MTV News

Archivio della categoria ‘Esteri’

Myanmar, Onu: restituiti a vita civile 96 bambini soldato

Autore: Redazione MTV News Data: 18 gennaio 2014 Commenta
Myanmar, Onu: restituiti a vita civile 96 bambini soldato

Nazioni unite: "Un passo storico" verso fine reclutamento minori"

Rangoon, 18 gen. (TMNews) - L'esercito di Myanmar ha consentito il rilascio di 96 bambini-soldato, che militavano nelle sue fila. Lo ha annunciato l'Onu, salutando l'evento come uno "storico passo" verso la fine del reclutamento dei bambini nell'esercito.

Questa liberazione è la più importante da quando le Nazioni unite e il governo birmano che è succeduto alla giunta hanno firmato nel giugno 2012 un "piano di azione" per impedire il reclutamento di bambini e consentire il ritorno alla vita civile dei minori già arruolati.

In totale 272 bambini e giovani reclutati sono stati restituiti alla vita civile da questa data, mentre l'esercito rallentava - senza fermarlo completamente - il ricorso ai bambini soldato. L'ultima liberazione rappresenta "un passo storico verso la fine del reclutamento di bambini da parte delle forze armate birmane", ha dichiarato l'Onu in una nota.

http://www.un.org

Scomparsi 2 operai italiani in Libia. Trovato solo il furgone

Autore: Redazione MTV News Data: 18 gennaio 2014 Commenta
Scomparsi 2 operai italiani in Libia. Trovato solo il furgone

Farnesina: "Sono irreperibili, vagliamo ogni ipotesi"

Roma, 18 gen. (TMNews) - Due operai italiani sono scomparsi in Libia, nella zona di Derna, dove lavoravano alla costruzione di una strada. Francesco Scalise e Luciano Gallo, entrambi di origine calabrese, si trovavano da alcuni mesi nel paese nordafricano ed erano alle dipendenze della General World di Crotone.

"Sono irreperibili. L'Unità di crisi della Farnesina si è attivata in accordo con l'ambasciata e sta vagliando ogni ipotesi", ha confermato il ministero degli Esteri.

L'allarme è scattato quando i due italiani non hanno fatto rientro a casa al termine della giornata lavorativa. Il loro furgone, con a bordo gli attrezzi da lavoro, è stato ritrovato in una zona isolata, appena fuori Derna, in Cirenaica.

Stando alle prime informazioni, la scomparsa sarebbe stata denunciata all'ambasciata italiana a Tripoli dal fratello di Scalise, anche lui in Libia per lavoro, dopo che i primi tentativi di ricerca e di mettersi in contatto con i due uomini non sono andati a buon fine.

http://www.esteri.it

Datagate, Nsa spiava milioni di sms in tutto il mondo

Autore: Redazione MTV News Data: 17 gennaio 2014 Commenta
Datagate, Nsa spiava milioni di sms in tutto il mondo

Obama presenta la riforma dell'agenzia di sicurezza nazionale

Milano, 17 gen. (TMNews) - Un altro colpo di scena nel Datagate a poche ore dall'annuncio del presidente americano, Barack Obama, delle sue proposte di riforma delle agenzie di spionaggio. Si è infatti aggiunto un nuovo capitolo alla vicenda della fuga di notizie più grande della storia, messa in atto dalle rivelazioni dell'informatico Edward Snowden: la National Security Agency (Nsa) sarebbe capace di intercettare e raccogliere ogni giorno circa 200 milioni di sms scambiati in tutto il mondo con i cellulari. Come riportato dal Guardian, il programma Dishfire - questo il suo nome in codice - permette agli 007, attraverso gli sms, di avere accesso a centinaia di dati personali: dalle password dei social network ai numeri delle carte di credito.

Il nuovo scivolone arriva in un momento molto delicato: oggi il presidente Barack Obama esporrà agli americani le modalità che intende adottare per cambiare la legge che regolamenta l'intelligence. Le proposte del presidente prendono forma dopo mesi di analisi e di consultazioni con una task force di esperti da lui stesso costituita la scorsa estate, poco dopo lo scoppio dello scandalo.

http://www.nsa.gov/

Michelle Obama festeggia 50 anni con una festa a ritmo di hip-hop

Autore: Redazione MTV News Data: 17 gennaio 2014 Commenta
Michelle Obama festeggia 50 anni con una festa a ritmo di hip-hop

Fra gli invitati alla Casa Bianca anche Beyoncé e Jay-Z

Milano, 17 gen. (TMNews) - Michelle Obama compie 50 anni, un traguardo che la first lady americana ha deciso di festeggiare con una grande serata alla Casa Bianca. Nessuna cena formale ma balli a ritmo di musica hip hop e star dello spettacolo. Anche se l'elenco degli invitati non è stato diffuso di certo non mancheranno Beyoncé e Jay-z la coppia d'oro della musica americana, grandi amici di Michelle e Obama.

