MTV News

Nicolas Sarkozy arrestato dalla polizia anticorruzione francese

Autore: Redazione MTV News Data: 1 luglio 2014 Commenta
Nicolas Sarkozy arrestato dalla polizia anticorruzione francese

Francia sotto choc, mai un ex presidente era finito in custodia

Parigi 1 lug. (TMNews) - L'ex presidente francese Nicolas Sarkozy è stato posto in custodia cautelare dalla polizia francese di Nanterre, nell'ambito di un'inchiesta su un presunto caso di corruzione.

La custodia cautelare è una misura senza precedenti per un ex Presidente della Repubblica francese, e permetterà agli inquirenti di poter trattenere e interrogare Sarkozy per un periodo di 24 ore, eventualmente prorogabile di altre 24.

Gli inquirenti intendono in tal modo accertare se Sarkozy abbia cercato di ottenere delle informazioni da un alto magistrato su un'inchiesta sul suo conto in cambio della promessa di una carica di prestigio; nell'ambito della stessa inchiesta ieri erano stati arrestati l'avvocato di Sarkozy, un presunto intermediario, Thierry Herzog, e il giudice coinvolto, Gilbert Azibert, avvocato generale della Corte di Cassazione.

http://www.elysee.fr/

Raid israeliani contro Hamas e Jihad dopo uccisione dei 3 giovani

Autore: Redazione MTV News Data: 1 luglio 2014 Commenta
Raid israeliani contro Hamas e Jihad dopo uccisione dei 3 giovani

Colpiti 34 obiettivi e demolite le case dei presunti responsabili

Roma, 1 lug. (TMNews) - L'esercito israliano ha colpito la scorsa notte 34 obiettivi nella Striscia di Gaza, senza fare vittime, per rappresaglia ai razzi lanciati contro il sud di Israele. Un portavoce militare ha riferito di raid contro strutture di Hamas e Jihad islamica con l'obiettivo di "prevenire nuovi lanci di razzi contro Israele".

"Se l'obiettivo di Hamas è intensificare lo scontro, noi risponderemo di conseguenza", ha detto una fonte della sicurezza citata oggi dal Jerusalem Post. L'esercito israeliano, inoltre, ha demolito la scorsa notte le abitazioni dei due principali sospettati del sequestro dei tre adolescenti israeliani rapiti il 12 giugno scorso a Hebron e ritrovati morti ieri, poco lontano dal luogo del rapimento.

Stando a quanto riferito da testimoni, le case di Marwan Qawasmeh e Amer Abu Eishe, esponenti di Hamas a Hebron, sono state demolite con esplosivo. Le organizzazioni di difesa dei diritti umani ha sottolineato che si tratta della prima demolizione punitiva da quando Israele aveva messo fine a tale pratica, nel 2005.

"Un insensato atto di terrorismo contro giovani innocenti": con queste parole il presidente americano Barack Obama ha condannato "nei termini più forti possibile" l'uccisione dei tre adolescenti. Obama ha porto le più "sentite condoglianze" alle famiglie di Eyal Yifrah di 19 anni e di Naftali Fraenkel e Gilad Shaar, sedicenni. "Come padre non posso immaginare l'indescrivibile dolore che i genitori di questi ragazzi stanno vivendo", ha spiegato l'inquilino della Casa Bianca in una nota.

Obama ha offerto "il pieno sostegno a Israele e all'Autorità palestinese per trovare gli autori di questo crimine e portarli davanti alla giustizia". Il presidente ha incoraggiato entrambi a "continuare a lavorare in questo senso" e ha fatto pressione "su tutte le parti affinché si astengano dal compiere passi che potrebbero ulteriormente destabilizzare la situazione". La nota della Casa Bianca termina dicendo che "mentre gli israeliani gestiscono questa tragedia, hanno il pieno sostegno e l'amicizia degli Stati Uniti".

Ieri il viceministro della Difesa israeliano, Danny Danon, ha accusato Hamas di essere responsabile dell'omicidio e ha promesso di "estirpare" l'organizzazione estremista palestinese. "Gli israeliani hanno la volontà e la determinazione necessarie per sopportare la prova di una lunga operazione con l'obbiettivo di estirpare Hamas", ha affermato Danon in un comunicato. "Dobbiamo distruggere le case degli attivisti di Hamas, annientare i loro arsenali ovunque, fermare il flusso di denaro che direttamente o indirettamente tiene in vita il terrorismo, e far pagare un prezzo pesante all'intera leadership palestinese".

