MTV News

La storia di oggi

Adrenalina: Vittorio e l’inline skating

Autore: Redazione MTV News Data: 30 luglio 2014 Commenta

Attenzione! Il reportage può avere un contenuto ed un linguaggio non adatto ai minori.

Vittorio, 28 anni, della provincia di Lecco, fa il manutentore di treni, ma la sua passione è l’aggressive inline skating, una disciplina estrema del pattinaggio in linea. Appena può fa centinaia di chilometri per allenarsi sull’half pipe con i suoi pattini in linea e si esibisce in salti e giravolte estreme, finchè le gambe tengono e finchè non deve tornare al lavoro.

Tutte le notizie

Marzio e lo skypunk

Autore: Redazione MTV News Data: 28 luglio 2014 Commenta

Marzio ha 32 anni, vive in provincia di Forlì ed ha unito le sue due enormi passioni: il paracadutismo estremo e il punk creando lo sky-punk. Marzio ha oltre 400 lanci all’attivo, la maggior parte dei quali in jeans, t-shirt e cresta in testa. Marzio non è un paracadutista professionista, ha ereditato la passione per i lanci dal padre e vive organizzando eventi di sport estremi.

Cgil: meno di un italiano su due in età da lavoro ha un impiego

Autore: Redazione MTV News Data: 28 luglio 2014 Commenta
Cgil: meno di un italiano su due in età da lavoro ha un impiego

Tasso di occupazione 48,7%, superiore solo a quello della Grecia

Milano, 28 lug. (TMNews) - Meno di un italiano su due in età da lavoro ha un impiego. Il nostro Paese ha un tasso di occupazione del 48,7%, superiore solo a quello della Grecia, dove però il tasso di disoccupazione supera il 25%, è si colloca al penultimo posto nell'Eurozona. E' quanto ha rilevato uno studio dell'Associazione Bruno Trentin della Cgil realizzato elaborando i dati dell'Istat tratti dalla Rilevazione Continua sulle Forze di Lavoro.

Lo studio analizza l'anomalia del tasso di occupazione. Nel nostro Paese, infatti, a un tasso di disoccupazione sostanzialmente in linea con la media europea (12,2% in Italia e 11,9% nell'Eurozona a 18, secondo i dati del 2013) corrisponde un tasso di occupazione di quasi 8 punti inferiore rispetto alla media europea (48,7% in Italia, 56,2% nell'Eurozona a 18, secondo i dati del 2013).

La peculiarità italiana appare ancora più chiara osservando i dati relativi ad alcuni dei paesi europei più colpiti dalla crisi, come Spagna, Grecia, Portogallo e Irlanda, dove il tasso di disoccupazione registrato lo scorso anno è superiore al nostro, ma anche il tasso di occupazione, con la sola eccezione della Grecia, è più alto di quello italiano.

L'anomalia italiana è spiegata, dallo studio dell'Associazione Bruno Trentin, con l'altissima percentuale di popolazione inattiva, che nel nostro Paese supera il 44% a fronte di una media europea del 36%. In Italia ci sono, infatti, circa 20 milioni di persone (età compresa tra i 15 e i 74 anni) che si trovano in condizioni molto diverse e che comprendono anche studenti, pensionati, casalinghe o persone che semplicemente non cercano e non sono disponibili a lavorare. Tra queste, però, quelle inattive che vorrebbero lavorare, ricomprese dall'Istat nelle forze di lavoro potenziali, sono oltre 3,2 milioni.

Queste persone, spiega l'Associazione della Cgil, non sono considerate ai fini del calcolo del tasso di disoccupazione, perché non possiedono le due principali condizioni per essere inserite tra i disoccupati standard ovvero essere disponibili ad iniziare a lavorare entro due settimane ed effettuare una ricerca attiva di lavoro, anche se la gran parte, circa 2,2 milioni, ne possiede almeno una e si dichiara esplicitamente come disoccupata.

