MTV News

Archivio della categoria ‘Esteri’

2013: clima causa il triplo degli sfollati causati dalle guerre

Autore: Redazione MTV News Data: 18 settembre 2014 Commenta
2013: clima causa il triplo degli sfollati causati dalle guerre

Organizzazione norvegese: global warming questione prioritaria

Milano, 18 set. (TMNews) - Le catastrofi naturali hanno provocato nel 2013 il triplo degli sfollati rispetto ai conflitti, cosa che dimostra l'urgenza di impegnarsi sul cambiamento climatico. Lo ha indicato uno studio del Norwegian Refugee Council (Nrc, Consiglio norvegese per i rifugiati), un'organizzazione indipendente specializzata negli aiuti d'emergenza, secondo cui nel 2013 ci sono stati 22 milioni di sfollati a causa dei disastri naturali.

Il rapporto dell'associazione umanitaria è stato pubblicato in previsione del vertice sul clima di martedì prossimo, nella sede delle Nazioni Unite a New York. Il problema è in procinto di aggravarsi, ha aggiunto il rapporto, secondo cui l'esplosione dell'urbanizzazione negli ultimi anni ha reso i Paesi più vulnerabili.

L'Nrc, diretto da Jan Egeland, ex coordinatore Onu per gli aiuti di emergenza, ha rivolto un appello ai politici per rendere una priorità questa questione, in occasione dei negoziati in vista di un accordo sul cambiamento climatico nel 2015.

http://www.nrc.no/?did=9184143#

L’Isis sfida Obama: uccideremo i vostri soldati se li mandate qui

Autore: Redazione MTV News Data: 18 settembre 2014 Commenta
L'Isis sfida Obama: uccideremo i vostri soldati se li mandate qui

In 52 secondi, la risposta degli estremisti alla Casa Bianca

Milano, 18 set. (TMNews) - L'Isis sfida Barack Obama in un video di 52 secondi. Gli estremisti sunniti hanno pubblicato un breve video in cui affermano che uccideranno i soldati americani, se la Casa Bianca deciderà di mandarli in Siria e Iraq, ipotesi che è stata avanzata dal generale Martin Dempsey, capo dello Stato maggiore delle forze armate americane, durante un'audizione in Senato.

Si tratterebbe di una delle prime risposte degli estremisti alle parole del presidente degli Stati Uniti, che ha più volte dichiarato, negli ultimi giorni, che l'obiettivo è di "indebolirli e distruggerli". Il video di 52 secondi, secondo il New York Times, sarebbe un'anteprima di un altro più lungo: comincia con un gruppo di soldati americani che porta un commilitone ferito verso un veicolo blindato. Poi ci sono delle immagini di Obama e della Casa Bianca di notte, con in sottofondo le parole del presidente: "Le truppe americane non torneranno a combattere in Iraq".

Lo schermo diventa nero, poi appare un militante che si prepara a uccidere degli uomini messi in ginocchio. Compaiono le parole "fiamme di guerra", accompagnate in basso dalla frase "la battaglia è appena cominciata"; poi, come un trailer cinematografico, il video si conclude con un "Coming soon".

http://www.independent.co.uk/news/world/middle-east/isis-release-flames-of-war-video-warning-obama-of-attacks-troops-could-face-in-iraq-9737621.html

Ipotesi di un ruolo operativo contro l’Isis per forze Usa in Iraq

Autore: Redazione MTV News Data: 17 settembre 2014 Commenta
Ipotesi di un ruolo operativo contro l'Isis per forze Usa in Iraq

Il capo di stato maggiore della Difesa: ne ho discusso con Obama

Milano, 17 set. (TMNews) - Le forze americane sul terreno in Iraq hanno un ruolo di sostegno e formazione, come consulenti militari delle forze locali, ma potrebbero assumere un ruolo più attivo in determinate missioni contro lo Stato islamico. Lo ha detto il capo degli Stati maggiori riuniti Usa, generale Martin Dempsey, durante un'audizione al Senato. Tra le missioni citate, quella di "riprendere Mosul".