Anche nel festeggiare il compleanno Michelle conferma il suo spirito, in cui volontà ferrea e indipendenza convivono con un sostegno totale al marito. In questi anni la first lady si è distinta per stile e serietà, mai una battuta fuori posto o un'azione che abbia messo in imbarazzo la presidenza, ma solo campagne e battaglie seguite con passione, da quella contro l'obesità al sostegno ai veterani fino all'ultima, per il diritto allo studio.

Certo si sono infittite negli ultimi le voci di una presunta crisi fra Michelle e Obama, ma per ora restano solo voci, che la coppia presidenziale sembra volere spazzare via.

http://www.whitehouse.gov/

Lo smog soffoca Pechino: livelli 26 volte superiori al limite

Autore: Redazione MTV News Data: 17 gennaio 2014 Commenta
Lo smog soffoca Pechino: livelli 26 volte superiori al limite

671 microgrammi di polveri sottili rispetto ai 20 dell'Oms

Milano, 17 gen. (TMNews) - La capitale della Cina, e i suoi 20 milioni di abitanti, soffocano sotto una cappa di smog che ha raggiunto livelli record ed estremamente pericolosi per la salute. Il misuratore di inquinamento dell'ambasciata americana a Pechino ha raggiunto nella notte i 671 microgrammi di polveri sottili, un livello 26 volte superiore a quello limite indicato dall'Organizzazione mondiale della sanità. L'Oms indica in 20 microgrammi per metro cubo la soglia massima di polveri sottili da tollerare nell'aria cittadina.

E' la prima volta nel corso di quest'inverno che a Pechino viene superato il valore di 500, dove normalmente finsce la scala di misurazione. A tutti gli abitanti di Pechino viene raccomandato di uscire di casa solo indossando la maschera anti-smog.

http://www.greenpeace.org/eastasia/campaigns/air-pollution/

Apple rimborsa 32,5 milioni per acquisti di app dei bambini

Autore: Redazione MTV News Data: 16 gennaio 2014 Commenta
Apple rimborsa 32,5 milioni per acquisti di app dei bambini

Accordo con la Ftc su spese non autorizzate dai genitori

Milano, 16 gen. (TMNews) - Apple rimborsa 32,5 milioni di dollari ai genitori americani che si sono trovati a sostenere i costi delle app scaricate dai loro bambini dall'App Store senza il loro consenso. È il risultato dell'accordo raggiunto dal colosso di Cupertino con la Federal Trade Commission, l'organo statunitense di vigilanza sulla concorrenza, che ha ricevuto decine di migliaia di proteste dei consumatori.

"Nella nostra denuncia - spiega la responsabile della commissione Edith Ramirez - ci sono storie di genitori i cui figli hanno speso centinaia e anche migliaia di dollari. Un consumatore denuncia che la figlia ha speso 2.600 dollari per la app Tap Pet Hotel, altri riportano spese non autorizzate per Dragon Story e Tiny Zoo Friends".

L'Antitrust accusa Apple di non aver propriamente comunicato ai clienti che una volta inserita la password per gli acquisti dei figli su App Store si apre una finestra di 15 minuti durante la quale i bambini possono ancora comprare. Molti ne hanno approfittato. "Tutelare i bambini è la priorita' dell'App Store dall'inizio e Apple è orgogliosa di aver creato standard per i negozi online rendendo l'App Store un posto sicuro per i clienti di tutte le età" commenta la società in una nota. Lo scorso febbraio Apple ha patteggiato una class action sullo stesso tema, pagando decine di milioni di dollari a più di 23 milioni di clienti.

http://www.ftc.gov/

http://store.apple.com/us

Iraq: 46 morti in una serie di attentati a Baghdad e dintorni

Autore: Redazione MTV News Data: 16 gennaio 2014 Commenta
Iraq: 46 morti in una serie di attentati a Baghdad e dintorni

Nel mirino anche le milizie sunnite che lottano contro al Qaida

Baghdad, 16 gen. (TMNews) - Almeno 46 persone sono morte in una serie di attentati che hanno preso di mira Baghdad e la zona a nord della capitale. Da oltre un anno, l'Iraq è sconvolto da una recrudescenza impressionante di violenze settarie.

