MTV News

Archivio della categoria ‘Esteri’

Unicef: guerra Gaza ha impatto devastante sui bambini, 450 morti

Autore: Redazione MTV News Data: 17 agosto 2014 Commenta
Unicef: guerra Gaza ha impatto devastante sui bambini, 450 morti

Nel conflitto 2.900 feriti e più di 50.000 senza tetto

Milano, 17 ago. (TMNews) - L'ultimo conflitto a Gaza ha avuto un impatto devastante sui bambini, che sono metà della popolazione: lo dice l'Unicef, secondo cui sono 450 i bambini morti, più di 2.900 feriti e 50mila i senzatetto. Per l'agenzia Onu è "necessaria una pace duratura per raggiungere centinaia di migliaia di bambini che hanno un disperato bisogno di sostegno per ricostruire le proprie vite".

"Insieme ai partner stiamo fornendo assistenza di base e sostegno, ma i bisogni dei bambini sono immensi", ha detto il Vicedirettore generale dell'Unicef, Yoka Brandt. Il cessate il fuoco temporaneo ha permesso a squadre di tecnici sostenuti dall'Unicef di iniziare a riparare le infrastrutture critiche danneggiate da attacchi aerei e bombardamenti, compresi acquedotti e sistemi sanitari. Fino a 110.000 persone sono state dotate di acqua potabile e kit per l'igiene, gli ospedali e le strutture sanitarie sono state rifornite di medicine e attrezzature. In sei rifugi per gli sfollati sono stati creati spazi sicuri a misura di bambino e circa 6.000 bambini, affetti da profonda angoscia, hanno ricevuto aiuto psicologico.

L'Unicef ha lanciato un appello per 13,7 milioni dollari per raggiungere i bambini e le loro famiglie a Gaza. Finora è stato raccolto meno di un quarto di questi fondi.

www.unicef.it

Iraq, jihadisti uccidono decine di yazidi. I testimoni: massacro

Autore: Redazione MTV News Data: 16 agosto 2014 Commenta
Iraq, jihadisti uccidono decine di yazidi. I testimoni: massacro

Assalto a villaggio di Kocho, centinaia di donne e bambini rapiti

Baghdad, 16 ago. (TMNews) - I jihadisti dello Stato islamico hanno compiuto un "massacro" nel villaggio iracheno di Kocho, uccidendo decine di persone, soprattutto appartenenti alla minoranza yazida. "Hanno compiuto un massacro contro la popolazione - ha detto l'alto funzionario curdo Hoshyar Zebari, citando informazioni di intelligence e fonti locali - circa 80 persone sono state uccise".

Un altro funzionario curdo della provincia di Dohuk ha confermato la notizia, mentre un testimone ha raccontato di aver visto molti cadaveri nel villaggio. "Abbiamo raccolto informazioni da diversi fonti, nella regione e attraverso l'intelligence, sul fatto che ieri pomeriggio un convoglio di uomini armati è entrato in questo villaggio", ha detto Zebari. "Si sono scagliati contro gli abitanti, che erano perlopiù yazidi che non avevano abbandonato le proprie case - ha aggiunto l'ex ministro degli Esteri iracheno - hanno compiuto un massacro contro la popolazione".

Harim Kamal Agha, un alto esponente del partito curdo Unione patriottica del Kurdistan nella provincia di Dohuk, al confine con Ninive, ha riferitro di 81 morti e di molte donne portate via dai jihadisti.

