MTV News

La storia di oggi

Altre newsNews: La mia terra – La storia di Tiziano

Autore: Redazione MTV News Data: 21 ottobre 2014 Commenta

Attenzione! Il reportage può avere un contenuto ed un linguaggio non adatto ai minori.

Tiziano per tre anni ha fatto il pastore nell’azienda agricola di famiglia, ma è stato costretto ad abbandonare l’attività perchè non gli permetteva di vivere. Vive a Porto Torres, polo industriale del petrolchimico, in cui c’è un altissimo livello di inquinamento.

Fa parte di vari comitati ambientali e canta nel gruppo hip hop “Stranos Elementos”, che denuncia nelle canzoni l’inquinamento nella zona di Porto Torres.

Tutte le notizie

Incendi nei campi confiscati a mafia, don Ciotti: non ci fermano

Autore: Redazione MTV News Data: 3 luglio 2012 Commenta
Incendi nei campi confiscati a mafia, don Ciotti: non ci fermano

L'ultimo in Campania. Libera: andiamo avanti con più forza

Roma, 3 lug. (TMNews) - Un incendio in più punti che ha bruciato circa 12 ettari di grano in località Cento Moggi a Pignataro Maggiore: un terreno confiscato ai clan della camorra e dato in affidamento temporaneo alla Cooperativa "Le terre di Don Peppe Diana", prima cooperativa Libera Terra in Campania, in attesa dell'assegnazione definitiva con bando pubblico. E' l'ultimo bene confiscato alla criminalità organizzata a essere colpito in ordine di tempo da atti vandalici e aggressioni. Il grano era pronto per l'imminente mietitura e doveva servire per realizzare I Paccheri di Don Peppe Diana.

"Nei giorni scorsi - commenta Don Luigi Ciotti, presidente di Libera - il tentativo di incendio su 4 ettari di aranci a Lentini in Sicilia, cinque ettari di legumi distrutti a Isola Capo Rizzuto, stanotte bruciati dodici ettari di grano a Pignataro Maggiore pronti per la mietitura per realizzare i paccheri Don Peppe Diana. Continua l'aggressione ai beni confiscati, una rappresaglia continua e reiterata con il chiaro intento di colpire chi lavora per ristabilire legalità e sta realizzando un'economia giusta e sana nel nostro paese. Le mozzarelle, il vino, la pasta, il succo d'arancia, le passate, i tarallini fanno paura sono prodotti che coniugano il gusto della qualità con la corresponsabilità. Non possiamo più pensare a delle coincidenze".

http://www.libera.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/1

Il ct Prandelli: siamo un paese vecchio, tante cose da cambiare

Autore: Redazione MTV News Data: 3 luglio 2012 Commenta
Il ct Prandelli: siamo un paese vecchio, tante cose da cambiare

Balotelli "risponde", la Fico: aspetto un figlio da Supermario

Milano, 2 lug (TMNews) - "Possiamo essere orgogliosi di questa Italia. Possiamo essere soddisfatti, abbiamo schierato una squadra propositiva e corretta, che non ha creato alcun tipo di polemiche". Questo il bilancio del commissario tecnico della Nazionale azzurra, Cesare Prandelli, all'indomani della pesante sconfitta contro la Spagna a Kiev nella finale di Euro 2012.

Nell'ultima conferenza stampa prima del rientro in Italia, previsto nel pomeriggio, il ct rivendica la bontà del suo lavoro fatto in due anni alla guida della squadra. E attacca: "Siamo un Paese vecchio, con tante cose da cambiare - dice Prandelli, accolto dall'applauso dei giornalisti all'ingresso in sala stampa -. Noi siamo venuti all'Europeo per cambiare, per perseguire un'idea senza farci condizionare dal risultato. In questi due anni abbiamo cercato di costruire una Nazionale con la mentalità di un club. Siamo partiti senza aspettative e abbiamo fatto sognare l'Italia". Il ct elogia il gruppo, ma concede una battuta anche su un singolo, Andrea Pirlo: "Mi auguro che giochi ancora per due anni, ne ha capacità, forza e credo anche voglia".