Gli attacchi in diversi quartieri di Bagdad sono stati messi a segno facendo esplodere a pochi minuti di distanza l'una dall'altra sette autobomba che hanno provocato almeno 24 morti.

A Bohroz, invece, un villaggio nei pressi di Baquba, nella zona a nord-est della capitale, i morti sono stati 16 dopo che un attentatore suicida ha fatto detonare il giubbotto esplosivo che nascondeva sotto gli abiti. L'attacco durante i funerali di un militante delle Sahwa, le milizie tribali sunnite impegnate nella lotta contro i gruppi di al Qaida attivi nel paese, milizie sin dal tempo dell'invasione statunitense nel mirino degli insorti sunniti che li considerano traditori.

Altre sei persone, tra cui tre soldati, sono stati uccisi nel corso di diversi attacchi nella zona di Mosul, nel nord del paese. Intanto, combattenti sporadici ma continui si registrano nella provincia di Al-Anbar dove le milizie legate ad al Qaida nelle ultime settimane hanno preso il controllo di Falluja e di diversi settori di Ramadi.

http://www.bbc.co.uk/news/world-middle-east-25742184

La Nsa spiava anche 100.000 computer non connessi a internet

Autore: Redazione MTV News Data: 16 gennaio 2014 Commenta
La Nsa spiava anche 100.000 computer non connessi a internet

Tra gli obiettivi: polizia messicana, militari cinesi e russi

Milano, 16 gen. (TMNews) - La National security agency (Nsa), l'Agenzia statunitense per la sicurezza, avrebbe violato quasi 100.000 computer in tutto il mondo installando un software per spiare gli utenti anche senza fare uso di Internet, e creare una sorta di autostrada digitale per lanciare attacchi informatici. A scriverlo è il New York Times, che cita documenti riservati della Nsa ottenuti da Edward Snowden, l'ex contractor che da mesi sta svelando al mondo le attività segrete dell'intelligence.

Secondo quanto riportato, la tecnologia usata dall'intelligence almeno dal 2008 si basa su onde radio segrete che possono essere trasmesse da circuiti molto piccoli, persino da schede Usb inserite nei computer. Componenti che, però, in qualche modo devono essere materialmente installati sui computer da monitorare, da un agente o dallo stesso inconsapevole utente; i dati sono poi trasmessi sulla frequenza radio segreta a una stazione mobile della Nsa - che può anche inviare malware ai computer controllati - a non più di 8 miglia (poco meno di 13 chilometri) di distanza, che poi li inoltra ai server dell'Agenzia. In questo modo, è stato possibile avere accesso ai computer che gli altri Paesi stavano cercando di proteggere da spionaggio e attacchi informatici.

L'Nsa ha definito il suo operato una "difesa attiva" contro gli attacchi informatici dall'estero, piuttosto che come arma offensiva. Tra gli obiettivi scelti dall'intelligence per il suo programma di spionaggio - nome in codice Quantum - ci sono stati le unità dell'esercito cinese (che ha fatto più o meno lo stesso con aziende e agenzie governative americane), l'esercito russo, i cartelli della droga e la polizia in Messico, le istituzioni commerciali dell'Unione europea e, in qualche caso, anche i Paesi partner degli Stati Uniti contro il terrorismo come l'Arabia Saudita, l'India e il Pakistan. Non ci sono prove, invece, dell'uso di queste tecnologie negli Stati Uniti.

Rifiutandosi di commentare gli scopi del programma Quantum, l'agenzia si è comunque difesa: "Le attività della Nsa sono concentrate e schierate solo contro validi obiettivi stranieri in risposta alle esigenze di intelligence. Noi non usiamo capacità di intelligence per rubare segreti commerciali di società estere" ha detto la portavoce Vanee Vines. Ma le nuove indiscrezioni confermerebbero comunque che l'intelligence americana non solo ha spiato conversazioni e dati informatici ma, addirittura, controllato a distanza i computer.

