MTV News

Archivio della categoria ‘Attualità e Cronaca’

Domenica a messa in minigonna e tacchi alti contro Don Corsi

Autore: Redazione MTV News Data: 29 dicembre 2012 Commenta
Domenica a messa in minigonna e tacchi alti contro Don Corsi

L'iniziativa di un'antropologa. Numerose adesioni su Facebook

Firenze, 29 dic. (TMNews) - In segno di protesta contro don Piero Corsi, il parroco di San Terenzo a Lerici, un gruppo di donne domenica si presenterà alla messa nel Duomo di Carrara in minigonna e tacchi alti. A lanciare la "controffensiva" verso chi giustifica la violenza contro le donne, è Alessandra Verdini, specializzata in antropologia culturale e operatrice del centro antiviolenza di Pisa 'Casa del donna'. Molte donne, su Facebook, hanno dato la propria adesione.

Non entusiasta il parroco del Duomo di Carrara, don Raffaello Piagentini: "Vogliono venire alla messa in minigonna? non le manderò via, ma mi sembra una bischerata. La Chiesa, voglio ricordare anche a queste donne, è soprattutto la Chiesa del vescovo di La Spezia, che ha condannato i volantini di don Corsi".

http://www.touringclub.it/destinazioni/75324/Duomo-di-Carrara

Le sigarette elettroniche non a norma sono nocive per la salute

Autore: Redazione MTV News Data: 28 dicembre 2012 Commenta
Le sigarette elettroniche non a norma sono novcive per la salute

Maxi sequestro a Genova di prodotti cinesi non autorizzati

Milano, 28 dic. (TMNews) - Maxi sequestro di sigarette elettroniche a Genova. I carabinieri del Nas hanno eseguito una serie di controlli in tutti i negozi del capoluogo ligure che commercializzano le sigarette elettroniche, rinvenendo e sequestrando migliaia di articoli privi delle etichette di legge con le specifiche tecniche, l'indicazione del contenuto di nicotina e gli avvisi di sicurezza. Nel mirino dei militari sono finiti tre esercizi commerciali che avevano aperto i battenti da poco. Ai titolari dei negozi che vendevano le sigarette elettroniche senza le etichette previste dalla legge sono state comminate multe per circa 30mila euro. Per stabilire l'esatta provenienza dei prodotti sequestrati sono in corso indagini. In attesa del parere richiesto dal ministro Balduzzi sul potere nocivo dei dispositivi contenenti nicotina, permane il divieto di vendita ai minori di 16 anni. http://www.salute.gov.it/dettaglio/dettaglioNewsNas.jsp?id=207

Crisi, Istat: a 4 anni dal diploma l’82% vive ancora in famiglia

Autore: Redazione MTV News Data: 28 dicembre 2012 Commenta
Crisi, Istat: a 4 anni dal diploma l'82% vive ancora in famiglia

Ma un quarto dei diplomati non è interessato a vita indipendente

Milano, 28 dic. (TMNews) - A quattro anni dal diploma otto ragazzi su 10 vivono ancora in famiglia. E' quanto rileva l'Istat nell'indagine 2011 sui 'Percorsi di studio e di lavoro dei diplomati'. Nel dettaglio, l'82,3% dei diplomati vive per lo più ancora nella casa dei genitori, solo il 5,5% vive da solo, poco meno del 5% ha formato una nuova famiglia e il 6% convive con amici.

Le condizioni economiche influenzano la scelta di ritardare il passaggio a una vita indipendente ma ben un quarto dei diplomati non è interessato a lasciare la propria famiglia. Oltre la metà dei giovani intenzionati a prolungare la loro permanenza nella famiglia di origine - rileva l'Istat - lamentano una condizione occupazionale insoddisfacente: il 25,8% è senza lavoro o ha un'occupazione di tipo precario, mentre il 24,9% non possiede un reddito mensile sufficiente per affrontare i costi di una vita autonoma.

Il 22,7%, pur intenzionato a vivere da solo, vuole prima terminare gli studi, mentre circa un quarto dei diplomati dichiara di non essere interessato a una vita indipendente.

A quattro anni dall'immatricolazione all'università - rileva l'indagine dell'Istat - poco meno del 14% ha già conseguito una laurea di I livello, mentre quasi il 9% ha interrotto e abbandonato gli studi. L'abbandono degli studi universitari avviene più frequentemente tra i giovani che si sono diplomati negli istituti tecnici e nei corsi dell'istruzione magistrale (oltre l'11%), mentre tra i liceali la percentuale di interruzione degli studi è inferiore al 6%.

