MTV News

L’Iraq ha un nuovo governo, Kerry: tappa fondamentale

Autore: Redazione MTV News Data: 9 settembre 2014 Commenta
L'Iraq ha un nuovo governo, Kerry: tappa fondamentale

Ma mancano i ministri dell'Interno e della Difesa

Milano, 9 set. (TMNews) - L'Iraq ha un nuovo governo. L'assemblea nazionale ha approvato l'esecutivo proposto da Haidar Abadi che è diventato così il nuovo premier. Guiderà un esecutivo in realtà per ora molto debole, in cui mancano incarichi fondamentali come il ministro dell'Interno e della Difesa, i due ruoli più importanti per un Paese che deve fronteggiare la violenza dello Stato islamico.

"Fratelli, il Paese si trova ad affrontare un attacco selvaggio le persone stanno aspettando noi. Non ci devono essere differenze fra di noi per origini, ruoli o nomi, perché la base del nostro lavoro è servire il Paese", ha detto Abadi rivolgendosi all'assemblea riunita e assicurando che i dicasteri mancanti saranno assegnati in una settimana.

Il nuovo governo di unità nazionale è stato salutato comunque come una tappa fondamentale per il futuro dell'Iraq dagli Stati Uniti. Il segretario di Stato John Kerry l'ha definito una pietra miliare per l'Iraq e per la lotta contro lo Stato Islamico. Kerry nei prossimi giorni sarà in Medioriente per creare una coalizione internazionale che metta fine alle violenze dei miliziani.

http://www.goi-s.com/

Burundi, suore italiane uccise: arrestate due persone

Autore: Redazione MTV News Data: 9 settembre 2014 Commenta
Burundi, suore italiane uccise: arrestate due persone

Lo ha reso noto il portavoce della polizia

Roma, 9 set. (TMNews) - Due persone sono state arrestate in Burundi in relazione alla brutale aggressione costata la vita a tre anziane suore italiane in un convento di Kamenge, comune alla periferia di Bujumbura. Lo ha annunciato il portavoce della polizia locale, Hermes Harimenshi, come riporta la stampa del Paese.

Le vittime sono state violentate e selvaggiamente assassinate nella notte tra domenica e lunedì e la notizia è stata confermata dalla Farnesina. Domenica pomeriggio "l'assassino ha sgozzato due religiose, suor Lucia Pulici (75 anni) e suor Olga Raschietti (83), prima di accanirsi su una delle due a colpi di pietra sul volto", aveva dichiarato il vice direttore generale della polizia del Burundi, generale Godefroid Bizimana. "Il corpo di una terza religiosa decapitata (suor Bernadetta Boggian, 79 anni) è stato scoperto tra le 2 e le 3 del mattino" nello stesso convento, aveva aggiunto.

Il colonnello Harimenshi nella giornata di ieri aveva inoltre reso noto che le tre religiose erano state stuprate. Appartenenti alla congregazione delle Missionarie di Maria (Saveriane), le vittime vivevano nel convento della parrocchia Guido Maria Conforti di Kamenge, a nord di Bujumbura. Secondo la diocesi di Parma, suor Lucia e suor Olga sono state uccise in un tentativo di rapina a opera di uno squilibrato. Tesi che la polizia del Burundi non sembra però propensa ad assecondare, visto che non è stato portato via nulla.

http://www.bbc.com/news/world-africa-29109137

Crisi marò, India: non ci opporremo al rientro di Latorre

Autore: Redazione MTV News Data: 9 settembre 2014 Commenta
Crisi marò, India: non ci opporremo al rientro di Latorre

L'ambasciatore Mancini firmerà garanzia per permesso di 2 mesi

Milano, 9 set. (TMNews) - Il governo indiano ha affermato che non si opporrà al rientro in Italia per motivi di salute del marò Massimiliano Latorre, bloccato in India assieme al collega Salvatore Girone dal febbraio 2012 con l'accusa di avere ucciso due pescatori perché scambiati per pirati.

La Corte suprema indiana ha esaminato l'istanza di rimpatrio presentata dai legali di Latorre, che la settimana scorsa è stato ricoverato in ospedale a New Delhi a causa di un attacco ischemico, e ha chiesto al governo indiano di fornire una risposta in vista della prossima udienza il 12 settembre.

