MTV News

La storia di oggi

Siamo creativi: La storia di Liam

Autore: Redazione MTV News Data: 23 aprile 2014 Commenta

Attenzione! Il reportage può avere un contenuto ed un linguaggio non adatto ai minori.

Liam è del nord dell’Inghilterra, ha studiato arte a Londra e ha preso la specializzazione in Fashion Design. Dopo la laurea ha partecipato al concorso ITS e ha iniziato a lavorare come stilista di abbigliamento femminile in una famosa azienda di Marostica, in provincia di Vicenza. Apprezza la tranquillità di Marostica ma dice anche che se se non viaggiasse così spesso per lavoro probabilmente si annoierebbe a morte!

 

Tutte le notizie

Studio Usa: dieta ricca di proteine può far male quanto fumare

Autore: Redazione MTV News Data: 6 marzo 2014 Commenta
Studio Usa: dieta ricca di proteine può far male quanto fumare

Carne, uova e latticini aumenterebbero il rischio di tumori

New York, 6 mar. (TMNews) - Una dieta ricca di carne, uova e latticini potrebbe fare male all'organismo almeno quanto fumare. A sostenerlo sono i risultati di uno studio americano, condotto nell'ambito del National Health and Nutrition Examination Survey, programma di ricerca statistica sulla salute del governo federale. Un alto livello di proteine animali nella dieta secondo lo studio potrebbe aumentare il rischio di sviluppare tumori o forme di diabete mortali.

A mettere in pericolo la longevità sarebbero soprattutto le persone dai 50 anni in su. Stando alle teorie dello studioso Valter Longo, direttore del Longevity Institute dell'University of Southern California, nell'arco della giornata non si dovrebbero ingerire più di 0,8 grammi di proteine per ogni chilogrammo del proprio peso corporeo, privilegiando quelle vegetali. "Bisognerebbe passare a una dieta in cui solo il 9 o 10 per cento delle calorie deriva dalle proteine", ha spiegato lo studioso al Guardian.

"Osservate per un paio di mesi le etichette degli alimenti. Ci sono proteine un po' ovunque", ha detto. "Se fai colazione, ingerisci magari 4 grammi, ma se si mangia un pezzo di pollo anche 50". Il problema, ha spiegato Longo, è che le proteine animali aumentano il livello dell'ormone della crescita IGF-1, spesso legato allo sviluppo del cancro. Esperto anche in geriatria, lo studioso ha comunque specificato che superati i 65 anni è consigliabile mangiare qualche proteina in più, a causa della diminuzione naturale dei livelli di IGF-1 e della crescente debolezza.

http://www.cdc.gov/nchs/nhanes.htm

La storia di Marco

Autore: Redazione MTV News Data: 5 marzo 2014 Commenta

L’ultimo anno di liceo bisogna concentrarsi sulla maturità! Vero, Marco lo fa e fa pure il fonico, il service audio, canta nei ristoranti, ara i campi su richiesta e, come se non bastasse, aiuta i genitori nella loro scuola di danza. Eroico? No, solo tosto!!

 

Antitrust multa Roche e Novartis: accordo a danno malati e Sanità

Danneggiati pazienti e sistema sanitario. Multa da 180 mln euro

Milano, 5 mar. (TMNews) - L'Antitrust sanziona due grosse case farmaceutiche, Roche e Novartis, per un cartello che ha condizionato le vendite dei principali prodotti destinati alla cura della vista, Avastin e Lucentis.

I due gruppi si sono accordati illecitamente per ostacolare la diffusione dell'uso di un farmaco molto economico, Avastin, nella cura della più diffusa patologia della vista tra gli anziani e di altre gravi malattie oculistiche, a vantaggio di un prodotto molto più costoso, Lucentis, differenziando artificiosamente i due prodotti.

Per il Sistema Sanitario Nazionale l'intesa ha comportato un esborso aggiuntivo stimato in oltre 45 milioni di euro nel solo 2012, con possibili maggiori costi futuri fino a oltre 600 milioni di euro l'anno. A Novartis e Roche sono state imposte sanzioni rispettivamente di 92 e 90,5 milioni di euro.

L'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, nella riunione del 27 febbraio 2014, ha deliberato che i gruppi Roche e Novartis hanno posto in essere un'intesa restrittiva della concorrenza, contraria al diritto antitrust comunitario, nel mercato dei farmaci per la cura di gravi patologie vascolari della vista, sanzionando i due gruppi con oltre 180 milioni di euro.