Intanto almeno 15 jihadisti dello Stato islamico sono morti nei raid aerei americani lanciati oggi nei pressi della diga di Mosul, nel nord dell'Iraq. E' quanto riporta l'emittente araba al Jazeera, precisando di aver appreso da "fonti peshmerga" che, "mentre gli Usa bombardano le postazioni dei jihadisti, le forze curde stanno cercando di riconquistare il territorio passato sotto il controllo dello Stato islamico".

http://www.theguardian.com/world/iraq

http://www.telegraph.co.uk/news/worldnews/middleeast/iraq/

http://www.bbc.com/news/world-middle-east-28814633

https://www.cia.gov/library/publications/the-world-factbook/geos/iz.html

Missouri, ancora alta tensione. Diffuso video sul ragazzo ucciso

Autore: Redazione MTV News Data: 16 agosto 2014 Commenta
Missouri, ancora alta tensione. Diffuso video sul ragazzo ucciso

Il tema della super militarizzazione delle forze di polizia

Milano, 16 ago. (TMNews) - Non si allenta la tensione a Ferguson, il quartiere di St.Louis nel Missouri, dove da giorni la polizia fronteggia la rabbia dei manifestanti dopo l'uccisione di un ragazzo afroamericano di 18 anni da parte delle forze dell'ordine. Le autorità hanno diffuso il nome dell'agente responsabile della morte di Michael Brown e, contestualmente, hanno anche diffuso il video di alcune telecamere di sorveglianza che mostra una presunta rapina compiuta dal giovane. E la protesta è tornata a farsi sentire.

Sullo sfondo anche il tema, molto delicato, dell'eccessiva militarizzazione delle forze di polizia nella provincia americana, con conseguenti episodi che somigliano talvolta ad abusi di potere. Anche perché in molti corpi di polizia operano membri delle forze speciali, i cosidetti SWAT, addestrati per l'antiterrorismo piuttosto che per il semplice ordine pubblico.

"Al momento - spiega Trevor Burrus, ricercatore del Cato Institute - nel 90% delle città medio-piccole ci sono dei team SWAT, e ognuno di questi gruppi è super militarizzato, principalmente perché c'è un grande eccesso di attrezzature militari". Attrezzature che arrivano direttamente dai teatri bellici e che, in qualche misura, rischiano di portare la guerra nelle case degli americani. E così ha dovuto pronunciarsi anche Barack Obama.

"Non ci sono scuse per le violenze contro la polizia o per chi approfitta di una tragedia per compiere atti di vandalismo - ha detto il presidente - ma non ci sono scuse neanche per le forze di polizia che usano eccessiva violenza verso manifestanti pacifici".

A Ferguson, però, gli scontri continuano. E l'America, di nuovo, si interroga su se stessa.

http://www.bbc.com/news/world-us-canada-28814493

Bel tempo fino a fine mese, l’estate non finisce

Autore: Redazione MTV News Data: 16 agosto 2014 Commenta
Bel tempo fino a fine mese, l'estate non finisce

Nord sempre instabile, ma Centro e Sud sotto il sole

Roma, 16 ago. (TMNews) - Non vuole fermarsi questo andamento anomalo di questa Estate che, almeno al Nord, raramente ha mostrato le sue principali caratteristiche, ossia il sole e il caldo. Dopo le imponente grandinate sulle Alpi dei giorni scorsi, il tempo tornerà soleggiato, almeno temporaneamente, al Nord. La redazione web del sito www.ilmeteo.it comunica che se oggi il tempo al Nord, specie nei settori orientali, sarà instabile con piogge e locali temporali e qualche pioggia raggiungerà anche le regioni adriatiche, domani tornerà il sole su tutta la Penisola con temperature molto gradevoli. Ma come sarà il proseguo di Agosto? Antonio Sanò, direttore e fondatore del sito www.ilmeteo.it dice che nei prossimi giorni il Nord verrà raggiunto ancora da perturbazioni temporalesche, specie tra martedì e mercoledì, dopo di che l'alta pressione delle Azzorre cercherà di conquistare tutta la nostra Penisola e dagli aggiornamenti odierni sembra che abbia buone possibilità di raggiungere il suo scopo... staremo a vedere.

