MTV News

La storia di oggi

Ostia siamo noi: La storia di Valerio

Autore: Redazione MTV News Data: 24 luglio 2014 Commenta

Attenzione! Il reportage può avere un contenuto ed un linguaggio non adatto ai minori.

Valerio ha 20 anni e lavora a Fiumicino, allo scarico bagagli. E’ stato bocciato due volte alle superiori e ha avuto un’adolescenza difficile e irrequieta. Da due anni grazie alla ragazza, alla famiglia e agli amici è riuscito a ricostruirsi una vita serena e a stare lontano dalla strada

 

Tutte le notizie

Unhcr: morti oltre 800 migranti, servono azioni urgenti da Ue

Autore: Redazione MTV News Data: 25 luglio 2014 Commenta
Unhcr: morti oltre 800 migranti, servono azioni urgenti da Ue

Alto commissario Guterres: una catastrofe

Milano, 24 lug. (TMNews) - Dall'inizio dell'anno nel Mar Mediterraneo sono morte oltre 800 persone in fuga da guerre o povertà, alla ricerca di una nuova vita su barconi malandati per un viaggio in cui hanno speso tutti i loro risparmi per poi trovare la morte. L'agenzia dell'Onu per i rifugiati diffondendo i numeri del dramma ha chiesto che l'Europa faccia di più, intervenendo con azioni urgenti.

"La morte di 260 persone in meno di dieci giorni, nelle più orribili delle circostanze, è la prova che la crisi del Mediterraneo si sta intensificando", ha affermato António Guterres, Alto Commissario delle Nazioni Unite per i Rifugiati "Gli Stati Europei devono adottare misure urgenti per fermare questa catastrofe, che sta peggiorando nella seconda metà del 2014".

http://www.unhcr.it/

Israele bombarda scuola dell’Onu a Gaza: vittime fra rifugiati

Autore: Redazione MTV News Data: 25 luglio 2014 Commenta
Israele bombarda scuola dell'Onu a Gaza: vittime fra rifugiati

Unicef: appello di raccolta fondi per l'emergenza nella Striscia

Gaza, 25 lug. (TMNews) - L'esercito israeliano ha colpito una scuola gestita dalle Nazioni Unite nel nord della Striscia di Gaza, provocando vittime e feriti fra i rifugiati. Lo ha riferito un corrispondente della France Presse.

Un responsabile Onu ha da parte sua confermato "molteplici vittime e feriti" nell'istituto di Beit Hanun, utilizzata come riparo da centinaia di palestinesi in fuga dalla massiccia operazione dell'esercito israeliano nell'area.

Per l'emergenza umanitaria a Gaza si mobilita anche l'Unicef. "Nessun bambino palestinese e israeliano dovrebbe soffrire l'impatto terrificante delle violenze delle ultime settimane. Con l'aggravarsi della crisi a Gaza la situazione è sempre più drammatica e disperata: 146 bambini e adolescenti sono morti (il 33% di tutti i civili uccisi) nella Striscia e molti altri sono rimasti feriti. Più di 100.000 persone (il 50% bambini) si sono rifugiate in 62 scuole dell'UNRWA e in 12 scuole pubbliche. Oltre 72.000 bambini hanno bisogno di sostegno psicologico. 85 scuole sono state danneggiate. 1,2 milioni di persone non hanno accesso sicuro all'acqua potabile" - ha detto il Presidente dell'Unicef Italia Giacomo Guerrera - "L'Unicef sta fornendo medicine salvavita, kit di pronto soccorso e acqua, supporta squadre di emergenza per il sostegno psicosociale dei bambini vittime della crisi e sta potenziando gli aiuti per la riparazione della rete idrica e fognaria".

"I bambini di Gaza hanno bisogno di tutto. Per questo lanciamo un appello di raccolta fondi per fare fronte ai bisogni umanitari stimati in 14,2 milioni di dollari", ha concluso il presidente Guerrera.

