MTV News

Serie A, super Juventus: tre sberle alla Roma

Autore: Redazione MTV News Data: 6 gennaio 2014 Commenta
Serie A, super Juventus: tre sberle alla Roma

I bianconeri padroni del campionato e del calcio italiano

Milano, 05 gen (TMNews) - La Juventus vola verso il suo terzo scudetto consecutivo. I bianconeri battono 3-0 la Roma nel big match della 18esima giornata di Serie A, infilano la decima vittoria di fila in campionato e si laureano campioni d'inverno con un turno di anticipo: in classifica la squadra di Conte ha ora 8 punti di vantaggio sui giallorossi. Le reti portano la firma di Vidal, Bonucci e Vucinic su rigore. La Roma chiude in nove per le espulsioni di De Rossi e Castan.

Eppure la partenza della Roma non lascia immaginare il tracollo finale. I giallorossi cominciano con il piglio giusto, Ljajic spreca una ghiotta occasione su un contropiede portato avanti da Totti, ma come spesso accade in questi casi è la Juventus a colpire. Il merito va in gran parte a Carlos Tevez, che lavora con maestria un pallone nell'area di rigore giallorossa e vede l'inserimento di Vidal, prontamente servito. Il cileno arriva a tu per tu con De Sanctis e lo fredda con un destro sul primo palo. E' il 17', 1-0 Juventus. La squadra di Garcia prova a reagire, Buffon deve sporcarsi i guanti sulle conclusioni di Pjanic e Dodo dalla distanza. Il finale di tempo però è ancora di marca bianconera, con i padroni di casa vicini al raddoppio prima con Pogba - rimpallato il tiro del francese - e poi con Llorente, il cui destro dal limite finisce di un soffio sopra la traversa.

I campioni d'Italia trovano il raddoppio in avvio di ripresa approfittando di una dormita generale della difesa giallorossa. Pirlo calcia una punizione sulla trequarti, Bonucci irrompe sul secondo palo e, tutto solo, mette dentro in spaccata il 2-0. Questa volta i giallorossi accusano il colpo e nel finale di gara crollano anche psicologicamente. Garcia si gioca la carta Destro, in campo al 72' al posto di Totti, ma poco dopo De Rossi si fa espellere per un durissimo intervento su Chiellini. Passano altri due minuti e anche Castan rimedia il rosso per un netto fallo di mano in area: l'ex Vucinic, entrato al 60' al posto di Tevez, realizza il 3-0 dal dischetto. E' il gol che chiude la pratica. La Roma incassa la prima sconfitta in campionato e si lecca le ferite, i bianconeri possono guardare con fiducia al futuro: in Italia la squadra di Conte è ancora la più forte.

http://www.juventus.com/juve/it/welcome

Violenza negli stadi, Prandelli: calcio italiano rischia lo stop

Autore: Redazione MTV News Data: 13 dicembre 2013 Commenta
Violenza negli stadi, Prandelli: calcio italiano rischia lo stop

Per ct Nazionale Fifa e Uefa potrebbero prendere provvedimenti

Milano, 13 dic. (TMNews) - L'Italia è in ritardo sul tema della violenza e rischia grosso: è l'allarme lanciato dal ct della Nazionale di calcio Cesare Prandelli, commentando gli ultimi episodi di violenza fuori dagli stadi, in particolare quelli che si sono verificati a Milano per la partita del Milan con l'Ajax. "Non vorrei che, fra qualche anno, Fifa ed Uefa dicano stop al calcio italiano in Europa, così non dovremo più preoccuparci di chi passa il turno in Champions o in Europa League" ha detto l'allenatore nella sede della Federcalcio per i saluti di fine anno. "Siamo tutti coinvolti, dobbiamo migliorare culturalmente e nei comportamenti".