"La richiesta è stata esaminata dalla corte, noi non ci opporremo", ha affermato il ministro degli Esteri indiano, la signora Sushma Swaraj. "Se la corte concederà il permesso di andare a casa per motivi di salute, noi non ci opporremo", ha aggiunto.

I commenti del ministro degli Esteri indiano Swaraj avvengono dopo che i legali di Massimiliano Latorre hanno dichiarato alla Corte suprema indiana che l'ambasciatore italiano in India, Daniele Mancini, firmerà una garanzia affinché il fuciliere di Marina ritorni in India entro due mesi.

Il tribunale ha esentato inoltre Latorre, 47 anni, dall'obbligo di firma presso il commissariato di polizia nella capitale indiana a causa delle sue condizioni di salute.

Latorre e Girone, attualmente ai domiciliari presso la sede dell'ambasciata italiana a Nuova Delhi, sono accusati di avere ucciso due pescatori mentre partecipavano a una missione anti-pirateria a bordo della petroliera Enrica Lexie, al largo delle acque dello Stato indiano meridionale del Kerala nel febbraio 2012.

http://www.gazzettadelsud.it/news/107420/Indian-govt-would-not-oppose-sick-marine-s-return.html

Farnesina: sono tre le suore missionarie uccise in Burundi

Autore: Redazione MTV News Data: 8 settembre 2014 Commenta
Farnesina: sono tre le suore missionarie uccise in Burundi

Il sindaco Kamenge: sono state uccise selvaggiamente

Milano, 8 set. (TMNews) - La Farnesina ha confermato che sono tre le suore missionarie uccise in un convento di Kamenge, nel Burundi. Suor Lucia Pulici, 75 anni, e suor Olga Raschietti, 83 sono state aggredite domenica pomeriggio nel loro convento di Kamenge, un quartiere settentrionale di Bujumbura, presso la parrocchia Guido Maria Conforti. Il convento sostiene un Centro per i giovani fondato dai Padri saveriani che promuove la convivenza tra etnie diverse. La terza missionaria, suor Bernardetta Boggian, 79 anni, è morta in un secondo momento, nella notte tra domenica e lunedì.

Il sindaco di Kamenge, Damien Baseka ha riferito che "le anziane religiose italiane che vivevano nel convento sono state uccise selvaggiamente". "Il sospetto killer è un giovane che poi è stato visto fuggire dal luogo verso le 17 (di ieri)", ha precisato Baseka.

Il ministro degli Esteri, Federica Mogherini, ha espresso la sua vicinanza e quella del governo alle famiglie delle vittime e all'ordine delle Missionarie di Maria Saveriane.

http://www.saveriane.it/

Obama svelerà mercoledì strategia Usa contro jihadisti in Iraq

Autore: Redazione MTV News Data: 8 settembre 2014 Commenta
Obama svelerà mercoledì strategia Usa contro jihadisti in Iraq

Ma precisa subito: niente truppe di terra

Milano, 8 set. (TMNews) - Il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, presenterà mercoledì la sua strategia contro gli estremisti sunniti dello Stato islamico dell'Iraq e della Grande Siria (conosciuti con le sigle Isis, Isil e Is). La nuova campagna contro il terrorismo, secondo i funzionari della Casa Bianca interpellati dal New York Times, potrebbe durare tre anni, oltre la fine del secondo mandato di Obama.

La prima fase è già in corso - sono stati effettuati circa 145 raid aerei nell'ultimo mese - per proteggere le minoranze etniche e religiose, e il personale statunitense - diplomatici, membri dell'intelligence e delle forze armate - presente in Iraq. Una campagna aerea progettata anche per fermare l'avanzata dell'Isis nel nord e nell'ovest del Paese.

La prossima fase, attesa dopo la formazione a Baghdad di un governo di unità nazionale che comprenda anche sunniti e curdi, dovrebbe prevedere un maggior impegno per addestrare, equipaggiare e consigliare le forze armate irachene, i combattenti curdi e, forse, anche i membri delle tribù sunnite intenzionate a combattere gli estremisti.

L'ultima, più difficile e controversa fase dell'operazione, ovvero colpire e distruggere i terroristi in Siria, potrebbe non essere completata prima dell'inizio della prossima amministrazione. Alcuni esperti del Pentagono credono che la campagna militare contro l'Isis possa durare almeno 36 mesi.

