MTV News

Archivio del giorno 21 gennaio 2012

Marocco, due disoccupati si danno fuoco per protesta a Rabat

Autore: Redazione MTV News Data: 21 gennaio 2012 Commenta
Marocco, due disoccupati si danno fuoco per protesta a Rabat

Sono vivi ma uno dei due è in gravi condizioni

Milano, 21 gen. (TMNews) - Drammatica protesta contro la disoccupazione in Marocco. Ieri, due giovani disoccupati si sono dati fuoco a Rabat durante un sit-in davanti al Ministero dell'Istruzione. I due si sono cosparsi di benzina fra le grida dei presenti che sono intervenuti immediatamente per spegnere le fiamme. Sono entrambi vivi, uno è in gravi condizioni mentre l'altro ha riportato ferite più lievi.

Due giorni fa altri cinque giovani marocchini avevano cercato di immolarsi davanti alla sede della Camera dei rappresentanti per protestare contro la dilagante disoccupazione. Il nuovo primo ministro islamico Abdelilah Benkirane si è impegnato a esaminare rapidamente il loro caso che potrebbe influire sul pesante clima sociale presente in Marocco già da prima delle elezioni di fine novembre 2011.

http://www.maroc.ma/PortailInst/fr/

Naufragio al Giglio, ritrovato nel relitto il corpo di una donna

Autore: Redazione MTV News Data: 21 gennaio 2012 Commenta
Naufragio al Giglio, ritrovato nel relitto il corpo di una donna

Aperta dai sommozzatori dei carabinieri cassaforte di Schettino

Isola del Giglio (Grosseto), 21 gen. (TMNews) - Il corpo di una donna è stato ritrovato all'interno della Costa Concordia, nel quinto ponte, dove sono entrati i sommozzatori della Marina militare. Sono dunque 12 le vittime recuperate dalla nave mentre rimangono 20 i dispersi a una settimana dalla tragedia che ha portato otto giorni fa l'enorme nave della Costa Crociere con oltre 4.000 persone a bordo ad arenarsi davanti all'Isola del Giglio.

Sul fronte delle ricerche da segnalare l'apertura della cassaforte del comandante Francesco Schettino all'interno del relitto. I sommozzatori dei carabinieri l'avevano giù raggiunta due giorni fa ma avevano incontrato difficoltà tecniche per aprirla. Oggi si apprende, invece, che la cassaforte è stata aperta e il contenuto sarà consegnato alla Procura di Grosseto che aveva disposto questa perquisizione nell'ambito dell'inchiesta sulle cause del naufragio.

http://www.protezionecivile.gov.it/jcms/it/view_dossier.wp;jsessionid=336612BE984FD4F7489C81D9712AB277?contentId=DOS30319

Anonymous attacca sito Eliseo contro la chiusura di Megaupload

Autore: Redazione MTV News Data: 21 gennaio 2012 Commenta
Anonymous attacca sito Eliseo contro la chiusura di Megaupload

Hacker contro capo dell'Fbi e dipartimento Usa

Milano, 21 gen. (TMNews) - Hacker all'attacco dopo la chiusura del sito Megaupload in un'operazione contro la pirateria informatica delle autorità americane. Il presidente francese Nicolas Sarkozy se ne era rallegrato pubblicamente e subito Anonymous ha colpito il sito dell'Eliseo su cui è comparsa la scritta "We are legion".

Vittima degli hacker anche i siti del Dipartimento di giustizia Usa e il capo dell'Fbi statunitense che si è visto pubblicare in Rete i suoi dati sensibili, dall'indirizzo al numero di telefono.

http://anonops.blogspot.com/

Egitto, alle elezioni legislative è un trionfo fondamentalista

Autore: Redazione MTV News Data: 21 gennaio 2012 Commenta
Egitto, alle elezioni legislative è un trionfo fondamentalista

Ai Fratelli musulmani il 47,18% dei voti, ai salafiti il 24%

Il Cairo, 21 gen. (TMNews) - I Fratelli Musulmani hanno ottenuto il 47,18% dei seggi del Parlamento, stando ai risultati ufficiali delle elezioni legislative annunciati oggi dalla Commissione elettorale egiziana. Il Partito Libertà e Giustizia (Plg), espressione politica della fratellanza, ha ottenuto 245 seggi nella nuova Assemblea del Popolo, ha detto il capo della Commissione, Abdel Moez Ibrahim.

Dei 245 seggi conquistati dal Plg, 127 sono risultati eletti con il sistema proporzionale, e gli altri 108 con il sistema maggioritario a doppio turno. I risultati definitivi confermano quelli provvisori già diffusi.