"Una loro progressiva emersione renderebbe gli indicatori del nostro mercato del lavoro più in linea con quelli degli altri paesi europei", viene sostenuto nello studio dell'Associazione Bruno Trentin. Si tratta, infatti, di un consistente "esercito di disoccupazione di riserva", che non sarebbe corretto sommare automaticamente ai dati ufficiali della disoccupazione ma che certo "insieme al tasso ufficiale di disoccupazione, salito al 13,6% nel primo trimestre dell'anno, fornisce un quadro reale di quella che è la drammatica situazione del lavoro nel nostro Paese".

http://www.cgil.it/default2013a.aspx

Onu: in est Ucraina 1100 morti, aereo abbattuto crimine di guerra

Autore: Redazione MTV News Data: 28 luglio 2014 Commenta
Onu: in est Ucraina 1100 morti, aereo abbattuto crimine di guerra

Stati Uniti contro Russia: lanciati missili da oltre confine

Milano, 28 lug. (TMNews) - L'abbattimento del volo MH17 della Malaysia Airlines in Ucraina potrebbe essere considerato un crimine di guerra. A dirlo è la commissaria Onu per i diritti umani Navi Pillay proprio nei giorni in cui l'intensificarsi dei combattimenti rallenta l'avvio di un'inchiesta indipendente sull'abbattimento del volo con a bordo 298 persone.

Gli scontri fra separatisti russi ed esercito di Kiev ora si stanno concentrando nell'est dell'Ucraina, dove è in corso l'offensiva del governo per riprendere le città nelle mani dei filorussi. E in queste zone sempre l'Onu ha denunciato l'uso di artiglieria pesante, soprattutto nelle regioni di Donetsk e di Lugansk, anche in centri abitati colpiti da razzi, missili e carri armati. Una violenza che ha lasciato sul campo da aprile a oggi oltre 1100 vittime; i feriti invece sono oltre 3000. Intanto gli Stati Uniti hanno accusato la Russia di lanciare missili da oltre confine sull'Ucraina, diffondendo anche delle foto, ritenute inattendibili da Mosca.

http://www.un.org/en/

L’appello del Papa contro le guerre: è il momento di fermarsi

Autore: Redazione MTV News Data: 28 luglio 2014 Commenta
L'appello del Papa contro le guerre: è il momento di fermarsi

Papa Francesco: Penso ai bambini a cui si toglie la speranza

Milano, 27 lug. (TMNews) - In un momento in cui la guerra sta portando morte e distruzione nella Striscia di Gaza, in Siria, in Iraq e in Ucraina, papa Francesco ha lanciato il suo appello contro tutti i conflitti: "Fermatevi, per favore - ha detto durante l'Angelus - ve lo chiedo col cuore".

Il Papa ha invitato a pregare perché "il Signore conceda alle popolazioni e alle autorità di quelle zone la saggezza e la forza necessarie per portare avanti con determinazione il cammino della pace, affrontando ogni diatriba con la tenacia del dialogo e con la forza della riconciliazione". Infine ha ricordato i bambini, vittime innocenti di tutte le guerre "tutto si perde con la guerra, nulla si perde con la pace. Penso soprattutto ai bambini, ai quali si toglie la speranza di una vita degna, bambini morti, bambini feriti, bambini orfani, bambini che non sanno sorridere".

http://w2.vatican.va/content/vatican.html

100 anni dalla scoppio della Prima Guerra mondiale

Autore: Redazione MTV News Data: 28 luglio 2014 Commenta
100 anni dalla scoppio della Prima Guerra mondiale

Il 28 luglio 1914 ebbe inizio il conflitto

Milano, 28 lug. (TMNews) - Cento anni dall'inizio del conflitto che sconvolse il mondo e cambio la storia. Il 28 luglio 1914 ci fu la dichiarazione di guerra dell'Impero austro-ungarico al Regno di Serbia in seguito all'assassinio dell'arciduca Francesco Ferdinando d'Austria-Este e si concluse oltre quattro anni dopo, l'11 novembre 1918. Uno spartiacque storico che segnò la fine di un'epoca: l'età delle rivoluzioni industriali, dell'illuminismo e del positivismo, terminò nel sangue.

