MTV News

La storia di oggi

Ostia siamo noi: La storia di Valerio

Autore: Redazione MTV News Data: 24 luglio 2014 Commenta

Attenzione! Il reportage può avere un contenuto ed un linguaggio non adatto ai minori.

Valerio ha 20 anni e lavora a Fiumicino, allo scarico bagagli. E’ stato bocciato due volte alle superiori e ha avuto un’adolescenza difficile e irrequieta. Da due anni grazie alla ragazza, alla famiglia e agli amici è riuscito a ricostruirsi una vita serena e a stare lontano dalla strada

 

Tutte le notizie

Immigrati, tragedia nel Canale di Sicilia: "Almeno 181 i morti"

Autore: Redazione MTV News Data: 22 luglio 2014 Commenta
Immigrati, tragedia nel Canale di Sicilia: Almeno 181 i morti

Naufrago: "Sull'imbarcazione eravamo 750 persone"

Milano, 22 lug. (TMNews) - Potrebbe essere molto più pesante il bilancio della tragedia del Canale di Sicilia costata la vita sabato scorso a 30 migranti provenienti dal nord Africa.

Stando ai racconti dei superstiti sbarcati a Messina, e ripresi da "Repubblica.it", infatti, a bordo del barcone intercettato dal mercantile danese "Torm Lottead" ad una sessantina di miglia a Sud di Lampedusa, si trovavano 750 persone, 181 delle quali inghiottite dal mare durante la traversata.

Sempre secondo quanto riferito dai migranti, tra le vittime ci sarebbero state anche molte donne e bambini. Al momento comunque non risulta avviata nessuna inchiesta, e il bilancio ufficiale della tragedia resta di 30 morti; 29 uccisi dalle esalazioni di gas di scarico nella stiva della piccola imbarcazione, e una deceduta durante il trasferimento in ospedale.

Non è la prima volta che i migranti riferiscono di sfortunati compagni di viaggio morti durante la traversata. Appena due giorni fa, infatti, 62 extracomunitari salvati da un mercantile di fronte alle coste libiche hanno riferito di essere stati almeno il doppio su un barcone che sarebbe affondato poco prima dell'arrivo dei soccorsi.

http://www.cri.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/22986

Scarlett Johansson si sposa, nozze ad agosto con Romain Dauriac

Autore: Redazione MTV News Data: 22 luglio 2014 Commenta
Scarlett Johansson si sposa, nozze ad agosto con Romain Dauriac

Il "New York Post": lo ha svelato a una cena con amici

Roma, 22 lug. (TMNews) - Scarlett Johansson e il fidanzato Romain Dauriac convoleranno a nozze il mese prossimo, ad agosto. Secondo il "New York Post", l'attrice avrebbe svelato i suoi progetti matrimoniali durante una cena della nota conduttrice televisiva Usa Martha Stewart, nella sua tenuta di East Hampton sabato scorso. Scarlett è in attesa del suo primo figlio dal compagno giornalista.

La data precisa al momento è top secret, ma ci si aspetta che la star di "Lucy", il prossimo film di Luc Besson, dica il fatidico sì a Parigi o negli Hamptons, dove la coppia ha deciso di passare l'estate. Johansson e Dauriac hanno brindato con gli ospiti della cena con bottiglie da 400 dollari di champagne Dom Pérignon P2-1998, e tra gli ospiti c'erano tra gli altri Howard Stern e la moglie Beth Ostrosky, Katie Couric, Matt Lauer, Barbara Walters, Rachel Zoe e Harvey Weinstein.

"Non ho ancora organizzato nulla, sono una pessima organizzatrice, mi piace improvvisare", avrebbe detto Scarlett. L'attrice è stata già sposata con Ryan Reynolds dal 2008 al 2011 e ha affermato che "è più facile stare con qualcuno che non è sotto i riflettori. Facciamo cose molto diverse ed è divertente, possiamo girare il mondo ma non abbiamo 'conflitti d'interesse o motivi di concorrenza in famiglia".

http://nypost.com/

Il Garante della Privacy bacchetta Google sulla trasparenza

Autore: Redazione MTV News Data: 22 luglio 2014 Commenta

Mountain View dovrà dare più garanzie a chi utilizza servizi

Roma, 22 lug. (TMNews) - Gli utenti che useranno i servizi o il motore di ricerca di Google in Italia saranno più tutelati. Il Garante privacy ha stabilito che il colosso di Mountain View non potrà utilizzare i loro dati a fini di profilazione se non ne avrà prima ottenuto il consenso e dovrà dichiarare esplicitamente di svolgere questa attività a fini commerciali.