Se Prandelli si lamenta di un'Italia troppo vecchia, ancora una volta a venirgli in aiuto è Supermario Balotelli. Infatti Raffaella Fico ha annunciato di aspettare un figlio dall'attaccante della Nazionale. La showgirl napoletana lo ha rivelato in un'intervista esclusiva al settimanale "Chi" in edicola mercoledì. Lei e il calciatore avevano rotto il loro legame lo scorso 29 aprile. "Ho chiamato Mario mentre era in ritiro con la Nazionale, il giorno prima della partita contro la Germania. Gli ho detto: ti ricordi il nostro sogno di diventare genitori? Ecco, quel sogno è diventato realtà. Aspetto un bambino. Il tuo bambino" ha detto la Fico.

L'ex-gieffina ha raccontato che lui dapprima è rimasto in silenzio, poi ha commentato: "Mi hai dato la notizia più bella del mondo". E il giorno dopo, in campo, ha segnato due gol.

La Fico ha anche precisato: "Chi pensa che io abbia voluto incastrare il calciatore ricco e famoso dovrà ricredersi. Non ho bisogno di soldi. La verità è che questo figlio lo desideravamo entrambi. Lo scorso Natale lui mi aveva detto: sposiamoci e facciamo un figlio. E io avevo accettato. Poi è successo quello che è successo".

http://www.raffaellafico.it/

La Nestlé dice basta al lavoro minorile per produrre il cacao

Autore: Redazione MTV News Data: 3 luglio 2012 Commenta
La Nestlé dice basta al lavoro minorile per produrre il cacao

Resta il dubbio che i costi maggiori graveranno sui consumatori

Milano, 3 lug. (TMNews) - La Nestlé si impegna a sradicare il lavoro minorile nella produzione di cacao. La più grande multinazionale del cacao è spesso boicottata da chi l'accusa di comportamenti e pratiche scorrette che mettono in pericolo la salute dei consumatori; non ultimo di sfruttare i bambini nella produzione del cacao per i propri prodotti. La Fair Labor Association, un'organizzazione no-profit che si occupa di diritti del lavoro - con la collaboraizone della stessa Nestlé - ha condotto un'indagine sulla filiera di produzione del cacao in Costa d'avorio accertando una serie di gravi violazioni. "Abbiamo scoperto - spiega il presidente della Fla, Auret van Heerden - un gran numero di persone chiave,in tutta la filiera di appalti e subappalti, che non avevano la minima idea di quali fossero gli standard di sicurezza internazionali. Hai a che fare con una certa forma culturale che non considera un problema il lavoro minorile. Contesti di estrema povertà in cui molti agricoltori non possono permettersi di pagare manodopera legale e quindi sfruttano i bambini".

L'Unicef stima che nelle piantagioni di cacao siano impiegati oltre 200mila bambini. Una piaga che la stessa Nestlé vuole eliminare. "Ne siamo consapevoli - ha spiegato il capo operazioni della Nestlé, Jose Lopez - lavoreremo in collaborazione con la World cocoa foundation per costruire scuole per creare iniziative internazionali legate al cacao, ad esempio fondando delle cooperative e mettendo a disposizione esperti e agronomi per il training delle persone, lavoreremo con il governo locale. Insomma faremo azioni concrete per porre fine a questo fenomeno".

Resta tuttavia il dubbio che i conseguenti maggiori costi di produzione potrebbero finire per gravare proprio sui consumatori.

http://www.nestle.it/

http://www.fairlabor.org/

Gb/ Un milione di lavoratori fa uso di droghe di classe A

Autore: Redazione MTV News Data: 2 luglio 2012 Commenta
Gb/ Un milione di lavoratori fa uso di droghe di classe A

Consumo aumentato del 50% negli ultimi quattro anni

Roma, 2 lug. (TMNews) - Quasi un milione di lavoratori britannici fa uso di droghe di classe A quali cannabis, oppiacei e cocaina: è quanto risulta da uno studio della società specializzata Concateno, secondo il quale il consumo è aumentato del 50% negli ultimi quattro anni. Come riporta il quotidiano britannico The Guardian, lo studio è stato condotto presso 856 società, e contrariamente alle aspettative il gruppo di età maggiormente a rischio si è rivelato non quello sotto i 25 anni, ma quello fra i 25 e i 34 anni. Inoltre, il consumo di droga ha un picco non immediatamente all'ingresso nel mondo del lavoro ma dopo alcuni anni di attività: ciò avverrebbe perché le droghe in questione sono relativamente care e dunque un aumento del reddito le rende più facilmente accessibili. http://www.guardian.co.uk/

