MTV News

Archivio del giorno 15 aprile 2012

Afghanistan, talebani lanciano ‘offensiva di primavera’

Autore: Redazione MTV News Data: 15 aprile 2012 Commenta
Afghanistan, talebani lanciano 'offensiva di primavera'

Sei attacchi coordinati, tre a Kabul: morti sei kamikaze

Kabul, 15 apr. (TMNews) - I talebani hanno sferrato sei attacchi simultanei oggi in Afghanistan per inaugurare l'inizio della loro tradizionale "offensiva di primavera", di cui tre nel cuore di Kabul che hanno preso di mira il Parlamento, un vice presidente e alcune ambasciate. Altri due attacchi hanno colpito edifici governativi e un aeroporto che ospita una importante base militare della Nato in altre località dell'Afghanistan. Attaccato un centro di addestramento della polizia a Gardez, nell'est.

Gli attentati a Kabul -ha spiegato un portavoce dei talebani - "sono una ritorsione per le copie di corano bruciate in una base Nato, per il video dei marine che urinano sui cadaveri di nemici e per il massacro del sergente Usa a Kandahar". Il primo bilancio delle operazioni condotte dalle forze di sicurezza afghane per rispondere all'offensiva lanciata nella capitale è di almeno 16 talebani uccisi, secondo il portavoce del ministero dell'Interno.

A inizio sera, spari ed esplosioni risuonavano ancora nel centro della città, sebbene a intermittenza e intensità minore rispetto all'inizio del pomeriggio. Tutto è cominciato verso le 14 locali con esplosioni e sparatorie nel quartiere diplomatico. Contemporaneamente, kamikaze muniti di giubbotti imbottiti di esplosivi tentavano di entrare nel Parlamento ma venivano respinti dalle forze di sicurezza.

http://www.afghangovernment.com/

http://www.aljazeera.com/news/asia/2012/04/2012415125419254906.html

Tregua violata in Siria, bombe su Homs e combattimenti a Aleppo

Autore: Redazione MTV News Data: 15 aprile 2012 Commenta
Tregua violata in Siria, bombe su Homs e combattimenti a Aleppo

Attesi in giornata primi osservatori Onu

Damasco 15 apr. (TMNews) - Il cessate-il-fuoco in Siria è stato nuovamente violato da forti bombardamenti a Homs e da combattimenti ad Aleppo, nel giorno dell'arrivo dei primi osservatori dell'Onu che hanno ricevuto mandato dal Consiglio di sicurezza nella sua prima risoluzione sulla crisi in 13 mese.

Il quartiere ribelle di Khaldiye a Homs è stato bombardato dall'esercito "con in media tre colpi di mortaio al minuto", secondo una Ong, il più violento attacco dall'entrata in vigore della tregua il 12 aprile. Violenti combattimenti sono anche scoppiati ll'alba nella provincia di Aleppo fra soldati e militari dissidenti, secondo l'Osservatorio siriano dei diritti umani.Il cessate-il-fuoco è stato già messo a dura prova da delle violenze che sono costate la vita ad almeno 32 persone.

I primi osservatori delle Nazioni unite per sorvegliare il cessate-il-fuoco in Siria sono attesi fin da oggi. "Arriveranno in Siria probabilmente domani", aveva annunciato ieri Kieran Dwyer, portavoce del dipartimento delle operazioni di peacekeeping dell'Onu. "E saranno seguiti da altri 25 osservatori nei prossimi giorni", aveva aggiunto.

Le truppe governative siriane risponderanno all'intensificarsi degli "attacchi dei terroristi" ha detto un responsabile militare di Damasco.

http://www.huffingtonpost.com/2012/04/14/syria-ceasefire-un-approv_n_1425630.html

http://www.aljazeera.com/category/organisation/syrian-government

Tregua violata in Siria, bombe su Homs e combattimenti a Aleppo

Autore: Redazione MTV News Data: 15 aprile 2012 Commenta
Tregua violata in Siria, bombe su Homs e combattimenti a Aleppo

Attesi in giornata primi osservatori Onu

Damasco 15 apr. (TMNews) - Il cessate-il-fuoco in Siria è stato nuovamente violato da forti bombardamenti a Homs e da combattimenti ad Aleppo, nel giorno dell'arrivo dei primi osservatori dell'Onu che hanno ricevuto mandato dal Consiglio di sicurezza nella sua prima risoluzione sulla crisi in 13 mese.

