MTV News

Israele bombarda scuola dell’Onu a Gaza: vittime fra rifugiati

Autore: Redazione MTV News Data: 25 luglio 2014 Commenta
Israele bombarda scuola dell'Onu a Gaza: vittime fra rifugiati

Unicef: appello di raccolta fondi per l'emergenza nella Striscia

Gaza, 25 lug. (TMNews) - L'esercito israeliano ha colpito una scuola gestita dalle Nazioni Unite nel nord della Striscia di Gaza, provocando vittime e feriti fra i rifugiati. Lo ha riferito un corrispondente della France Presse.

Un responsabile Onu ha da parte sua confermato "molteplici vittime e feriti" nell'istituto di Beit Hanun, utilizzata come riparo da centinaia di palestinesi in fuga dalla massiccia operazione dell'esercito israeliano nell'area.

Per l'emergenza umanitaria a Gaza si mobilita anche l'Unicef. "Nessun bambino palestinese e israeliano dovrebbe soffrire l'impatto terrificante delle violenze delle ultime settimane. Con l'aggravarsi della crisi a Gaza la situazione è sempre più drammatica e disperata: 146 bambini e adolescenti sono morti (il 33% di tutti i civili uccisi) nella Striscia e molti altri sono rimasti feriti. Più di 100.000 persone (il 50% bambini) si sono rifugiate in 62 scuole dell'UNRWA e in 12 scuole pubbliche. Oltre 72.000 bambini hanno bisogno di sostegno psicologico. 85 scuole sono state danneggiate. 1,2 milioni di persone non hanno accesso sicuro all'acqua potabile" - ha detto il Presidente dell'Unicef Italia Giacomo Guerrera - "L'Unicef sta fornendo medicine salvavita, kit di pronto soccorso e acqua, supporta squadre di emergenza per il sostegno psicosociale dei bambini vittime della crisi e sta potenziando gli aiuti per la riparazione della rete idrica e fognaria".

"I bambini di Gaza hanno bisogno di tutto. Per questo lanciamo un appello di raccolta fondi per fare fronte ai bisogni umanitari stimati in 14,2 milioni di dollari", ha concluso il presidente Guerrera.

Per "Emergenza Gaza: salviamo i bambini ora" è possibile effettuare donazioni tramite il sito dell'organizzazione www.unicef.it.

http://www.unicef.it/

http://www.un.org/

Israele riprende i raid sulla Striscia. Lieberman: prendiamo Gaza

Autore: Redazione MTV News Data: 16 luglio 2014 Commenta

Bombardamenti dopo il "no" di Hamas alla proposta di tregua

Milano, 16 lug. (TMNews) - Dopo il "no" alla tregua da parte di Hamas, Israele ha ripreso a bombardare la Striscia di Gaza. Lo Stato ebraico aveva accettato una proposta egiziana di cessate-il-fuoco, rifiutata però dal movimento palestinese che ha continuato a lanciare razzi dalla Striscia. Così, dopo poche ore sono ripresi anche i bombardamenti sulla Striscia.

Un primo raid dell'aviazione israeliana ha colpito la città di Khan Yunes, nel Sud della Striscia, e un secondo il quartiere di Zeitun, nell'Est di Gaza. Il ministro degli Esteri Avigdor Lieberman, falco dell'amministrazione Netanyahu, ha invitato ad andare fino in fondo, fino alla conquista di Gaza stessa.

Da parte sua Hamas, per una tregua, esige la fine dei bombardamenti, la revoca del blocco imposto a Gaza dal 2006, l'apertura del valico di frontiera di Rafah e il rilascio di tutti i prigionieri come previsto nell'accordo di scambio con il soldato israeliano Gilad Shalit.

http://www.haaretz.com/#!

Gaza, 210 raid di Israele in 24 ore e 194 razzi lanciati da Hamas

Autore: Redazione MTV News Data: 11 luglio 2014 Commenta
Gaza, 210 raid di Israele in 24 ore e 194 razzi lanciati da Hamas