Dempsey ha anche detto di sostenere la strategia scelta dagli Stati Uniti contro i militanti sunniti, perché la minaccia che essi rappresentano "potrà essere sconfitta solo quando gli arabi moderati e le popolazioni musulmane della regione" prenderanno parte alla lotta contro di essi.

Dempsey ha aggiunto, riferisce Afp, che il presidente Barack Obama valuterà "caso per caso" l'invio di consiglieri militari nelle missioni di combattimento in Iraq. Le future battaglie nel Paese, ha proseguito, potrebbero richiedere ai militari americani di unirsi alle missioni di combattimento insieme con le forze del governo di Baghdad, per contribuire a identificare gli obiettivi dei raid americani contro lo Stato islamico.

Dempsey ha detto di aver discusso l'eventualità con il presidente Obama, sinora chiaramente contrario all'invio di truppe di terra per combattimenti in Iraq. Obama, ha precisato il generale citato da Afp, "mi ha detto di consultarlo caso per caso".

Dempsey ha poi puntualizzato, riferisce il New York Times, di aver detto al Congresso che raccomanderà l'uso delle forze da combattimento americane contro l'Isis in specifiche operazioni se i raid aerei non avranno successo. Ha inoltre detto che i militari impiegati sul terreno saranno probabilmente forze speciali. Le sue dichiarazioni lasciano così prevedere una escalation che Obama aveva invece escluso.

http://www.nytimes.com/2014/09/17/world/middleeast/isis-airstrikes-united-states-coalition.html?_r=0

Unicef: la mortalità infantile è scesa del 49% dal 1990

Autore: Redazione MTV News Data: 17 settembre 2014 Commenta
Unicef: la mortalità infantile è scesa del 49% dal 1990

1 milione di bambini muoiono in primo giorno di vita

Milano, 17 set. (TMNews) - Secondo un nuovo Rapporto dell'UNICEF, i tassi di sopravvivenza dei bambini sono significativamente aumentati dal 1990: il numero assoluto delle morti sotto i cinque anni è stato dimezzato: da 12,7 a 6,3 milioni.

Il Rapporto "2014 Committing to Child Survival: A Promise Renewed" sottolinea che i primi 28 giorni di vita di un neonato sono i più vulnerabili, con quasi 2,8 milioni di bambini che muoiono ogni anno durante questo periodo. Un milione di loro non hanno nemmeno la possibilità di sopravvivere al loro secondo giorno di vita.

Molti di questi decessi potrebbero essere facilmente prevenuti prima, durante e immediatamente dopo la nascita con interventi semplici, efficaci e a basso costo. Le carenze nel sistema sanitario durante il periodo critico rappresentano un fattore significativo per queste morti prevenibili. Esiste una notevole differenza - da paese a paese e tra quelli ricchi e quelli poveri - per quanto concerne la qualità dei servizi sanitari a disposizione delle donne in gravidanza e dei loro bambini.

http://www.unicef.it/

Ebola, allarme di Obama: l’epidemia ormai fuori controllo

Autore: Redazione MTV News Data: 17 settembre 2014 Commenta
Ebola, allarme di Obama: l'epidemia ormai fuori controllo

Il presidente Usa: minaccia potenziale alla sicurezza globale

Milano, 17 set. (TMNews) - "La diffusione dell'Ebola è ormai fuori controllo. Le persone muoiono in mezzo alla strada". Lo ha detto il presidente Barack Obama da Atlanta dove ha presentato il piano di intervento per combattere l'epidemia e ha ricordato il numero già impressionante di morti, "2.400, probabilmente molti di più" e l'impatto che sta già avendo sul continente africano.

"Se l'epidemia non verrà fermata ora, arriveremo a migliaia e migliaia di infetti con enormi conseguenze economiche e politiche".

