MTV News

F-35, Pinotti: Italia non comprerà niente che non sia sicuro

Autore: Redazione MTV News Data: 16 luglio 2014 Commenta
F-35, Pinotti: Italia non comprerà niente che non sia sicuro

Il Pentagono: i caccia possono tornare a volare

Farnborough, 16 lug. (TMNews) - L'Italia non comprerà gli F35 se gli aerei non saranno più che sicuri. Lo ha affermato il ministro della difesa Roberta Pinotti dopo gli ultimi problemi tecnici che ci sono stati per i nuovi cacciabombardieri.

"Esiste un atteggiamento di grande trasparenza - ha detto Pinotti all'Air show di Farnborough - e sappiamo che è un progetto tecnologico complesso. E' ovvio che se ci sono dei problemi devono essere risolti: non acquisteremo niente che non sia più che sicuro per i piloti e in grado di funzionare".

Intanto il Pentagono ha annunciato che gli F-35 possono tornare a volare. L'intera flotta era stata fermata 10 giorni fa in attesa di chiarire le cause del guasto al motore di un F-35 in Florida, in fase di decollo. A causa dello stop al volo, è stato fermato anche il trasporto di quattro velivoli F-35B verso la Gran Bretagna, dove avrebbero dovuto fare la prima apparizione ufficiale alla Royal International Air Tattoo.

http://www.difesa.it/Pagine/default.aspx

Pistorius ubriaco e attaccabrighe, cacciato da una discoteca

Autore: Redazione MTV News Data: 16 luglio 2014 Commenta
Pistorius ubriaco e attaccabrighe, cacciato da una discoteca

Incidente in un club a Johannesburg riportato da The Star

Johannesburg, 16 lug. (TMNews) - Oscar Pistorius, il campione paralimpico sotto processo da marzo con l'accusa di avere ucciso la fidanzata nel 2013, è stato cacciato da una discoteca, dopo avere discusso ed essere venuto alle mani con alcuni clienti perché "alticcio". L'incidente - riportato dal quotidiano di Johannesburg The Star - è stato confermato dalla portavoce della famiglia Pistorius, Anneliese Burgess, secondo la quale l'atleta 27enne "è stato aggredito con ferocia" su questioni riguardanti il processo.

Secondo The Star, che pubblica la storia in prima pagina, Pistorius si trovava in una saletta vip di un locale alla moda di Johannesburg, quando ha avuto un diverbio con un altro cliente, Jared Mortimer, che gli è stato presentato da un amico. Mortimer ha raccontato al giornale che il campione ha accusato alcuni amici di essersi comportati male con lui. "Stavamo per bere tequila e mi ricordo di avere posato il bicchiere perché mi sono detto che non potevo bere mentre ascoltavo i miei amici venire insultati in quel modo", ha aggiunto. Pistorius si sarebbe allora surriscaldato e avrebbe dato una spinta a Mortimer.

"Si è avvicinato al mio viso e in quel momento l'ho spinto per allontanarlo", ha raccontato, mentre "Blade Runner" sarebbe inciampato su una sedia dietro di lui e caduto a terra. Per fortuna nell'area vip del club a Sandton, un sobborgo di lusso a nord di Johannesburgh, le tendine erano tirate giù e nessuno ha visto la scena. Ma subito dopo Pistorius ha litigato con un altro uomo e ai buttafuori è stato chiesto di farlo uscire perché stava creando problemi, secondo Mortimer. Un altro cliente del locale ha raccontato che Pistorius era "ubriaco marcio".

http://www.iol.co.za/the-star

Jean-Claude Junker eletto presidente della commissione europea

Autore: Redazione MTV News Data: 16 luglio 2014 Commenta
Jean-Claude Junker eletto presidente della commissione europea

A Marine Le Pen: "Grazie di non votarmi, lei è odio che esclude"

Milano, 16 lug. (TMNews) - Jean-Claude Juncker è stato eletto presidente della prossima commissione europea. Il candidato dal Ppe ma sostenuto anche da socialisti e liberali ha ottenuto 422 voti a favore, 250 contrari, 47 astenuti e 10 schede nulle, ben più della maggioranza assoluta richiesta. Juncker si era presentato a Strasburgo prima del voto con un discorso forte rivendicando con orgoglio il proprio europeismo, richiamandosi ai grandi modelli di Jacques Delors, François Mitterrand e Helmuth Kohl.