Il movimento islamista minaccia: pronti a combattere per mesi

Gerusalemme, 11 lug. (TMNews) - L'aviazione israeliana ha condotto 210 raid in 24 ore nella Striscia di Gaza: 50 sono stati compiuti questa notte contro obiettivi legati al movimento radicale palestinese Hamas. Tra gli obiettivi colpiti ci sono 81 siti utilizzati per il lancio di razzi, tunnel, postazioni di controllo, basi logistiche e di comando di Hamas, uffici governativi del movimento palestinese nella Striscia di Gaza. Nelle ultime 24 ore, inoltre, 194 razzi palestinesi sono stati lanciati da Gaza verso Israele: 43 di questi sono stati intercettati e distrutti dal sistema antimissile Iron Dome. Hamas sfida Israele con le parole del dirigente Mahmud a-Zahar: "Siamo pronti a combattere per mesi. Un cessate il fuoco - ha aggiunto - dovrà rispettare le nostre condizioni, come la rimozione del blocco di Gaza e la liberazione dei detenuti arrestati il mese scorso. Stiamo scrivendo una nuova pagina, e il nemico dovrà sottoscriverla". Poche ore prima Netanyahu aveva ribadito che una tregua non è in agenda. Obama, esprimendo la sua preoccupazione per l'escalation di violenze, si è invece offerto di mediare tra le due parti in conflitto. Intanto Israele continua i preparativi per un'operazione di terra a Gaza e sposta ai confini della Striscia tre brigate di fanteria. L'esercito è in allerta anche sul fronte settentrionale, al confine con il Libano: da lì sono partiti due razzi contro il nord del Paese, vicino alla città di Metullah. http://www.haaretz.com/news/diplomacy-defense/.premium-1.604437 http://www.ynetnews.com/home/0,7340,L-3083,00.html

Notte di terrore su Gaza, Israele colpisce oltre 300 obiettivi

Autore: Redazione MTV News Data: 10 luglio 2014 Commenta
Notte di terrore su Gaza, Islaele colpisce oltre 300 obiettivi

L'attacco è una risposta dei lanci di razzi di Hamas

Milano, 10 lug. (TMNews) - L'aviazione israeliana ha colpito nella notte almeno 300 bersagli nella Striscia di Gaza in risposta al lancio di razzi di Hamas verso Israele. Lo ha reso noto un portavoce dell'esercito: "Abbiamo colpito 322 obiettivi nella notte a Gaza, portando a 750 il numero totale di bersagli colpiti dall'esercito dall'inizio dell'operazione 'Barriera protettiva'", ha indicato Peter Lerner, portavoce dell'esercito. Secondo il portavoce sono stati colpiti tunnel e postazioni per il lancio di razzi, oltre che alcuni posti di commando di Hamas. "Proseguiremo la nostra operazione per mettere sotto pressione Hamas", ha precisato il portavoce israeliano, affermando che "un'operazione terrestre resta un'ipotesi possibile". "Sono stati richiamati altri 20mila riservisti ma un attacco terrestre sarà l'ultima opzione, unicamente se la giudicheremo necessaria". Hamas possederebbe circa altri 10mila razzi nella Striscia di Gaza, secondo l'esercito israeliano. Intanto i carri armati israeliani sono ammassati al confine tra il sud di Israele e Gaza, mentre il premier Benjamin Netanyahu è sotto pressione da parte dei falchi del suo governo per sferrare l'offensiva terrestre. http://www.un.org/apps/news/infocusRel.asp?infocusID=70&Body=Palestin&Body1=

Raid israeliani a Gaza: 12 palestinesi uccisi e 70 feriti

Autore: Redazione MTV News Data: 9 luglio 2014 Commenta
Raid israeliani a Gaza: 12 palestinesi uccisi e 70 feriti

Il governo israeliano richiama 40.000 riservisti



Gaza, 9 lug. (TMNews) - Dodici palestinesi sono morti e più di 70 sono rimasti feriti nei raid sferrati dall'aviazione israeliana sulla Striscia di Gaza.
Nel sud dell'enclave palestinese si è registrato il bilancio più pesante con sette morti e 25 feriti. "L'attacco israeliano ha colpito l'abitazione della famiglia al Kaware", ha spiegato all'Afp il portavoce dei servizi d'urgenza palestinese, Ashraf al Qodra, aggiungendo che dei bambini figurano fra i feriti, se non fra i morti.

Alcune ore prima, a Gaza City, quattro persone erano "state uccise in un raid israeliano che ha centrato un veicolo civile in un quartiere del centro", sempre secondo al Qodra. Uno dei corpi riconosciuto da dei parenti apparterrebbe a Mohammed Shaaban, 32 anni, un membro delle brigate Ezzedin al Qassam, ala armata di Hamas.

Hamas ha lanciato decine di razzi contro Israele che ha replicato con una vasta offensiva aerea contro l'enclave palestinese. Un alto responsabile israeliano ha riferito all'Afp che l'esercito era pronto a tutte le opzioni, compresa quella di una offensiva terrestre, per fermare il lancio di razzi contro il suo territorio.

