MTV News

Archivio del giorno 9 giugno 2011

Cpi: Gheddafi ordina ai suoi soldati stupri di massa

Autore: Redazione MTV News Data: 9 giugno 2011 Commenta
Cpi: Gheddafi ordina ai suoi soldati stupri di massa

Italia pronta a inviare nuovi fondi agli insorti

Abu Dhabi, 9 giu. (TMNews) - La Corte penale internazionale, che deve decidere se accusare Gheddafi di crimini contro l'umanità, accusa Muammar Gheddafi di aver ordinato ai suoi uomini di compiere stupri di massa, distribuendo anche ai suoi soldati stimolanti sessuali come il viagra. A rivelarlo è il procuratore della Cpi, Luis Moreno-Ocampo. Secondo il giudice ci sono "diverse prove" relative al fatto che le autorità libiche hanno acquistato stimolanti sessuali per distribuirli ai soldati nel quadro di una politica ufficiale che ha incitato agli stupri.

Intanto l'Italia si è impegnata a fornire fondi al Consiglio nazionale di transizione di Bengasi per 300-400 milioni in cash e in linea di credito e altri 150 milioni in carburante, come confermato dal ministro degli Esteri Franco Frattini. "I fondi - ha dichiarato - saranno garantiti dai beni congelati in Italia e dal petrolio estratto e lavorato in futuro dal nuovo governo libico".

Ad Abu Dhabi dove è riunito il gruppo di contatto nel tentativo di trovare una soluzione alla guerra in Libia, oltre che sugli aiuti, si prosegue a lavorare attorno ad un'ipotesi di transizione nel Paese. Obiettivo del vertice di oggi è cominciare a discutere del futuro della Libia senza il colonnello. La strategia, come ha precisato alla vigilia il portavoce della Farnesina Maurizio Massari, sarà ancora quella del "doppio binario": da una parte "la crescente pressione diplomatica, economica e militare sul regime", dall'altra "il sostegno forte al Consiglio nazionale di transizione" di Bengasi.

http://www.icc-cpi.int/Menus/ICC/Home http://www.un.org/

Legambiente incorona Pollica come migliore località marittima

Autore: Redazione MTV News Data: 9 giugno 2011 Commenta

In classifica entra la basilicata con Maratea, bene la Sardegna

Milano, 9 giu. (TMNews) - La regina dell'estate delle coste italiane è ancora Pollica: la località campana del sindaco ambientalista Angelo Vassallo, ucciso in un agguato nel settembre 2010, si è infatti aggiudicata il primo posto nella classifica delle 5 vele della Guida Blu 2011 di Legambiente e Touring Club Italiano, presentata oggi a Roma, la bussola per le vacanze di qualità che anche quest'anno torna a segnalare le migliori località di mare e di lago per trascorrere una vacanza all'insegna di natura e acqua pulita, ma anche eccellenze enogastronomiche, paesaggi mozzafiato, luoghi d'arte e ambiente tutelato.

Insieme a Pollica altre 13 località conquistano le 5 vele, il massimo riconoscimento assegnato dall'associazione ambientalista alle amministrazioni che coniugano al meglio qualità del territorio, dei servizi e politiche di tutela e sostenibilità.

La Sardegna si conferma la regione con la media più alta di vele (3,51: migliorata ancora rispetto a quella dell'anno scorso 3,4) e vede anche una nuova entrata nella rosa delle 5 vele, Villasimius, che si aggiunge a Posada, Bosa e Baunei.

La Basilicata entra per la prima volta nell'Olimpo delle magnifiche cinque vele con Maratea, mentre esce la Liguria, dove le Cinque Terre quest'anno si fermano a 4 vele. Stabili la Toscana e la Puglia che piazzano tra le prime 14, rispettivamente, 3 e 2 località. Migliora ancora la Sicilia che conquista il secondo posto con l'Isola di Salina e vede sventolare le 5 vele anche a San Vito Lo Capo e Noto. New entry siciliana anche tra le 4 vele con l'agrigentina Siculiana.