L'ex premier lussemburghese ha rivendicato le conquiste dell'Ue, che ha portato la pace e poi la "riunificazione della storia e della geografia" con l'arrivo dei paesi dell'Est. Juncker poi ha sfidato i conservatori britannici e la destra euroscettica e xenofoba. "Grazie, Madame Le Pen, per non votarmi. Non voglio il sostegno di chi respinge e dell'odio che esclude. Grazie", ha detto Juncker.

Quanto alla politica economica, l'ex presidente dell'Eurogruppo ha promesso un ambizioso piano europeo per gli investimenti pubblici e privati da 300 miliardi di euro, da varare entro l'inizio del 2015.

http://ec.europa.eu/index_it.htm

Israele riprende i raid sulla Striscia. Lieberman: prendiamo Gaza

Autore: Redazione MTV News Data: 16 luglio 2014 Commenta

Bombardamenti dopo il "no" di Hamas alla proposta di tregua

Milano, 16 lug. (TMNews) - Dopo il "no" alla tregua da parte di Hamas, Israele ha ripreso a bombardare la Striscia di Gaza. Lo Stato ebraico aveva accettato una proposta egiziana di cessate-il-fuoco, rifiutata però dal movimento palestinese che ha continuato a lanciare razzi dalla Striscia. Così, dopo poche ore sono ripresi anche i bombardamenti sulla Striscia.

Un primo raid dell'aviazione israeliana ha colpito la città di Khan Yunes, nel Sud della Striscia, e un secondo il quartiere di Zeitun, nell'Est di Gaza. Il ministro degli Esteri Avigdor Lieberman, falco dell'amministrazione Netanyahu, ha invitato ad andare fino in fondo, fino alla conquista di Gaza stessa.

Da parte sua Hamas, per una tregua, esige la fine dei bombardamenti, la revoca del blocco imposto a Gaza dal 2006, l'apertura del valico di frontiera di Rafah e il rilascio di tutti i prigionieri come previsto nell'accordo di scambio con il soldato israeliano Gilad Shalit.

http://www.haaretz.com/#!

Iran, Kerry a Vienna: Ancora divergenze significative

Autore: Redazione MTV News Data: 14 luglio 2014 Commenta
Iran, Kerry a Vienna: Ancora divergenze significative

I tempi stringono per un accordo sul nucleare

Milano, 14 lug. (TMNews) - Il tempo stringe, ma un accordo sul nucleare iraniano sembra ancora molto lontano. Il segretario di Stato americano John Kerry è arrivato a Vienna per cercare di sbloccare i difficili negoziati, ad otto giorni alla scadenza del termine per un accordo definitivo. Arrivato da Kabul, Kerry affiancherà i negoziatori iraniani e quelli del 5+1 (Usa, Gb, Francia, Russia, Cina e Germania) che discutono aspramente da inizio mese.

"Abbiamo ancora alcune divergenze molto significative,- ha detto Kerry - quindi dobbiamo vedere se potremo fare alcuni progressi". "Se l'Iran è in grado di fare le scelte giuste - aveva detto alcuni giorni il segretario di Stato americano - ci saranno conseguenze positive per il suo popolo e per la sua economia. Le aziende potranno tornare in Iran che avrebbe un accesso maggiore al sistema finanziario internazionale. E la sua economia comincerebbe a crescere in maniera significativa".

http://www.state.gov/

Gaza, migliaia in fuga dopo il via alle operazioni di terra

Autore: Redazione MTV News Data: 13 luglio 2014 Commenta
Gaza, migliaia in fuga dopo il via alle operazioni di terra

Israele: lasciate le case. Palestinesi si rifugiano in sedi Onu

Gaza, 13 lug. (TMNews) - È scattata la nuova fase del conflitto tra Israele ed Hamas, quella delle operazioni di terra, e decine di migliaia di civili sono in fuga. "Chiediamo ai civili di lasciare immediatamente le proprie case e spostarsi" è l'invito che l'esercito israeliano rivolge tramite volantini alla popolazione del Nord della Striscia di Gaza, coinvolto dall'offensiva. Migliaia cercano rifugio nelle scuole gestite dall'Agenzia Onu per i rifugiati palestinesi. "Non ci sono posti sicuri a Gaza - spiega il portavoce dell'organizzazione a Gaza, Adnan Abu Hasra - ma questo è un palazzo delle Nazioni Unite quindi speriamo sia un luogo sicuro".