Hamas ha reagito dichiarando che qualunque offensiva israeliana "aprirà le porte dell'inferno". "Se gli israeliani si lanciano in una escalation o in una guerra, apriranno le porte dell'inferno su di loro", ha esclamato il portavoce Sami Abu Zuhri parlando all'agenzia Afp.

http://www.haaretz.com/

Usa, Beyoncé è la star più ricca e famosa al mondo

Autore: Redazione MTV News Data: 1 luglio 2014 Commenta
Usa, Beyoncé è la star più ricca e famosa al mondo

Lo rivela la classifica del magazine Forbes

New York, 1 lug. (TMNews) - Beyoncé è la celebrity più ricca e potente al mondo. Lo rivela la classifica compilata dal magazine Forbes che ogni hanno stabilisce i cento personaggi dello spettacolo più influenti scegliendoli tra cantanti, attori, scrittori, registi e personaggi televisivi.

A permettere alla cantante americana arrivare in cima alla vetta sono stati diversi fattori: dai 95 concerti che in media hanno portato nelle casse 2,4 milioni l'uno, al singolo "Drunk in Love" che ha venduto oltre un milione di copie. Tra il giugno 2013 e il giugno 2014 la moglie del cantante rap Jay-Z (fermo al sesto posto) ha guadagnato 115 milioni di dollari.

Al secondo posto c'è LeBron James, il giocatore di basket che di recente si è svincolato dalla sua squadra storica, i Miami Heat. Lo sportivo ha portato a casa 72 milioni di dollari. L'ultimo del podio è Dr. Dre che dopo il colossale accordo tra il suo gruppo Beats e Apple ha visto impennare le sue entrate. Negli ultimi 12 mesi ha guadagnato più di qualsiasi altra persona inserita nella "Celebrity 100" di Forbes: in tutto 620 milioni di dollari grazie ai 3 miliardi di dollari con i quali Cupertino ha rilevato la società che produce cuffie.

La celebrity in vetta alla classifica dello scorso anno - la presentatrice tv e attrice Oprah Winfrey - è scesa al quarto posto con 82 milioni di dollari. Al quinto posto un'altra star della tv, la presentatrice Ellen DeGeneres. Il primo tra i registi è Stephen Spielberg all'undicesimo posto, mentre nella top ten figurano le cantanti Rihanna (ottavo posto) e Katy Perry (nono).

http://www.forbes.com/sites/dorothypomerantz/2014/06/30/beyonce-knowles-tops-the-forbes-celebrity-100-list/

I 100 anni della Grande Guerra, l’anniversario divide la Bosnia

Autore: Redazione MTV News Data: 28 giugno 2014 Commenta
I 100 anni della Grande Guerra, l'anniversario divide la Bosnia

Per i serbi Gavrilo Princip è un eroe, per bosniaci un terrorista

Milano, 28 giu. (TMNews) - Gavrilo Princip per tutto il mondo è l'uomo che ha scatenato la prima guerra mondiale assassinando a Sarajevo il 28 giugno del 1914 l'erede al trono asburgico Francesco Ferdinando d'Asburgo sua moglie Sofia. Per i serbi invece il nazionalista è un eroe da celebrare in occasione del centesimo anniversario della Grande guerra con una statua commemorativa, scoperta durante una cerimonia a Sarajevo.

"I nostri padri ci hanno insegnato che Gavril è un martire - dice quest'uomo - ha lottato per la giustizia e la libertà di tutte le persone che vivono in Bosnia". Una posizione che divide la città nel giorno del ricordo dell'inizio di una guerra che ha provocato oltre 70 milioni di morti. Per i bosniaci e i croati la scintilla che scatenò il conflitto fu e resta un attentato terroristico e così viene ricordato nelle molteplici manifestazioni in ricordo della guerra, tutte boicottate dalle istituzioni serbe che hanno organizzato eventi alternativi. Il risultato è una città profondamente divisa nel giorno in cui il ricordo di una guerra vorrebbe lanciare un messaggio di pace per il futuro.

http://www.lagrandeguerra.net/

Esercito Iraq riprende Università Tikrit con offensiva dall’alto

Autore: Redazione MTV News Data: 27 giugno 2014 Commenta
Esercito Iraq riprende Università Tikrit con offensiva dall'alto

Operazione tesa a riconquistare la città presa dai jihadisti

Kirkuk (Iraq), 26 giu. (TMNews) - Le forze speciali dell'esercito iracheno hanno condotto un'offensiva dall'alto per riprendere il controllo strategico dell'università di Tikrit, città caduta in mano ai fondamentalisti sunniti.

Decine di militari hanno lanciato l'assalto in elicottero, e dopo avere combattuto con i militanti hanno riconquistato gli edifici universitari, in un'operazione tesa a riconquistare il controllo della città. I combattenti guidati dall'Isil (Stato islamico dell'Iraq e del Levante) hanno conquistato Tikrit, città che ha dato i natali all'ex dittatore Saddam Hussein, l'11 giugno scorso.

