MTV News

Nigeria, i Boko Haram hanno rapito altre sessanta donne

Autore: Redazione MTV News Data: 24 ottobre 2014 Commenta
Nigeria, i Boko Haram hanno rapito altre sessanta donne

Sequestrate dai miliziani islamisti nello Stato di Adamawa

Milano, 24 ott. (TMNews) - Nonostante l'entrata in vigore di un cessate il fuoco e gli sforzi del governo federale della Nigeria di negoziare il rilascio delle 200 studentesse di Chibok rapite da Boko Haram in aprile, il gruppo islamista ha sequestrato altre 60 donne in due villaggi dello stato di Adamawa, nel corso di alcune incursioni armate dei suoi guerriglieri nel finesettimana. Quaranta donne sarebbero state portate via con la forza dalle loro case a Waga, altre 20 dal villaggio di Garta. Intanto la Camera dei rappresentanti - riporta il sito ThisDay live - ha approvato il prestito di 1 miliardo di dollari richiesto dal presidente della Nigeria Goodluck Jonathan per rifornire l'esercito di armi ed equipaggiamento così da mettere fine alla rivolta islamista. I testimoni, sopravvissuti all'attacco, hanno confermato il rapimento via telefono dicendo che centinaia di ribelli hanno dato l'assalto alla zona in sella a motociclette e pulmini; nel corso dell'offensiva hanno dato fuoco a numerose abitazioni: "I ribelli sono ancora nell'area. Hanno tagliato la gola a tre uomini a Garta e rapito molte giovani donne. Abbiamo sentito che anche a Waga hanno ucciso due uomini e portato via almeno 40 donne". http://www.bbc.com/news/world-africa-13809501

Attacco a Ottawa, polizia canadese: attentatore ha agito da solo

Autore: Redazione MTV News Data: 24 ottobre 2014 Commenta
Attacco a Ottawa, polizia canadese: attentatore ha agito da solo

Dopo l'attacco, i parlamentari sono tornati di nuovo al lavoro

Milano, 23 ott. (TMNews) - Michael Zehaf-Bibeau, l'autore dell'attacco di ieri al Parlamento canadese a Ottawa e dell'assassinio di un militare al War Memorial, ha agito da solo. A dirlo è stata la polizia canadese, escludendo la partecipazione al raid di altre persone. Non è però da escludere che l'uomo, poi ucciso, avesse ricevuto sostegno e aiuto nella preparazione della sua azione. I membri del Parlamento canadese hanno ripreso i lavori, nel tentativo di tornare alla normalità dopo gli attacchi di Ottawa, la capitale dello Stato nordamericano. Ai visitatori sarà vietato l'ingresso negli edifici parlamentari mentre il War Memorial è ancora circondato dal nastro segnaletico della polizia dopo l'assassinio di Nathan Frank Cirillo, soldato di guardia alla tomba del Milite ignoto. Il violento attacco, ha commentato il Globe and Mail, quotidiano canadese, "ha distrutto il senso di sicurezza e comunità sulla Parliament Hill, dove i canadesi si riuniscono per ogni Canada Day (la festa nazionale, che si festeggia il primo luglio, ndr), e al War Memorial, che è al cuore delle cerimonie annuali per il Remembrance Day, l'11 novembre (per commemorare la fine della prima guerra mondiale e altre guerre, ndr)". http://edition.cnn.com/2014/10/23/world/ottawa-shooting-roundup/index.html?hpt=hp_t1

Vietato fumare alla Reynolds, numero due del tabacco negli Usa

Autore: Redazione MTV News Data: 24 ottobre 2014 Commenta
Vietato fumare alla Reynolds, numero due del tabacco negli Usa

A partire dall'anno prossimo

Milano, 24 ott. (TMNews) - Niente fumo alla Reynolds. La compagnia americana di tabacco che produce le Camel ha informato i suoi dipendenti che a partire dall'inizio del prossimo anno sarà vietato fumare negli uffici, nelle sale conferenza, nei corridoi e negli ascensori di tutti gli edifici dell'azienda e anche in tutte le fabbriche, nei locali mensa e ristoro e nei fitness center. "Crediamo che sia la cosa giusta da fare e nel momento giusto, perché rivedere la nostra politica del fumo andrà incontro alle esigenze dei non-fumatori ma anche dei fumatori che lavorano o visitano i nostri locali", ha detto il portavoce David Howard. "Ci stiamo semplicemente allineando alla realtà della nostra società". La percentuale dei 5.200 dipendenti della Reynolds' che fuma è in linea con il tasso medio degli Stati Uniti, pari a circa il 18%. Anche la Philip Morris Usa, la numero uno del tabacco negli Stati Uniti, non consente il fumo nelle fabbriche e nei luoghi comuni come ascensori o corridoi. I dipendenti con uffici separati sono autorizzati a fumare e l'azienda ha attrezzato le sue sedi con smoking area. http://www.registrarcorp.com/

