MTV News

La storia di oggi

Isolani: La storia di Matteo

Autore: Redazione MTV News Data: 22 agosto 2014 Commenta

Attenzione! Il reportage può avere un contenuto ed un linguaggio non adatto ai minori.

Matteo è uno dei primi studenti del suo istituto e un vero genio di matematica. E’ stato uno dei 20 studenti invitati a Montecitorio in occasione delle celebrazioni per il 150° dell’Unità d’Italia. Andrà via dall’isola per andare all’Università, anche se da piccolo non avrebbe mai pensato di lasciare “il suo Scoglio”

 

Tutte le notizie

Rdc, Sms solidale per aiutare le bambine accusate di stregoneria

Autore: Redazione MTV News Data: 24 giugno 2014 Commenta
Rdc, Sms solidale per aiutare le bambine accusate di stregoneri

Si può donare inviando un messaggio al 45594

Milano, 23 giu. (TMNews) - Il Movimento Lotta Fame nel Mondo (MLFM) lavora da 50 anni al fianco delle popolazioni in difficoltà, cercando di portare un aiuto concreto a coloro che soffrono la mancanza di cibo, di acqua e servizi igienico-sanitari, non vedendosi garantiti i diritti umani fondamentali. Tra i progetti attivi nel continente africano, di grande rilevanza è il centro d'accoglienza Ek'Abana nato nel 2001 in Rep. Dem. Congo, per volere di Suor Natalina Isella. Pensato per ospitare inizialmente 9 bimbe, ha negli anni offerto accoglienza e supporto a oltre 200 minori. La struttura si trova a Bukavu (sud Kivu), dove l'alto tasso di povertà e la diffusa superstizione portano con sé conseguenze atroci. Molte bambine vengono infatti ritenute le dirette responsabili di disgrazie famigliari, incolpate di possedere poteri occulti e isolate dalla famiglia, finendo spesso per la strada. Questa ingiusta accusa, pretesto per scacciare di casa una bocca in più da sfamare e fomentata da credenze popolari, ricade soprattutto sulle bambine, considerate meno utili dei maschi in termini di lavoro e di sussistenza familiare. Basta poco, soprattutto tra le mura di casa: un vaso che cade e si rompe, un parente che perde il lavoro, un incidente domestico e la colpa ricade tutta sulle bambine, che diventano un vero e proprio capro espiatorio. Si crea quindi un circolo vizioso di superstizione: l'unico modo per liberarsi della sfortuna è abbandonare le proprie "figlie streghe", portatrici di terribili poteri magici. MLFM si impegna a combattere l'accusa di stregoneria, offensiva ed infondata, accogliendo presso il foyer Ek'Abana le bambine scacciate di casa, spesso su segnalazione della polizia. Attualmente il centro ospita 50 bambine, oltre a fornire supporto ad un centinaio di minori del villaggio. Qui le piccole ricevono cibo, istruzione e cure mediche adeguate, insieme a tanto affetto, per poter ritrovare il sorriso. Per donare 2 euro è possibile inviare un sms solidale al numero 45594. http://www.mlfm.it/

Iraq, a Mosul l’Isil vara i 16 "comandamenti" del terrore

Autore: Redazione MTV News Data: 24 giugno 2014 Commenta
Iraq, a Mosul l'Isil vara i 16 comandamenti del terrore

Crocefissione e amputazione per chi si oppone ad Allah

Roma, 23 giu. (TMNews) - Crocefissione, amputazione delle braccia o delle gambe per chi si oppone ad Allah. Donne coperte e segregate: sono solo alcune delle pene che saranno comminate agli abitanti di Mosul nel nord dell'Iraq secondo le regole che gli jaidisti dell'Isil hanno pubblicato due giorni dopo la conquista della città.

I "16 comandamenti" impartiti dal gruppo jihadista dello Stato islamico dell'Iraq e del Levante al milione e mezzo di abitanti di Mosul non lasciano dubbi sul rigore integralista. Nell'articolo 5 - come riporta in esclusiva il quotidiano francese Liberation - si promette che "coloro che si oppongono alla volontà di Dio", saranno puniti "con l'esecuzione, la crocifissione, l'amputazione delle braccia o delle gambe, o l'esilio".