Oggi, intanto, il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, annuncerà il suo piano di riforma dei programmi della Nsa, in base alle raccomandazioni fornitegli dalla commissione da lui creata per studiare le possibili modifiche.

http://www.nytimes.com/2014/01/15/us/nsa-effort-pries-open-computers-not-connected-to-internet.html?hp&_r=0

Trovata cocaina a casa del cantante Justin Bieber, un arresto

Autore: Redazione MTV News Data: 15 gennaio 2014 Commenta
Trovata cocaina a casa del cantante Justin Bieber, un arresto

In manette un suo ospite, il rapper e amico Lil Za

New York, 15 gen. (TMNews) - Nuovi guai per Justin Bieber. La polizia ha trovato della cocaina durante una perquisizione nella villa del cantante canadese diciannovenne, a Calabasas, in California, e ha fermato una delle persone che si trovava con lui con l'accusa di possesso di droga. Secondo Business Insider si tratta del rapper Lil Za, coetaneo e amico stretto di Bieber. Quando è stata trovata la cocaina, ha raccontato lo sceriffo Dave Thompson, "credo fosse ben visibile agli agenti" che "erano alla ricerca di altri elementi di prova".

Thompson, come riporta il Los Angeles Times, ha parlato nel corso di una conferenza stampa successiva all'arresto. Gli investigatori erano alla ricerca di video prodotti dalle telecamere di sorveglianza della casa di Bieber, dopo le lamentele di un vicino di casa che denunciava un lancio di uova contro la sua abitazione. L'uomo reclama un danno da 20.000 dollari e per questo una dozzina di poliziotti hanno perquisito la casa del cantante canadese. Otto persone, incluso Bieber, sono state inizialmente arrestate e poi rilasciate, a parte l'ospite sospettato di essere in possesso di droga. Tutti gli arrestati hanno collaborato, ha fatto sapere Thompson che ha aggiunto: "Non credo Bieber abbia risposto a nessuna domanda". Con lui non era presente un legale ma c'era la sua scorta.

http://www.justinbiebermusic.com/

Allarme Unhcr: boom di sfollati da Paesi in guerra

Autore: Redazione MTV News Data: 15 gennaio 2014 Commenta
Allarme Unhcr: boom di sfollati da Paesi in guerra

Situazione critica in Sud Sudan e Iraq

Roma, 14 gen. (TMNews) - Boom di sfollati nei Paesi in guerra. I dati dell'Unhcr parlano chiaro: da metà dicembre 78mila persone dal Sud Sudan si sono riversate nei Paesi limitrofi. Circa la metà di loro ha trovato riparo nella regione ugandese di West Nile, incuneata tra il Sud Sudan e la Repubblica Democratica del Congo (RDC).

Complessivamente sono 42.654 le persone - per lo più donne e bambini, provenienti da Nimule in Sud Sudan - che si trovano nei distretti ugandesi di Arua, Adjumani and Kiryandongo. Secondo quanto riferiscono operatori dell'Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati), molti uomini accompagnano le proprie famiglie al confine con l'Uganda per poi ritornare da soli in Sud Sudan. I rifugiati intervistati hanno inoltre raccontato di aver assistito a uccisioni, sparatorie e abitazioni date alle fiamme.

La più numerosa concentrazione di persone - 32.505 rifugiati - è al momento nel centro di transito di Dzaipi, nel distretto di Adjumani, nei pressi del confine con Nimule. La struttura è stata progettata per accogliere appena 400 persone, pertanto la maggior parte di loro è stata costretta ad accamparsi all'aperto, con i bambini e nel freddo della notte. Oltre a un riparo hanno bisogno di acqua potabile, cibo e altri beni di prima necessità. L'Unhcr sta collaborando con le autorità ugandesi per allestire ulteriori campi e fronteggiare così l'arrivo quotidiano e continuo di altre persone.

Altrettanto critica è la situazione in Iraq. Tra le regioni dell'area il Kurdistan iracheno è quella che attualmente registra il maggior afflusso di cittadini siriani. I posti di frontiera al confine con la Siria sono rimasti chiusi dalla metà dello scorso settembre all'inizio di gennaio, quando è stata riaperta la frontiera di Peshkabour. Da allora circa 5mila persone hanno attraversato il confine e diverse centinaia continuano ad arrivare ogni pomeriggio.

http://unhcr.org

Calendario