Dopo il diploma le ragazze mostrano una maggiore propensione a proseguire gli studi: le diplomate che si iscrivono all'università sono quasi il 70% a fronte del 57% dei diplomati maschi. Ma a 4 anni dalla fine degli studi secondari superiori, le giovani diplomate in cerca di occupazione sono pari al 18,1%, una percentuale superiore di quattro punti rispetto a quella dei maschi (14,2%).

http://www.istat.it

Consumi, la stangata nel 2013 sarà di 1.490 euro a famiglia

Autore: Redazione MTV News Data: 28 dicembre 2012 Commenta
Consumi, la stangata nel 2013 sarà di 1.490 euro a famiglia

Rincari da gennaio secondo previsioni Adusbef-Federconsumatori

Milano, 28 dic. (TMNews) - Una "stangata" da quasi 1.500 euro a famiglia. E' quella in arrivo a partire dal prossimo gennaio, secondo le previsioni di Adusbef e Federconsumatori. Dall'aumento del canone Rai (+1,5 euro che porterà il tributo a 113,50 euro l'anno) all'aumento delle tariffe aeroportuali (+8,5 euro a biglietto) - spiegano le associazioni dei consumatori - passando per gli aumenti delle tariffe postali (da un minimo di +15% a +40% per la posta prioritaria, del 58,3% per il bancoposta il cui canone annuo salirà da 30,99 a 48 euro), il risultato anche per l'anno alle porte sarà "drammatico". Ad aprile poi arriverà la nuova tassa dei rifiuti Tares che aumenterà del 25%.

Le previsioni - calcolate dall'Osservatorio Nazionale Federconsumatori - discendono da considerazioni quali: "mantenimento o aumenti contenuti dei costi energetici dopo quelli elevati del 2012, aumenti dei prezzi internazionali delle derrate alimentari, pesanti ricadute su prezzi e tariffe derivanti da Imu applicata sui settori produttivi e malaugurato aumento Iva da Luglio. Dai carburanti, alle bollette di luce e gas anche se con aumenti più contenuti rispetto al 2012, dalla nuova tariffa dei rifiuti, in forte aumento e inoltre dall'ulteriore incremento dell'Iva previsto".

"Le parole d'ordine per risollevare le sorti delle famiglie e dell'intera economia - dichiarano Elio Lannutti e Rosario Trefiletti, presidenti di Adusbef e Federconsumatori - sono: ripresa della domanda di mercato, liberalizzazioni, nonchè investimenti per l'innovazione e lo sviluppo tecnologico per il lavoro che rimane il problema fondamentale del Paese. In assenza di un serio progetto che vada in questa direzione, la fuoriuscita dalla crisi si farà sempre più lontana ed improbabile".

http://www.federconsumatori.it/ http://www.adusbef.it/

Don Corsi: qualche giorno di riposo ma non lascio il sacerdozio

Autore: Redazione MTV News Data: 28 dicembre 2012 Commenta
Don Corsi: qualche giorno di riposo ma non lascio il sacerdozio

Parroco al centro delle polemiche con un volantino contro donne

Roma, 28 dic. (TMNews) - "Sono tranquillo e sereno, ho deciso di prendermi qualche giorno di riposo ma non ho intenzione di lasciare l'abito talare". Poche parole da parte del parroco di Lerici, don Piero Corsi, per fugare ogni dubbio sull'ipotesi di abbandonare il sacerdozio.

In una intervista rilasciata alla televisione diocesana Tele Liguria Sud, il religioso precisa di non voler affatto abbandonare il sacerdozio e ha negato di aver inviato alle agenzie di stampa la lettera in cui comunicava la decisione di lasciare l'abito talare. Si è infatti trattato di un "fake", un falso, una missiva che qualcuno - a nome di don Corsi - ha inviato ai mezzi di comunicazione.

Il religioso ha poi raccontato di aver incontrato il vescovo di La Spezia, monsignor Ernesto Palletti. Secondo il parroco si sarebbe trattato di un incontro cordiale, durante il quale il vescovo gli avrebbe chiesto soltanto di rimuovere le locandine finite al centro delle polemiche.

http://www.teleliguriasud.it/

E’ morto in Florida il generale americano Norman Schwarzkopf

Autore: Redazione MTV News Data: 28 dicembre 2012 Commenta
E' morto in Florida il generale americano Norman Schwarzkopf

Fu il comandante dell'operazione Desert Storm nel 1991

Milano, 28 dic. (TMNews) - Il generale americano che comandò l'operazione Desert Storm nel 1991, Norman Schwarzkopf, è morto a Tampa, in Florida, all'età di 78 anni.