Le forze curde faranno di tutto per difendere Kirkuk, la città multiconfessionale ricca di petrolio che hanno occupato mentre erano impegnate a respingere l'offensiva jihadista. Lo ha dichiarato il presidente della regione autonoma del Kurdistan iracheno Massud Barzani.

Se necessario, "raccoglieremo tutte le nostre forze per difendere Kirkuk", ha detto Barzani che oggi ha visitato per la prima volta la città da quando le forze curde ne hanno preso il controllo il 12 giugno.

http://www.bbc.com/news/world-middle-east-28033684

I filo ortodossi russi fanno annullare concerto di Marilyn Manson

Autore: Redazione MTV News Data: 27 giugno 2014 Commenta
I filo ortodossi russi fanno annullare concerto di Marilyn Manson

Hanno fatto leva sulla legge che proibisce propaganda gay

Milano, 27 giu. (TMNews) - I filo ortodossi russi sono riusciti ad annullare un concerto di Marilyn Manson Novosibirsk. Ufficialmente l'esibizione è stata annullata per la coincidenza con alcune festività locali, secondo gli organizzatori dopo lunghe trattative era stato proposto di spostare il concerto dal 29 al 30, ma Marilyn Manson avrebbe detto no per precedenti impegni.

In realtà le polemiche sono andate avanti per settimane. Gli ortodossi in particolare hanno fatto ricorso all'ufficio del procuratore regionale, per una valutazione giuridica dell'impatto delle prestazioni di Manson sui minori facendo leva sulla legge che proibisce la propaganda gay fra i minori in Russia.

http://marilynmanson.com/

Meriam libera ma bloccata in Sudan, si rifugia in ambasciata Usa

Autore: Redazione MTV News Data: 27 giugno 2014 Commenta
Meriam libera ma bloccata in Sudan, si rifugia in ambasciata Usa

La donna accusata di aver rinnegato l'Islam

Milano, 27 giu. (TMNews) - Meriam è libera, ma per ora non può lasciare il Sudan. La 26enne cristiana si è rifugiata nell'ambasciata americana di Khartoum in attesa di capire quando e come potrà lasciare il Paese.

Dopo aver rischiato la condanna a morte per aver rinnegato l'Islam ed essersi convertita al cristianesimo, religione del marito, Meriam aveva ottenuto nei giorni scorsi la revoca della condanna ed era andata in aeroporto, pronta per partire. Qui è stata bloccata da 40 agenti che l'hanno fermata insieme ai due figli e al marito di nazionalità statunitense per controllare i documenti.

http://africanarguments.org/category/making-sense-of-sudan/

Ue, vertice cruciale per agenda dei prossimi 5 anni e nomine

Autore: Redazione MTV News Data: 26 giugno 2014 Commenta
Ue, vertice cruciale per agenda dei prossimi 5 anni e nomine

Leader dei 28 oggi a Ypres e domani a Bruxelles, Cameron isolato

Bruxelles, 26 giu. (TMNews) - Comincia oggi pomeriggio a Ypres, presso la frontiera nord occidentale del Belgio con la Francia, un vertice dei capi di Stato e di governo cruciale per il futuro immediato dell'Ue, viste le decisioni che i leader dovranno prendere sulle priorità per i prossimi cinque anni di "governo" della Commissione europea e sulla designazione del nuovo presidente della stessa Commissione. Il vertice, che proseguirà domani a Bruxelles, comincerà con l'arrivo a Ypres dei capi di Stato e di governo alle 16.30, e una cerimonia commemorativa del centenario dell'inizio della prima guerra mondiale, prevista alle 17.30.

A Ypres si svolsero, a partire dall'ottobre 1914, una serie di importanti battaglie della Grande Guerra, innescata dall'attentato di Sarajevo del 28 giugno 1914, in cui fu ucciso il duca Francesco Ferdinando, erede al trono austro-ungarico. La guerra era cominciata il 4 agosto con l'ingresso delle truppe tedesche nel Belgio neutrale. Da Ypres, circondata oggi da 170 cimiteri militari, deriva anche il nome della famigerata Yprite, il letale "gas mostarda" lanciato per la prima volta dai tedeschi contro le trincee nemiche nel luglio 1917. Ma la cittadina martire del Fronte Occidentale è famosa anche per la "tregua di Natale" del 1914 fra le truppe tedesche, britanniche e francesi, un episodio altamente simbolico per l'Europa unita di oggi.