Tra le malattie interessate dall'istruttoria spicca la degenerazione maculare senile, prima causa di cecità nei Pesi industrializzati e di cui solo in Italia sono a rischio un milione di persone. Secondo l'Atitrust l'intesa ha avuto quale possibile conseguenza, tra l'ltro, una maggior difficoltà nelle possibilità di cura per molti pazienti e un aumento della spesa a carico del Servizio Sanitario Nazionale stimata in 45 milioni di euro nel solo 2012, con possibili maggiori costi futuri fino a oltre 600 milioni di euro l'anno.

L'istruttoria è stata avviata nel febbraio 2013 dopo le segnalazioni ricevute da Aiudapds, un'associazione di cliniche private, e la SOI-Società Oftalmologica Italiana.

http://www.agcm.it/

L’italiano Luca Maestri nuovo direttore finanziario Apple

Autore: Redazione MTV News Data: 5 marzo 2014 Commenta
L'italiano Luca Maestri nuovo direttore finanziario Apple

Da giugno prenderà il posto di Peter Oppenheimer

Milano, 5 mar. (TMNews) - Da giugno a sedere sulla poltrona di direttore finanziario di Apple, al posto di Peter Oppenheimer, sarà il manager italiano Luca Maestri, al momento vicepresidente del reparto finanziario e corporate controller. La notizia, diffusa dal gigante di Cupertino in un comunicato, non sorprende.

Il manager italiano, si legge, ha infatti "oltre 25 anni di esperienza a livello globale nella gestione finanziaria" e - come ha precisato l'amministratore delegato del gruppo Tim Cook - "quando stavamo cercando un corporate controller, abbiamo incontrato Luca e sapevano che sarebbe diventato il successore di Peter".

A partire da giugno, chiarisce il comunicato, Oppenheimer affiancherà Maestri per garantire una transizione senza interruzioni. Poi - come ha detto lo stesso Oppenheimer in una nota - lascerà la poltrona per dedicarsi di più alla famiglia, all'insegnamento e alla patente da pilota. Maestri, approdato a a Apple, nel marzo 2013, ha iniziato la sua carriera da General Motors, dove ha ricoperto per 20 anni ruoli finanziari ed operativi nelle Americhe, nell'Asia-Pacifio e in Europa. Successivamente è stato direttore finanziario anche di Nokia Siemens Networks e Xerox.

http://www.apple.com/it/

Un anno da Papa per Bergoglio: l’intervista al corriere

Autore: Redazione MTV News Data: 5 marzo 2014 Commenta
Un anno da Papa per Bergoglio: l'intervista al corriere

Ratzinger è come un nonno i cui consigli rafforzano la famiglia

Milano, 5 mar. (TMNews) - "Il Papa è un uomo che ride, piange, dorme tranquillo e ha amici come tutti. Una persona normale". Francesco racconta il suo primo anno di pontificato in un'intervista al direttore del Corriere della Sera, Ferruccio De Bortoli. Un anno intenso dove Francesco è stato capace di conquistare il cuore dei fedeli, con semplicità stando vicino alla gente, ma lui rifiuta una certa mitologia di Papa Francesco. Dipingere il Papa come una sorta di superman, mi pare offensivo ha detto con il suo solito linguaggio semplice e diretto.

La famiglia che attraversa una crisi molto seria, è al centro del suo pensiero. "Occorre riflettere molto in profondità solo così si potranno affrontare seriamente le situazioni particolari, anche quelle dei divorziati". "Il matrimonio è fra un uomo e una donna", dice il Papa, ma sulle unioni civili "bisogna vedere i diversi casi e valutarli nella loro varietà".

Poi osserva: I giovani si sposano poco. Vi sono molte famiglie separate nelle quali il progetto di vita comune è fallito. I figli soffrono molto. Noi dobbiamo dare una risposta.

Francesco ha toccato poi tutti i temi caldi della Chiesa, dalle accuse per i preti pedofili al testamento biologico.