Augurandosi anche di vedere un calcio italiano senza troppi stranieri, il ct è tronato sul prossimo mondiale in Brasile. "Ai miei giocatori dico sempre, se dovete sognare fatelo in grande. E il mio sogno è poter vincere il mondiale. Avere pensieri belli fa bene - ha aggiunto il ct della nazionale - è contagioso. A volte ha funzionato, può funzionare anche stavolta".

http://vivoazzurro.it/it/

F1, Gp Stati Uniti: dominio Vettel, ottava vittoria consecutiva

Autore: Redazione MTV News Data: 18 novembre 2013 Commenta
F1, Gp Stati Uniti: dominio Vettel, ottava vittoria consecutiva

Battuto il precedente record di Michael Schumacher

Milano, 17 nov (TMNews) - Non si ferma la caccia di Sebastian Vettel ai record della Formula 1. A 26 anni il già quattro volte campione del mondo ha superato anche un gigante come Michael Schumacher nella particolare classifica delle vittorie consecutive: otto per il pilota della Red Bull, mentre Schumi si era fermato a sette. Un fenomeno, il giovane Seb, cannibale e sempre concentratissimo.

Sebastian Vettel vince il Gran Premio degli Stati Uniti, 18esima e penultima prova del Mondiale 2013 di Formula 1. Il tedesco della Red Bull, già campione del mondo e scattato dalla pole position, guida dall'inizio alla fine sul circuito di Austin imponendo un ritmo forsennato e taglia con netto vantaggio il traguardo. Per Sebastian si tratta del 12esimo successo della stagione, l'ottavo consecutivo. Sul podio con lui ci sono Romain Grosjean, secondo con la Lotus, e il compagno in Red Bull Mark Webber. Ai piedi del podio Lewis Hamilton con la Mercedes, quarto, e Fernando Alonso, quinto con la Ferrari, bravo a resistere con i denti agli ultimi attacchi della Sauber di Nico Hulkenberg, sesto. Perez, Bottas, Rosberg e Button chiudono la top ten mentre Felipe Massa, con l'altra Ferrari, è 14esimo.

Vettel, che dopo la bandiera a scacchi dà spettacolo facendo ruotare la sua Rb9 sul circuito texano, allunga nella classifica piloti con 372 punti mentre Fernando Alonso, con i 10 punti conquistati, sale a 227 ed è matematicamente secondo nel 2013. Terzo è Lewis Hamilton con 187 mentre Raikkonen è quarto con 183 punti davanti a Webber, 181. Nella classifica costruttori la Red Bull sale a 553 punti mentre la Mercedes, con 348 punti, resta davanti alla Ferrari, terza con 333. La Lotus è quarta con 315 punti. Nel prossimo weekend, a Interlagos, va in scena il Gran Premio del Brasile, ultima tappa del calendario 2013.

http://www.sebastianvettel.de/index.php/en/

L’Italia vince la Fed Cup di tennis, a Cagliari la protesta Alcoa

Autore: Redazione MTV News Data: 3 novembre 2013 Commenta
L'Italia vince la Fed Cup di tennis, a Cagliari la protesta Alcoa

Operai espongono striscione e vertenza, applausi del pubblico

Milano, 3 nov. (TMNews) - La Federations Cup torna a parlare italiano. Sara Errani batte in due set (6-1, 6-1) la russa Alisa Kleybanova sulla terra del Tennis Club di Cagliari e conquista il punto che consegna all'Italia il trofeo per la quarta volta. Un trionfo che conferma il feeling nato negli ultimi anni tra le azzurre e la Fed Cup, già conquistata nel 2006, 2009 e 2010 (c'è anche una finale persa nel 2007), e che consente alle ragazze guidate da Corrado Barazzutti di raggiungere nell'albo d'oro proprio la Russia.

L'evento sportivo è stato l'occasione per gli operai dell'Alcoa di Portovesme di dare una vetrina internazionale alla loro vertenza. Un gruppo di lavoratori del colosso dell'alluminio e delle ditte dell'indotto sono partiti dalla fabbrica diretti verso il campo centrale del Tennis Club di Monte Urpinu, che ospitava la finale. Dopo un presidio la delegazione è potuta entrare in campo per esporre uno striscione con la scritta "Con noi vince la Sardegna": i rappresentanti hanno spiegato al megafono le ragioni della loro presenza, chiedendo scusa per l'irruzione e conquistando l'applauso dei circa cinquemila spettatori e la solidarietà del capitano delle azzurre Corrado Barazzuti.

