin

La francese Lagarde invita Bini Smaghi a lasciare il Board

Bruxelles, 17 mag. (TMNews) - Non ci sono più ostacoli per la nomina del governatore della Banca d'Italia, Mario Draghi, come successore di Jean-Claude Trichet alla guida della Banca centrale europea. Con la sua designazione all'unanimità da parte dei ministri delle Finanze dell'Eurozona, nella riunione di ieri sera a Bruxelles, restano solo poche tappe da superare, praticamente delle formalità, per arrivare all'Eurotower di Francoforte per il passaggio di consegne con Trichet, il prossimo primo novembre. La prima, oggi stesso e sempre a Bruxelles, con la notifica della designazione che verrà formalizzata da parte dell'Ecofin.

Partirà quindi la procedura di consultazione del Parlamento europeo e della stessa Bce, prima di far approdare la candidatura unica di Draghi sul tavolo dei capi di Stato e di governo al Consiglio europeo del 24 marzo. A parte il sostegno scontato dell'Eurotower che andrà a presiedere, l'attuale governatore di Bankitalia e presidente del Financial stability board si sottoporrà alle domande dell'Europarlamento in un'audizione della commissione Affari economici e monetari. Dopo l'approvazione definitiva del Consiglio europeo (con voto a maggioranza qualificata dei soli Stati membri dell'Eurozona), Draghi sarà nominato formalmente a luglio.

Il problema che resta da risolvere, ora, riguarda l'attuale membro italiano del Board della Bce, Lorenzo Bini Smaghi, che ieri ha ricordato come il suo mandato scada nel 2013, dicendosi intenzionato a portarlo a termine. Bini Smaghi è uno dei candidati più accreditati alla successione di Draghi come governatore di Bankitalia, ma non c'è niente di sicuro, vista la concorrenza di altri candidati altrettanto forti. Con una certa durezza (considerando che la Bce è un organismo orgogliosamente indipendente dai governi), il ministro delle Finanze francese Christine Lagarde l'ha invitato a fare un gesto "elegante", andandosene.

Al vertice bilaterale di Roma del 24 aprile tra Sarkozy e Berlusconi, ha ricordato Lagarde parlando con la stampa alla fine dell'eurogruppo, "era stato evocato il punto della partecipazione di un francese (dopo la fine del mandato di Trichet, ndr) al board della Bce, possibilmente al posto di un italiano: non è per niente logico - ha osservato il ministro francese - avere nel Board due membri della stessa nazionalità. E' logico, invece, che uno dei due, evidentemente non il presidente appena designato, lasci elegantemente il posto".

http://www.ecb.int/ecb/html/index.it.html

Calendario