Spagna campione d’Europa, Italia travolta 4-0 in finale

Autore: Redazione MTV News Data: 2 luglio 2012 Commenta
Spagna campione d'Europa, Italia travolta 4-0 in finale

La delusione dei tifosi azzurri. Prandelli conferma: resto

Milano, 2 lug. (TMNews) - La gioia degli spagnoli in festa nelle strade di Madrid ha celebrato una vittoria incontestabile agli Europei 2012 delle Furie Rosse che in finale hanno travolto l'Italia per 4 a 0. La Spagna così sale in vetta all'Europa per la seconda volta consecutiva dopo essere stata consacrata anche Campione del mondo nel 2010: una tripletta che fa entrare la squadra di Del Bosque nella leggenda del calcio. Tanta delusione fra gli italiani che speravano in un risveglio meno brusco dal sogno europeo. Il ct della Nazionale Cesare Prandelli che ha parlato di un'italia scesa in campo fisicamente troppo stanca, guarda comunque al futuro e conferma l'intenzione di rimanere sulla panchina degli Azzurri. http://it.uefa.com/

Disoccupazione giovani maggio sale al 36,2%, record storico

Autore: Redazione MTV News Data: 2 luglio 2012 Commenta
Disoccupazione giovani maggio sale al 36,2%, record storico

Senza lavoro più di 1 giovane su 3 di chi partecipa al mercato

Milano, 2 lug. (TMNews) - Continua a crescere la disoccupazione giovanile. Secondo i dati provvisori dell'Istat, a maggio, il tasso di disoccupazione dei 15-24enni ha toccato un record storico salendo al 36,2%. Si tratta del dato più alto sia dall'inizio delle serie storiche mensili (gennaio 2004) sia trimestrali (quarto trimestre 1992). E' disoccupato più di un giovane su tre di coloro che partecipano attivamente al mercato del lavoro.

Rispetto all'intera popolazione di giovani tra 15 e 24 anni, a maggio, risulta disoccupato poco più di uno su dieci (10,5%). Il tasso di disoccupazione giovanile è aumentato di 0,9 punti precentuali rispetto ad aprile.

Ma è il mondo del lavoro in generale a essere in pesante sofferenza. Complessivamente, secondo la stima provvisoria dell'Istat, il tasso di disoccupazione si attesta, a maggio, al 10,1%, in calo di 0,1 punti percentuali rispetto ad aprile (era al 10,2%) e in aumento di 1,9 punti su base annua.

Il numero dei disoccupati, pari a 2.584mila, è diminuito dello 0,7% rispetto ad aprile (-18mila unità). Tale diminuzione interessa sia gli uomini che le donne. Su base annua, invece, si registra una crescita del 26% pari a 534mila unità.

http://www.istat.it/it/

Cinque milioni i "bambini in provetta" nel mondo

Autore: Redazione MTV News Data: 2 luglio 2012 Commenta
Cinque milioni i bambini in provetta nel mondo

Prima nascita nel 1978. I dati pubblicati da "The Times"

Roma, 2 lug. (TMNews) - Sono cinque milioni i "bambini in provetta": la tecnica messa a punto 44 anni fa da Robert Edwards - e che portò alla prima nascita nel 1978 - ha raggiunto un importante traguardo, come pubblica il quotidiano britannico The Times. Edwards, premiato con il Nobel per la Medicina nel 2010, dovette lottare non poco per ottenere fondi per la ricerca, date le problematiche etiche e legali sollevate dalla fecondazione "in vitro": la sua richiesta nel 1970 di aprire una clinica per la fertilità venne respinta dalle autorità britanniche perché essendo il mondo sovrappopolato "l'infertilità non andrebbe curata". La cifra di cinque milioni - che verrà annunciata ufficialmente nel congresso annuale della Società Europea per la Riproduzione Umana e l'Embriologia - è basata su un calcolo statistico del numero di trattamenti nel mondo fino al 2008 e al relativo tasso di nascite. http://www.timesplus.co.uk/tto/news/?login=false&url=http%3A%2F%2Fwww.thetimes.co.uk%2Ftto%2Fscience%2Fmedicine%2Farticle3462512.ece

Siria, quasi 150 morti in due giorni fra bombardamenti e scontri

Autore: Redazione MTV News Data: 2 luglio 2012 Commenta
Siria, quasi 150 morti in due giorni fra bombardamenti e scontri

Riesplode la tensione al confine con la Turchia

Milano, 1 lug. (TMNews) - Quasi 150 morti in due giorni fra bombardamenti e scontri. Sono i numeri che raccontano l'orrore siriano che non conosce tregua da mesi, anche nei giorni in cui a Ginevra è stato raggiunto l'accordo del dopo Assad fra gli i ministri degli Esteri del "Gruppo d'azione per la Siria". Un patto a cui hanno aderito anche Russia e Cina che potrebbe segnare la fine del regime.

