MTV News

Giornalisti francesi sequestrati in Siria tornano a casa

Autore: Redazione MTV News Data: 20 aprile 2014 Commenta
Giornalisti francesi sequestrati in Siria tornano a casa

A Parigi il commosso abbraccio con i famigliari

Milano, 20 apr. (TMNews) - Hanno passato oltre dieci mesi nelle mani di un gruppo legato ad Al Qaida in Siria, e ora finalmente sono tornati a casa e hanno potuto riabbracciare i loro cari. I quattro giornalisti francesi Nicolas Henin, Pierre Torres, Edouard Elias e Didier Francois sono atterrati all'aeroporto di Villacoublay, vicino Parigi, accolti dal presidente François Hollande.

I quattro erano stati ritrovati con gli occhi bendati e le mani legate nei pressi della frontiera siriana dai militari turchi. Nella stessa zona è scomparso anche Padre Dall'Oglio.

"È un giorno di gioia per la Francia", ha detto il presidente francese. "Quando siamo stati catturati eravamo impegnati sulla questione legata alle armi chimiche - ha ricordato Didier Francois - Eravamo consapevoli dei rischi e li abbiamo accettati insieme ai nostri editori, ma per le nostre famiglie è stata molto dura".

Diversi giornalisti stranieri sono detenuti in Siria, considerato il paese più pericoloso al mondo per la stampa.

http://www.lepoint.fr/

Lo stilista Jimmy Choo crea una linea di scarpe di Fukushima

Autore: Redazione MTV News Data: 19 aprile 2014 Commenta
Lo stilista Jimmy Choo crea una linea di scarpe di Fukushima

Con l'auspicio di sostenere l'artigianato locale

Milano, 19 apr. (TMNews) - Scarpe d'alta moda per aiutare a superare il disastro di Fukushima. Lo stilista Jimmy Choo ha presentato sei paia di calzature realizzate con materiali e tecniche proprie della regione di Fukushima, con l'intenzione di sostenere gli artigiani locali colpiti dal disastro nucleare del 2011. Lo stilista ha scoperto tessuti tradizionali, usati nell'area da centinaia di anni, come il cotone Aizu e la seta Kawamata.

"Quando ho visto i tessuti ho capito che erano molto, molto speciali, soprattutto quando ho visto i laboratori, una tradizione di 250 anni. Usano dei loro materiali per creare questi splendidi tessuti. Queste persone sanno come sviluppare tessuti, ma non sanno quanto sia importante permettere al mondo intero di godere della loro maestria".

Le sei paia di scarpe verranno donate a organizzazioni locali dopo essere state esposte; lo stilista spera che contribuiscano al rilancio dell'artigianato locale, favorendo la nascita di nuove imprese.

http://row.jimmychoo.com/?geoip=geoip

Arrestato il capitano del traghetto affondato in Corea del Sud

Autore: Redazione MTV News Data: 19 aprile 2014 Commenta
Arrestato il capitano del traghetto affondato in Corea del Sud

L'accusa è di aver abbandonato la nave senza aiutare passeggeri

Seoul, 19 apr. (TMNews) - Lee Joon-Seok, il capitano del traghetto affondato al largo delle coste della Corea del Sud, è stato arrestato, insieme ad altri due membri dell'equipaggio. Il capitano si trovava "a poppa" al momento dell'incidente mentre al timone c'era un ufficiale in seconda. L'accusa è di aver abbandonato la nave quando ancora molti passeggeri lottavano per salvarsi la vita.

Lee Joon-Seok si è difeso, dicendo di aver ritardato l'evacuazione della nave perchè "non c'erano barche in zona". "In quel momento - ha detto - i mezzi di soccorso non erano ancora arrivati. Non c'erano neanche pescherecci o altre imbarcazioni nella zona". "Le correnti erano violente e l'acqua troppo fredda in questa zona", ha aggiunto, ripreso dalle telecamere nel commissariato di polizia di Jindo, l'isola vicina al luogo della sciagura. "Ho pensato che i passeggeri sarebbero stati portati via dalla corrente e che si sarebbero trovati in difficoltà se fossero stati evacuati in disordine".

Il capitano e gli altri due membri del suo equipaggio devono rispondere di cinque capi di imputazione fra cui negligenza e violazione del codice marittimo. Il capitano è stato accusato di aver abbandonato la nave mentre affondava con centinaia di persone intrappolate a bordo, soprattutto studenti in gita scolastica. L'ultimo bilancio è di 32 morti accertati e di 270 dispersi.

http://edition.cnn.com/2014/04/19/world/asia/south-korea-ship-sinking/index.html?hpt=hp_t1

Onu: attacco in Sud Sudan potrebbe costituire crimine di guerra

Autore: Redazione MTV News Data: 19 aprile 2014 Commenta
Onu: attacco in Sud Sudan potrebbe costituire crimine di guerra

Almeno 58 le persone rimaste uccise, Onu: "sdegno per attacco"

Juba, 19 apr. (TMNews) - L'attacco alla base Onu di Bor, in Sud Sudan, e costato la vita a 58 persone potrebbe "costituire un crimine di guerra". Lo ha dichiarato il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite, esprimendo il proprio "sdegno" per l'assalto messo a segno da uomini armati contro gli sfollati accolti nella base. L'Onu ha quindi chiesto al governo di Juba di adoperarsi per scongiurare nuovi attacchi contro civili.