http://www.ilmeteo.it/

Un milione di fedeli alla messa di Papa Francesco a Seul

Autore: Redazione MTV News Data: 16 agosto 2014 Commenta
Un milione di fedeli alla messa di Papa Francesco a Seul

Beatificati 124 martiri coreani: "Seguire il loro esempio"

Milano, 16 ago. (TMNews) - Papa Francesco beatifica 124 martiri coreani davanti a un milione di fedeli arrivati a Seul da diversi Paesi dell'Asia, Cina compresa. Una folla che si estende a perdita d'occhio assiste alla messa celebrata nella grande area della Porta di Gwanghwamun, sito storico dove nel 1839 vennero decapitati dei martiri della fede cristiana. Per i fedeli è un'emozione unica.

"Ho visto il Papa da lontano durante un viaggio in Italia, lo scorso anno, ora lo incontro di nuovo: è un momento pieno di emozioni. Sono molto riconoscente per la sua visita". "Sono felice di vedere il Papa di persona, l'ho sempre visto in televisione: i suoi insegnamenti mi ispirano, vorrei partecipare alle prossime giornate della gioventù". "La sua compassione mi ha toccato il cuore".

L'esempio dei martiri coreani, dice il Papa, "ha molto da dire a noi, che viviamo in società dove, accanto a immense ricchezze, cresce in modo silenzioso la più abbietta povertà". "Oggi molto spesso la nostra fede viene messa alla prova dal mondo: in moltissimi modi ci viene chiesto di scendere a compromessi sulla fede", continua, i martiri "ci richiamano a mettere Cristo al di sopra di tutto".

Prima della messa Papa Francesco ha di nuovo salutato i familiari delle vittime del traghetto naufragato causando la morte di 293 persone. Dopo la messa ha visitato un centro di recupero per disabili gravi, poi l'incontro con le comunità religiose e i leader dell'apostolato laico.

http://w2.vatican.va/content/francesco/it/events/event.html/content/vaticanevents/it/2014/8/16/repubblicadicoreaincontroconileaderdellapostolatolaicoalcentrodispiritualitakkottongnae16agosto2014

http://english.seoul.go.kr/

http://english.visitkorea.or.kr/enu/SI/SI_EN_3_1_1_1.jsp?cid=929909

http://english.visitkorea.or.kr/enu/SI/SI_EN_3_1_1_1.jsp?cid=264329

Robin Williams aveva il Parkinson allo stadio iniziale

Autore: Redazione MTV News Data: 15 agosto 2014 Commenta
Robin Williams aveva il Parkinson allo stadio iniziale

Lo ha rivelato la moglie dell'attore morto lunedì

Milano, 15 ago. (TMNews) - Robin Williams era affetto dal mordo di Parkinson, nelle sue fasi iniziali. Lo rivela la moglie, Susan Schneider, in un comunicato pubblicato oggi. "Robin era sobrio ed è stato coraggioso nella sua lotta contro la depressione, l'ansia e anche nell'affrontare le fasi iniziali del morbo di Parkinson, di cui non era ancora pronto a parlare in pubblico", ha detto la moglie in una intervista.

La notizia è subito rimbalzata sui siti Internet e sui principali media americani, mentre il mondo del cinema, e non solo, continua a rendere omaggio all'attore che si è impiccato nella sua abitazione di Tiburon, in California.

Williams, che si è suicidato lunedì a 63 anni, aveva portato il morbo di Parkinson sul grande schermo nel 1990 interpretando il ruolo del dottor Malcolm Sayer nel film "Risvegli" (Awakenings) che trattava la storia di uno psichiatra che scopre nuovi effetti di un farmaco contro il Parkinson.