Il tavolo romano tra le istituzioni e i sindacati si era concluso con la promessa di valutare la possibilità di un altro anno di cassa integrazione e di avviare una serie di appuntamenti sino a fine novembre, quando ci sarà il confronto Alcoa-Klesch per verificare se ci siano le condizioni per la vendita dello stabilimento alla multinazionale svizzera.

http://www.fedcup.com/en/news/160155.aspx

http://www.alcoa.com/locations/italy_portovesme/it/info_page/home.asp

http://www.sviluppoeconomico.gov.it/index.php?option=com_content&view=article&viewType=1&idarea1=593&idarea2=0&idarea3=0&idarea4=0&andor=AND§ionid=0&andorcat=AND&partebassaType=0&idareaCalendario1=0&MvediT=1&showMenu=1&showCat=1&showArchiveNewsBotton=0&idmenu=2263&id=2029481

http://www.fim.cisl.it/

Vettel campione del mondo di Formula 1 per la quarta volta

Autore: Redazione MTV News Data: 27 ottobre 2013 Commenta
Vettel campione del mondo di Formula 1 per la quarta volta

Il tedesco della Red Bull entra nella leggenda

Milano, 27 ott (TMNews) - Sebastian Vettel re incontrastato della velocità entra nella leggenda. Il tedesco della Red Bull vince il Gran Premio d'India di Formula 1 e conquista il quarto titolo mondiale piloti consecutivo, raggiungendo nell'albo d'oro Alain Prost. Vettel, al settimo trionfo stagionale in 16 gare, il terzo consecutivo a New Delhi, si laurea campione del mondo con tre GP d'anticipo (mancano Abu Dhabi, Stati Uniti e Brasile). Il fenomeno della Red Bull, scattato dalla pole position, chiude davanti alla Mercedes di Nico Rosberg e alla Lotus di Romain Grosjean, giunti sul traguardo con circa 30 secondi di distacco dal tedesco. Gara difficile per le Ferrari: Felipe Massa è quarto mentre Fernando Alonso, partito ottavo e frenato da un incidente in avvio (contatto con Webber e rottura dell'ala anteriore), è soltanto 11esimo.

Vettel è partito bene dalla pole position, conservando la testa dall'attacco delle Mercedes di Hamilton e Rosberg. Poi il tedesco si è fermato subito al terzo giro per il primo dei due pit stop perdendo diverse posizioni, ma una volta ripreso il comando, non lo ha più mollato. Solo una sosta per la Lotus di un eroico Grosjean: il francese, scattato 17esimo, chiude con un favoloso terzo posto. Strategia che non ha funzionato per Raikkonen, costretto poi a fermarsi a due giri dal termine e ad accontentarsi della settima piazza.

A punti anche Hamilton, quinto, Perez, sesto, le due Force India, con Di Resta ottavo e Sutil nono, e Ricciardo decimo. Costretto al ritiro Mark Webber con l'altra Red Bull per un problema al cambio al 40esimo giro. In classifica piloti Vettel sale a 322 punti davanti ad Alonso, secondo con 207, e Raikkonen, terzo con 183. In classifica costruttori Red Bull pirma con 470 punti, davanti a Mercedes, seconda con 313, che ha operato il sorpasso sulla Ferrari, terza con 309. La Lotus è quarta con 285.

http://www.formula1.com/

Clemente Russo è campione del mondo di pugilato

Autore: Redazione MTV News Data: 26 ottobre 2013 Commenta
Clemente Russo è campione del mondo di pugilato

Ha sconfitto Tishchenko nella finalissima di 91 kg in Kazakistan

Milano, 26 ott (TMNews) - Clemente Russo è campione del mondo di pugilato nella categoria pesi massimi. Nella finalissima di 91 kg di Almaty, in Kazakistan, il 31enne casertano ha sconfitto ai punti il russo Evgeny Tishchenko con verdetto unanime da parte dei giudici. Per Tatanka, che nel 2012 aveva conquistato l'argento alle Olimpiadi di Londra, si tratta del secondo oro mondiale: arriva a sei anni di distanza dal primo trionfo ottenuto nel 2007 a Chicago.