All'articolo 6 si ricorda agli iracheni che "le moschee sono le case di Allah" e si "sollecita tutti i fedeli a compiere sempre nelle case di Dio le preghiere nelle ore stabilite". Nell'articolo 8 si vieta l'uso di alcol, tabacco e droghe. Le donne devono uscire per strada con il volto e il corpo completamente coperti da un niqab, a condizione che "lo spostamento sia necessario" e comunque autorizzato dal padre, dal fratello o dal marito e accompagnate da uno di loro.

L'articolo 10 vieta qualsiasi manifestazione pubblica, perché contraria all'islam. Il documento inizia con una "notizia" agli iracheni "e con loro al Mondo islamico intero", nel quale si afferma: "Diamo la bella notizia di queste nostre conquiste divine; abbiamo liberato gli ostaggi dalle carceri degli apostati sciiti per mano degli eroi dello Stato islamico e i suoi soldati che hanno venduto la loro vita per rompere le catene dei loro fratelli liberando migliaia di loro". Il documento porta la firma dell'"Ufficio media del governatorato di Ninive dello Stato islamico in Iraq e nel Levante".

http://www.aljazeera.com/

Sting: niente eredità ai miei figli, devono lavorare

Autore: Redazione MTV News Data: 24 giugno 2014 Commenta
Sting: niente eredità ai miei figli, devono lavorare

Dovranno contare solo sui loro meriti non sui miei soldi

Milano, 24 giu. (TMNews) - Sting è un padre severo e ha annunciato che non lascerà nulla in eredità ai suoi sei figli. "Debbono lavorare". Ha detto il cantante che ha un patrimonio stimato di 220 milioni di euro. "Raramente i miei figli mi chiedono qualcosa e sanno che non avranno neanche un penny dei miei guadagni". Ovviamente se avessero dei problemi li aiuterei" ha concluso Sting. In una lunghissima intervista-confessione al Mail on Sunday, Sting ammette che buona parte del denaro che ha guadagnato è già sparito e che il restante se ne andrà altrettanto in fretta. Il suo grande circo, perennemente in movimento, ha cento dipendenti che hanno un peso consistente alla voce uscite. "Quello che guadagno, spendo - ha detto -. Abbiamo un sacco di costi fissi e i soldi se ne vanno. Non penso mai di mettere da parte qualcosa, tipo un trust per i miei figli. Loro sanno che dovranno lavorare per vivere, non mi chiedono mai nulla e non si aspettano nulla, cosa che apprezzo molto" ha spiegato Sting che si è dimostrato di manica larga con se stesso e con i collaboratori ma non con i figli. http://www.sting.com/

La mia terra – La storia di Riccardo

Autore: Redazione MTV News Data: 23 giugno 2014 Commenta

Riccardo vive a Colleferro, un paese vicino Roma e ha 27 anni. Ha scelto la bicicletta come unico amore della sua vita e sente la responsabilità per il futuro ambientale del pianeta ogni giorno sulla sua pelle. Si è inventato un lavoro che lo fa camminare molto in bici, il bike messenger, ovvero il pony in bicicletta, un lavoro molto sviluppato all’estero ma poco in Italia.
Riccardo dice “ho scelto di fare questo lavoro durissimo perché credo che sia socialmente importante, mi sento responsabile in prima persona per il futuro del nostro pianeta e faccio la mia parte”.

Meno divorzi e separazioni, 16 anni la durata media delle unioni

Autore: Redazione MTV News Data: 23 giugno 2014 Commenta
Meno divorzi e separazioni, 16 anni la durata media delle unioni

Istat: la prima battuta d'arresto dal 1995

Roma, 23 giu. (TMNews) - Battuta d'arresto per separazioni e, soprattutto, divorzi per la prima volta dal 1995. Secondo i dati dell'Istat, nel 2012 le separazioni sono state poco più di 88mila e i divorzi 51.300, entrambi in calo rispetto all'anno precedente (rispettivamente dello 0,6% e del 4,6%). Per ogni 1.000 matrimoni si contano 311 separazioni e 174 divorzi. La durata media delle nozze prima di decidere di prendere strade diverse è di 16 anni per le separazioni e 19 anni per i divorzi.

I matrimoni più recenti durano di meno. Confrontando le nozze celebrate nel 1985 con quelle del 2005, le unioni interrotte dopo sette anni da una separazione sono raddoppiate, passando dal 4,5% al 9,3%. Così come durano di più le nozze religiose: a sopravvivere alla "crisi del settimo anno", nel 2012, sono 933 matrimoni religiosi su 1.000 celebrati nel 2005 contro 880 su 1.000 matrimoni celebrati con rito civile.