Oltre 70 milioni di uomini furono mobilitati in tutto il mondo di cui oltre 9 milioni caddero sui campi di battaglia; si dovettero registrare anche 7 milioni di vittime civili, tra quelli deceduti nelle operazioni di guerra e per le conseguenti carestie ed epidemie. I morti italiani 1,24 milioni.

Dopo la pace i maggiori imperi - tedesco, austro-ungarico, ottomano e russo - si estinsero, generando diversi stati nazionali che ridisegnarono completamente la geografia politica dell'Europa e del mondo.

http://www.primaguerramondiale.it/

La Concordia nel porto di Genova, concluso l’ultimo viaggio

Autore: Redazione MTV News Data: 27 luglio 2014 Commenta
La Concordia nel porto di Genova, concluso l'ultimo viaggio

La nave arrivata dopo 4 giorni di navigazione

Milano, 27 lug. (TMNews) - A due anni e mezzo dal naufragio in cui persero la vita 32 persone nelle acque di fronte all'isola del Giglio, la Costa Concordia ha compiuto il suo ultimo viaggio. La nave è arrivata come previsto nel porto di Genova dopo 4 giorni di navigazione e 280 chilometri lungo le coste italiane. La nave è entrata lentamente nel porto Voltri-Prà con l'aiuto di due rimorchiatori. Un forte vento di tramontana ha inizialmente rallentato le manovre di avvicinamento al porto ma poi le operazioni sono andate avanti senza problemi.

L'arrivo della nave in porto è stato salutato dalle sirene delle altre imbarcazioni e da centinaia di persone che hanno voluto assistere all'ultimo viaggio del relitto. Ma il ministro dell'Ambiente Galletti ha voluto ricordare che questa non è una giornata di festa perché dietro l'arrivo della Concordia ci sono delle vittime.

http://www.porto.genova.it/

Il Papa nella terra dei fuochi: "Dite no all’illegalità"

Autore: Redazione MTV News Data: 27 luglio 2014 Commenta
Il Papa nella terra dei fuochi: Dite no all'illegalità

Appello all'impegno contro tutte le mafie

Milano, 27 lug. (TMNews) - "No a corruzione e illegalità". E ancora: "Non fatevi rubare la speranza, basta sfregi all'ambiente". Papa Francesco a Caserta, in visita alla terra dei fuochi, esorta così i giovani ad un impegno contro tutte le mafie. E' il suo una sorta di invito ad una rivoluzione civile nel segno della Fede per il riscatto di una terra martoriata dalla camorra. L'esortazione è stata pronunciata da Francesco durante la celebrazione eucaristica nel giorno della festa di Sant'Anna patrona della città.

Il Papa ha avuto parole anche per gli immigrati, che in tutto il casertano costituiscono una presenza visibile e numerosa, ma vittima anch'essa del controllo e del sopruso della camorra. Per loro ha lanciato un appello nel nome di Gesù, "una presenza che trasforma l'esistenza e ci rende aperti alle esigenze dei fratelli; una presenza che invita ad accogliere ogni altra presenza, anche quella dello straniero".

http://www.vatican.va/latest/sub_index/latest_index_it.htm

Madonna vuole lanciare la figlia Lourdes come popstar

Autore: Redazione MTV News Data: 27 luglio 2014 Commenta
Madonna vuole lanciare la figlia Lourdes come popstar

La diciottenne Lourdes si è diplomata e da anni fa la gavetta

Milano, 27 lug. (TMNews) - Madonna è convinta, la figlia Lourdes diventerà una popstar. In verità aveva anche pensato in passato di farsi da parte per lanciarle campo libero ma il tempo sembra ormai giunto dopo aver finito gli studi alla prestigiosa LaGuardia High School Music&Arts di New York. In un articolo apparso su Best Magazine, una fonte rivela che Madonna è certa del successo della figlia Lourdes anche perché sta imparando tutto dal basso.