Per "Emergenza Gaza: salviamo i bambini ora" è possibile effettuare donazioni tramite il sito dell'organizzazione www.unicef.it.

http://www.unicef.it/

http://www.un.org/

Codacons: la crisi frena le vacanze, italiani partono sempre meno

Autore: Redazione MTV News Data: 25 luglio 2014 Commenta
Codacons: la crisi frena le vacanze, italiani partono sempre meno

Come dimostra unico giorno da bollino nero previsto da Autostrade

Milano, 25 lug. (TMNews) - La crisi economica che sta attraversando il paese si riflette anche sulle partenze degli italiani per le vacanze estive, al punto che ad agosto si registrerà quest'anno una sola giornata da bollino nero sulle autostrade italiane. E' la lettura del Codacons, in merito alle previsioni di traffico per le vacanze estive di Autostrade per l'Italia.

"Una sola giornata di bollino nero e pochi weekend da bollino rosso, sono la prova concreta di come gli italiani abbiano oramai rinunciato alle partenze o ridotto drasticamente i giorni di villeggiatura - spiega il presidente Carlo Rienzi - Basti pensare che nel 2008 il 45% degli italiani, ossia circa 29 milioni di persone, aveva effettuato almeno un viaggio nel periodo luglio-settembre; questa estate, negli stessi mesi, solo circa 20 milioni di cittadini si concederà un viaggio. Questo significa che in 6 anni il numero di italiani in viaggio nel periodo estivo si è ridotto di 9 milioni di individui, con una riduzione del 31% tra il 2008 e il 2014".

http://www.codacons.it/

Tumori, in 40 anni raddoppiate guarigioni: 60% sconfigge malattia

Autore: Redazione MTV News Data: 25 luglio 2014 Commenta
Tumori, in 40 anni raddoppiate guarigioni: 60% sconfigge malattia

Da Fondazione 'Insieme contro il cancro' un libro sui progressi

Milano, 25 lug. (TMNews) - Alla fine degli anni Settanta solo poco più del 30% delle persone colpite dal cancro sconfiggeva la malattia. Negli anni Novanta quasi il 47%, oggi circa il 60%. Un dato importante, che dimostra come nel giro di appena 40 anni siano raddoppiate le guarigion dalla malattia più temuta: il cancro. "Sono risultati importanti - commenta Francesco Cognetti, presidente della Fondazione 'Insieme contro il Cancro' - Non si può più parlare di male incurabile. Sta cambiando la percezione della patologia da parte dei cittadini. Ma avvertiamo, anche nei media, la tendenza a definirla ancora con quella espressione fuorviante e allarmistica, dovuta a ignoranza. Per questo la nostra Fondazione, che compie il primo anno di attività, ha realizzato un libro dal titolo emblematico, Il male incurabile. I progressi nella lotta contro il cancro e il nuovo ruolo della comunicazione".

Il volume è stato presentato in un convegno nazionale al ministero della Salute, con l'intervento del Ministro Beatrice Lorenzin. Nel 2013 in Italia si sono registrate 366mila nuove diagnosi. Il miglioramento delle percentuali di guarigione è evidente in neoplasie frequenti come quelle della prostata (91%), del seno (87%) e del colon-retto (64% uomini e 63% donne).

"Il merito - continua Cognetti - è da ricondurre a terapie sempre più efficaci e alla diagnosi in fase precoce. Senza dimenticare le campagne di prevenzione: fino al 40% dei tumori può essere prevenuto seguendo uno stile di vita corretto".

"Abbiamo voluto capire - sottolinea Cognetti - come i media trattano l'argomento 'cancro', come deve essere oggi una corretta comunicazione ai cittadini su questo tema, quali rischi si corrono nel trattare queste notizie e quale ruolo devono svolgere i giornalisti per offrire la giusta lettura. Abbiamo dato la parola ai direttori e abbiamo chiesto loro di assumere un impegno preciso: cancellare l'espressione 'male incurabile' dalle testate di cui sono responsabili. Perché sappiamo che un'informazione corretta può rappresentare la prima medicina".