L'affermazione di Pollica, la perla del Cilento, è ancora più significativa in un contesto, come quello campano, che paga invece una cattiva gestione del territorio martoriato da abusivismo edilizio, rifiuti e mala depurazione e che retrocede nella classifica della Guida Blu, passando da una media di vele di 2,69 del 2010 a 2,34 di quest'anno.

http://www.comune.pollica.sa.it/

Mistero su Amina, la blogger siriana: la foto sul Web non è sua

Autore: Redazione MTV News Data: 9 giugno 2011 Commenta
Mistero su Amina, la blogger siriana: la foto sul Web non è sua

E c'è chi dubita della sua esistenza

Milano, 9 giu. (TMNews) - Il suo blog "A Gay Girl in Damascus" è popolare in tutto il mondo, ma la sua identità è un mistero: è giallo su Amina, la blogger siriana attivista anti-Assad scomparsa, forse rapita. In Rete è partito il tam tam per la liberazione, ma la vicenda è misteriosa: nessuno l'ha mai intervistata di persona, le foto su Internet sono di un'altra persona . E qualcuno dubita che esista davvero.

L'unica cosa certa - scrive lo Spiegel online - è che Amina non ha il volto che è stato diffuso dalla stampa internazionale. Quelle foto appartengono a una ragazza croata di origine ceca che vive a Londra, tale Jelina Lecic, e che si è riconosciuta negli scatti pubblicati dal Guardian e poco dopo ritirati dal quotidiano britannico e da altre testate straniere.

I primi dubbi sull'intricata vicenda della "Gay girl di Damasco" sono venuti al giornalista radiofonico americano Andy Carvin, che ha numerosissimi contatti con i blogger della Primavera araba su Twitter, anche sulla Siria. Finora nessuno ha visto di persona Amina. Dietro a questo nome, e al suo blog, potrebbe esserci una donna, un uomo o un gruppo.

http://damascusgaygirl.blogspot.com/

I pc si spengono, nel mondo hi-tech inizia l’era dei tablet

Autore: Redazione MTV News Data: 9 giugno 2011 Commenta
I pc si spengono, nel mondo hi-tech inizia l'era dei tablet

Riviste al ribasso le stime per le vendite dei computer nel 2011

Milano, 9 giu. (TMNews) - I pc si spengono e inizia l'era tablet. Le tavolette stanno creando scompiglio nell'universo tecnologico e stanno segnando definitivamente il futuro dei pc. Nel 2011 verranno venduti meno computer di quanto previsto; precisamente, secondo una ricerca della società Gartner, verranno comprati 385 milioni di pc, con una crescita del 9,3% invece che del 10,5 previsto. Vanno male soprattutto le consegne di notebook e in generale dei portatili più piccoli e leggeri pensati apposta per potersi collegare a Internet ovunque. Ormai sono stati soppiantati nel cuore degli utenti dai tablet.

"I prodotti PC mobili - ribadiscono i curatori della ricerca - non sostengono più la crescita a causa di un palese disinteresse dei consumatori per i mini-notebook". Secondo Gartner, la crescita del mercato dovrebbe essere assicurata più dalle imprese che dai consumatori, che "monitorano da vicino le loro spese a causa di un clima persistente di incertezza economica".

http://www.gartner.com/technology/home.jsp

Battisti libero, Napolitano: lesi accordi tra Italia e Brasile.

Autore: Redazione MTV News Data: 9 giugno 2011 Commenta
Battisti libero, Napolitano: lesi accordi tra Italia e Brasile.

Frattini: faremo ricorso al Tribunale dell'Aia

Roma, 9 giu. (TMNews) - Giorgio Napolitano protesta con fermezza contro il no all'estradizione dell'ex terrorista Cesare Battisti, condannato in via definitiva per quattro omicidi: a giudizio del presidente della Repubblica "la pronuncia con cui il Tribunale Supremo del Brasile ha confermato la precedente decisione del Presidente Luiz Inacio Lula da Silva di negare l'estradizione di Cesare Battisti, assume un significato gravemente lesivo del rispetto dovuto sia agli accordi sottoscritti in materia tra l'Italia e il Brasile sia alle ragioni della lotta contro il terrorismo condotta in Italia - in difesa delle libertà e istituzioni democratiche - nella rigorosa osservanza delle regole dello Stato di diritto".

Il presidente "deplora la decisione, che contrasta con gli storici rapporti di consanguineità e amicizia tra i due paesi, e rinnova l'espressione della sua vicinanza e solidarietà ai famigliari delle vittime degli orrendi delitti commessi da Cesare Battisti. Appoggia pienamente ogni passo che l'Italia vorrà compiere avvalendosi di tutte le istanze giurisdizionali cui compete assicurare il pieno rispetto delle convenzioni internazionali", si legge nella nota del Quirinale.