L'età media alla separazione è di circa 47 anni per i mariti e di 44 per le mogli; in caso di divorzio raggiunge, rispettivamente, 49 e 46 anni. Valori cresciuti negli anni sia perché si arriva al matrimonio in età più matura sia perché sono aumentate le separazioni con almeno uno sposo ultrasessantenne.

http://www.istat.it/it/

I Rolling Stones infiammano Roma, ma è polemica sui costi

Autore: Redazione MTV News Data: 23 giugno 2014 Commenta
I Rolling Stones infiammano Roma, ma è polemica sui costi

Al Circo Massimo 71mila persone per Mick Jagger e la mitica band

Roma, 23 giu. (TMNews) - I Rolling Stones mandano in delirio Roma con il mega concerto al Circo Massimo dei veterani Keith Richards, Mick Jagger, Ron Wood, Charlie Watts. 71mila fan scatenati per l'unica data italiana del "14 on Fire" tour della mitica band, capace ancora di fare il tutto esaurito e infiammare le platee. Non sono però mancate le polemiche sul prezzo pagato dagli organizzatori per l'affitto dell'area, circa 8.000 euro.

I Rolling Stones hanno dedicato ai fan due ore di concerto con 19 canzoni, scelte anche grazie al supporto dei follower sui profili social della band Twitter e Facebook. L'apertura con "Jumpin' Jack Flash" poi altri successi come "Streets Of Love", "Out Of Control", "Respectable", "Miss you" e alla fine "Satisfaction". Jagger ha ringraziato il pubblico italiano, ha esordito con "Ciao Roma" e si è detto emozionato di essere di nuovo in Italia, facendo anche previsioni su una vittoria azzurra a i Mondiali.

Il sindaco Ignazio Marino ha risposto alle polemiche sui costi, spiegando che Roma ci ha comunque guadagnato: nella Capitale - ha dichiarato - sono arrivate "60mila persone oltre ai 10-20mila romani. Persone che sono andate in albergo, ristoranti, che hanno preso un taxi, un gelato e hanno determinato un guadagno per la città di 25 milioni di euro in un giorno". La band, dopo Roma proseguirà il suo tour a Madrid.

https://www.facebook.com/therollingstones?fref=ts

http://www.rollingstones.com/

http://www.comune.roma.it/PCR/do/jpsite/Site/home

L’Apocalisse delle cosche di Palermo: 95 persone in manette

Autore: Redazione MTV News Data: 23 giugno 2014 Commenta
L'Apocalisse delle cosche di Palermo: 95 persone in manette

Inferto durissimo colpo a Cosa nostra di Resuttana e San Lorenzo

Palermo, 23 giu. (TMNews) - Dalle prime ore del mattino è in corso una vasta operazione antimafia, denominata "Apocalisse", nell'area occidentale di Palermo. Carabinieri, Polizia, Guardia di finanza stanno eseguendo 95 provvedimenti restrittivi nei confronti di uomini d'onore dei mandamenti di Resuttana e San Lorenzo, inquinato ritenuti responsabili, a vario titolo, di associazione mafiosa, estorsione, danneggiamento e altro.

Le indagini, coordinate dalla Dda di Palermo, hanno consentito di ricostruire l'organigramma dei mandamenti individuandone capi e gregari degli ultimi anni, di accertare òa capillare e soffocante pressione estorsiva esercitata da Cosa nostra in danno a numerose imprese edili ed attività commerciali, nonché di riscontrare il diffuso condizionamento illecito dell'economia locale. Nel corso dell'operazione sono stati sequestrati complessi aziendali per svariati milioni di euro.

L'operazione "Apocalisse", che stamani a Palermo ha portato all'arresto di 95 persone ritenute affiliate alle cosche di San Lorenzo e Resuttana, potrebbe avere fatto luce su un delitto eccellente di mafia accaduto più di cento anni fa: quello del super poliziotto italoamericano Joe Petrosino, ucciso il 12 marzo 1909.