Parlando dei rapporti con il suo predecessore, Bergoglio ha detto che Benedetto XVI "non è una statua in un museo, ma è come un nonno i cui consigli rafforzano la famiglia".

http://www.vatican.va/phome_it.htm

Italia peggio di Cipro su innovazione, 15esima e sotto media Ue

Autore: Redazione MTV News Data: 5 marzo 2014 Commenta
Italia peggio di Cipro su innovazione, 15esima e sotto media Ue

Europa recupera su Usa e Giappone ma si allargano i gap regionali

Milano, 5 mar. (TMNews) - Italia solo 15esima in Europa e al di sotto della media sulle capacità di innovazione. Un fattore ritenuto cruciale per favorire prosperità e sviluppo economico, e su cui in generale l'Ue sta colmando il divario che la separa da Stati Uniti e Giappone. Ma al tempo stesso il rapporto pubblicato dalla Commissione europea mette in guardia dal gap che "si sta allargando" tra i paesi della stessa Unione. "In quasi un quinto delle regioni - si legge - il rendimento innovativo è peggiorato".

A guidare la graduatoria sono i paesi scandinavi e la Germania, che si piazza terza alle spalle di Danimarca e Svezia (prima in Europa), quarta la Finlandia. Nella classifica sul rendimento innovativo dei paesi, come anzi detto l'Italia è 15esima, superata perfino da Cipro. La Francia è 11esima, la Gran Bretagna ottava; l'Italia però fa meglio della Spagna, che si piazza 17esima davanti al Portogallo.

In questo modo il Belpaese si classifica nel penultimo gruppo di paesi, quelli in cui secondo la Commissione il rendimento dell'innovazione è al di sotto della media Ue. Fanalini di coda sono invece Bulgaria (ultima), Lettonia e Romania, con valori pesantemente inferiori alle media. Infine, oltre al gruppo di testa ci sta un altro insieme, dove si piazza la Francia e perfino Cipro (l'Italia quindi è rimasta fuori quasi per un soffio) dove la resa innovativa è vicina o leggeremnete superiore alla media.

Secondo il vicepresidente della Commissione Antonio Tajani, responsabile di industria e imprenditoria "portare avanti l'innovazione rimane un elemento prioritario se vogliamo raggiungere il nostro obiettivo di far sì che entro il 2020 almeno il 20 per cento del Pil Ue sia prodotto dall'industria manifatturiera. Maggiori investimenti da parte delle imprese, una forte domanda di soluzioni innovative europee e la riduzione degli ostacoli che si frappongono all'applicazione commerciale delle innovazioni sono la chiave della crescita. Abbiamo bisogno di imprese maggiormente innovative - ha detto Tajani - e di un contesto favorevole alla crescita al fine di portare efficacemente le innovazioni sui mercati".

http://www.ilsole24ore.com/art/impresa-e-territori/2014-03-04/rapporto-commissione-ue-innovazione-italia-e-gruppo-coda-grecia-e-ungheria-115818.shtml?uuid=ABZ1jg0

La storia di Fabrizio

Autore: Redazione MTV News Data: 4 marzo 2014 Commenta

Fabrizio lavora a nero in una azienda della sua zona dal lunedì al venerdì e nei weekend lavora di notte nei locali. Faceva l’aiuto cuoco e ora sta cercando un nuovo posto, va bene anche il lavapiatti! Perchè tutto questo sbattimento? Perchè si deve pagare l’università. Ha la triennale in economia internazionale e ora deve fare la specialistica.

 

Ultimo appuntamento con Polifemo, quello che nessuno ti fa vedere

Autore: Redazione MTV News Data: 4 marzo 2014 Commenta
Ultimo appuntamento con Polifemo, quello che nessuno ti fa vedere

Vito Foderà racconta la febbre del gioco

Milano, 4 mar. (TMNews) - Il boom del gioco d'azzardo. I professionisti del poker, le scuole on line, pokeristi, scommettitori, gestori di sale slot e gaming hall raccontano un Paese in cui il gioco stesso, i giocatori e perfino la socialità stanno cambiando. Under 30 milionari, imprenditori, nuove figure professionali impensabili prima della diffusione di internet; ma anche furbi e illusi, opportunisti e sprovveduti. E sopra tutti lo Stato, con le sue contraddizioni di sempre e i conti che non tornano. Questo il tema al centro della sesta ed ultima puntata di Polifemo - Quello che nessuno ti fa vedere, il programma di Vito Foderà in onda martedì 4 marzo alle ore 23.00 su MTV (canale 8 del DTT). Polifemo ha raccontato in 6 puntate l'Italia che funziona l'Italia di chi ha in mano il futuro sviluppo del Paese. Il viaggio di Polifemo inizia al tavolo verde dell'European Poker Tour di Praga, dove, in compagnia del campione italiano Pierpaolo Fabbretti, si fa spiegare gesti, tecniche e segreti. E scopre che ogni professionista del poker live si allena, come tutti i campioni, per moltissime ore al giorno davanti al pc. Quindici o venti tavoli aperti contemporaneamente abbattendo con la quantità e l'abilità il ruolo della fortuna, e diventando ricchi. Ci sono poi quelli che considerano il poker on line un vero impiego; giovani imprenditori e neodiplomati provenienti da tutta Italia frequentano la a scuola di poker della campionessa Giada Fang. Polifemo va poi alla scoperta dei trader che, aggirando le norme di legge italiane, scommettono on line e guadagnano illegalmente montagne di soldi puntando su tutti gli sport , di tutte le categorie, di tutto il mondo. Il viaggio nel gioco entra anche nelle sale bingo e nelle sale slot: luoghi che stanno sempre di più modificando la nostra società: dalla più grande sala d'Italia, il Bingo Re nel cuore di Roma, ad una sala nel quartiere di Centocelle dove tra sfilate di moda e musica, ci si giocano centinaia di euro, alla ricerca di un'emozione o di un jackpot che può cambiare la vita. http://ondemand.mtv.it/serie-tv/polifemo-quello-che-nessuno-ti-fa-vedere