Si è conclusa con un provvedimento prescrittivo l'istruttoria avviata lo scorso anno dal Garante italiano a seguito dei cambiamenti apportati dalla società alla propria privacy policy. Si tratta del primo provvedimento in Europa che - nell'ambito di un'azione coordinata con le altre Autorità di protezione dei dati europee ed a seguito della pronuncia della Corte di Giustizia europea sul diritto all'oblio - non si limita a richiamare al rispetto dei principi della disciplina privacy, ma indica nel concreto le possibili misure che Google deve adottare per assicurare la conformità alla legge.

Google avrà 18 mesi per adeguarsi alle prescrizioni del Garante. In quest'arco temporale, l'autorità del garante della privacy monitorerà l'implementazione delle misure prescritte. La società dovrà infatti sottoporre al Garante, entro il 30 settembre 2014, un protocollo di verifica, che una volta sottoscritto diverrà vincolante, sulla base del quale verranno disciplinati tempi e modalità per l'attività di controllo che l'autorità svolgerà nei confronti di Mountain View.

http://www.garanteprivacy.it/

Recuperate 282 vittime del Boeing malese abbattuto in Ucraina

Autore: Redazione MTV News Data: 22 luglio 2014 Commenta
Recuperate 282 vittime del Boeing malese abbattuto in Ucraina

Mosca: un aereo militare ucraino volava vicino a Boeing abbattuto

Milano, 22 lug. (TMNews) - Sono 282 i corpi delle vittime dello schianto del volo MH17 della Malaysia Airlines recuperati e posti in un treno che si trova a Torez, una settantina di chilometri da Donetsk, nell'Est dell'Ucraina. Il convoglio, hanno fatto sapere i separatisti filorussi che controllano l'area, partirà solo se accompagnato da esperti internazionali.

Questo ulteriore braccio di ferro tra governo ucraino e insorti secessionisti scatta mentre la comunità interanzionale aumenta il pressing sulla Russia, nella convizione che solo Mosca possa fermare i separatisti ed evitare che la situazione nell'Est dell'Ucraina precipiti ulteriormente.

L'Ue è pronta a inasprire le sanzioni contro la Russia, ha da parte sua rilanciato il premier David Cameron. Mosca intanto rilancia e chiede agli Usa di rendere pubbliche le immagini satellitari americane che proverebbero la colpevolezza degli insorti. Secondo il ministero russo della Difesa giovedì 17 luglio, giorno dello schianto aereo, i mezzi di controllo aereo russi hanno rilevato un caccia Su-25 ucraino in volo ascendente verso il Boeing della Malaysian Airlines.

Bombardamenti nella periferia di Donetsk hanno provocato almeno tre morti mentre il presidente ucraino Petro Poroshenko ha ordinato di interrompere le operazioni militari in un raggio di 40 chilometri attorno al luogo del disastro aereo. Una indiretta risposta a Mosca, che assicura di volere una indagine trasparente, ma lamenta le difficoltà nel far avvicinare esperti internazionali nella zona dove è precipitato il Boeing della Malaysian, "per problemi di sicurezza".

http://www.bbc.com/news/world-europe-28399406

Ospedale bombardato in un raid nells striscia di Gaza: 5 morti

Autore: Redazione MTV News Data: 22 luglio 2014 Commenta
Ospedale bombardato in un raid nells striscia di Gaza: 5 morti

Ban Ki-moon arrivato al Cairo per cercare un cessate il fuoco

Milano, 22 lug. (TMNews) - Cinque persone sono morte nel raid israeliano che ha colpito un ospedale del centro della Striscia di Gaza. Lo riferiscono i soccorsi palestinesi. Il terzo piano dell'ospedale dei Martiri di al Aqsa a Deir el Balah è stato bombardato, secondo Ashraf al Qudra, portavoce dei servizi di soccorso nell'enclave, che inizialmente aveva fornito un bilancio di 15 feriti.