Al varco di Erez, al confine tra Gaza e Israele, i cittadini con il doppio passaporto si preparano alla partenza. "Stiamo andando in America: siamo venuti a Gaza per una visita e dopo 20 giorni dobbiamo abbreviare il viaggio a causa della guerra" spiega Lana, cittadina statunitense e palestinese. "Hanno detto alle persone di lasciare le loro case ma non sanno dove andare. Sono felice di tornare a casa mia ma anche triste e arrabbiata per chi è bloccato qui" aggiunge Rawan.

La diplomazia internazionale lavora per trovare una tregua. Al sesto giorno di raid aerei israeliani sulla Striscia di Gaza le vittime sono oltre 160 e i feriti più di mille.

http://www.haaretz.com/

http://www.bbc.co.uk/news/world-middle-east-28282291

http://www.maannews.net/eng/

Vescovi donna nella Chiesa anglicana inglese: il Sinodo decide

Autore: Redazione MTV News Data: 13 luglio 2014 Commenta
Vescovi donna nella Chiesa anglicana inglese: il Sinodo decide

Religiosi riuniti a York per una scelta storica

Milano, 13 lug. (TMNews) - La Chiesa d'Inghilterra fa i conti con la controversa questione delle donne vescovo. Il tema divide da decenni favorevoli e contrari: in Inghilterra dal 1992 le donne possono fare il pastore ma la proposta di farle anche vescovo nel 2012 è stata rifiutata. Ora è arrivato il momento di prendere una decisione storica: il compito è affidato al Sinodo Generale dei religiosi anglicani inglesi riunito a York.

I conservatori, contrari alla proposta, dicono che solo gli uomini possono fare i preti e i vescovi perchè rappresentano Gesù Cristo in Terra. I favorevoli controbattono che le donne vescovo sono un'icona, un simbolo dell'uguaglianza dei due generi agli occhi di Dio.

"E' fuori dal tempo che un'istituzione come la Chiesa d'Inghilterra, una Chiesa nazionale, sia ancora oggi diretta da soli uomini - dice Rose Hudson-Wilkin, cappellano dello speaker della Camera dei Comuni - un sì sarebbe un terremoto perchè le altre province guardano a noi come apripista del cambiamento".

Rispetto al 2012 la situazione è cambiata. È cambiato l'arcivescovo di Canterbury, massima autorità della confessione anglicana inglese: Justin Welby si è espresso in favore di un "cambiamento culturale di massa" e ha chiesto un contributo per risolvere la questione ad esperti che hanno lavorato ai colloqui di pace in Irlanda del Nord.

Se il voto sarà favorevole, la decisione deve essere discussa in Parlamento, approvata dalla regina Elisabetta II e tornare al Sinodo a novembre per l'approvazione formale. La Chiesa d'Inghilterra è la più importante, la "madre" della altre comunità anglicane nel mondo, che contano 80 milioni di fedeli in 165 Paesi: in alcuni, come Stati Uniti e Australia, ci sono già dei vescovi donna.

http://www.churchofengland.org/about-us/structure/general-synod.aspx

http://anglican.org/church/ChurchHistory.html

A Gaza la guerra va avanti: oltre 120 morti

Autore: Redazione MTV News Data: 12 luglio 2014 Commenta
A Gaza la guerra va avanti: oltre 120 morti

Colpito un orfanotrofio, Hamas rifiuta la tregua

Milano, 12 lug. (TMNews) - A Gaza la guerra va avanti, il quinto giorno dell'offensiva israeliana per fermare il lancio di razzi palestinesi ha un pesante bilancio di sangue. Le vittime sono almeno 127. I feriti sarebbero circa 900, ma sono cifre che si aggiornano di ora in ora. I palestinesi sostengono che un missile di Tel Aviv ha colpito un orfanotrofio uccidendo tre bambine.