Il partito fondamentalista salafita Al-Nour è arrivato in seconda posizione, con 121 seggi (circa il 24%). Il partito liberale Wafd ha ottenuto il 9% dei seggi. L'Assemblea del Popolo è composta da 498 deputati eletti più dieci nominati dal Consiglio militare che guida il paese da quando lo scorso febbraio è stato deposto l'ex presidente egiziano Hosni Mubarak.

http://www.aljazeera.com/news/middleeast/2012/01/2012121125958580264.html

Nigeria, bilancio degli attentati coordinati è di almeno 80 morti

Autore: Redazione MTV News Data: 21 gennaio 2012 Commenta
Nigeria, bilancio degli attentati coordinati è di almeno 80 morti

Rivendicati da gruppo terroristico fondamentalista Boko Haram

Kano (Nigeria), 21 gen. (TMNews) - E' di almeno 80 morti il bilancio di una serie di attentati e attacchi armati coordinati avvenuti ieri contro sedi della polizia a Kano, nel nord della Nigeria, rivendicati dal gruppo terroristico fondamentalista Boko Haram, secondo il sito della Bbc che sottolinea come tra le vittime ci sia anche un attentatore suicida.

Un corrispondente dell'Afp ha contato i corpi nell'obitorio del principale ospedale della seconda città della Nigeria. Molti cadaveri presentano ferite da arma da fuoco. All'esterno dell'obitorio centinaia di persone sono in attesa di riprendere le spoglie del loro cari.

Una delle esplosioni che hanno scosso Kano ha danneggiato anche il quartier generale della polizia. Le autorità locali hanno dichiarato il coprifuoco per 24 ore.

http://www.bbc.co.uk/news/world-africa-16663693

Una 16enne olandese verso record nel giro del mondo in solitaria

Autore: Redazione MTV News Data: 21 gennaio 2012 Commenta
Una 16enne olandese verso record nel giro del mondo in solitaria

Laura Dekker è la più giovane velista a riuscire nell'impresa

L'Aia, 21 gen. (TMNews) - La 16enne velista olandese Laura Dekker sta per coronare finalmente il suo sogno diventando la più giovane navigatrice ad aver effettuato il giro del mondo a vela in solitaria, arrivando sull'isola di Saint Martin nelle Antille olandesi. Lo ha annunciato il suo manager, Gerard van Erp.

Un sogno che Laura Dekker perseguiva con tenacia da anni: nell'ottobre del 2009 aveva costretto lo Stato olandese a metterla sotto tutela per impedirle di tentare l'impresa a soli 14 anni.

La giovane olandese, che festeggerà i 17 anni il 20 settembre, avrebbe dovuto tagliare il traguardo prima del 16 settembre per battere il record ufficiale detenuto dall'australiana Jessica Watson, che lo aveva stabilito nel maggio 2010, tre giorni prima di compiere 17 anni: un giro del mondo senza scalo e senza assistenza. Come l'ex record di Jessica Watson, il nuovo record di Laura Dekker come "più giovane navigatrice a circumnavigare il globo a vela in solitaria" non sarà ufficiale: il Guinness World Records dal 2009 non riconosce i record effettuati dai minorenni. Il Wssr, l'organo ufficiale di convalida dei record di velocità nella navigazione a vela, adotta la medesima posizione.

"Quello che è importante, è che il suo sogno sia diventato realtà", ha commentato il manager di Laura, sottolineando che il record del mondo non è così importante per la velista. Una cerimonia di accoglienza è prevista all'arrivo della giovane navigatrice in presenza della famiglia, di diversi dignitari dell'isola e di giornalisti. "Abbiamo già ricevuto più di 240 richieste di interviste, tutti vogliono parlare con Laura", ha assicurato van Erp.

La velista olandese aveva preso il largo da Gibilterra il 21 agosto 2010 in gran segreto prima di cominciare il suo giro del mondo da Saint Martin, il 20 gennaio 2011. Sola al timone del suo due alberi di 11,50 m, un ketch Gin Fizz Jeanneau denominato "Guppy", ha navigato di porto in porto, senza restare mai più di tre settimane sola in mare.

http://www.lauradekker.nl/English/News.html

Aids, in Cina nel 2011 oltre 28mila morti e 48mila nuovi contagi

Autore: Redazione MTV News Data: 21 gennaio 2012 Commenta
Aids, in Cina nel 2011 oltre 28mila morti e 48mila nuovi contagi

Sono oltre 780mila le persone infettate dal virus Hiv

Pechino, 21 gen. (TMNews) - Nel 2011, l'Aids ha provocato 28mila morti in Cina e oltre 48mila persone sono state colpite dal virus Hiv, secondo un rapporto del ministero della Salute cinese, dell'Unaids e dell'Oms, citato dall'agenzia stampa Xinhua. La Cina ha circa 780mila persone infettate dal virus dell'Aids di cui 154mila hanno sviluppato la malattia, secondo il documento ufficiale che precisa che oltre 136mila pazienti hanno ricevuto trattamenti anti virali nel 2011. La diffusione dell'Aids in Cina è caratterizzata "da un aumento di casi importati dall'estero e di casi trasmessi attraverso rapporti sessuali", secondo il rapporto.