Il vertice Ue entrerà nel vivo con la cena di lavoro informale che si svolgerà a partire dalle 18.45. Il presidente del Consiglio europeo, Herman Van Rompuy, ha organizzato i lavori in modo che i leader dei Ventotto concentrino le loro discussioni nella prima giornata sulle "priorità e l'agenda strategica dell'Ue nei prossimi cinque anni". L'accento del documento, in realtà piuttosto generico nelle sue enunciazioni di principio, è posto soprattutto su quattro grandi temi: crescita, occupazione e competitività; giustizia, lotta al crimine organizzato, ai trafficanti e al terrorismo, tutela dei diritti fondamentali dei cittadini; sicurezza energetica e lotta al cambiamento climatico; politica estera con riferimento in particolare alla situazione in Ucraina (è invitato anche il presidente ucraino Poroshenko).

http://europa.eu/index_it.htm

Sylvester Stallone rimette la mimetica a 68 anni: sarà "Rambo V"

Autore: Redazione MTV News Data: 25 giugno 2014 Commenta
Sylvester Stallone rimette la mimetica a 68 anni: sarà Rambo V

La sua personale versione di "Non è un Paese per vecchi"

Milano, 25 giu (TMNews) - Adesso, che a darne l'ufficialità è stata la Splendid Film, non ci sono più dubbi: "Rambo V" si farà e a indossare i panni del veterano statunitense reduce dal Vietnam sarà ancora, ovviamente, Sylvester Stallone. Che a 68 anni non ha per niente intenzione di deporre le armi, soprattutto adesso che in Messico c'è da combattere un cartello. Sarà questo, infatti, lo scenario in cui si muoverà Sly, il quale sarà anche sceneggiatore del sequel prodotto da Avi Lerner: un progetto affascinante che lo stesso Stallone ha definito come la sua personale versione di "Non è un Paese per vecchi".

Confermati dunque i rumors che si rincorrevano da tempo e che avevano scatenato pareri contrastanti tra i fan della saga. Dopo John Rambo, il quarto capitolo della serie uscito nel 2008, in molti avevano sollevato diverse critiche a una pellicola capace comunque di incassare 113 milioni di dollari in tutto. Ma se per alcuni il vecchio Rambo avrebbe raggiunto l'età per guadagnarsi finalmente il meritato riposo, sono molti di più i fan del soldato statunitense che aspettano con ansia di vederlo tornare sul grande schermo per la quinta volta.

http://www.splendid-film.de/ceemes/?page/show/337

Ucraina, Putin ferma l’esercito russo

Autore: Redazione MTV News Data: 25 giugno 2014 Commenta
Ucraina, Putin ferma l'esercito russo

Poroshenko: primo passo verso la pace

Milano, 25 giu. (TMNews) - Putin ferma l'esercito in Ucraina. Da oggi la Russia non potrà più intervenire militarmente in Ucraina, in uno sviluppo che il presidente Petro Poroshenko ha salutato come primo "vero passo" verso la pace e che davvero sembra preannunciare la distensione dopo mesi di progressivo avvitamento internazionale della crisi scoppiata con l'annessione della Crimea e che ha poi contagiato tutto il Sud-Est ucraino.

Come richiesto da Vladimir Putin con una lettera, il Consiglio della Federazione russa domani revocherà formalmente l'autorizzazione al ricorso all'esercito in territorio ucraino, la delibera n. 48 approvata il 1 marzo, che in teoria apriva la strada a una invasione del Paese ex sovietico.

Putin avrebbe inoltrato la missiva al capo del Senato, la fedelissima Valentina Matvyenko (che ha subito discusso la decisione con il capo del parlamento ucraino Turchinov) prima di volare a Vienna, dove ha incassato la firma per la costruzione del tratto austriaco del gasdotto South Stream "e la sua ulteriore valorizzazione", altro capitolo del braccio di ferro con l'Europa, su cui il Cremlino spera di trovare spiragli proprio in nome del compromesso e della pacificazione.

L'apertura di Putin oggi è stata motivata con la necessità di "normalizzare la situazione nel Sud Est dell'Ucraina" e messa in relazione con "l'inizio dei colloqui tripartiti" tra Russia, Ucraina e Ue. Dopo i primi commenti scettici, ora Mosca si mostra ottimista. Probabilmente anche perchè, oltre ai mediatori internazionali, ai colloqui di Donetsk ieri hanno partecipato svariate personalità ucraine che Putin considera fidate: il politico e businessman Vladimir Medvedchuk in primis, oltre all'ex presidente Leonid Kuchma, figura di riferimento per le forze politiche ed economiche dell'Est ucraino legate al Cremlino.

Insomma, un quadro che lascia sperare una veloce de-escalation e che certo segnala la volontà sia da parte ucraina che da parte russa di chiudere la partita con qualcosa che assomigli a un pareggio: Crimea alla Russia, Kiev sulla via dell'integrazione con l'Ue, Europa sollevata dall'aver infine evitato la partizione dell'Ucraina e di avere ora la possibilità di ricomporre anche il problema del gas ucraino.

Calendario

  • novembre: 2014
    L M M G V S D
    « ott    
     12
    3456789
    10111213141516
    17181920212223
    24252627282930