Prima il ministro degli Esteri Franco Frattini aveva preannunciato l'intenzione del governo italiano di fare ricorso alla Corte internazionale dell'Aia. Cesare Battisti è libero da questa notte.

http://notizie.virgilio.it/esteri/cesare-battisti-tappe-vicenda.html

Mancano tre giorni al referendum, istruzioni per l’uso

Autore: Redazione MTV News Data: 9 giugno 2011 Commenta
Mancano tre giorni al referendum, istruzioni per l'uso

Domenica 12 e lunedì 13 giugno italiani chiamati al voto

Milano, 9 giu. (TMNews) - Mancano tre giorni ai referendum popolari. Domenica 12 e lunedì 13 giugno 47 milioni di italiani sono chiamati ad esprimersi su quattro quesiti: due sull'acqua, uno sul nucleare e uno sul legittimo impedimento del premier e dei ministri. Domenica si vota dalle 8 alle ore 22, e lunedì dalle ore 7 alle 15.

Ecco nel dettaglio i quattro quesiti che sonoo oggetto della consultazione.

Referendum popolare n. 1: Scheda di colore rosso - Modalità e gestione dei servizi pubblici locali di rilevanza economica: Abrogazione. Il quesito prevede l'abrogazione di norme che attualmente consentono di affidare la gestione dei servizi pubblici locali a operatori economici privati;

Referendum popolare n. 2: Scheda di colore giallo - Determinazione della tariffa del servizio idrico integrato in base all'adeguata remunerazione del capitale investito: Abrogazione parziale di norme. Il quesito propone l'abrogazione delle norme che stabiliscono la determinazione della tariffa per l'erogazione dell'acqua, il cui importo prevede attualmente anche la remunerazione del capitale investito dal gestore;

Referendum popolare n. 3: Scheda di colore grigio - Abrogazione dei commi 1 e 8 dell'articolo 5 del dl 31 marzo 2011 n.34, convertito con modificazioni dalla legge 26 maggio 3011, n.75: Abrogazione parziale di norme. Il quesito propone l'abrogazione delle nuove norme che consentono la produzione nel territorio nazionale di energia elettrica nucleare;

Referendum popolare n. 4: Scheda di colore verde - Abrogazione di norme della legge 7 aprile 2010, n. 51, in materia di legittimo impedimento del Presidente del Consiglio dei Ministri e dei Ministri a comparire in udienza penale, quale risultante a seguito della sentenza n. 23 del 2011 della Corte Costituzionale. Il quesito propone l'abrogazione di norme in materia di legittimo impedimento del Presidente del Consiglio dei Ministri e dei Ministri a comparire in udienza penale, quale risultante a seguito della sentenza n. 23 del 2011 della Corte Costituzionale.

http://iovoto.mtv.it/ http://www.interno.it

Il paradosso di Kabul, fa più vittime lo smog della guerra

Autore: Redazione MTV News Data: 9 giugno 2011 Commenta
Il paradosso di Kabul, fa più vittime lo smog della guerra

Ogni anno in capitale afghana 3000 morti per problemi respiratori

Milano, 9 giu. (TMNews) - L'inquinamento a Kabul uccide più della guerra. La capitale dell'Afghanistan, grande per ospitare un milione di abitanti, oggi ne accoglie oltre cinque milioni. Le vie congestionate da auto e camion, le strade polverose e i roghi di spazzatura in città contribuiscono ad alzare i livelli di inquinamento dell'aria. Secondo stime ufficiali circa 3.000 persone all'anno muoiono per problemi respiratori.

Solo all'ospedale Jamhuriat il dottor Erfanullah Shifa assiste ogni giorno una ventina di nuovi pazienti. "Se i livelli di inquinamento dell'aria continuano a crescere come ora - ha spiegato alla France Presse - l'Afghanistan dovrà affrontare una catastrofe sanitaria nel prossimo futuro".

Le strategie sui temi dell'ambiente dovrebbero essere una priorità in questo Paese, ma dopo 30 anni di guerra ci sono troppi problemi da risolvere e troppo poche risorse per intervenire. Il governo sta cercando di limitare l'importazione di veicoli vecchi e di favorire i carburanti meno inquinanti. Ma non è abbastanza.

http://www.paesionline.it/asia/afghanistan_kabul/guida_turistica_citta_kabul.asp

Calendario