MTV News

Archivio della categoria ‘Attualità e Cronaca’

Ken Loach rifiuta premio a Tff per solidarietà con lavoratori

Autore: Redazione MTV News Data: 23 novembre 2012 Commenta
Ken Loach rifiuta premio a Tff per solidarietà con lavoratori

E il Museo replica: il regista e stato male informato

Milano, 23 nov. (TMNews) - L'anno scorso il regista finlandese Aki Kaurismaki non si era presentato all'apertura, pur essendo a Torino, adducendo la scusa di una sua "allergia alla mondanità". Quest'anno ci si mette il regista inglese Ken Loach, che rifiuta il Premio Gran Torino a pochi giorni dall'inizio del Torino Film Festival, che si inaugura oggi.

Il regista inglese non sarà a Torino perchè ha rifiutato di ricevere il Premio Gran Torino, un riconoscimento alla carriera, perché venuto a conoscenza di una sorta di vertenza sindacale tra il Museo del Cinema che amministra il Tff e alcuni dipendenti precari che lavorano per il Museo, ma che sono assunti da una azienda esterna. Loach allora prende carta e penna e scrive al festival: E' con grande dispiacere che mi trovo costretto a rifiutare il premio che mi e stato assegnato dal Torino Film Festival, un premio che sarei stato onorato di ricevere, per me e per tutti coloro che hanno lavorato ai nostri film.

Dal Museo che per esigenze di budget ha esternalizzare alcuni servizi e arrivata la replica. Il regista e stato male informato, fanno sapere dalla Mole Antonelliana dove ha sede il Museo del cinema, che comunque, si fa notare, non e titolato a entrare nel merito di rapporti di lavoro tra dipendenti e una ditta esterna, anche se questa lavora per il Museo.

Morale: all'ombra della Mole c'è già chi evoca la maledizione dell'ospite straniero. Anche se non c'è edizione del Torino Film Festival che non parta con qualche polemica o inciampo.

http://www.torinofilmfest.org/

Profumo: Trasparenza e chiarezza su ogni anomalia negli appalti

Autore: Redazione MTV News Data: 23 novembre 2012 Commenta
Profumo: Trasparenza e chiarezza su ogni anomalia negli appalti

Accertamenti su 'Pillole sapere' con commissione indipendente

Milano, 23 nov. (TMNews) - "Qualsiasi eventuale anomalia di funzionamento dell'amministrazione o presunto cattivo uso del denaro pubblico deve trovare una risposta tempestiva da parte delle istituzioni competenti, in termini di trasparenza e chiarezza". Lo ha detto il ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca Francesco Profumo inaudizione alla Commissione Cultura della Camera, ascoltato anche sulla gestione dei fondi gestione dei fondi dedicati alla ricerca.

Sulla vicenda del progetto multimediale 'Pillole del sapere', ha spiegato Profumo, "ho avviato accertamenti amministrativi volti a verificare il procedimento relativo all'acquisizione dei citati contenuti multimediali didattici. Si tratta di una procedura che presenta un'architettura complessa che ha interessato, in fasi diverse, oltre alla struttura amministrativa del Ministero e a due istituti scolastici, anche altri organismi istituzionali e cioè l'Ansas - Agenzia Nazionale per l'Autonomia Scolastica (oggi, Indire) e la Consip S.p.A., società del Ministero dell'Economia e delle Finanze".

"Per quanto riguarda l'analisi delle procedure seguite, istituirò una commissione indipendente composta da membri autorevoli appartenenti a diverse istituzioni, affinché la stessa possa operare un'accurata due diligence. Ho, inoltre, chiesto in data odierna al Presidente del Tribunale di Roma l'indicazione di un esperto che possa valutare il costo di produzione delle 'Pillole del Sapere' e il loro valore commerciale. L'esperto così individuato - ha concluso Profumo - sarà affiancato da altro esperto, anch'egli indipendente, da me designato e chiamato a valutarne i contenuti didattici".

http://www.istruzione.it/

Cortei, Cancellieri: al vaglio arresti differiti contro violenti

Autore: Redazione MTV News Data: 23 novembre 2012 Commenta
Cortei, Cancellieri: al vaglio arresti differiti contro violenti

Su Daspo vanno chiariti aspetti costituzionali

Roma, 22 nov. (TMNews) - "L'arresto differito è uno strumento molto efficace che negli stadi ha dato risposte efficaci. Stiamo facendo valutazioni sul Daspo perchè ci sono aspetti costituzionali che dobbiamo chiarire". Lo ha detto il ministro dell'Interno, Anna Maria Cancellieri, con riferimento a possibili nuovi strumenti da utilizzare nel contrastare i violenti che si infiltrano nelle manifestazioni di piazza". "Nelle manifestazioni di piazza - ha aggiunto Cancellieri - c'è sempre il rischio di infiltrazioni di violenti".