Il segretario generale delle Nazioni Unite, Ban Ki-moon, è arrivato al Cairo per un'importante missione volta a ottenere un cessate il fuoco per la Striscia di Gaza, dove in due settimane di offensiva israeliana sono stati uccisi oltre 500 palestinesi.

Il segretario generale dell'Onu dovrà incontrare il capo della diplomazia egiziana, Sameh Choukri, e il segretario di stato americano John Kerry, atteso più tardi nella capitale egiziana.

http://edition.cnn.com/2014/07/21/world/meast/mideast-crisis/index.html?hpt=hp_t1

La storia di Mirko

Autore: Redazione MTV News Data: 21 luglio 2014 Commenta

Mirko ha vent’anni e fa il bagnino in una delle spiagge libere di Ostia ponente da 3 anni. Lavora solo nel periodo estivo e a volte d’inverno riesce a trovare qualche lavoretto come grafico pubblicitario. Il prossimo anno la sua spiaggia non esisterà più, a causa dell’ampliamento del Porto Turistico…e Mirko che farà?

 

Imprenditoria sociale in Italia: intervista a Selene Biffi

Autore: Redazione MTV News Data: 21 luglio 2014 Commenta

Non bisogna essere straordinari, per creare imprese straordinarie.” A dirlo è Selene Biffi (classe ’82), imprenditrice sociale, con alle spalle un’esperienza come consulente Onu e come Young Global Leader al World Economic Forum. Ha fondato la sua prima startup a 22 anni, con 150 euro in tasca, una forte passione e una grande consapevolezza, che l’ha portata a intraprendere un percorso imprenditoriale riconosciuto a livello internazionale (ricordiamo, ad esempio, il Premio Rolex Awards for Enterprise – Young Laureate). Selene, oggi alla guida di Plain Ink (http://www.plainink.org/), ci racconta cosa significa avviare un’impresa sociale in Italia, in questa intervista realizzata dal team di Jobyourlife (https://www.jobyourlife.com), società che opera nel campo del recruiting online.

Diventare un imprenditore sociale: i primi passi

La ricetta per far funzionare le cose? In realtà non esistono segreti e ricette particolari: per quanto mi riguarda, l’elemento che ha permesso ai miei progetti di vedere la luce e camminare con le proprie gambe e che ha fatto in modo che determinate idee avessero un impatto rivelante è stato il duro lavoro. A prescindere dall’idea con cui si partiva – anche se inizialmente alcune di queste potevano sembrare strampalate – l’ingrediente principale, alla guida di tutto il mio percorso imprenditoriale, è stata la passione e il fatto di provarci, nonostante tutto. Bisogna andare al di là di come l’idea viene percepita dalla maggior parte delle persone, bisogna scavalcare affermazioni come “La mia idea non sta piacendo, allora meglio lasciar perdere” oppure “Non ho le risorse per realizzarla”. Spesso, infatti, si sbaglia quando si afferma: “Ho un’idea, ma non ho possibilità economiche, non ho ricevuto ancora un finanziamento, non ho modo di lanciarla come vorrei”. Io, ad esempio, ho lanciato la mia idea con 150 euro (e credo che 150 euro in tasca, forse, riusciamo a trovarli tutti). Questo non significa certamente che si può andare lontano con questa cifra, ma vuol dire che si può cominciare. Successivamente, però, c’è bisogno di trovare delle metodologie alternative, per fare in modo che l’idea possa essere sostenibile e avere un impatto. Non sempre è necessario partire con investimenti pari a 150mila euro (anche se mi rendo conto che in alcuni casi, somme di questa portata sono fondamentali per dare forma a un progetto), ma spesso per testare un progetto direttamente sul mercato servono investimenti minori. La domanda che dovremmo sempre porci è: quanto serve realmente per testare un’idea?