Obama presenterà alla nazione il suo piano contro gli estremisti sunniti con un discorso in cui rassicurerà sul fatto che non porterà l'America in una nuova guerra in Iraq, come ha ribadito ieri in un'intervista al programma "Meet the Press" sulla Nbc. Obama ha definito chiaramente l'obiettivo: "Indebolire l'Isis, restringere il suo territorio e in un'ultima analisi sconfiggerlo".

http://www.whitehouse.gov/

Marò, l’India accusa: pressioni per falsificare il verbale

Autore: Redazione MTV News Data: 8 settembre 2014 Commenta
Marò, l'India accusa: pressioni per falsificare il verbale

Sul rimpatrio Latorre i giudici: decida il governo

Milano, 8 set. (TMNews) - Il caso marò, si complica con nuove accuse dall'India: secondo il quotidiano Hindustan Times, i due fucilieri italiani cercarono di coprire il loro operato e chiesero al capitano della Enrica Lexie di falsificare il verbale e inviare una mail alle organizzazioni di sicurezza marittima internazionale con un resoconto dell'incidente, che sostenesse che i due pescatori erano armati.

La nuova accusa arriva nel giorno in cui la Corte Suprema di New Delhi avrebbe dovuto decidere sul ricorso presentato dalla difesa di Latorre perché il fuciliere di marina, colpito da una leggera ischemia nei giorni scorsi, potesse far ritorno in Italia.

I giudici indiani però pilatescamente se ne sono lavati le mani: "Sul rimpatrio decida il governo" hanno detto rinviando l'udienza al 12 settembre. Unica concessione, su richiesta della difesa, è l'esenzione per Latorre dall'obbligo di firma per due settimane.

http://www.hindustantimes.com/

Ucraina, la tregua non regge: si spara a Mariupol e Donetsk

Autore: Redazione MTV News Data: 7 settembre 2014 Commenta
Ucraina, la tregua non regge: si spara a Mariupol e Donetsk

Lunedì nuove sanzioni Ue contro Mosca

Milano, 7 set. (TMNews) - Il cessate il fuoco raggiunto tra Kiev e i separatisti pro-russi non ferma gli attacchi in Ucraina. Colpi di artiglieria sono stati sparati vicino all'aeroporto di Donetsk, mentre si segnalano bombardamenti a Mariupol sul mare di Azov. È la prima vittima da quando, due giorni fa, è stato siglato il cessate il fuoco.

La tregua in Ucraina, nonostante i proclami delle parti, scricchiola. I presidenti ucraino Petro Poroshenko e russo Vladimir Putin durante un nuovo colloquio telefonico si erano detti soddisfatti di come le parti in conflitto stessero rispettando globalmente, ma la realtà sul campo è ben diversa.

Il braccio di ferro fra Mosca e occidente inoltre è tutt'altro che archiviato. Lunedì dovrebbero essere formalizzate le nuove misure dell'Unione Europea contro la Russia, e Mosca risponde con delle chiare minacce: "Se la nuova lista di sanzioni della Ue entra in vigore - avverte il ministero degli esteri russo - ci sarà sicuramente una reazione da parte nostra".

http://www.worldaffairsjournal.org/blog/alexander-j-motyl/free-donetsk

Governo chiede a Corte suprema India rientro Latorre dopo malore

Autore: Redazione MTV News Data: 6 settembre 2014 Commenta
Governo chiede a Corte suprema India rientro Latorre dopo malore

Istanza presentata ieri, udienza lunedì 8 settembre

Roma, 6 set. (TMNews) - Da ambienti del Ministero della Difesa si apprende che è stata presentata ieri alla Corte Suprema indiana la richiesta di rientro in Italia del fuciliere Massimiliano Latorre per consentire un suo più rapido e completo ristabilimento a seguito del malore che ne ha reso necessario il ricovero ospedaliero a New Delhi. Una prima udienza della Corte è fissata per lunedì 8 settembre.