In un'intercettazione delle forze dell'ordine nei confronti di uno degli indagati, Domenico Palazzotto, questo si vanta con gli amici di essere discendente di Paolo Palazzotto, l'uomo che per primo fu arrestato con l'accusa di essere il sicario inviato da Cascio Ferro, il boss di Bisacquino affiliato alla "mano nera", per uccidere Petrosino di fronte all'hotel de France, in piazza Marina. Paolo Palazzotto, così come Cascio Ferro, vennero però assolti per insufficienza di prove.

http://www.interno.gov.it/dip_ps/dia/

Esame maturità, oggi studenti affrontano terzo e ultimo scritto

Autore: Redazione MTV News Data: 23 giugno 2014 Commenta
Esame maturità, oggi studenti affrontano terzo e ultimo scritto

Il cosiddetto quizzone su tutte le materie

Milano, 23 giu. (TMNews) - Dopo i primi due scritti gli studenti italiani alle prese con l'esame di maturità affrontano la terza prova scritta, quella che verte su tutte le materie dell'ultimo anno, preparata non dal ministero come il tema di italiano e la prova specifica per indirizzo di studi, ma dalle singole commissioni.

Per superare il cosiddetto "quizzone" i maturandi dovranno svolgere un elaborato sintetico o rispondere a quesiti a risposta singola o multipla. Nella prova potranno esserci anche problemi scientifici, casi pratici e professionali da risolvere oppure, secondo gli indirizzi di studio, la realizzazione di un progetto.

In base al regolamento, sia i quesiti sia le materie devono restare segreti fino all'inizio del test. Spesso però capita che le commissioni anticipino agli studenti almeno le materie scelte.

http://www.istruzione.it/esame_di_stato/

Jennifer Lopez, l’ex toy boy vuole portarla in tribunale

Autore: Redazione MTV News Data: 23 giugno 2014 Commenta
Jennifer Lopez, l'ex toy boy vuole portarla in tribunale

Chiede un mantenimento di 75 mila dollari al mese

Milano, 22 giu. (TMNews) - Jennifer Lopez dovra prendersi una pausa dalla carriera per risolvere un'emergenza personale. Secondo quanto riporta il "Daily Star", infatti, Casper Smart, 27enne ex toy-boy della cantante, sarebbe pronto a trascinare la ex partner in tribunale. Il ballerino avrebbe infatti allertato un celebre avvocato dei vip per ottenere 75mila euro al mese e mantenere lo stile di vita guadagnato nei 2 anni e mezzo di convivenza con la cantante 44enne.

Lopez si è sposata per la prima volta nel 1997 con Ojani Noa per divorziare nel 1998. Tre anni dopo sposa Cris Judd, da cui divorzia ufficialmente nel gennaio 2003. Dal 2002 al 2004 vive una turbolenta relazione con l'attore Ben Affleck. Il matrimonio fra i due, pur annunciato, non sarà mai celebrato. Dopo la rottura con l'attore, la Lopez inizia una relazione con l'amico di lunga data Marc Anthony, con il quale nel 2004 celebrerà il suo terzo matrimonio. La coppia ha avuto due gemelli, Max e Emme, nati il 22 febbraio 2008. I due divorziano nell'aprile 2012. Ha frequentato il ballerino e coreografo Casper Smart sino a maggio 2014.

http://www.jenniferlopez.com/

La crisi che non passa: in Italia 9 milioni in difficoltà

Autore: Redazione MTV News Data: 23 giugno 2014 Commenta
La crisi che non passa: in Italia 9 milioni in difficoltà

Unimpresa: cresce l'area del disagio sociale

Milano, 22 giu. (TMNews) - Se ne parla ormai da mesi, ma la fine della crisi economica, all'atto pratico, ancora non si riesce a scorgere. Ultimi, in una serie di dati non certo incoraggianti, arrivano anche quelli di Unimpresa, che parlano di 9,4 milioni di italiani in difficoltà, con un ampliamento dell'area del disagio nel nostro Paese. Nel dettaglio, nell'ultimo anno, oltre 168mila persone in più si sono ritrovate tra le fasce più deboli della società. A pesare in maniera decisiva, secondo Unimpresa, il deteriorarsi del mercato del lavoro, che non significa solo disoccupazione, ma anche una vasta platea di contratti a termine e altre situazioni di precariato. Per l'associazione imprenditoriale occorre una maggiore attenzione alle famiglie, perché altrimenti si potrebbe innescare una dinamica molto pericolosa sui consumi.

http://www.unimpresa.it/

Calendario