L'operazione "Barriera protettiva" lanciata martedì scorso, però non finisce qui. Il timore è che la situazione possa precipitare da un momento all'altro con un'offensiva israeliana via terra. Per contro, Hamas reagisce con una pioggia di razzi: ne sono caduti numerosissimi, in una serie di aree del sud e del centro dello Stato ebraico e minaccia anche i voli civili sull'aeroporto di Ben Gurion, a Tel Aviv.

Sul fronte diplomatico al Cairo si lavora al tentativo di consolidare l'accordo che impegna Israele e Hamas a rispettare l'intesa di cessate il fuoco siglata tra le due parti nel 2012. Alla bozza per la tregua, preparata dall'Egitto, Hamas ha già detto no, mentre Israele vuole analizzare i contenuti del testo.

http://freepalestine.noblogs.org/

F-35 ancora a terra, diserta prima apparizione ad air-show in Gb

Autore: Redazione MTV News Data: 12 luglio 2014 Commenta
F-35 ancora a terra, diserta prima apparizione ad air-show in Gb

Non sarà a Fairford, inchiodato al suolo per ragioni di sicurezza

Roma, 12 lug. (TMNews) - Il caccia americano F-35, ancora inchiodato al suolo per ragioni di sicurezza, ha disertato il Royal International Air Tatoo di Fairford, nel Regno Unito, mancando la sua prima, prevista, apparizione internazionale e creando un nuovo imbarazzo per il programma militare più costoso degli Stati Uniti.

Anche se dovesse essere immediatamente autorizzato al volo, l'aereo non farebbe in tempo a raggiungere la località britannica, ha riconosciuto Lorraine Martin, direttore del programma del costruttore americano Lockheed Martin, che ha tuttavia espresso la speranza che gli F-35 possano volare in Inghilterra nei prossimi giorni.

L'intera flotta degli F-35 americani è ancora bloccata a terra, per decisione delle autorità competenti Usa, dopo l'incendio divampato a bordo di uno dei velivoli a fine giugno. "L'insieme delle prove mostra che si è probabilmente trattato di un caso isolato e non generale", ha affermato Frank Kendall, vice segretario alla Difesa. "Ma al momento non ne abbiamo alcuna certezza", ha aggiunto.

http://www.jsf.mil/

Gaza, 210 raid di Israele in 24 ore e 194 razzi lanciati da Hamas

Autore: Redazione MTV News Data: 11 luglio 2014 Commenta
Gaza, 210 raid di Israele in 24 ore e 194 razzi lanciati da Hamas

Il movimento islamista minaccia: pronti a combattere per mesi

Gerusalemme, 11 lug. (TMNews) - L'aviazione israeliana ha condotto 210 raid in 24 ore nella Striscia di Gaza: 50 sono stati compiuti questa notte contro obiettivi legati al movimento radicale palestinese Hamas. Tra gli obiettivi colpiti ci sono 81 siti utilizzati per il lancio di razzi, tunnel, postazioni di controllo, basi logistiche e di comando di Hamas, uffici governativi del movimento palestinese nella Striscia di Gaza. Nelle ultime 24 ore, inoltre, 194 razzi palestinesi sono stati lanciati da Gaza verso Israele: 43 di questi sono stati intercettati e distrutti dal sistema antimissile Iron Dome. Hamas sfida Israele con le parole del dirigente Mahmud a-Zahar: "Siamo pronti a combattere per mesi. Un cessate il fuoco - ha aggiunto - dovrà rispettare le nostre condizioni, come la rimozione del blocco di Gaza e la liberazione dei detenuti arrestati il mese scorso. Stiamo scrivendo una nuova pagina, e il nemico dovrà sottoscriverla". Poche ore prima Netanyahu aveva ribadito che una tregua non è in agenda. Obama, esprimendo la sua preoccupazione per l'escalation di violenze, si è invece offerto di mediare tra le due parti in conflitto. Intanto Israele continua i preparativi per un'operazione di terra a Gaza e sposta ai confini della Striscia tre brigate di fanteria. L'esercito è in allerta anche sul fronte settentrionale, al confine con il Libano: da lì sono partiti due razzi contro il nord del Paese, vicino alla città di Metullah. http://www.haaretz.com/news/diplomacy-defense/.premium-1.604437 http://www.ynetnews.com/home/0,7340,L-3083,00.html

Calendario