Quella di Russo è stata una vera impresa. Di fronte aveva un autentico colosso come Tishchenko, venti centimetri più alto di lui. Tatanka non si è fatto intimidire e si è aggiudicato il primo round grazie a una splendida combinazione destro-sinistro-destro nel finale.

Stessa musica nella seconda ripresa, aperta subito con un destro al corpo del russo e chiusa con un gancio sinistro che fa addirittura volare il paradenti all'avversario. Terza ripresa in totale controllo, con Russo che si è limitato a evitare il colpo del ko. Finisce in trionfo: Tatanka è di nuovo sul tetto del mondo.

https://www.facebook.com/clementerusso

L’Inter ceduta agli indonesiani, Thohir rileva il 70% del club

Autore: Redazione MTV News Data: 16 ottobre 2013 Commenta
L'Inter ceduta agli indonesiani, Thohir rileva il 70% del club

Moratti: lavoriamo insieme per un futuro vincente

Milano, 16 ott (TMNews) - L'Inter ha un nuovo proprietario: il 70 per cento delle quote azionarie del club nerazzurro passa dalle mani di Massimo Moratti a quelle del magnate indonesiano Erick Thohir. La notizia, anticipata in mattinata dallo stesso Moratti, è ora diventata ufficiale. Questo il comunicato diffuso dalla società nerazzurra sul proprio sito: "F.C. Internazionale Milano S.p.A. ('Inter') e il suo azionista di maggioranza Internazionale Holding Srl, interamente controllato da Massimo Moratti, hanno firmato oggi un accordo vincolante in base al quale International Sports Capital ('ISC'), società indirettamente posseduta da Erick Thohir, Rosan Roeslani e Handy Soetedjo, tre importanti uomini d'affari indonesiani, diventerà l'azionista di controllo dell'Inter con una partecipazione del 70% attraverso un aumento di capitale riservato".

"Dopo aver guidato il Club in una storia di successo - prosegue la nota - la Famiglia Moratti ha ora avviato un nuovo corso per assicurare all'Inter il futuro più brillante. Erick Thohir, Rosan Roeslani, Handy Soetedjo e la Famiglia Moratti lavoreranno insieme per assicurare un futuro vincente e rendere il Club ancora più competitivo in Italia, in Europa e nel resto del mondo, in linea con la filosofia del Club sin da quando è stato creato nel 1908, quando i suoi fondatori decisero di chiamarsi fratelli del mondo".

"Penso che la storia dell'Inter si arricchisca di una nuova stagione grazie ai nostri partner internazionali che, sono certo, contribuiranno alla continuità di successi - commenta Moratti - l'entusiasmo e il pragmatismo dei nuovi soci sono certamente una garanzia per il futuro. Auguro a Erick, Rosan e Handy di aggiungere altre vittorie ai nostri amati colori, con la fiducia e l'amicizia dei nostri fantastici tifosi. La mia famiglia e io continueremo a vivere questa straordinaria avventura insieme a Erick, Rosan e Handy, con la stessa dedizione e l'affetto che ci legano all'Inter e agli Interisti".

http://www.inter.it/

Tennis, Nadal torna numero uno al mondo grazie ad Atp Pechino

Autore: Redazione MTV News Data: 5 ottobre 2013 Commenta
Tennis, Nadal torna numero uno al mondo grazie ad Atp Pechino

La conquista della finalissima "China Open" gli assicura primato

Milano, 05 ott (TMNews) - Rafael Nadal è il primo finalista del "China Open", torneo Atp 500 che si sta svolgendo sui campi in cemento di Pechino. Ma soprattutto il maiorchino è tornato numero 1 del mondo: decisiva la vittoria in semifinale su Tomas Berdych, costretto al ritiro nel primo set sul punteggio di 4-2 in favore di Rafa che ha così centrato il 27esimo successo di fila sul cemento e ha conservato la propria imbattibilità nel 2013 su questa superficie (vittorie a Indian Wells, Montreal, Cincinnati, Us Open).