"C'è solidarietà" e "rispetto autentico del Viminale per le forze dell'ordine" e "su questo non consentiamo ombre". Lo ha detto il ministro dell'Interno, Anna Maria Cancellieri, al Senato, rispondendo alle critiche mosse al ministero dell'Interno, in particolare da alcuni sindacati.

Anche su vicende recenti, come quella del bimbo conteso dai genitori a Padova, e prelevato a scuola da alcuni poliziotti in esecuzione di un a ordinanza del tribunale dei minori di Padova il ministro Cancellieri ha sottolineato che "l'atteggiamento del ministero dell'Interno è stato sempre di assoluto rispetto" e "abbiamo chiesto di accertare i fatti".

http://www.interno.gov.it/mininterno/export/sites/default/it/

Nei prossimi anni saranno costruite 1.200 centrali a carbone

Autore: Redazione MTV News Data: 22 novembre 2012 Commenta
Nei prossimi anni saranno costruite 1.200 centrali a carbone

Lo studio dell'associazione "World resources institute"

Milano, 22 nov. (TMNews) - Nei prossimi anni saranno costruite 1.200 centrali a carbone secondo uno studio dell'organizzazione no profit americana "World resources institute". Un numero di impianti che produrrà un quantitativo di anidride carbonica pari a quello dell'intera Cina, lo Stato più inquinante al mondo. Nel settore dell'energia la CO2 è causa del 44% delle emissioni nocive.

"Abbiamo voluto considerare tutti i progetti di nuove centrali a carbone piuttosto che valutare la probabilità che esse siano in realtà costruite", ha detto Ailun Yang, co-autore del rapporto. "Infatti, i progetti che sembrano essere di difficile realizzazione possono essere ripresi successivamente: la costruzione effettiva di questi impianti dipenderà in gran parte dalle decisioni dei governi, dalla condizione del mercato e dalla disponibilità di gas naturale", ha spiegato il ricercatore.

http://www.wri.org/

Ragazzo di 15 anni si suicida perchè vittima di omofobia

Autore: Redazione MTV News Data: 22 novembre 2012 Commenta

A Roma un ragazzo di 15 anni si è tolto la vita perchè vittima di attacchi omofobici.

Al momento non ci sono indagati o ipotesi di reato, ma non è esclusa l’ipotesi di istigazione al suicido

Era stata aperta su facebook una pagina in cui veniva preso in giro dai compagni, veniva chiamato “il ragazzo dai pantaloni rosa” e ripetutamente deriso dai compagni.

In ricordo del ragazzo sono nate diverse iniziative a partire dalla fiaccolata che si terrà stasera alle 19.30, a Roma, da via di San Giovanni in Laterano fino al Liceo Cavour

Fabrizio Marrazzo, portavoce del Gay Center, lancia un appello al ministro della Pubblica Istruzione Francesco Profumo ”perché indica una giornata di lutto nelle scuole con un minuto di silenzio”

 

E su twitter e facebook cresce la solidarietà di chi vuole mandare un messaggio contro il bullismo, l’omofobia e a sostegno di tutte le vittime.

Italia esclude donne dal lavoro, Burundi meglio di noi

Autore: Redazione MTV News Data: 22 novembre 2012 Commenta
Italia esclude donne dal lavoro, Burundi meglio di noi

Gender Gap report:Siamo a 101esimo posto per partecipazione donne

Milano, 22 nov. (TMNews) - Italia maglia nera per la partecipazione delle donne all'economia e per le opportunità a loro riservate. Il nostro Paese è scivolato, nella classifica stilata dal rapporto Global Gender Gap 2012 del World Economic Forum, al 101esimo posto su 135, a distanza macroscopica da paesi come il Burundi, il Mozambico, l'Uruguay e la Thailandia, solo per citarne alcuni. E peggio di noi hanno fatto solo Cile, Messico, Bangladesh e pochi altri paesi.