Diventato un eroe americano con il nome di 'Stormin Normam', Schwarzkopf aveva guidato contro l'Iraq di Saddam Hussein circa 425.000 soldati americani e 118.000 militari alleati, decimando la macchina militare dell'ex Presidente iracheno e riportando perdite minime.

"Abbiamo perso un autentico americano", ha commentato la Casa Bianca. Ma è stato l'ex Presidente americano George H. W. Bush, da giorni in terapia intensiva in Texas, a commentare per primo la notizia, esprimendo le sue condoglianze per la perdita dell'uomo che lui chiamò al comando della coalizione internazionale: "Io e Barbara piangiamo la perdita di un vero patriota americano e uno dei grandi leader militari della sua generazione".

http://edition.cnn.com/2012/12/27/us/schwarzkopf-obit/

Confindustria: per la crisi al Sud persi 330mila posti di lavoro

Autore: Redazione MTV News Data: 28 dicembre 2012 Commenta
Confindustria: per la crisi al Sud persi 330mila posti di lavoro

Chiuse almeno 16mila imprese, crescono solo le esportazioni

Milano, 28 dic. (TMNews) - L'economia del Mezzogiorno è ancora nel mezzo della "tempesta perfetta" e i principali indicatori sono ancora ben al di sotto dei livelli pre-crisi. Tra il 2007 e il 2011 - secondo i dati del Check-up Mezzogiorno pubblicato da Confindustria e Studi e Ricerche per il Mezzogiorno - il Pil del Mezzogiorno, in termini reali, ha subito una riduzione di quasi 24 miliardi di euro (-6,8%) e più di 16mila imprese hanno cessato di esistere (0,9 % del totale imprese del Sud) sebbene siano aumentate le società di capitali (+7.400 solo nell'ultimo anno).

Il numero di occupati si è ridotto di circa 330mila unità (quasi la metà della riduzione ha interessato la sola Campania) e il tasso medio di disoccupazione dei primi due trimestri nel 2012 è salito al 17,4% rispetto al 13,6% registrato nello stesso periodo del 2011, anche per effetto dell'aumento delle persone in cerca di lavoro.

Il principale segnale positivo viene dall'export, l'unica variabile che è tornata al di sopra dei valori pre-crisi: dal primo semestre 2011 al secondo semestre 2012 le esportazioni nel Mezzogiorno sono aumentate del 7%, il doppio del Centro-Nord.

l persistere della crisi è causa e effetto del forte calo degli investimenti pubblici e privati. La spesa in conto capitale si è ridotta, dal 2007 al 2011, di circa 7 miliardi di euro. Nello stesso periodo, gli investimenti fissi lordi nel 2011 sono diminuiti di 8 miliardi (-11,5%) e particolarmente rilevante è stata la caduta degli investimenti nelle costruzioni (- 42,5%) e nell'industria in senso stretto (-27,8%). La quota di imprese manifatturiere che hanno investito è andata progressivamente calando, dal 37,4% nel 2008 al 23,6% nel 2011.

E' necessario, spiega Confindustria, non disperdere risorse e concentrare gli interventi per il Sud su tre direttrici: in primo luogo l'impresa, per favorire la ripresa degli investimenti, il superamento del limite dimensionale, l'export, e l'innovazione. In secondo luogo il lavoro, con l'adozione di misure urgenti per frenare l'emorragia di capitale umano e in terzo luogo, le condizioni di vita dei cittadini del Mezzogiorno. Il pieno utilizzo delle risorse europee è decisivo.

http://www.confindustria.it/

Mario Balotelli, vie legali contro Raffaella Fico

Autore: Redazione MTV News Data: 28 dicembre 2012 Commenta
Mario Balotelli, vie legali contro Raffaella Fico

Il bomber risponde all'accusa di non occuparsi della figlia

Milano, 28 dic. (TMNews) - Mario Balotelli rompe il silenzio sulla nascita della figlia e risponde alle dichiarazioni di Raffaella Fico, che lo ha accusato di non occuparsi a sufficienza di lei e della piccola Pia. Il calciatore in un'intervista alla "Gazzetta dello Sport" ha infatti spiegato che è giunto il momento di replicare a quanto affermato dalla ex compagna.