Il quartiere ribelle di Khaldiye a Homs è stato bombardato dall'esercito "con in media tre colpi di mortaio al minuto", secondo una Ong, il più violento attacco dall'entrata in vigore della tregua il 12 aprile. Violenti combattimenti sono anche scoppiati ll'alba nella provincia di Aleppo fra soldati e militari dissidenti, secondo l'Osservatorio siriano dei diritti umani.Il cessate-il-fuoco è stato già messo a dura prova da delle violenze che sono costate la vita ad almeno 32 persone.

I primi osservatori delle Nazioni unite per sorvegliare il cessate-il-fuoco in Siria sono attesi fin da oggi. "Arriveranno in Siria probabilmente domani", aveva annunciato ieri Kieran Dwyer, portavoce del dipartimento delle operazioni di peacekeeping dell'Onu. "E saranno seguiti da altri 25 osservatori nei prossimi giorni", aveva aggiunto.

Le truppe governative siriane risponderanno all'intensificarsi degli "attacchi dei terroristi" ha detto un responsabile militare di Damasco.

http://www.huffingtonpost.com/2012/04/14/syria-ceasefire-un-approv_n_1425630.html

http://www.aljazeera.com/category/organisation/syrian-government

Titanic, il mondo ricorda il drammatico naufragio 100 anni dopo

Autore: Redazione MTV News Data: 15 aprile 2012 Commenta
Titanic, il mondo ricorda il drammatico naufragio 100 anni dopo

Celebrazioni in diverse città, minuto di silenzio per 1.500 morti

Roma, 15 apr. (TMNews) - Corone di fiori in mare e commemorazioni in tutto il mondo per ricordare i 100 anni dal drammatico naufragio del Titanic. Decine le cerimonie soprattutto in Gran Bretagna, Irlanda, Canada e Stati Uniti per fare memoria della tragedia avvenuta nella notte tra il 14 e il 15 aprile del 1912 quando la nave si schiantò contro un iceberg. Persero la vita 1.500 passeggeri, mentre oltre 700 furono i superstiti.

A Belfast, nei pressi del cantiere dove la nave venne costruita, è stato inaugurato un giardino con un grande monumento in pietra che riporta per la prima volta tutti insieme, incisi su cinque placche di bronzo, i nomi delle vittime.

Per l'anniversario sono state organizzate anche due crociere che hanno ripercorso la rotta seguita dal Titanic. A bordo della Balmoral, partita da Southampton in Inghilterra, i 1.300 passeggeri, tra cui i discendenti di alcune delle vittime del naufragio, e centinaia di membri dell'equipaggio hanno osservato due minuti di silenzio totale nell'ora fatidica, mentre alcune corone di fiori sono state lanciate in mare nella zona in cui, a circa 640 chilometri dalle coste di Terranova e 4mila metri di profondita, giace il relitto del Titanic.

http://www.titanic.altervista.org/

Ragazzo gay di 28 anni picchiato e umiliato a Reggio Calabria

Autore: Redazione MTV News Data: 15 aprile 2012 Commenta
Ragazzo gay di 28 anni picchiato e umiliato a Reggio Calabria

Prima botte e pugni in strada, poi le battuttine in ospedale

Reggio Calabria, 15 apr. (TMNews) - Fratture multiple al naso, spostamento del setto nasale e lesioni ad un occhio. Ci vorranno trenta giorni per guarirle e molto di più per dimenticare la sconvolgente esperienza vissuta da un ventottenne a Reggio Calabria, prima picchiato in strada e poi umiliato in ospedale per il solo fatto di essere gay. Il giovane si trova ora a Catanzaro dove intende sottoporsi ad esami clinici più approfonditi. Per lui parla l'Arcigay "I due Mari" della città dello Stretto, che ha reso nota la vicenda avvenuta due notti fa, nel ritrovo adiacente il teatro comunale di Reggio, affollato di giovani durante le ore notturne.