Da lunedì Nadal, che nei quarti aveva battuto Fabio Fognini, sarà in vetta al ranking Atp, anche in caso di eventuale sconfitta in finale con Novak Djokovic: l'attuale numero 1 del mondo e campione in carica proprio a Pechino, sarà costretto a cedere lo scettro dopo 101 settimane di dominio. La capitale cinese porta fortuna al maiorchino visto che proprio a Pechino, dove vinse la medaglia d'oro ai Giochi del 2008, divenne per la prima volta numero 1 del mondo il 18 agosto dello stesso anno. "Se me lo avessero detto a inizio anno non ci avrei creduto. Nemmeno i più ottimisti avrebbero pensato che le cose mi sarebbero andate così bene", ha commentato Nadal.

http://www.rafaelnadal.com/

Sospetti su Horner dopo la Vuelta: in fuga dall’antidoping

Autore: Redazione MTV News Data: 17 settembre 2013 Commenta
Sospetti su Horner dopo la Vuelta: in fuga dall'antidoping

Il ciclista che ha trionfato in Spagna risulta irreperibile

Milano, 17 set. (TMNews) - All'indomani del trionfo alla Vuelta di Spagna, scoppia il caso Chris Horner. L'Agenzia spagnola di antidoping (Aea) avrebbe cercato nelle scorse ore il 41enne americano per un controllo a sorpresa, ma non lo avrebbe trovato nella stanza del suo albergo. Aumentano dunque i sospetti su Horner, che ha dato una strepitosa dimostrazione di forza togliendo a Vincenzo Nibali la vittoria finale della Vuelta.

Il controllo sarebbe stato commissionato direttamente dall'Usada, che ha dovuto aspettare la fine della Vuelta in quanto nel corso del giro il monitoraggio antidoping è una esclusiva dell'Uci. La mancata reperibilità è un reato grave.

Il team Radioshack ha diramato un comunicato cercando di mettere chiarezza sul caso relativo a Chris Horner, che stamattina non si è reso reperibile per un controllo antidoping a sorpresa dell'Agenzia antidoping spagnola. "L'Aea ha cercato Horner nell'hotel sbagliato - recita il comunicato -. In quell'albergo alloggiava la squadra, non lui che era dalla moglie".

"Prima dell'ultima tappa - si giustifica la RadioShack - Hornerha comunicato all'agenzia il nome dell'hotel in cui avrebbe alloggiato, il numero di telefono e il numero della camera per l'orario, tra le 6 e le 7 del mattino, del possibile controllo. Horner ha anche ricevuto una mail di conferma". Intanto Horner ha lasciato la Spagna per tornare negli Stati Uniti e al momento risulta irreperibile.

http://www.chrishornerracing.com/

La legge russa anti-gay divide le atlete, Isinbayeva la difende

Autore: Redazione MTV News Data: 16 agosto 2013 Commenta
La legge russa anti-gay divide le atlete, Isinbayeva la difende

Svedese sfoggia unghie arcobaleno, la russa: meritiamo rispetto

Roma, 16 ago. (TMNews) - Elena Isinbayeva difende la legge "contro la propaganda omosessuale" approvata in Russia che sta facendo discutere ai Mondiali di atletica e suscitando timori in vista delle prossime Olimpiadi invernali di Sochi. La zarina del salto con l'asta, primatista mondiale, ha chiesto "rispetto" agli atleti che parteciperanno all'evento. L'intervento della campionessa è una reazione al comportamento della saltatrice in alto svedese Emma Green, che ha partecipato alla qualificazione con le unghie dipinte con i colori dell'arcobaleno in segno di dissenso, colori che hann indossato anche altri compagni di nazionale.

"Noi tolleriamo qualsiasi opinione e rispettiamo tutti, ma a loro volta, queste persone devono rispettare le nostre leggi e non promuovere da noi in pubblico idee di orientamento non tradizioanale", ha dichiarato l'atleta russa ripercorrendo il ragionamento che Vladimir Putin propone per giustificare la norma considerata in Occidente discriminatoria.

La legge in questione, promulgata dal presidente russo a giugno, prevede per gli stranieri multe e fino a 15 giorni di carcere, oltre all'espulsione dal Paese, in caso di "propaganda" in pubblico di uno stile di vita omosessuale.

http://www.mos2013.ru/en/

http://www.yelena-isinbaeva.com/

Calendario