"Non posso tollerare - dice Balotelli - che venga leso il mio onore di uomo e mi vengano falsamente attribuiti comportamenti gravi che non hanno riscontro nella realtà. Ho pertanto incaricato i miei legali di adottare tutte le iniziative giudiziarie opportune per difendere la mia onorabilità ingiustamente lesa dalle false affermazioni rilasciate da Raffaella Fico". "Diffido inoltre - prosegue il calciatore - Raffaella Fico dal divulgare in futuro in qualunque sede e con qualunque mezzo notizie che mi riguardano non corrispondenti al vero e, comunque, lesive della mia privacy".

A provocare la reazione di Balotelli sarebbe stata un'intervista rilasciata dalla show girl al settimanale "Chi" in cui affermava che il calciatore si era completamente disinteressato sia a lei che che alla figlia Pia. La Fico avrebbe raccontato che l'ex non ha mai visto la bambina e che si starebbe comportando da irresponsabile.

Anche i genitori adottivi del bomber hanno voluto dire la loro attraverso una lettera aperta: "Cara Raffaella - scrivono - su Mario hai già lucrato abbastanza".

http://www.mariobalotelli.it/it/home/

http://www.raffaellafico.it/

Whitney Houston, investigatore privato: uccisa dagli spacciatori

Autore: Redazione MTV News Data: 27 dicembre 2012 Commenta
Whitney Houston, investigatore privato: uccisa dagli spacciatori

Tesi sarebbe sostenuta dai video di sorveglianza

Roma, 27 dic. (TMNews) - Whitney Houston venne uccisa dagli spacciatori per un debito di droga. E' quanto sostiene un investigatore privato di Hollywood, Paul Huebl, citato dal National Enquirer. La star venne ritrovata morta lo scorso febbraio in una stanza d'albergo a Beverly Hills; l'autopsia arrivò alla conclusione che l'artista morì annegata nella vasca da bagno dopo aver assunto un cocktail di cocaina, marijuana e farmaci.

Tuttavia, Huebl sostiene che i video di sorveglianza dell'albergo dimostrerebbero invece che l'artista venne uccisa. Secondo l'ex poliziotto, Houston sarebbe stata presa di mira da "spacciatori potenti che mandarono dei delinquenti a riscuotere il grosso debito che aveva contratto per la droga". Un debito pari a 1,5 milione di dollari, stando a quanto apparso su alcuni giornali.

Contattato dal Daily Mail, Huebl non ha dichiarato con certezza che Houston venne uccisa, ma ha sottolineato come le prove da lui raccolte, e consegnate all'Fbi, porterebbero a questa conclusione. Secondo la sua versione, le immagini girate dalle telecamere di sorveglianze avrebbero ripreso in più occasioni due uomini, che sarebbero riusciti a mischiarsi nell'entourage di Houston, a entrare nella sua stanza e a ucciderla.

http://www.whitneyhouston.com/it

Zuckerberg pronto a comprare un castello nell’Astigiano

Autore: Redazione MTV News Data: 27 dicembre 2012 Commenta
Zuckerberg pronto a compare un castello nell'Astigiano

Ma all'acquisto sarebbe interessato anche Warren Buffett

Roma, 27 dic. (TMNews) - Il fondatore di Facebook, Mark Zuckerberg, starebbe trattando per comprare un castello nell'astigiano del valore di 8 milioni di euro. Si tratta del castello di Lavezzole, nell'astigiano, frazione di San Damiano, tra Langhe, Monferrato e Roero. Mr. Facebook avrebbe preso la decisione all'indomani del matrimonio con Priscilla Chan, entrambi innamorati dell'Italia - dove hanno trascorso parte della luna di miele. Prezzo del castello, disposto su tre piani e un interrato, oltre a una piscina coperta, a un mega-giardino e una cappella privata, 8 milioni di euro. Ma per Zuckerberg potrebbe non andare tutto liscio. Perchè all'acquisto del castello sarebbe interessato anche Warren Buffett, il finanziere che preconizzò il tonfo in Borsa del social network. Un'altra bega per il fondatore del social network che si ritroverebbe sulla sua strada un'altra volta Buffett. Mark Zuckerberg avrebbe però già versato un acconto di un milione. http://www.lecolline.ch/oggetto.php?id=316

Calendario