"I membri del Consiglio di sicurezza condannano con forza queste azioni e sottolineando che attacchi contro civili e caschi blu Onu potrebbero costituire un crimine di guerra", si legge nella dichiarazione adottata all'unanimità.

http://www.bbc.com/news/world-africa-27085778

Asilo politico in Italia per Shalabayeva e la figlia

Autore: Redazione MTV News Data: 19 aprile 2014 Commenta
Asilo politico in Italia per Shalabayeva e la figlia

I legali: saranno emessi permessi di soggiorno per rifugiati

Roma, 19 apr. (TMNews) - Alma Shalabayeva e la figlia avranno l'asilo politico in Italia. A concedere la misura di accoglienza è stata la Commissione territoriale per il riconoscimento della protezione internazionale del Viminale.

I legali della donna, moglie del dissidente kazako Mukhtar Ablyazov, hanno spiegato che i permessi di soggiorno che sono stati dati hanno una validità quinquennale. Shalabayeva e la figlia furono espulse dall'Italia alla fine del maggio scorso dopo un blitz nella loro abitazione, nel quartiere di Casal Palocco.

"Dopo la drammatica vicenda vissuta dalla signora Shalabayeva e dalla figlia, il riconoscimento dello status di rifugiato costituisce senz'altro un segnale positivo dell'impegno italiano sul piano internazionale", ha sottolineato il legale della donna.

http://mukhtarablyazov.org/

Corea del sud, sopravvissuto al naufragio, vicepreside si suicida

Autore: Redazione MTV News Data: 18 aprile 2014 Commenta
Corea del sud, sopravvissuto al naufragio, vicepreside si suicida

È stato ritrovato appeso a un albero

Milano, 18 apr. (TMNews) - Il vicepreside del liceo di Seoul, dal quale provenivano gli studenti morti o dispersi nel naufragio del traghetto al largo della Corea del sud, è stato ritrovato morto questa mattina, probabilmente suicida.

Il corpo senza vita di Kang Min-Kyu, 52 anni, uno dei 179 sopravvissuti al naufragio, è stato ritrovato nei pressi del ginnasio dove si sono riuniti i familiari delle vittime e dei dispersi, sull'isola di Jindo, nei pressi del luogo della tragedia. "La causa della sua morte è ancora da stabilire", ha dichiarato la polizia. L'agenzia sudcoreana Yonhap scrive che il suo corpo è stato ritrovato appeso ad un albero.

Delle 475 persone a bordo del traghetto, 352 erano studenti che frequentavano il liceo di Danwon ad Ansan, sud di Seoul, ed erano in gita scolastica. Sinora le vittime accertate sono 25, altre 271 passeggeri mancano all'appello.

Intanto dalle indagini emergono nuovi particolari sulla dinamica del disastro. Al timone del traghetto non vi era il capitano, ma un ufficiale subalterno. "Era il sottocapitano in seconda ad essere al timone al momento dell'incidente", ha indicato il procuratore generale, Park Jae-Eok.

Violentemente criticato dalle famiglie dei dispersi per aver abbandonato la nave quando a bordo vi erano ancora centinaia di passeggeri intrappolati, il capitano Lee Joon-Seok, si trovava "a poppa", ha aggiunto il procuratore.

Sul luogo dell'incidente stanno lavorando oltre 500 sommozzatori, ma le correnti fredde e violente oltre alla scarsa visibilità delle acque rendono le operazioni particolarmente difficili. Si suppone che le vittime si trovino quasi tutte all'interno dei ponti sommersi del traghetto. Resta la speranza che ci possano essere sopravvissuti all'interno di qualche sacca d'aria.

http://www.fas.org/irp/world/rok/nis.htm

Putin: Ucraina sull’orlo di una guerra civile

Autore: Redazione MTV News Data: 16 aprile 2014 Commenta
Putin: Ucraina sull'orlo di una guerra civile

La Russia domani sarà al vertice a Ginevra

Milano, 16 apr. (TMNews) - L'Ucraina è sull'orlo di una guerra civile. A dirlo è stato il presidente russo Vladimir Putin durante una telefonata con Angela Merkel in cui i leader hanno parlato dell'escalation di violenza nel Paese dove le operazioni anti terrorismo di Kiev ha provocato 4 morti fra i filorussi.

E mentre anche la Casa Bianca ha parlato di situazione pericolosa c'è attesa per il vertice di domani a Ginevra che per ora resta in agenda, fa sapere la Russia. Pur avvertendo che l'operazione lanciata nell'Est dell'Ucraina contro i focolai filo-russi rischia di "mandare a monte" l'agenda negoziale.

http://www.president.gov.ua/en/

India, la Corte suprema riconosce transgender come terzo genere

Autore: Redazione MTV News Data: 15 aprile 2014 Commenta
India, la Corte suprema riconosce transgender come terzo genere

E ordina di riconoscergli diritto di accesso a sistema di welfare

Nuova Delhi, 15 apr. (TMNews) - La Corte suprema indiana ha riconosciuto oggi l'esistenza del terzo genere, in un caso che ha visto protagonisti i transgender. "Il riconoscimento dei transgender come un terzo genere non è un fatto sociale o medico, quanto una questione di diritti umani", ha detto il giudice K.S. Radhakrishnan.