Intanto è riesplosa la tensione con la Turchia. Ankara ha inviato sei F-16 vicino al suo confine con la Siria, dopo che degli elicotteri siriani si sono avvicinati alla frontiera. I rapporti fra i due Stati confinanti si erano fatti difficili dopo l'incidente del 22 giugno scorso, quando le forze siriane hanno abbattuto un jet turco nell'area di confine. Il velivolo, secondo quanto ammesso successivamente da Ankara, aveva violato lo spazio aereo.

http://www.ambdamasco.esteri.it/Ambasciata_Damasco

Il Giappone riaccende il primo reattore nucleare

Autore: Redazione MTV News Data: 2 luglio 2012 Commenta
Il Giappone riaccende il primo reattore nucleari

Per la prima volta dopo il disastro di Fukushima

Roma, 2 lug. (TMNews) - È durato meno di due mesi il digiuno nucleare del Giappone dopo il disastro della centrale di Fukushima. Per evitare il rischio di un blackout estivo Kepco, l'utility che fornisce elettricità alle ricche regioni di Osaka e Kyoto, ha infatti riattivato il reattore n.3 della centrale di Oi, mentre tra pochi giorni sarà la volta del n.4. Il sistema di raffreddamento alla piscina del combustibile spento del reattore n.4, si era bloccato sabato restando fuori uso (insieme ai sistemi d'emergenza) per un giorno e mezzo, in una corsa contro il tempo per scongiurare un rialzo delle temperature dell'acqua nella vasca che custodisce 1.535 barre di uranio, di cui 204 inutilizzate. Malgrado le crescenti proteste anti-nucleari all'impianto di Oi che si trova nella prefettura occidentale di Fukui e all'Ufficio del primo ministro, la Kepco ha avuto il via libera a metà giugno da autorità locali e governo di Tokyo per far ripartire le unità 3 e 4 di Oi in base ai risultati di stress test e verifiche, anche se alcuni sismologi hanno espresso dubbi sulla decisione dato che le misure aggiuntive contro possibili terremoti e tsunami saranno completate soltanto nell'arco dei tre anni. http://www.abc.net.au/news/2012-07-02/japan-restarts-nuclear-reactor-despite-protests/4103706

Musica, Pete Doherty e Carl Barat insieme: tornano i Libertines?

Autore: Redazione MTV News Data: 2 luglio 2012 Commenta
Musica, Pete Doherty e Carl Barat insieme: tornano i Libertines?

Reunion in una studio di registrazione per incidere alcuni brani

Milano, 1 lug. (TMNews) - Di nuovo insieme. Carl Barat e Pete Doherty hanno programmato a breve una reunion in studio di registrazione. Carl, infatti, ha chiesto a Pete di collaborare alla realizzazione di alcune tracce del suo nuovo album da solista. "Sono sempre alla ricerca di novità - ha dichiarato Barat, intervistato da una trasmissione di XFM radio -. Sto lavorando duro al nuovo cd, spero che Pete mi dia una mano".

Doherty si trova momentaneamente in un rehab in Thailandia, ma quando tornerà troverà le porte aperte. "Ho parlato con lui prima che partisse - ha aggiunto Barat - potrebbe nascere una collaborazione. Al suo ritorno speriamo di essere entrambi ancora sulla stessa lunghezza d'onda, e di poter così ricominciare da dove abbiamo interrotto. L'album dovrebbe uscire entro la fine dell'anno".

Doherty e Barat, amici sin dai tempi dell'università, nel 1997 fondarono i "The Libertines", gruppo indie rock sugli scudi tra il 2001 e il 2004. In quell'anno Doherty decise però di lasciare la band, che si sciolse ufficialmente nel 2005. Nel 2010 poi, tramite una conferenza stampa, fu annunciata la reunion, ma da quel giorno nessun lavoro è stato prodotto. Adesso, stando alle dichiarazioni di Barat, potrebbe esserci la svolta.

http://carlbarat.co.uk/ http://www.petedoherty.it/

Calendario