Attacco a Gerusalemme: secondo Israele l’attentatore è di Hamas

Autore: Redazione MTV News Data: 23 ottobre 2014 Commenta

Auto contro una fermata del tram, muore una neonata. Sette feriti

Milano, 23 ott. (TMNews) - Secondo il governo israeliano il palestinese che ha investito con la sua auto otto persone a una fermata del tram a Gerusalemme, uccidendo una neonata, fa parte del movimento islamista Hamas. La bambina di tre mesi uccisa era una cittadina statunitense, secondo quanto riferisce il Jerusalem Post. Dei sette feriti, due versano in gravi condizioni. L'attentatore, un ventunenne, era stato bloccato da un poliziotto che aveva aperto il fuoco ferendolo mentre tentava di fuggire a piedi. Immediatamente arrestato, è poi deceduto in ospedale. Com'era prevedibile, le autorità israeliane hanno annunciato una stretta nelle misure di sicurezza a Gerusalemme, dopo una notte di scontri, in particolare a Gerusalemme Est. Tolleranza zero contro ogni violenza. Questo l'impegno assunto dalle autorità e dal primo ministro Benjamin Netanyahu in una città sempre più sotto tensione. Questa mattina, militari e agenti israeliani hanno rafforzato la presenza e attività di controllo a Gerusalemme. A livello operativo, tutte le forze di sicurezza sono state rinforzate, in particolare le guardie di frontiera, le unità di pattugliamento e i reparti addetti all'ordine pubblico. http://www.haaretz.com/news/diplomacy-defense/1.622192

Il mistero del sottomarino in Svezia: "Violato nostro territorio"

Autore: Redazione MTV News Data: 23 ottobre 2014 Commenta
Il mistero del sottomarino in Svezia: Violato nostro territorio

Mosca accusa l'Olanda, ma viene smentita

Milano, 23 ott. (TMNews) - "Stiamo cercando qualcuno o qualcosa che ha violato l'integrità territoriale svedese. Questo è inaccettabile". Nonostante il duro commento, nella vaghezza dei termini usati dall'ammiraglio della Marina svedese Anders Grenstad c'è tutto il mistero che circonda la storia dell'introvabile sottomarino in Svezia. La Russia è la prima sospettata dello sconfinamento, ma Mosca ha negato che il mezzo avvistato faccia parte della dotazione navale russa e ha accusato i Paesi Bassi. Ma l'Olanda ha a sua volta smentito sostenendo che sì, la settimana scorsa c'è stata un'esercitazione navale in Svezia, ma si è conclusa prima dell'avvistamento del misterioso sottomarino. La Svezia intanto non smette di cercare.

"L'operazione di intelligence è andata avanti per 5 giorni e continuerà per un po' - ha assicurato l'ammiraglio - Abbiamo informazioni credibili e significative. Vorrei sottolineare che questa non è una caccia al sommergibile e lo scopo non è combattere una forza specifica".

http://www.riksdagen.se/en/

Ebola: guarito il cameraman della Nbc contagiato in Liberia

Autore: Redazione MTV News Data: 22 ottobre 2014 Commenta
Ebola: guarito il cameraman della Nbc contagiato in liberia