http://www.who.int/en/ http://www.unaids.org/en/

Naufragio Giglio, Procura presenta ricorso a Riesame

Autore: Redazione MTV News Data: 21 gennaio 2012 Commenta
Naufragio Giglio, Procura presenta ricorso a Riesame

Ribaditi timori pericolo di fuga e inquinamento delle prove

Grosseto, 21 gen. (TMNews) - La Procura di Grosseto ha presentato questa mattina richiesta di appello al tribunale del Riesame di Firenze, in cui ribadiranno la convinzione dei loro timori circa il pericolo di fuga e inquinamento delle prove da parte del comandante della nave Costa Concordia.

Si cercano ancora i dispersi in mare, intorno alla Costa Concordia, mentre all'interno della nave, naufragata una settimana fa davanti al porto dell'isola del Giglio, vanno avanti le perlustrazioni finalizzate all'inchiesta giudiziaria. E' stato recuperato l'hard disk con i video filmati dalle telecamere di bordo. Quanto ai possibili dispersi all'interno del relitto, gli speleo-sub, specializzati nelle parti più profonde (erano scesi fino a 18 metri) hanno annunciato di aver esaurito la propria parte nelle operazioni. Comunque stamani si stanno aprendo nuovi varchi, all'altezza del ponte 5, per fare strada agli uomini della marina militare. Il mare è calmo, il cielo è sereno e la nave non sta facendo registrare oscillazioni.

http://www.protezionecivile.gov.it/jcms/it/view_dossier.wp;jsessionid=0290830D3E47F9D858AD5CD39CC420EF?contentId=DOS30319

Iran/ Amnesty: Condanna a morte per un programmatore web

Autore: Redazione MTV News Data: 21 gennaio 2012 Commenta
Iran/ Amnesty: Condanna a morte per un programmatore web

Saeed Malekpour accusato di "insulto e dissacrazione dell'Islam"

Roma, 21 gen. (TMNews) - La Corte suprema iraniana ha confermato la condanna a morte di Saeed Malekpour, un cittadino canadese arrestato in Iran nell'ottobre 2008 mentre stava visitando la sua famiglia d'origine, per l'accusa di "insulto e dissacrazione dell'Islam". Malekpour aveva realizzato un software per caricare fotografie su Internet, che rea stato poi utilizzato a sua insaputa per pubblicare immagini pornografiche. Lo riferisce il sito di Amnesty international.

Malekpour è stato condannato a morte nell'ottobre 2010, dopo due anni di carcere, trascorsi in gran parte in isolamento nella prigione di Evin, nella capitale Teheran e, secondo quanto da lui denunciato, in balìa dei torturatori. Dopo la condanna in primo grado da parte di un tribunale rivoluzionario e un nuovo processo sollecitato dalla Corte suprema, lo stesso tribunale ha confermato la condanna a morte nel novembre 2011. Negli ultimi anni, un numero sempre crescente di blogger e operatori di Internet è finito nel mirino delle autorità iraniane. Nel braccio della morte, in attesa dell'esecuzione, si trovano anche Vahid Asghari, uno studente di tecnologia informatica imprigionato, sempre nel 2008, al rientro da un periodo di studi in India; e Ahmad Reza Hashempour, amministratore di siti Internet.

Il 14 gennaio la giornalista e blogger Marzieh Rasouli è stata arrestata nella sua abitazione di Teheran. Stessa sorte per l'attivista per i diritti delle donne, giornalista e blogger Parastoo Dokouhaki, arrestata il 12 gennaio e incriminata per "propaganda contro il sistema" e attualmente detenuta nel carcere di Evin. Un giorno prima, l'11 gennaio, era stata arrestata Simin Nematollahi, autrice di post per il sito sufi Majzooban-e Noor. Il 15 gennaio è stato arrestato, sempre nella capitale, anche il fotogiornalista Sahamaddin Bourghani. Le ragioni del suo arresto non sono note.

Un altro cittadino irano-canadese Hossein Derakhshan, conosciuto come "il padre del blog" per aver inaugurato i blog in Iran, sta scontando una condanna a 19 anni e mezzo per accuse relative alle sue attività online. Il blogger Hossein Ronaghi Maleki è stato condannato a 15 anni per aver pubblicato testi su Internet ed è in cattive condizioni di salute.

Nel 2012, tra esecuzioni rese note e altre denunciate da fonti non ufficiali iraniane, sono state già messe a morte 53 persone.

http://www.amnesty.it/index.html

Calendario