Intanto emergono dettagli sulla cerimonia funebre che, secondo quanto riferisce la stampa americana, si terranno in forma "strettamente privata". L'attore sarà sepolto a San Francisco.

http://www.robinwilliams.com/

Appello del Papa per pace in Asia mentre sale tensione tra Coree

Autore: Redazione MTV News Data: 15 agosto 2014 Commenta
Appello del Papa per pace in Asia mentre sale tensione tra Coree

Missili Pyongyang contro esercitazione militare Seoul-Washington

Seul, 15 ago. (TMNews) - Papa Francesco inizia la sua prima visita in Asia con un appello per la pace nella penisola coreana e un messaggio distensivo verso la Cina, proprio mentre sale la tensione tra le due Coree: in occasione del suo arrivo a Seul Pyongyang ha lanciato 5 missili, caduti in mare, per protesta con le esercitazioni militari congiunte di Seoul e Stati Uniti previste a partire da lunedì.

"La ricerca della pace da parte della Corea è una causa che ci sta particolarmente a cuore perché influenza la stabilità dell'intera area e del mondo intero, stanco della guerra", ha detto Jorge Mario Bergoglio nel corso della cerimonia di benvenuto al palazzo presidenziale "Blue Hose", ospite della presidente Park Geun-Hye. La Corea ha "sofferto lungamente a causa della mancanza di pace", ha detto il Papa, esprimendo il proprio apprezzamento per "gli sforzi in favore della riconciliazione e della stabilità nella penisola coreana", "unica strada sicura per una pace duratura".

"E' tempo di riconciliazione e di riunire le due Coree: noi siamo fortemente impegnati in questo senso", ha detto da parte sua la presidente Park Geun-Hye, figlia di Park Chung-hee, presidente coreano arrivato al al potere nel 1961 con un colpo di stato e rimasto in carica fino al suo assassinio nel 1979. La questione della riconciliazione tra le due Coree è stata al centro del colloquio riservato tra il Papa e la presidente sudcoreana al quale ha partecipato anche il cardinale segretario di Stato Pietro Parolin.

Http://w2.vatican.va/content/vatican/it.html

https://twitter.com/Pontifex_it

http://www.korea.net/

http://www.koreatimes.co.kr/www/news/nation/2014/08/632_162942.html

Il Papa in Corea del Sud, al centro riconciliazione con il Nord

Autore: Redazione MTV News Data: 14 agosto 2014 Commenta
Il Papa in Corea del Sud, al centro riconciliazione con il Nord

Prima visita di Francesco in Asia. Pyongyang spara tre missili

Milano, 14 ago. (TMNews) - Una visita di cinque giorni per rafforzare il cattolicesimo in Asia. Papa Francesco è in Corea del Sud per il suo primo viaggio nel continente, il primo di un pontefice dopo 25 anni. Ad accoglierlo all'aeroporto il presidente Park Geun-Hye, mentre la Corea del Nord lanciava tre missili a corto raggio, caduti nel mar del Giappone.

La riconciliazione tra Seul e Pyongyang è tra i temi al centro della visita di Papa Francesco, che durante il viaggio ha sorvolato la Cina: per la prima volta all'aereo papale è stato concesso di entrare nello spazio aereo di Pechino. Il pontefice ha inviato un telegramma al presidente Xi Jinping, invocando "la divina benedizione per la pace e il benessere della nazione".

A Seul il Papa riceve l'accoglienza di 50mila giovani, nella capitale per la Giornata della gioventù asiatica. "Dio benedica la Corea e in special modo i suoi anziani e i suoi giovani" ha scritto su Twitter.

I cattolici sono il 10,7 per cento della popolazione sudcoreana: una Chiesa nata per iniziativa di intellettuali laici che nel 1600 si recarono in Cina per conoscere la fede cristiana dai missionari gesuiti e segnata, nel corso dei secoli, da persecuzioni. Durante la visita il Papa beatificherà 124 martiri. Alla riconciliazione tra le Coree è dedicata l'ultima messa nella cattedrale di Seul prima del ritorno a Roma.

