Somalia, il 28 dicembre verrà eletto il nuovo presidente

Cattedrale di San Marco, 25 morti nel centro del Cairo

Il centro del Cairo è stato scosso verso le 10.00 del mattino da una tremenda esplosione, avvenuta all’interno della Chiesa di San Pietro in cui si stava svolgendo una funzione.

Secondo il ministero della salute egiziano ci sarebbero stati almeno 25 morti, e circa 50 persone ferite in modo più o meno grave.

La chiesa, che si trova a fianco della Cattedrale di San Marco, viene utilizzata per le principali funzioni della chiesa ortodossa intanto che la Cattedrale di San Marco è in fase di ristrutturazione. Nella Cattedrale, sono inoltre ospitati gli uffici di papa Tawadros II, il capo spirituale della chiesa ortodossa cristiana in Egitto.

Le dinamiche dell’attentato non sono ancora chiare. Secondo alcuni fonti la bomba sarebbe stata lanciata durante la funzione, mentre per altre l’ordigno si trovava già all’interno dell'edificio prima della detonazione.

Tutto il mondo politico ha subito condannato l’attentato che ha ucciso, e ferito, persone innocenti la cui unica colpa era quella di voler sentirsi più vicino a Dio una domenica mattina.

Anche lo stato degli Emirati Arabi Uniti, con le parole dello Sceicco Abdullah bin Zayed Al Nahyan, ha ribadito la piena collaborazione con l’Egitto nella lotta contro il terrorismo internazionale.
Un terrorismo, come riportato nelle parole dello Sceicco, che “non conosce paese, religione o etica, e che quindi è contrario a qualsiasi valore umanitario, religioso o morale”.

Lo Sceicco Abdullah ha anche trasmesso le proprie condoglianze, e quelle di tutta la popolazione degli Emirati Arabi Uniti, alla famiglie delle vittima, e al popolo d’Egitto, messo duramente alla prova da questo gesto criminale.

Breaking News

Leggi le ultime notizie da tutto il mondo.

Leggi le ultime notizie da tutto il mondo.