Mentre il giovane chiacchierava con alcuni amici sul Corso Garibaldi, da un'automobile sono scesi altri ragazzi che hanno cominciato ad insultarlo fino ad arrivare a colpirlo in faccia con un violento pugno. Sanguinante e dolorante, il ventottenne è stato trasportato dagli amici in ospedale, dove si è svolto il secondo incredibile atto della vicenda. Qui un pesante atteggiamento omofobo, intriso di battutine e sorrisetti, è stato tenuto dall'infermiere che doveva curare il giovane.

"Quando sono arrivato - ha denunciato il ventottenne alla polizia - c'era questa persona che mi parlava in dialetto e che ha continuato a ripetermi che lui poteva presentarmi uno psicologo che mi avrebbe fatto guarire. Ha aggiunto anche che se fossi stato con una bella ragazza questo non sarebbe accaduto. Una situazione davvero imbarazzante perche poi l'infermiere ha continuato a fare una strana confusione su vicende che riguardano gli ormoni e l'omosessualita. Insomma mi sono sentito trattato come un essere anormale".

Il caso ha già sollevato le reazioni delle associazioni gay di tutto il paese e dell'ex ministro alle pari opportunità Mara Cargagna, che ha auspicato l'immediata individuazione dei responsabili dell'aggressione. "La risposta più efficace agli episodi di intolleranza violenta contro il presunto 'diverso' - ha detto la Carfagna - è la certezza della pena".

http://www.arcigay.it/

Siria, tregua violata: bombardamenti Homs e scontri ad Aleppo

Autore: Redazione MTV News Data: 15 aprile 2012 Commenta
Siria, tregua violata: bombardamenti Homs e scontri ad Aleppo

Attesi in giornata primi osservatori Onu

Damasco 15 apr. (TMNews) - Il cessate-il-fuoco in Siria è stato nuovamente violato da forti bombardamenti a Homs e da combattimenti ad Aleppo oggi, giorno dell'arrivo dei primi osservatori dell'Onu che hanno ricevuto mandato dal Consiglio di sicurezza nella sua prima risoluzione sulla crisi in 13 mese.

Il quartiere ribelle di Khaldiye a Homs è stato bombardato dall'esercito "con in media tre colpi di mortaio al minuto", secondo una Ong, il più violento attacco dall'entrata in vigore della tregua il 12 aprile. Violenti combattimenti sono anche scoppiati ll'alba nella provincia di Aleppo fra soldati e militari dissidenti, secondo l'Osservatorio siriano dei diritti umani.Il cessate-il-fuoco è stato già messo a dura prova da delle violenze che sono costate la vita ad almeno 32 persone.

I primi osservatori delle Nazioni unite per sorvegliare il cessate-il-fuoco in Siria sono attesi fin da oggi. "Arriveranno in Siria probabilmente domani", aveva annunciato ieri Kieran Dwyer, portavoce del dipartimento delle operazioni di peacekeeping dell'Onu. "E saranno seguiti da altri 25 osservatori nei prossimi giorni", aveva aggiunto.

http://www.bbc.co.uk/news/world-middle-east-17719094 http://www.free-syria.com/

Vasco Rossi torna su Facebook e attacca Baglioni, Minghi e Pelù

Autore: Redazione MTV News Data: 15 aprile 2012 Commenta
Vasco Rossi torna su Facebook e attacca Baglioni, Minghi e Pelù

Cantautore pubblica prima parte della sua autobiografia

Milano, 15 apr. (TMNews) - Claudio Baglioni definito "l'emblema delle musichette da sala d'attesa", Amedeo Minghi chiamato "Wolfang Amadeus Minghi, soddisfatto delle sue canzoni tristi e lagnose", Piero Pelù che "ancora non ho capito se canta per scherzo e fa del rock per caso". Vasco Rossi torna a parlare su Facebook e pubblica il primo capitolo della sua autobiografia: i colleghi cantautori non ne escono indenni, anzi.