La corte ha quindi ordinato ai governi statali e federali di identificare i transgender come un terzo genere neutro a cui riconoscere gli stessi diritti di accesso al sistema di welfare goduti da altre minoranze. "I transgender sono cittadini di questo paese e hanno diritto all'istruzione e a tutti gli altri servizi", ha aggiunto Radhakrishnan.

La richiesta di riconoscere uguali diritti ai transgender è stata presentata alla Corte suprema nel 2012 da un gruppo di attivisti, tra cui l'eunuco Laxmi Narayan Tripathi, che oggi ha celebrato il verdetto ricordando le sofferenze patite dai transessuali per discriminazione e ignoranza in un paese profondamente conservatore. "Oggi per la prima volta mi sento fiero di essere un indiano - ha detto Tripathi alla stampa, fuori dall'aula di giustizia - oggi io e le mie sorelle ci sentiamo dei veri indiani e ci sentiamo così fieri per i diritti che ci ha riconosciuto la Corte suprema".

http://www.lgbtitalia.it/

Twitter: il 44% degli account non ha mai inviato un tweet

Autore: Redazione MTV News Data: 15 aprile 2014 Commenta
Twitter: il 44% degli account non ha mai inviato un tweet

Il problema del social network non è solo la crescita di utenti

New York, 14 apr. (TMNews) - Anche se negli ultimi mesi Twitter ha avuto non pochi grattacapi per la crescita lenta del numero degli utenti, il suo vero problema è un altro: far twittare le persone. Uno studio di Twopcharts, uno dei siti che monitorano l'attività sul social network, sostiene che circa il 44% dei 974 milioni di account esistenti non ha mai scritto una riga, il 30% ha fatto tra 1 e 10 tweet, mentre solo il 13% ha scritto più di 100 post.

Negli ultimi tre mesi del 2013 il gruppo californiano ha dichiarato di aver avuto 241 milioni di utenti mensili attivi: entrano in questa categoria tutti gli account che fanno login almeno una volta al mese, quindi anche chi non scrive sul social network è considerato parte di questo gruppo.

E in effetti un utente per usare il servizio che Twitter offre non deve per forza mandare messaggi: all'interno del social network ci sono milioni di notizie e opinioni da leggere.

Ma la partecipazione degli iscritti è molto importante per Twitter, visto che tendenzialmente chi scrive è più portato a ritornare sulla piattaforma e continuare a seguire attivamente quello che succede. Inoltre i tweet, i retweet e i preferiti aiutano il gruppo a generare ricavi da pubblicità.

Per questo la società di San Francisco - che di certo non ignora questi dati- è corsa ai ripari: sta introducendo cambiamenti alla grafica e alle funzioni in modo da rendere più semplice per gli iscritti l'uso del social. Il gruppo di San Francisco ha dichiarato di non volere commentare lo studio di Twopcharts.

http://blogs.wsj.com/digits/2014/03/21/new-report-spotlights-twitters-retention-problem/

Nigeria, nuove stragi: oltre 70 morti e 120 feriti in esplosioni

Autore: Redazione MTV News Data: 15 aprile 2014 Commenta
Nigeria, nuove stragi: oltre 70 morti e 120 feriti in esplosioni

Questa mattina in una stazione degli autobus vicino Abuja

Lagos, 14 apr. (TMNews) - Nella doppia esplosione avvenuta stamattina in una stazione degli autobus vicino ad Abuja, capitale della Nigeria, sono morte 71 persone, mentre altre 124 sono rimaste ferite: lo ha confermato la polizia nigeriana, mentre un giornale locale, il Premium Times Nigeria, aveva riferito di almeno 200 morti.

Il presidente nigeriano Goodluck Jonathan ha fatto visita alla stazione di autobus alle porte della capitale Abuja, colpita da un sanguinoso attentato, promettendo che la Nigeria sconfiggerà il gruppo islamista Boko Haram, presunto autore dell'attacco che ha provocato 71 morti e 124 feriti, secondo l'ultimo bilancio ufficiale.

"Abbiamo perso un grande numero di persone", ha dichiarato Jonathan arrivato alla stazione di Nyanya, alla periferia di Abuja, dove è avvenuta la doppia esplosione. "Boko Haram è una brutta pagina della storia del nostro sviluppo... ma lo sconfiggeremo, la questione Boko Haram è temporanea", ha affermato il presidente in carica dal 2010.

Le esplosioni sono avvenute alle 6.45 ora locale, mentre moltissime persone stavano andando a lavorare nella capitale, che dista appena cinque chilometri. Una trentina i veicoli distrutti, soprattutto bus passeggeri.

http://www.bbc.com/news/world-africa-27018751

Calendario