Un quadro che risulta in buona parte confermato, seppure con alcuni segnali positivi, dalla fotografia sul lavoro delle donne in Italia scattata in occasione del convegno promosso dal Centro studi Progetto Donna in collaborazione con Abbott dal titolo "Donne al lavoro tre mosse vincenti. Pari opportunità, conciliazione dei tempi, nuovi modelli organizzativi".

Dai dati illustrati Antonietta Mundo dell'Inps, sul lavoro delle donne in Italia, emerge che solo un terzo della popolazione femminile fa parte della forza lavoro, mentre degli uomini ne fa parte la metà. Eppure qualcosa sta cambiando: si osserva un incremento tendenziale dello 0,4% nell'occupazione femminile e nel contempo diminuisce lievemente l'occupazione maschile, tuttavia va sottolineato che l'82% dei lavoratori a tempo parziale è rappresentato da donne.

Il rapporto Global Gender Gap 2012 punta il dito sul nostro Paese in particolare riguardo alla differenza di salario percepito da uomini e donne in Italia. I dati Inps, infatti, registrano per lavoratori dipendenti del settore privato una retribuzione annua media di 21.678 euro lordi per le donne rispetto ai 30.246 euro per gli uomini. Il lavoro femminile appare concentrato nelle posizioni basse e intermedie, le donne sono il 57% degli impiegati e la rappresentanza femminile diminuisce nelle posizioni più elevate.

http://www.weforum.org/issues/global-gender-gap

"Io voto", partecipare e informarsi a partire dalle primarie

Autore: Redazione MTV News Data: 22 novembre 2012 Commenta
Io voto, partecipare e informarsi a paritre dalle primarie

Pif spiega come votare, in attesa delle politiche del 2013

Milano, 22 nov. (TMNews) - In vista delle politiche del 2013 entra nel vivo "Io voto", l'invito di Mtv a informarsi, partecipare, condividere, votare, perché "se non ti occupi della politica, la politica non si occuperà di te". In Italia gli under 35 rappresentano quasi il 30% del corpo elettorale, ma nelle istituzioni nazionali e locali sono da sempre rappresentati poco. Al primo voto (18-24) i ragazzi si dicono molto interessati alla politica, ma già al secondo sono quelli che vanno meno alle urne e si dicono molto sfiduciati. A maggior ragione in un periodo in cui il disinteresse per la politica è ai massimi livelli, come dimostra l'astensionismo record alle ultime elezioni regionali in Sicilia. Mtv invece invita a non lasciare agli altri decisioni che hanno conseguenze sul futuro di tutti, a partire dalle primarie dei principali schieramenti italiani. In un video in onda su Mtv e sul sito www.mtv.it/iovoto Pif spiega come votare alle primarie del centrosinistra del 25 novembre prossimo. Farà lo stesso con il centrodestra, se deciderà di indire le primarie per eleggere il candidato premier. http://iovoto.mtv.it/

Legambiente denuncia: oltre 34mila siti con amianto da bonificare

Autore: Redazione MTV News Data: 22 novembre 2012 Commenta
Legambiente denuncia: oltre 34mila siti con amianto da bonificare

Oltre 2mila vittime all'anno a 20 anni dalla messa al bando

Roma, 21 nov. (TMNews) - A 20 anni dalla sua messa al bando l'amianto continua a causare oltre 2mila vittime all'anno e 34.148 sono i siti ancora da bonificare, per oltre 32 milioni di tonnellate di amianto sparso in tutto il Paese con cave di materiali contenenti la pericolosa fibra ancora attive. E' la denuncia che arriva da Legambiente alla vigilia della II Conferenza governativa sull'amianto: le associazioni auspicano che sia un incontro degli esposti e non sugli esposti, in cui prendere precisi impegni di finanziamento su sorveglianza sanitaria, ricerca, risarcimenti e per fare interventi concreti di risanamento e rendere l'Italia libera dall'amianto.

"Sono tantissime - sottolinea Legambiente - le morti causate dall'esposizione all'amianto nel nostro Paese ogni anno, oltre 900 proprio per mesotelioma pleurico e l'emergenza sanitaria continua a crescere, visto il lungo periodo di latenza della malattia (fino a 40 anni), tanto che gli epidemiologi prevedono alcune decine di migliaia di casi nei prossimi anni. È evidente quindi l'importanza di un'efficace sorveglianza sanitaria ed epidemiologica per gli esposti, insieme alla ricerca clinica e il risarcimento garantito per le vittime, ma occorre intervenire anche in termini di prevenzione".