Israele ha infatti autorizzato questa mattina l'esercito a richiamare fino a 40.000 riservisti in previsione di una possibile offensiva terrestre nella Striscia di Gaza. Lo hanno riportato i media israeliani. La decisione è stata presa dal gabinetto di sicurezza, guidato dal premier Benjamin Netanyahu, alcune ore dopo che l'esercito ha lanciato una vasta operazione aerea contro Hamas a Gaza per fermare gli attacchi con i razzi contro il suo territorio.

http://www.bbc.com/news/world-middle-east-28206556

Israele, raid su Gaza: drone uccide almeno 5 palestinesi

Autore: Redazione MTV News Data: 7 luglio 2014 Commenta
Israele, raid su Gaza: drone uccide almeno 5 palestinesi

Secondo Gerusalemme è stato evitato un nuovo attacco con razzi

Milano, 7 lug. (TMNews) - A poche ore dall'arresto di sei nazionalisti ebrei, fermati per l'omicidio del 17enne palestinese arso vivo vicino a Gerusalemme, un nuovo raid aereo israeliano condotto con un drone su Gaza ha causato la morte di almeno 5 palestinesi, di cui 2 militari, a est di Rafah. Altri due cittadini sono rimasti feriti. Secondo Israele è stato impedito un nuovo attacco contro lo Stato ebraico.

Il portavoce del servizio sanitario di Gaza, Ashraf al Qudra, ha confermato il bilancio dell'attacco.

Un testimone ha dichiarato che le vittime sarebbero presunti estremisti palestinesi, mentre i feriti dei semplici civili.

http://www.news24.com/World/News/Five-Gaza-militants-killed-by-Israel-drones-20140707

Spari su Israele e raid su Gaza: ancora scontri a Gerusalemme

Autore: Redazione MTV News Data: 3 luglio 2014 Commenta
Spari su Israele e raid su Gaza: ancora scontri a Gerusalemme

Undici palestinesi feriti in incursioni dell'aviazione israeliana

Gerusalemme, 3 lug. (TMNews) - Undici palestinesi sono rimasti feriti questa notte in almeno 15 raid aerei dell'aviazione israeliana sulla Striscia di Gaza, dopo alcuni colpi d'arma da fuoco sparati dal territorio palestinese sullo Stato ebraico. "I raid notturni hanno fatto undici feriti, di cui uno grave", ha confermato una fonte a Gaza.

Intanto, un razzo lanciato dalla Striscia di Gaza ha colpito un'abitazione a Sderot, provocando un danno al sistema generale di erogazione dell'energia elettrica in questa città del sud di Israele.

A Gerusalemme Est, anche questa mattina all'alba, sono proseguiti gli scontri tra le due parti, soprattutto nei quartieri di Shufat, dove martedì sera è stato rapito il sedicenne Mohammad Abu Khdeir, il cui cadavere è stato ritrovato poche ore dopo a ovest della città.

http://www.haaretz.com/

Rotta tregua in Medio Oriente. Raid israeliano su Gaza: 2 morti

Autore: Redazione MTV News Data: 16 novembre 2012 Commenta
Rotta tregua in Medio Oriente. Raid israeliano su Gaza: 2 morti