Un altro elemento fondamentale, quando si intraprende la strada imprenditoriale, è il team: personalmente, non ho mai avuto un co-fondatore al mio fianco, ma ho sempre cercato di creare attorno a me una squadra composta da persone con determinate skills e conoscenze che io non possiedo.

Imprenditoria sociale: lo scenario e le opportunità

Essere un imprenditore sociale è una scelta molto consapevole, è una vocazione. Ma questo, in Italia, spesso non viene riconosciuto e percepito. Nel nostro Paese, infatti, chi è alla guida di un’impresa sociale viene visto come chi ha deciso di ripiegare su qualcosa di diverso perché non riusciva a realizzare progetti in altri settori, o perché non era abbastanza bravo da riuscire a “scalare” in azienda. All’estero, invece, dove l’imprenditoria sociale nasce molto prima, negli anni ’70, è diverso. La sfida, quindi, per noi imprenditori sociali italiani è riuscire a essere competitivi anche in altri Paesi.

Sono presenti, però, anche dei segnali di ripresa: si sta allargando, infatti, anche qui, una cultura connessa all’imprenditoria sociale. E per questo credo che, oggi, non sia necessario partire subito per l’estero, ma cominciare da qui, nel nostro Paese, a realizzare delle soluzioni che poi potranno essere anche localizzate, in un futuro, fuori dall’Italia. Quello che consiglio, quindi, è di creare progetti che possano essere adottati in chiave locale e adatti ai contesti differenti in cui si opera, anche in altri Paesi.

Guardando alle opportunità, dobbiamo considerare che siamo in un momento storico in cui i Governi non hanno risorse economiche per ‘stare dietro’ alle necessità di un welfare state e le aziende private hanno possibilità comunque limitate. L’intersezione tra i due elementi crea un’area grigia di mercato che in realtà può dare modo alle imprese sociali di dare vita a una serie di prodotti e servizi che vanno a sopperire a quanto non viene coperto dallo Stato e dalle aziende private.

I consigli a un aspirante imprenditore sociale

Il primo consiglio, per chi ha il desiderio di avviare un percorso in questo settore, è di prepararsi a una continua formazione. Non si arriva mai al traguardo, bisogna cercare di migliorarsi e vedere questa necessità e questa volontà come spinta forte. Per me è importantissimo, ad esempio, trascorrere, al di là delle ore lavorative, almeno due ore al giorno per cercare di leggere, imparare, informarmi e capire cosa succede in altri luoghi.

Un altro suggerimento è di provare a trovare soluzioni innovative: localizzare qualcosa che già esiste e si sviluppa, magari in un altro Paese, può essere una soluzione, ma non ci si deve fermare qui. Questo modo di agire, infatti, apre anche altre strade e consente di scoprire e far nascere delle ulteriori innovazioni, adeguate a determinati contesti.

Il motore deve essere legato sempre alla volontà di scoprire nuovi modi per sopperire a bisogni sociali e ambientali che sono pregnanti e che riguardano tutti, indistintamente.

Non è facile, lo so, ma le soddisfazioni sono impagabili. E lo ripeto, l’imprenditoria sociale non è un ripiego per chi non viene ritenuto all’altezza di una carriera più tradizionale in azienda. Non è solo una vocazione, ma è una scelta chiara che deve essere sostenibile sia a livello di impatto che a livello economico, e che è adatta alle persone che hanno voglia di impegnarsi per creare un cambiamento concreto.

 

jobyourlife.com

plainink.org/

Gaza, Onu chiede cessate il fuoco. Israele continua operazioni

Autore: Redazione MTV News Data: 21 luglio 2014 Commenta

Kerry al Cairo per tentare una mediazione

Milano, 21 lug. (TMNews) - Cessate il fuoco immediato a Gaza. È la richiesta avanzata dal Consiglio di sicurezza dell'Onu riunito d'urgenza a New York su proposta della Giordania dopo la giornata più sanguinosa del conflitto che contrappone Israele e Hamas: il bilancio totale delle vittime è di oltre 500 morti palestinesi e 13 israeliani e peggiora ogni giorno. L'Onu ha espresso preoccupazione per il crescente numero di vittime civili, oltre un terzo sono donne e bambini palestinesi, e ha chiesto l'immediata cessazione delle ostilità. Appello ribadito dal segretario generale Ban-Ki Moon a Doha.