Legambiente ricorda come sia ancora aperta la questione dei grandi poli industriali dell'Eternit o della Fibronit e degli altri siti contaminati inclusi nel Programma nazionale di bonifica. L'amianto inoltre "è stato diffuso capillarmente su tutto il territorio, a causa dei molteplici impieghi in cui è stato utilizzato. Dopo 20 anni dalla sua messa al bando e dall'istituzione dei Piani regionali amianto (legge 257 del 1992), ancora non si sa quanto ce n'èú.

Le stime ufficiali del Cnr parlano di 32 milioni di tonnellate, relative ai 2,5 miliardi di mq di coperture di eternit, e di diverse tonnellate di amianto friabile. Il ministero dell'Ambiente ha raccolto i dati disponibili delle Regioni e, seppure con un quadro parziale, arriva a individuare 34.148 siti con presenza di amianto. "Infine, sembra paradossale, ma sono ancora attive in Italia attività estrattive di rocce contenenti amianto, come le pietre verdi o le ofioliti. Vietate dalla legge 257/92 le attività estrattive - aggiunge Legambiente - di fatto, sono state riaperte con un decreto ministeriale del 1996 che consente di estrarre materiali con concentrazioni di amianto superiori allo 0,1% in peso, concentrazione massima consentita per le sostanze cancerogene, come l'amianto".

Sul versante bonifica, intanto, si procede lentamente. Ai ritmi attuali, spiega l'associazione, dovremmo convivere con l'amianto almeno fino al 2100. Un contributo importante per velocizzare gli interventi è arrivato dal IV conto energia con l'extra incentivo per sostituire l'eternit con impianti fotovoltaici, grazie al quale, solo nel 2012, sono stati bonificati oltre 25 milioni di mq di eternit. Il V conto energia però l'ha cancellato fermando di fatto gli interventi di bonifica. Rimane poi il problema dello smaltimento: il 75% dei rifiuti prodotti, 286mila tonnellate, secondo i dati Ispra, vengono spedite in Germania perché in Italia mancano discariche dedicate, con alti costi di trasporto e per gli interventi di bonifica.

http://www.legambiente.it/

Scuola, studenti di Palermo ristrutturano da soli la palestra

Autore: Redazione MTV News Data: 22 novembre 2012 Commenta
Scuola, studenti di Palermo ristrutturano da soli la palestra

La chiamano "riattivazione", un modo per sopperire ai tagli

Milano, 22 nov. (TMNews) - La protesta degli studenti dilaga a Palermo. Dopo le manifestazioni della settimana scorsa, alcune sfociate in violenti scontri con le forze dell'ordine, da lunedì sono più di venti gli istituti superiori occupati dai ragazzi.

Nel lungo elenco di scuole presidiate giorno e notte dai giovani c'è anche il Liceo Scientifico Einstein, dove i ragazzi hanno deciso di dar vita ad una forma di protesta alternativa e costruttiva.

Cacciaviti, martelli, e cazzuole alla mano, infatti, gli studenti hanno deciso di "ristrutturare" personalmente la palestra della scuola, che da anni non gode di una buona manutenzione, risultando pertanto poco idonea allo svolgimento dell'attività sportiva.

Ad illustrare il progetto dei ragazzi è il rappresentante d'istituto Francesco Susinno: "La nostra forma di occupazione vuole essere soprattutto una riattivazione dell'edificio. Parte dalla volontà di riqualificare gli spazi mal finanziati dal Comune. Stiamo ristrutturando quindi le aree non sfruttate al meglio, come la palestra, che da sempre è la stessa, fatiscente, e con i colori vecchi di trent'anni".

Intanto domani gli studenti torneranno in piazza per chiedere maggiore attenzione da parte del governo, e per ribadire il proprio no ai tagli previsti per l'istruzione.

http://www.liceoeinstein.palermo.it/

Pif alle primarie

Autore: Redazione MTV News Data: 21 novembre 2012 Commenta

Anteprima di "Pif alle primarie"

Si avvicinano le elezioni politiche del 2013 e il primo appuntamento per scegliere chi sarà il prossimo Presidente del Consiglio sono le primarie dei due schieramenti del Centro Sinistra e del PDL.

Tutte le informazioni su come partecipare sono disponibili sul sito di www.mtv.it/iovoto

 

Il 25 novembre si terranno le primarie del Centro Sinistra e PIF ha deciso di partecipare perchè se non si va a votare sicuramente le cose non cambiano.

E’ andato ad iscriversi alle primarie e ce lo racconta in questo video

Calendario