I tre citati sono vittime dello sfogo-confessione del cantautore, che se la prende in primo luogo con Baglioni: i suoi testi, secondo Vasco, "non raggiungono neanche il livello dei peggiori discorsi sul più e sul meno, infarciti dei soliti luoghi comuni, come quelli che si fanno per ammazzare il tempo quando si sta in fila alle Poste o che fanno tra loro le signore dal parrucchiere durante una messa in piega. Lo hai conosciuto agli inizi della sua carriera, quando sembrava la brutta copia di Battisti".

Qualche parola è dedicata anche a Gianluca Grignani e Zucchero. "Ogni tanto - scrive Vasco sul social network - può capitarti d'incontrare il giovane talento un po' sbruffone che ti vuole sfidare, e quindi che devi un po' domare, come Grignani, nei primi tempi. Ma c'è anche chi, come Zucchero, si mette a competere con te a suon di dischi pieni di splendide ed orecchiabili... e travolgenti musiche, complete di arrangiamenti davvero ben confezionati. C'è sempre qualcuno che ti ritrovi regolarmente avanti nelle classifiche, e che raccoglie sempre un po' piu' di pubblico di te nei concerti... e che vorresti strozzare!". Un lungo racconto che termina con un "continua".

https://www.facebook.com/notes/vasco-rossi/laltra-autobiografia-prima-parte/10150743837452633

Formula 1 di padre in figlio: da Keke a Nico Rosberg

Autore: Redazione MTV News Data: 15 aprile 2012 Commenta

Primo successo nel Gp della Cina per il figlio del campione 1982

Roma, 15 apr. (TMNews) - Formula 1 di padre in figlio: Nico Rosberg, erede del grande Keke che vinse il Mondiale nel 1982, ha trionfato per la prima volta nel Gran premio della Cina, battendo due iridati come Jenson Button e Lewis Hamilton. Il 26enne pilota tedesco della Mercedes, che è cresciuto respirando motori e parla fluentemente quattro lingue, ha coronato a Shanghai un weekend perfetto, iniziato con la conquista della pole position, anche questa la prima in carriera, e coronato poi con la festa sul gradino più alto del podio.

Per Nico, che si trova in squadra con un compagno ingombrante come Michael Schumacher, il primo podio in F1 era arrivato nel 2008. Nei Mondiali 2009 (con la Williams), 2010 e 2011 (con la Mercedes) ha sempre chiuso la stagione al settimo posto, anche se lo scorso anno, pur facendo complessivamente meglio di Schumi, non ha mai raggiunto il podio. Ora il trionfo in Cina spalanca nuovi scenari. E la dinastia dei Rosberg sogna di lasciare di nuovo il segno nella storia della Formula 1.

http://www.nicorosberg.com/ http://www.fia.com/en-GB/Pages/HomePage.aspx

Morosini, tanti davanti a stadio di Livorno: ‘Ciao Mario’

Autore: Redazione MTV News Data: 15 aprile 2012 Commenta
Morosini, tanti davanti a stadio di Livorno: 'Ciao Mario'

Il calcio in lutto: campionati nazionali fermi

Firenze, 15 apr. (TMNews) - Dalle nove di questa mattina i tifosi del Livorno si recano nella zona dello stadio Picchi a portare fiori, maglie amaranto, messaggi e varie forme di cordoglio per la morte di Piermario Morosini, avvenuta ieri sul campo del Pescara. Piazzale Montello si è così riempito di tifosi, fra di loro anche i ragazzi della scuola calcio del Livorno, che hanno realizzato un disegno del calciatore scomparso. In uno striscione della Curva Nord si legge: "In vita hai lottato, in campo lo hai dimostrato...Ciao Mario". "Purtroppo contro il destino non c'è niente da fare". Sono state queste le prime parole del patron del Livorno, Aldo Spinelli, dopo aver appreso della morte del giocatore amarano Piermario Morosini. "Siamo tutti a terra -ha aggiunto- Per noi è un momento durissimo, dal quale dovremo provare a uscire tutti insieme. Dobbiamo avere coraggio, ma adesso siamo in stato confusionale". Oggi, in segno di lutto, la Federazione ha deciso la sospensione di tutti i campionati di calcio nazionali. http://www.livornocalcio.it/

Calendario