Ebola è una minaccia potenziale alla sicurezza globale, per questo il presidente americano ha chiamato la comunità internazionale alla mobilitazione.

"Il mondo sa come combattere questo virus. Non è un mistero. Conosciamo la scienza, sappiamo come curare le persone malate e come prevenire il contagio e questo ci da speranza. Perciò il mondo ha la responsabilità di agire subito".

Obama ha spiegato che ha deciso di inviare circa 3.000 unità tra soldati e personale medico in Africa nelle aree già colpite dall'epidemia e la creazione di "un ponte aereo per far arrivare gli aiuti".

DiCaprio nominato messaggero pace Onu per cambiamenti climatici

Autore: Redazione MTV News Data: 17 settembre 2014 Commenta
DiCaprio nominato messaggero pace Onu per cambiamenti climatici

L'attore interverrà al summit in apertura di Assemblea generale

New York, 17 set. (TMNews) - Leonardo DiCaprio è stato nominato messaggero di pace delle Nazioni unite, con l'incarico particolare sul cambiamento climatico. L'annuncio è stato dato dal segretario generale Onu, Ban Ki-moon, riferisce una nota. L'attore, ha dichiarato Ban, "è una voce credibile nel movimento ambientale e ha una notevole piattaforma con cui allargare il suo messaggio".

"Sono felice che sia stato scelto per aggiungere la sua voce agli sforzi Onu con cui aumentare la consapevolezza sull'urgenza e sui vantaggi dell'agire ora per combattere il cambiamento climatico", ha proseguito il segretario generale. DiCaprio è un attivista ambientale e nel 1998 ha fondato una fondazione che porta il suo nome.

Ban ha invitato DiCaprio a intervenire al summit sul clima il 23 settembre al Palazzo di Vetro, in apertura dell'Assemblea generale Onu. Di Caprio, dicendosi "onorato dall'incarico", ha commentato: "È il momento di agire. Il modo in cui risponderemo alla crisi del clima nei prossimi anni determinerà probabilmente il destino dell'umanità e del nostro pianeta".

http://www.hollywoodreporter.com/news/united-nations-names-leonardo-dicaprio-733215

Appello di Al Qaida all’Isis: alleati contro l’Occidente

Autore: Redazione MTV News Data: 17 settembre 2014 Commenta
Appello di Al Qaida all'Isis: alleati contro l'Occidente

Cambio di strategia gruppi che fanno riferimento ad al Zawahiri

Dubai, 16 set. (TMNews) - I rami maghrebino (Aqmi) e yemenita (Aqpa) di al Qaida hanno lanciato un appello ai jihadisti di Iraq e Siria ad unirsi contro la coalizione anti-Stato islamico (Isis). In un comunicato senza precedenti, i due gruppi invitano i loro "fratelli mujaheddin in Iraq e nel Levante a smettere di uccidersi e ad unirsi contro la campagna dell'America e della sua diabolica coalizione che ci spia tutti". "Fate del vostro netto rifiuto della miscredenza un fattore di unità", hanno aggiunto le due organizzazioni all'indirizzo dei gruppi jihadisti attraversati da delle divergenze fra l'Isis e il Fronte al Nusra, braccio siriano di al Qaida.

Al Qaida nel Maghreb islamico (Aqmi) e al Qaida nella Penisola arabica (Aqpa), fusione delle branche saudita e yemenita dell'organizzazione, sono rimaste fedeli al capo di alo Qaida, Ayman al Zawahiri, che è molto critico del gruppo dell'Isis.