Croce Rossa: serviranno quattro mesi per contenere l'epidemia

Milano, 22 ott. (TMNews) - Qualche speranza sul fronte dell'Ebola. Il cameraman della televisione americana Nbc, contagiato dal virus Ebola in Liberia, è guarito. Di ieri la notizia della guarigione anche di un'infermiera spagnola, la prima contagiata fuori dall'Africa. Ashoka Mukpo, che copriva per conto dell'Nbc l'epidemia di Ebola in Liberia, potrà tornare a casa già oggi, ha indicato un comunicato del Nebraska Medical Center dove è stato curato. "Un test del sangue negativo ha confermato che che Ashoka Mukpo non ha più tracce del virus e quindi può tornare a casa", aggiunge l'ospedale. Ashoka Mukpo è il secondo paziente ad essere stato curato in questa unità. Il primo, il dottor Richard Sacra, è stato dichiarato guarito il 25 settembre. In questo ospedale sono state trattate 8 persone, l'unica deceduta il liberiano Thomas Eric Duncan. Oggi il presidente americano Barack Obama riceverà alla Casa Bianca Ron Klain, incaricato di coordinare la lotta contro il virus della febbre emorragica negli Stati Uniti e la risposta in Africa dell'Ovest, devastata dall'epidemia. Dal canto suo la Croce rossa ritiene che, qualora siano prese tutte le misure necessarie, occorreranno almeno quattro mesi per contenere l'epidemia. Lo ha dichiarato il direttore della Croce Rossa Internazionale, Elhadj As Sy, che ha avvertito oggi sull'alto "prezzo di un'inerzia". Ebola, che ha colpito soprattutto Liberia, Sierra Leone e Guinea, ha già fatto oltre 4.550 morti, secondo l'ultimo bilancio dell'Oms. As Sy ha elencato una serie di misure utili a tenere l'epidemia sotto controllo: tra queste, il responsabile della Croce Rossa ha citato "un buon isolamento, un giusto trattamento dei casi confermati, una buona, sicura e degna sepoltura delle persone decedute". "Sarà possibile, com'è stato possibile in passato, contenere questa epidemia entro quattro o sei mesi", se ci sarà una risposta adeguata, ha aggiunto As Sy. "Penso che questa sia la nostra prospettiva migliore e dobbiamo fare tutto il possibile per mobilitare risorse e capacità affinché si realizzi", ha insistito il direttore della Croce rossa internazionale. http://www.washingtonpost.com/world/ebola-epidemic/2014/10/08/8ceab566-4f00-11e4-8c24-487e92bc997b_gallery.html

Miliziani Isis catturano armi Usa paracadutate ai curdi di Kobane

Autore: Redazione MTV News Data: 22 ottobre 2014 Commenta
Miliziani Isis catturano armi Usa paracadutate ai curdi di Kobane

Il Pentagono sta verificando l'autenticità di un video sul web

Milano, 22 ott. (TMNews) - Il Dipartimento della Difesa americano sta verificando l'autenticità di un video che mostra i miliziani dello Stato islamico che si impossessano di alcune casse paracadute dagli aerei statunitensi e contenenti armi destinate ai combattenti curdi in Siria. Nelle immagini si vede un carico di armi, munizioni e medicinali paracadutato dall'aviazione Usa, destinato ai peshmerga curdi assediati a Kobane, caduto nelle mani delle milizie dello Stato islamico. Il video diffuso sui siti islamisti mostra un miliziano mascherato e armato di kalashnikov passa accanto a una serie di casse imbragate a un paracadute, contenenti granate e razzi. Un secondo carico sarebbe stato distrutto dalle forze della coalizione per evitare che finisse in una zona controllata dalle milizie. Gli americani hanno paracadutato decine di casse contenenti materiale per i peshmerga che difendono la città di Kobane dall'assedio dello Stato Islamico. Un portavoce del ministero della Difesa ha dichiarato che la maggioranza del carico è finito nelle mani dei combattenti curdi. http://www.bbc.com/news/world-middle-east-29715044

Siria, 700 persone massacrate dall’Isis in tre giorni ad agosto

Autore: Redazione MTV News Data: 22 ottobre 2014 Commenta
Siria, 700 persone massacrate dall'Isis in tre giorni ad agosto

