MTV News

Archivio del giorno 25 agosto 2011

Liberati da ragazzi lealisti i reporter italiani rapiti a Tripoli

Autore: Redazione MTV News Data: 25 agosto 2011 Commenta
Liberati da ragazzi lealisti i reporter italiani rapiti a Tripoli

Monici: "Ci dicevano siete italiani, ci bombardate"

Milano, 25 ago. (TMNews) - I quattro giornalisti italiani rapiti ieri in Libia lungo la strada che porta da Zawiya a Tripoli sono stati liberati. Elisabetta Rosaspina e Giuseppe Sarcina del Corriere della Sera, Domenico Quirico de La Stampa e Claudio Monici di Avvenire stanno bene e raccontano di essere stati liberati grazie ad un blitz di due ragazzi nelle file dei fedeli di Gheddafi. "Ci hanno salvato due libici, due ragazzi a cui dobbiamo tutto. Due giovani che in teoria non stavano dalla parte giusta", ha detto Quirico.

Dai racconti dei reporter traspare tutta la drammaticità dell'esperienza vissuta. "Siamo finiti in una strada molto silenziosa - ha detto il giornalista Claudio Monici - dove però si sentivano ogni tanto dei colpi, degli scontri, si è trattato di pochi secondi siamo dovuti tornare subito indietro perché si trattava di una zona di lealisti". "Ci siamo dovuti fermare - ha proseguito Monici - e poi c'era l'esercito libico e hanno spinto tutte le persone fuori dalla macchina, anche l'autista, e altre persone sono venute con le pistole, non so se fossero civili, ci hanno chiesto 'chi siete, da dove venite, perché siete qui'". "Abbiamo capito che erano quelli dell'altra parte, molto nervosi, molto arrabbiati e avevano gli occhi iniettati di sangue, ci hanno spintonato, ci hanno fatto uscire, alcuni sono stati presi a calci e picchiati", ha detto ancora il giornalista. "Il nostro autista ha cercato di chiudere la porta del pick-up ma era impossibile, fuori c'erano tante persone con le pistole, e tutti ci dicevano siete italiani, siete della Nato ci bombardate". A quel punto, ha concluso, il giornalista dell'Avvenire, "hanno preso l'autista, lo hanno fatto uscire, lui ha capito che per lui era la fine e davanti a noi lo hanno picchiato e lo hanno ucciso".

http://www.mondoarabo.it/libya-free.html

Apple, finisce un’era: Steve Jobs si dimette da a.d.

Autore: Redazione MTV News Data: 25 agosto 2011 Commenta
Apple, finisce un'era: Steve Jobs si dimette da a.d.

Il cofondatore resterà comunque presidente dell'azienda

Milano, 25 ago. (TMNews) - L'era di Steve Jobs è finita. L'amministratore delegato e cofondatore di Apple ha annunciato con una lettera le sue dimissioni. "Ho sempre detto che se mai fosse venuto un giorno in cui non avrei più potuto svolgere i miei doveri e compiti come a.d. - ha scritto - sarei stato il primo a farvelo sapere. Purtroppo, quel giorno è arrivato".

Jobs era in malattia dal gennaio scorso: dal 2004 soffre di una forma di cancro che lo ha costretto ad assentarsi più volte dalla guida dell'azienda, in cui comunque continuerà a rimanere col ruolo di presidente. Il nuovo amministratore delegato, nominato dallo stesso Jobs nella sua lettera di dimissioni, sarà l'attuale direttore generale, Tim Cook. Steve Jobs, 56 anni, fondò la Apple insieme con Steve Wozniak nel 1976. Aveva 21 anni e con le sue innovazioni diede il via ad una nuova era nel mondo dei personal computer, traghettando l'azienda dai primi Machintosh all'iPad grazie alle sue intuizioni, di cui ora Apple dovrà fare a meno.

http://www.apple.com/it/

Pechino censura Lady Gaga e i Backstreet Boys

Autore: Redazione MTV News Data: 25 agosto 2011 Commenta
Pechino censura Lady Gaga e i Backstreet Boys

Messe al bando un centinaio di canzoni dai siti web di musica

Pechino, 25 ago. (TMNews) - La censura cinese si abbatte anche su Lady Gaga. Le autorità di Pechino hanno infatti vietato ai siti di musica online di diffondere un centinaio di canzoni, anche di star internazionali come appunto Lady Gaga e i Backstreet Boys.