Http://w2.vatican.va/content/vatican/it.html

https://twitter.com/Pontifex_it

http://www.korea.net/

http://www.koreatimes.co.kr/www/news/nation/2014/08/632_162942.html

Gaza, tregua prolungata di 5 giorni ma non si ferma lancio razzi

Autore: Redazione MTV News Data: 14 agosto 2014 Commenta
Gaza, tregua prolungata di 5 giorni ma non si ferma lancio razzi

L'italiano Simone Camilli primo reporter morto nel conflitto

Milano, 14 ago. (TMNews) - "Abbiamo raggiunto un accordo all'ultimo minuto: il cessate il fuoco è prolungato di 5 giorni, dalla mezzanotte del 14 agosto a lunedì 18, cioè 120 ore anzichè 72".

La tregua tra Israele e Hamas con la mediazione egiziana continua. Davanti alle telecamere lo annuncia Azzam al-Ahamd, esponente di Fatah e membro della delegazione palestinese al Cairo. Un negoziato difficile: punto cruciale per i palestinesi la revoca del blocco su Gaza imposto da Israele nel 2007. Le due parti restano comunque in allerta: per l'esercito israeliano l'operazione non è conclusa, Hamas si dice pronta alla resistenza.

I negoziati non hanno fermato le operazioni militari nella Striscia, con il lancio di razzi e quattro raid israeliani di rispota dopo la fine della tregua di 72 ore, nè l'aggravarsi del bilancio dei morti, oltre duemila palestinesi e 67 israeliani. Gaza conta anche la prima vittima tra i reporter stranieri: è l'italiano Simone Camilli, 35 anni, che lavorava per l'Associated Press, rimasto ucciso nel disinnesco di un missile israeliano.

http://www.maannews.net/eng/ViewPage.aspx?DID=GAZ

http://www.haaretz.com/misc/tags/Gaza-1.476709

http://www.aljazeera.com/category/city/gaza

http://www.jewishvirtuallibrary.org/jsource/Terrorism/Fatah.html

Il videoreporter italiani Simone Camilli ucciso a Gaza

Autore: Redazione MTV News Data: 14 agosto 2014 Commenta
Il videoreporter italiani Simone Camilli ucciso a Gaza

Aveva 35 anni, lavorava per l'Aptn e l'Ifad

Milano, 13 ago. (TMNews) - E' Simone Camilli il reporter italiano ucciso a Gaza, durante le operazioni di disinnesco di un missile inesploso. Il videogiornalista, era nato a Roma e aveva 35 anni.

Giornalista professionista dall'aprile 2008, aveva conseguito il diploma al Morgagni - storico liceo scientifico nel quartiere romano di Monteverde Vecchio - prima di una laurea e di un master all'Università La Sapienza di Roma.

Lavorava da febbraio 2005 per l'Aptn (Associated Press Television News) da settembre 2010 per l'IFAD (Fondo internazionale per lo sviluppo agricolo, un'agenzia delle Nazioni Unite), per cui coordinava la produzione di filmati nei Paesi in via di sviluppo.

Aveva una grandissima esperienza di Medio Oriente e di Striscia di Gaza, dove nel 2012 aveva seguito l'operazione 'Pilastro di Difesa' e nel 2008 l'operazione 'Piombo fuso' dell'esercito israeliano. Un anno prima aveva inoltre documentato il rilascio di Alan Johnston, un giornalista della Bbc rapito, ma tra le sue esperienze professionali ci sono anche - come si legge sul suo profilo Linkedin - la tragedia della Costa Concordia, i funerali di papa Giovanni Paolo II e il conclave per l'elezione di papa Benedetto XVI. Si tratta del primo giornalista straniero morto a Gaza dall'inizio di questa nuova offensiva israeliana, come ricorda l'Associated Press.

Molti hanno voluto rendergli omaggio pubblicando il link - http://vimeo.com/26909387 - a un suo documentario su Gaza realizzato con Pietro Bellorini.

http://vimeo.com/26909387

Calendario