Intanto gli Stati Uniti annunciano di avere in programma di colpire con "azioni mirate i rifugi dello Stato islamico in Siria": lo ha dichiarato il segretario alla Difesa americano, Chuck Hagel, durante l'audizione davanti al Senato a Washington. "Non sarà uno sforzo breve o facile. Siamo in guerra contro lo Stato islamico come contro al-Qaeda" ha aggiunto Hagel.

http://tempsreel.nouvelobs.com/tag/aqmi

http://www.un.org/french/sc/committees/1267/NSQEA12910F.shtml

http://www.defense.gov/

Obama invierà 3000 soldati in Africa per combattere Ebola

Autore: Redazione MTV News Data: 16 settembre 2014 Commenta
Obama invierà 3000 soldati in Africa per combattere Ebola

In arrivo anche nuovi aiuti per 88 milioni di dollari

Washington, 16 set. (TMNews) - Oggi il presidente americano Barack Obama annuncerà il suo piano per contrastare l'epidemia di febbre emorragica Ebola. In un atteso discorso presso il Centro per la prevenzione e il controllo e delle Malattie (Cdc)ad Atlanta oggi, da quanto si può anticipare, Obama annuncerà l'invio di circa 3000 soldati Usa per combattere il morbo.

Nell'occasione è previsto che Obama rinnovi anche la richiesta al Congresso di uno stanziamento di altri 88 milioni di dollari per affrontare l'emergenza provocata dal virus . L'iniziativa potrebbe comprendere l'invio di nuovi ospedali mobili, di medicine, materiale medico ed esperti, oltre all'organizzazione di corsi di formazione per il personale sanitario locale, secondo il quotidiano.

http://www.whitehouse.gov/

http://online.wsj.com/europe

Gas, rimandati a data da destinarsi negoziati Russia-Ucraina-Ue

Autore: Redazione MTV News Data: 16 settembre 2014 Commenta
Gas, rimandati a data da destinarsi negoziati Russia-Ucraina-Ue

Oettinger aveva proposto incontro il 20 settembre a Berlino

Milano, 16 set. (TMNews) - L'incontro Russia-Ucraina-Ue del 20 settembre sulla questione delle forniture di gas russo a Kiev e verso Ovest non ci sarà, rimandato a data da destinarsi. Lo ha reso noto il Ministero dell'Energia russo.

Il commissario Ue all'Energia, Guenther Oettinger, aveva proposto alla Russia e all'Ucraina un incontro trilaterale sul gas a Berlino a fine settimana.

Germania, Polonia, anche Slovacchia e Austria hanno registrato in questi giorni una riduzione dei flussi di gas dalla Russia. I volumi sono poi ritornati nella norma e la Polonia ha ripreso a fornire gas indirettamente all'Ucraina. Ma la disputa sul metano tra Mosca e Kiev, se non si troverà un accordo, minaccia serie complicazioni anche per l'Ue durante la stagione.

http://www.internazionale.it/news/ucraina/2014/09/15/gas-rimandati-a-data-da-destinarsi-negoziati-russia-ucraina-ue/

Isis, da oggi al via voli di ricognizione francesi sull’Iraq

Autore: Redazione MTV News Data: 15 settembre 2014 Commenta
Isis, da oggi al via voli di ricognizione francesi sull'Iraq

Lo ha annunciato ministro Difesa, Jean-Yves Le Drian

Milano, 15 set. (TMNews) - I primi voli militari di ricognizione francesi sull'Iraq, parte delle operazioni contro le milizie jihadiste dello Stato islamico (Isis), avranno luogo lunedì: lo ha annunciato il ministro della Difesa francese Jean-Yves le Drian.

Le Drian ha visitato la base aerea di Al-Dhafra, negli Emirati Arabi, dove è di stanza una squadriglia di sei cacciabombardieri Rafale, per un totale di circa 200 effettivi.

Le Drian incontrerà il principe ereditario degli Emirati, Mohammed al Nayhane, per spiegare il ruolo francese nella coalizione contro l'Isis, prima di recarsi In Egitto; lunedì a Parigi è in programma una conferenza internazionale sulla sicurezza in Iraq in cui verranno meglio definiti i contributi militari di ciascun Paese.

http://www.lefigaro.fr/flash-actu/2014/09/15/97001-20140915FILWWW00019-coalition-antidjihadiste-premiers-vols-de-reconnaissance-militaires-francais-vers-l-irak.php

Calendario