Il ministero della Cultura cinese ha precisato che tale divieto servirà a mettere "ordine" nel mercato della musica su internet, che deve essere ripulito da certe canzoni che "possono pregiudicare la sicurezza e la cultura dello Stato". Il ministero non ha però spiegato le ragioni per cui canzoni come "The Edge of Glory", "Hair", "Marry the Night" e "Bloody Mary", tutte cantate da Lady Gaga, siano state messe al bando.

Oltre alla pop star americana e il gruppo dei Backstreet Boys, nella lista degli artisti censurati ci sono anche i canadesi Simple Pan e il gruppo britannico dei Take That, ed anche il taiwanese Chang Hui-mei, sgradito a Pechino da quando nel 2000 cantò l'inno di Taiwan in occasione dell'insediamento dell'ex presidente Chen Shui-bian.

http://www.guardian.co.uk/world/2011/aug/24/banned-china-lady-gaga-perry

Caso Franceschi, a un anno dalla morte la madre torna a Parigi

Autore: Redazione MTV News Data: 25 agosto 2011 Commenta
Caso Franceschi, a un anno dalla morte la madre torna a Parigi

Cira Antignano: "So solo che non so e non potrò mai darmi pace"

Firenze, 25 ago. (TMNews) - A un anno dalla morte del figlio, la madre del giovane viareggino Daniele Franceschi, Cira Antignano, torna a Parigi, di fronte all'Eliseo, e si dice pronta ad incatenarsi.

Il 25 agosto 2010, il decesso di Franceschi, in circostanze tuttora da chiarire nel carcere di Grasse, nel sud della Francia. Franceschi, 36 anni, padre di un bambino di 9, era detenuto con l'accusa di falsificazione e uso improprio di carta di credito in un casinò della Costa Azzurra.

A un anno dalla sua morte, la madre del giovane viareggino, accompagnata dall'avvocato Aldo Lasagna, cerca ancora una volta di riaccendere i riflettori su questo caso. Dalle lettere in cui il giovane aveva denunciato maltrattamenti ad alcune testimonianze che sarebbero state raccolte in carcere, l'inferno della madre di Daniele passa anche per la continua richiesta, mai accontentata, di riavere indietro, dalla Francia, gli organi del figlio.

Cira Antignano, oggi a Parigi, si dice disposta ad incatenarsi. Tante le rassicurazioni che le sono arrivate, in questi 12 mesi, compreso un messaggio della 'première dame' Carla Bruni. "So solo che non so e non potrò mai darmi pace", ha detto Cira Antignano prima di partire per Parigi.

http://danielefranceschi.wordpress.com/

Capsula Soyuz, la Russia sospende il lancio spaziale

Autore: Redazione MTV News Data: 25 agosto 2011 Commenta
Capsula Soyuz, la Russia sospende il lancio spaziale

Motivo della sospensione il fallimento del lancio della Progress

Mosca, 25 ago. (TMNews) - La Russia ha deciso di sospendere il lancio della capsula Soyuz, dopo il fallimento del lancio della navetta spaziale Progress verso la Stazione spaziale internazionale (Iss). Lo ha dichiarato un responsabile russo, secondo quanto riporta l'agenzia Interfax.

"Abbiamo preso la decisione di sospendere il lancio della Soyuz fino a quando non avremo stabilito le cause dell'incidente" alla navetta Progress, precipitata probabilmente in Siberia dopo essere finita fuori orbita. La Progress non aveva equipaggio e trasportava un carico di oltre 3,5 tonnellate di rifornimenti. Attualmente, le Soyuz russe sono le uniche capsule con equipaggio in grado di raggiungere la Stazione Spaziale Internazionale, dopo il ritiro della flotta degli Space Shuttle.

http://www.federalspace.ru/main.php?lang=en

Calendario