A Milano smantellata banca clandestina della ‘ndrangheta

Autore: Redazione MTV News Data: 4 marzo 2014 Commenta
A Milano smantellata banca clandestina della 'ndrangheta

33 arresti per usura e riciclaggio di denaro

Milano, 4 mar. (TMNews) - La Polizia di Stato di Milano ha arrestato 33 persone per il reato di associazione mafiosa, riciclaggio, usura, estorsione, corruzione, esercizio abusivo del credito e intestazione fittizia di beni e società; reati in gran parte aggravati dall'utilizzo del metodo intimidatorio tipicamente mafioso e dalla finalità di agevolare l'attività dell'associazione mafiosa.

Le indagini degli uomini della Squadra Mobile hanno evidenziato che il sodalizio, assumendo anche la reggenza della "locale" di 'ndrangheta di Desio (espressione della famiglia calabrese in Brianza) ha approntato e gestito a Seveso (MB) una vera e propria "banca clandestina" attraverso cui sono stati commessi i suddetti reati, anche grazie ad un'ampia rete di società di copertura e alla collusione di dipendenti postali e bancari e di imprenditori.

Praticando l'usura ed il riciclaggio di flussi di denaro di provenienza delittuosa, l'organizzazione, oltre ad esportare capitali in Svizzera ed a San Marino, li ha reimpiegati acquisendo il controllo di attività economiche, in particolare nel settore edilizio, dei trasporti, della nautica, delle energie rinnovabili, del commercio, della ristorazione, e degli appalti e lavori pubblici.

http://www.poliziadistato.it/

Per Forbes Bill Gates è di nuovo l’uomo più ricco al mondo

Autore: Redazione MTV News Data: 4 marzo 2014 Commenta
Per Forbes Bill Gates è di nuovo l'uomo più ricco al mondo

Record di donne nella classifica: più 25%

Milano, 4 mar. (TMNews) - Torna anche quest'anno la classifica degli uomini più ricchi al mondo della rivista americana Forbes. Al primo posto riappare Bill Gates con un patrimonio stimato di 76 miliardi di dollari, scalzando dopo quattro anni Carlos Slim. Il magnate messicano delle telecomunicazioni ora occupa la seconda posizione con 72 miliardi. Al terzo posto compare il galiziano Amancio Ortega, proprietario della catena di negozi di abbigliamento Zara, con 64 miliardi di dollari. Warren Buffet invece staziona in quarta posizione con 58,2 miliardi.

Il primo italiano si trova alla posizione 22, occupata da Michele Ferrero, l'inventore di Nutella, con 27 miliardi di dollari. Al 38esimo il patron di Luxottica, Leonardo Del Vecchio, a quota 19 miliardi.

Tra i grandi emergenti troviamo Mark Zuckerberg che lo scorso anno ha fatto grandi affari: il patrimonio dell'amministratore delegato di Facebook è passato da 15,2 a 28,5 miliardi di dollari, portando alla posizione 21 della classifica di Forbes.

Le donne si fanno spazio nella classifica di Forbes. Dal direttore operativo di Facebook, a un'imprenditrice di un sito di gioco online. In tutto sono 172 le rappresentanti femminili della classifica che ora occupano il 10% delle posizioni, con un aumento del 25% rispetto allo scorso anno. Tre le italiane nella classifica: la prima è Miuccia Prada.

http://www.forbes.com/

Calendario