"Decine di civili, bambini compresi, sono stati uccisi a Shejaya, vicino a Gasza, nelle operazioni militari israeliane. Condanno questa azione atroce, Israele deve fare di più per proteggere i civili Sappiamo che è una follia tornare alla situazione precedente. Non è sostenibile il ritorno allo status quo a Gaza insieme all'assedio continuo. C'è una sola via per evitare la spirale della guerra e per la sicurezza di tutti ed è andare alla radice delle cause del conflitto. Questo significa tornare al tavolo del negoziato e parlare della soluzione dei due Stati" ha detto Ban Ki-Moon.

I 15 Paesi membri del Consiglio di sicurezza chiedono di "tornare all'accordo di cessate il fuoco del novembre 2012" tra Israele e Hamas. Ma il premier israeliano Benjamin Netanyahu dichiara: "Completeremo la missione. Riporteremo la pace nel sud e nel centro di Israele. Non abbiamo scelto di entrare in questa campagna, ci è stata imposta".

Il segretario di Stato John Kerry incontra le autorità egiziane e di altri Paesi al Cairo per tentare di fermare l'offensiva via terra, mare e aria che ha obbligato migliaia di civili ad abbandonare le loro case: si cerca un'immediata cessazione delle ostilità basata su una dichiarazione dell'accordo di tregua del novembre 2012.

http://www.haaretz.com/

http://www.un.org/en/

Kerry accusa: i missili dei separatisti arrivano dalla Russia

Autore: Redazione MTV News Data: 21 luglio 2014 Commenta
Kerry accusa: i missili dei separatisti arrivano dalla Russia

Il segretario di Stato americano punta il dito contro Mosca

Milano, 21 lug. (TMNews) - Il segretario di Stato americano John Kerry accusa la Russia di aver armato i separatisti ucraini e conferma che i sospetti degli Stati Uniti sui responsabili dell'abbattimento dell'aereo della Malaysia airlines vanno in un'unica direzione. A proposito del sistema di missili usato per abbattere l'aereo di linea con 298 persone a bordo partito da Amsterdam, Kerry ha dichiarato che è "abbastanza chiaro che si tratti di un sistema trasferito dalla Russia e messo nelle mani dei separatisti".

L'Ucraina chiede però che anche l'Europa faccia sentire la sua voce sul caso, facendo pressione all'Italia perché organizzi un Consiglio europeo straordinario. Sul luogo del disastro intanto sono stati recuperati quasi 200 corpi delle vittime, trasportati con un treno fino a Donetsk.

http://www.european-council.europa.eu/home-page.aspx?lang=it

Vasco Rossi da record: il suo tour secondo solo ai Rolling Stones

Autore: Redazione MTV News Data: 21 luglio 2014 Commenta
Vasco Rossi da record: il suo tour secondo solo ai Rolling Stones

Incasso da 26 milioni di dollari contro i 78 dei miti del rock

Milano, 20 lug. (TMNews) - Un ritorno sul palco da record per Vasco Rossi. Il rocker italiano con i suoi concerti quest'estate ha incassato 26 milioni di dollari, piazzandosi secondo nella classifica mondiale dei tour estivi 2014. Prima di lui ci sono solo i Rolling Stones, irraggiungibili con i 78 milioni di dollari guadagnati grazie al loro "14 on fire tour" che ha toccato anche l'Italia con uno storico live al Circo Massimo di Roma.

Vasco ha voluto ringraziare su Facebook tutti quelli che hanno contribuito alla realizzazione del "Live Kom Tour 2014", "grazie alla band, la banda migliore al mondo, grazie ai miei preziosi e fedeli collaboratori che hanno reso Stupendo il Live Kom 14 - ha scritto - un abbraccio a tutti e ricordatevi che 'la rivoluzione siete voi'!!!".

http://www.vascorossi.net/it/home/1-0.html

Calendario