Nella notte almeno 130 bombardamenti. Hamas: 19 morti

Roma, 16 nov. (TMNews) - Due palestinesi sono stati uccisi questa mattina in un raid aereo israeliano nel nord della Striscia di Gaza: lo hanno riferito fonti sanitarie locali. Israele ha compiuto un raid aereo durante la visita del primo ministro egiziano Hisham Qadil. Lo Stato ebraico ha dunque infranto il cessate il fuoco proclamato questa mattina, per consentire l'arrivo in sicurezza del premier del Cairo, dopo avere denunciato il mancato rispetto della tregua da parte di Hamas. Intanto l'esercito israeliano ha cominciato a mobilitare 16.000 riservisti nel quadro dell'operazione "Pilastro di difesa" contro i gruppi armati nella Striscia di Gaza. Lo ha detto un portavoce militare. "Il processo è in corso, l'esercito sta distribuendo le cartoline precetto per 16.000 soldati riservisti", ha precisato il portavoce. Il ministro della Difesa israeliano, Ehud Barak, ha autorizzato il richiamo fino a 30.000 riservisti, che potranno essere mobilitati in ogni momento. "Stiamo estendo la campagna" militare a Gaza aveva detto ieri sera alla tv israeliana il portavoce dell'esercito Yoav Mordechai. Anche stamane l'aviazione israeliana ha compiuto nuovi violenti raid nella Striscia di Gaza, colpendo numerosi obiettivi sensibili: lo ha riferito il ministero dell'Interno di Hamas. "Ci sono stati almeno 130 raid nella notte", ha dichiarato il portavoce Islam Shahwan, facendo riferimento a "decine di incursioni" solo nelle prime ore del mattino. Secondo quanto si è appreso, gli israeliani hanno colpito e distrutto alcuni edifici amministrativi del ministero dell'Interno, in particolare quelli adibiti al rilascio e rinnovo dei passaporti nel quartiere di Tel al Hawa, a Gaza. Alcuni testimoni hanno riferito che sono stati colpiti anche alcuni centri di addestramento utilizzati dai gruppi armati palestinesi. Il portavoce dei servizi di pronto soccorso di Hamas, Adham Abu Selmiya ha confermato la morte di 19 palestinesi, tra cui alcuni bambini, negli ultimi due giorni. Altre 235 persone sono rimaste ferite. Fonti dell'esercito israeliano hanno confermato che i raid sul territorio palestinese "stanno proseguendo". "Undici razzi palestinesi sono stati lanciati dopo la mezzanotte di giovedì, 280 dall'inizio delle operazioni" militari israeliane. "Tra questi, 131 sono stati intercettati", ha aggiunto un portavoce. http://www.haaretz.com http://www.freegaza.org

Raid israeliani su Striscia Gaza: almeno 12 palestinesi uccisi

Autore: Redazione MTV News Data: 10 marzo 2012 Commenta
Raid israeliani su Striscia Gaza: almeno 12 palestinesi uccisi

Almeno 20 i feriti

Gaza, 10 mar. (TMNews) - Dodici palestinesi sono stati uccisi e altri venti sono rimasti feriti nel corso di una serie di raid condotti dall'esercito israeliano sulla Striscia di Gaza. Lo riferiscono fonti mediche palestinesi, secondo cui la maggior parte delle vittime sono combattenti palestinesi.

Sul fronte israeliano sono quattro le persone rimaste ferite, di cui una in modo grave, dai colpi sparati dalla Striscia. Secondo l'esercito israeliano, infatti, una quarantina di razzi e ordigni sono stati lanciati ieri sul territorio israeliano dalla Striscia di Gaza.

Questa escalation di violenza, la più sanguinosa dall'ottobre 2011, segue "l'eliminazione mirata" del segretario generale del gruppo radicale dei Comitati di resistenza popolare, Zouheir al-Qaissi, e di un altro importante responsabile del movimento, Mahmoud Hanani, uccisi ieri nella loro auto ad ovest di Gaza da un blitz israeliano.

http://edition.cnn.com/2012/03/06/world/asia/afghanistan-avalanches/index.html

Israele annuncia nuovi insediamenti dopo strage di coloni

Autore: Redazione MTV News Data: 13 marzo 2011 Commenta
Israele annuncia nuovi insediamenti dopo strage di coloni

Abu Mazen chiama Netanyahu, caccia all'uomo nella zona di Nablus

Roma, 13 mar. (TMNews) - Il governo israeliano ha deciso in nottata di andare avanti con la costruzione di centinaia di nuove unità abitative nelle colonie in Cisgiordania. La mossa, un ulteriore colpo ai negoziati di pace, è stata decisa in nottata come rappresaglia alla strage di una famiglia di coloni ultraortodossi di Itamar, non lontano da Nablus nel nord del territorio palestinese.

In particolare, scrive il quotidiano Haaretz, il comitato interministeriale che si occupa del piano insediamenti ha stabilito che saranno edificate 500 nuove abitazioni negli insediamenti di Gush Etzion, Ma'ale Adumim, Ariel e Kiryat Sefer. Alla riunione di governo hanno preso parte anche il premier Benjamin Netanyahu e il ministro della Difesa Ehud Barak.

Nella notte fra venerdì e sabato, una famiglia di coloni è stata sterminata nell'insediamento di Itamar. Oltre ai genitori, il 36enne Ehud Vogel e la moglie Ruth (35 anni), una bimba di tre mesi (Hadass) e due ragazzini di 3 e 11 anni (Elad e Yoav) sono stati trovati morti nei propri letti, straziati dalle pugnalate. A dare l'allarme sono stati gli altri tre figli, una ragazzina di 10 anni e due fratelli più piccoli, che sono riusciti a scappare correndo a chiamare i vicini.

http://www.haaretz.com/

Calendario