A seguito del malore di Latorre il ministro Roberta Pinotti si era recata immediatamente in India accompagnata da medici e legali italiani. Ieri la presentazione della richiesta.

http://www.difesa.it/Pagine/default.aspx

Scarlett Johansson è diventata mamma, è nata Rose

Autore: Redazione MTV News Data: 5 settembre 2014 Commenta
Scarlett Johansson è diventata mamma, è nata Rose

L'ha avuta dal compagno giornalista francese Romain Dauriac

Roma, 5 set. (TMNews) - La star americana Scarlett Johansson, vedette dell'ultimo successo di Luc Besson, "Lucy", ha dato alla luce una bambina e l'ha chiamata Rose. L'addetto stampa dell'attrice, Marcel Pariseau, ha confermato la notizia. Scarlett, lanciata nel firmamento di Hollywood da "Lost in Translation" di Sofia Coppola è stata sposata con l'attore canadese Ryan Reynolds ma si è separata due anni fa e ora ha un compagno francese, il giornalista Romain Dauriac, padre della piccola. Recentemente per Scarlett e Romain si era parlato di nozze. Secondo il "New York Post", l'attrice avrebbe svelato i suoi progetti matrimoniali durante una cena della nota conduttrice televisiva Usa Martha Stewart, nella sua tenuta di East Hampton. Scarlett avrebbe detto: "Non ho ancora organizzato nulla, sono una pessima organizzatrice, mi piace improvvisare". L'attrice, riguardo al matrimonio con Reynolds dal 2008 al 2011 aveva affermato che "è più facile stare con qualcuno che non è sotto i riflettori". E sul nuovo amore Romain: "Facciamo cose molto diverse ed è divertente, possiamo girare il mondo ma non abbiamo 'conflitti d'interesse o motivi di concorrenza in famiglia". http://www.imdb.com/name/nm0424060/

Unicef lancia nuovo rapporto: "Violenza sui bambini in aumento"

Autore: Redazione MTV News Data: 5 settembre 2014 Commenta
Unicef lancia nuovo rapporto: Violenza sui bambini in aumento

"Nascosta sotto gli occhi di tutti"

Roma, 4 set. (TMNews) - Nel mondo 120 milioni di ragazze sotto i 20 anni sono costrette a subire abusi sessuali. Un quinto delle vittime di omicidi è costituito da minori, mentre uno studente su tre è sistematicamente vittima di bullismo. Sono alcuni dei dati che emergono dal nuovo rapporto Unicef "Hidden in Plain Sight", la più ampia raccolta di dati di 190 paesi mai realizzata sulla violenza sui bambini. Il rapporto sottolinea uno sconcertante aumento di casi di abusi fisici, sessuali e psicologici - e rivela comportamenti che perpetuano e giustificano la violenza, tenendola "nascosta sotto gli occhi di tutti", ovunque nel mondo. Il rapporto Unicef documenta le violenze nei luoghi in cui i bambini dovrebbero essere al sicuro: le loro comunità, le scuole, la casa. Ecco i principali dati: del rapporto - Violenza sessuale: nel mondo circa 120 milioni di ragazze sotto i 20 anni (circa 1 su 10) - sono state costrette a subire abusi sessuali; 1 ragazza su 3 - con una relazione stabile - tra i 15 e i 19 anni (84 milioni) è stata vittima di violenza psicologica, fisica o sessuale da parte del marito o del partner. La prevalenza di violenza da parte del partner è del 70% o più nella Repubblica Democratica del Congo e in Guinea Equatoriale, e si avvicina o supera il 50% in Uganda, nella Repubblica Unita della Tanzania e in Zimbabwe. In Svizzera, secondo una ricerca nazionale sulle ragazze e i ragazzi tra i 15 e i 17 anni, rispettivamente, il 22% e l'8% ha subito almeno una volta una violenza sessuale con contatto fisico. La forma di abuso sessuale più comune per entrambi i sessi viene perpetrata attraverso la rete internet. - Omicidi: un quinto delle vittime per omicidio a livello globale sono bambini o giovani sotto i 20 anni, con 95.000 morti nel 2012. L'omicidio è la principale causa di morte tra i maschi tra i 10 e i 19 anni a Panama, Venezuela, El Salvador, Trinidad e Tobago, Brasile, Guatemala e Colombia. La Nigeria riporta il più alto numero di omicidi di bambini, 13.000. Nei paesi dell'Europa occidentale e del Nord America, gli Stati Uniti registrano il più alto tasso di omicidi. http://www.unicef.it/

Calendario