Nell'ultimo tour Lourdes, che a ottobre compirà 18 anni, si è occupata del guardaroba aiutando i ballerini a vestirsi in trenta secondi tra un cambio di scena e l'altro. Ma non solo. Si è occupata anche di gestire una linea di abbigliamento assieme alla madre, Material Girl, ed ha lavorato all'interno dello studio di registrazione. Praticamente la gavetta. Ma ora è venuto il momento di fare il grande passo.

http://www.madonna.com/

Maltempo a Milano: aperte una voragine di 12 metri

Autore: Redazione MTV News Data: 26 luglio 2014 Commenta
Maltempo a Milano: aperte una voragine di 12 metri

Il Seveso esonda per la seconda volta in un mese

Milano, 26 lug. (TMNews) - È di nuovo allarme maltempo al nord e in particolare a Milano. Poco prima delle 7.30 il fiume Seveso è nuovamente esondato, negli stessi quartieri colpiti nello scorso 8 luglio. In centro nella zona di Porta Romana si è aperta voragine di circa 12 metri di profondità, e dell'ampiezza di sei metri per tre, come racconta un abitante della zona. "E' un buco che che c'è da alcuni giorni, circa un mese, e ora è diventata una voragine, ha piovuto un pochino, non è che siamo in Thailandia. Ho chiesti informazioni e mi hanno riferito che ci sono tre piani box allagati e che devono essere svuotati e mettere in sicurezza tutta la zona perchè ci sono anche problemi di elettricità. La strada, corso di Porta Romana, è stata chiusa, creando non pochi problemi alla circolazione. La polizia locale e i vigili del fuoco e i tecnici del Comune hanno fatto evacuare alcuni palazzi per precauzione. La strada, corso di Porta Romana, è stata chiusa, creando problemi alla circolazione. Ancora da definire i tempi per la riapertura come spiega il caposquadra dei vigili del Fuoco Giacalone. "Ancora non lo sappiamo, perchè siamo in fase di controllo, sulla staticità dello stabile e poi vi faremo sapere". L'accesso a corso di Porta Romana da piazza Medaglie d'Oro è rimane chiuso in entrambe le direzioni, così come le vie perpendicolari nella zona interessata che è presidiata dalla polizia locale. http://www.vigilfuoco.it/sitiVVF/milano/

Bufera su Tavecchio dopo la gaffe sugli stranieri mangia-banane

Autore: Redazione MTV News Data: 26 luglio 2014 Commenta
Bufera su Tavecchio dopo la gaffe sugli stranieri mangia-banane

Il candidato alla presidenza Figc duramente contestato

Milano, 26 lug. (TMNews) - Una bufera che sta diventando anche un caso politico. In tanti hanno condannato la gaffe del candidato numero uno alla presidenza della Federcalcio, Carlo Tavecchio che venerdì, nel suo discorso davanti all'Assemblea, ha davvero sbagliato rotta parlando dei calciatori stranieri in Italia: "L'Inghilterra- ha detto Tavecchio - rispetto a noi è un'altra cosa: individua dei soggetti che possono entrare in base alla loro professionalità. Da noi invece arriva "Opti Pobà", che prima mangiava le banane e adesso gioca titolare nella Lazio". Parole subito stigmatizzate come razziste che hanno suscitato una valanga di proteste. Il 71enne lombardo di Ponte Lambro (provincia di Como), da più di venti anni dirigente nel calcio, attualmente alla guida della Lega Nazionale Dilettanti, ha cercato di scusarsi senza convicere molto: "Mi riferivo al calcio inglese ed alla sue regole ben precise sugli extracomunitari che prima di poter giocare devono mostrare un curriculum di professionalità prestata nel loro paese altrimenti non vengono accettati". Sui social network l'indignazione e il tam tam contro di lui si sono rapidamente diffusi. Ma ora la sua gaffe sta diventando un caso politico. Il Pd chiede "un passo indietro" a Carlo Tavecchio. Tante le voci contro di lui in primis del coordinatore del settore sport Luca Di Bartolomeni che chide un passo indietro.

http://www.figc.it/

Calendario