In rete video di una donna lapidata dai miliziani per adulterio

Milano, 22 ott. (TMNews) - Il peggiore massacro compiuto dai jihadisti dello Stato islamico risale allo scorso agosto: stando a quanto riportato dal Washington Post, nell'arco di tre giorni i miliziani dell'Isis hanno soffocato la rivolta della tribù Shaitat di Abu Haman, nell'est della Siria, decapitando, crocifiggendo e giustiziando oltre 700 persone. Oggi la zona di Abu Hamam, nella provincia di Deir Ezzor, è abbandonata, con molti cadaveri ancora in attesa di sepoltura. La tribù sunnita Shaitat, una delle più grandi della Siria, ha combattuto a lungo contro i miliziani dell'Isis nella provincia di Deir Ezzor, al confine con l'Iraq, e sarebbe riuscita ad avere la meglio se lo Stato islamico non avesse preso il controllo di Mosul, in Iraq, lo scorso giugno. Secondo quanto raccontato dai ribelli, infatti, le armi americane catturate dall'Isis a Mosul hanno consentito ai jihadisti di avere la meglio sui ribelli sunniti, costretti a siglare un accordo di tregua a metà luglio. Sarebbero comunque "più di 1.000" i jihadisti dello Stato islamico (Isis) rimasti uccisi nei combattimenti in atto da metà settembre nella città curdo-siriana di Kobane. E' quanto si legge sull'account Twitter "Wikileaks Stato al Baghdadi", citato dall'emittente al Arabiya, in cui si riferisce anche del "tradimento" di uno dei luogotenenti del capo dell'Isis, Abu Bakr al Baghdadi, "sparito" dopo aver passato informazioni agli americani. Intanto, una donna è stata lapidata dai jihadisti dello Stato islamico nella provincia siriana di Hama. E' quanto scrive oggi sul proprio account Facebook l'Osservatorio siriano per i diritti umani, precisando di aver ricevuto una copia del video che mostra la lapidazione della donna, accusata di adulterio. Il video mostra il padre insieme ai combattenti dell'Isis che si rifiuta di perdonare la figlia fino a quando due combattenti vanno da lui e lo convincono a farlo perchè "sta andando da Allah". Rivolto alla donna, ripresa di spalle, il boia dice: "Devi accettare, anzi devi essere soddisfatta perchè questo è il giudizio di Allah per quello che hai fatto e che tu sai di avere fatto". Quindi le chiede: "Accetti il giudizio di Dio"? e la donna scuote la testa in senso affermativo. Il boia ordina allora di procedere ed è proprio il padre che lega la donna con una corda e la conduce nella buca scavata nel terreno per la lapidazione; quindi diversi uomini cominciano a lanciare numerose pietre contro di lei, anche il padre, fino a quando la donna muore. Durante la lapidazione, la donna si volta di schiena e ripete più volte, dietro loro ordine: "Dichiaro che non vi è altro Dio che Allah". http://www.bbc.com/news/24758587

Oms: sottostimato il numero dei casi Ebola nei Paesi più colpiti

Autore: Redazione MTV News Data: 22 ottobre 2014 Commenta
Oms: sottostimato il numero dei casi Ebola nei Paesi più colpiti

Ricercatori francesi mettono a punto test rapido per la diagnosi

Milano 22 ott. (TMNews) - L'Organizzazione mondiale della sanità (Oms) ha avvertito che i dati riguardanti il numero dei casi di virus Ebola nei tre Paesi più colpiti Guinea, Sierra Leone e Liberia), sono sottovalutati. L'Oms non ha fornito alcuna percentuale, limitandosi ad affermare che non tutti i casi vengono scoperti; il virus ha contagiato oltre 9.200 persone, con oltre 4.500 morti. Intanto, un gruppo di ricercatori francesi ha sviluppato un test diagnostico per il virus Ebola in grado di fornire un risultato entro quindici minuti: lo ha reso noto il Commissariato per l'energia atomica (Cea) francese. Il test, di formato identico a quello che si effettua per la gravidanza, è utilizzabile sul campo senza alcun materiale specifico a partire di una goccia di sangue, plasma o urine del paziente ed è in grado di rilevare il ceppo del virus responsabile dell'epidemia in Africa Occidentale (diverso da quello presente nella Repubblica Democratica del Congo). Un primo prototipo sarà disponibile alla fine di ottobre per la sperimentazione clinica sul terreno. Con i test attuali - basati sulla rilevazione genetica del virus e che vanno per forza effettuati in un laboratorio - occorrono circa due ore per ottenere un risultato. http://www.bbc.com/news/world-africa-28754546

Muore in incidente aereo De Margerie, il numero uno della Total

Autore: Redazione MTV News Data: 21 ottobre 2014 Commenta
Muore in incidente aereo De Margerie, il numero uno della Total

Lo schianto all'aeroporto Vnukovo di Mosca

Milano, 21 ott. (TMNews) - Christophe de Margerie, amministratore delegato della compagnia petrolifera francese Total, è morto in un incidente aereo a avvenuto all'aeroporto Vnukovo di Mosca. Poche ore prima il numero uno del gigante energetico d'okltralpe aveva incontrato il premier russo Dmitry Medvedev per discutere di investimenti in Russia.

Il jet privato su cui viaggiava si è schiantato con uno spazzaneve al momento del decollo. Oltre al top manager sono morti tre membri dell'equipaggio, anche loro francesi.

Secondo le prime ricostruzioni dell'incidente l'autista dello spazzaneve era ubriaco e al momento dello schianto la visibilità era ridotta a 350 metri. La dinamica dell'incidente sarebbe stata atroce: non c'è stato il tempo di scendere per le persone in cabina. Dopo lo scontro con lo spazzaneve il velivolo ha preso fuoco, ma non si è verificata alcuna esplosione.

http://www.it.total.com/it/

Calendario