Un capitolo del libro è dedicato proprio alle testimonianze dei pazienti. La necessità di affrontare la malattia senza nascondersi, con coraggio, nell'esperienza di Nicola Pietrangeli, il più forte tennista italiano di tutti i tempi.

http://www.insiemecontroilcancro.net/notizia.php?ID=480

Hilary Duff torna sulle scene dopo sette anni di assenza

Autore: Redazione MTV News Data: 24 luglio 2014 Commenta
Hilary Duff torna sulle scene dopo sette anni di assenza

A fine luglio il singolo, in autunno l'album

Roma, 24 lug. (TMNews) - Ad oltre sette anni di distanza dall'ultimo album di inediti, "Dignity", torna sulla scena musicale Hilary Duff con un disco che uscirà in autunno e sarà preceduto il 29 luglio dal singolo "Chasing The Sun". Collaborazioni importanti con Colbie Caillat, Jason Reeves e Toby Gad. L'artista texana, nel frattempo diventata mamma, pubblicherà per RCA. "Chasing The Sun - ha detto - rappresenta perfettamente le esperienza della mia vita e in che direzione voglio camminare.

E' una canzone estiva, leggera, divertente. Mi auguro che piacerà alla gente. Mi sono presa una pausa abbastanza lunga dalla musica, era ora di tornare". La Duff con i quattro album precedenti pubblicati da Hollywood Records, ha venduto complessivamente oltre 15 milioni di copie.

http://www.hilaryduffitaly.com/

Meriam è a Roma, Renzi: "Oggi siamo felici di chiamarci Europa"

Autore: Redazione MTV News Data: 24 luglio 2014 Commenta
Meriam è a Roma, Renzi: Oggi siamo felici di chiamarci Europa

La sudanese accolta a Ciampino da premier e Mogherini

Roma 24 lug. (TMNews) - "Oggi siamo felici di chiamarci Europa": lo ha dichiarato il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, accogliendo all'aeroporto militare di Ciampino Meriam Ibrahim Ishag e la sua famiglia, giunti in Italia assieme al viceministro degli Esteri Lapo Pistelli.

Meriam, la donna cristiana condannata a morte per apostasia in Sudan e poi rilasciata, è arrivata a Roma a bordo di un aereo della presidenza del Consiglio con il marito e i due figli, accompagnata dal viceministro degli Esteri Lapo Pistelli.

Il presidente del Consiglio ha fatto riferimento, dunque, a quanto detto alcuni giorni fa in occasione del discorso di apertura del semestre di presidenza italiano dell'Ue, quando aveva affermato che "senza una reazione" nel caso di Meriam "non siamo degni di chiamarci Europa".

Ad accogliere Meriam anche il ministro degli Esteri Federica Mogherini, che ha rimandato la partenza per Sarajevo prevista questa mattina. "E' una grande gioia: abbiamo seguito il caso fin da prima che fosse resa nota la condanna e grazie al grande lavoro fatto da tanti, oggi possiamo accogliere Meriam a Roma. Ora Meriam ha bisogno di tranquillità con la sua famiglia" ha detto.

https://twitter.com/hashtag/meriam

http://www.palazzochigi.it/

http://www.esteri.it/MAE/IT

Hamas chiude sulla tregua: "Via embargo". Nuovi raid a Khan Yunis

Autore: Redazione MTV News Data: 24 luglio 2014 Commenta
Hamas chiude sulla tregua: Via embargo. Nuovi raid a Khan Yunis

Faa revoca il divieto di volare su Tel Aviv

Milano, 24 lug. (TMNews) - Non si ferma l'offensiva nella Striscia di Gaza. E' di almeno sei palestinesi, fra cui due bambini, membri di una stessa famiglia il bilancio delle vittime di un bombardamento dell'aviazione israeliana su Khan Yunis, nella zona orientale. Lo hanno reso noto fonti dei servizi di soccorso palestinesi.

Sale così a 18 il numero delle vittime palestinesi dei raid aerei israeliani nelle ultime ore. Dall'inizio delle operazioni militari israeliane a Gaza, l'8 luglio scorso, sono oltre 644 i palestinesi uccisi. E nel conflitto con il movimento radicale palestinese Hamas hanno perso la vita anche 31 israeliani, tra i quali 29 soldati.

Se la compagnia di bandiera turca Turkish Airlines ha deciso di prorogare di 24 ore la sospensione dei voli da e per Tel Aviv decisa martedì scorso per ragioni di sicurezza, l'ente federale statunitense per la sicurezza del volo (Faa) ha revocato il divieto alle compagnie aeree americane, pur mettendo in guardia i vettori sulla "situazione assai instabile" della sicurezza.

Il leader di Hamas, Khaled Meshaal, ieri ha ribadito il rifiuto di un cessate il fuoco con Israele nella Striscia di Gaza se prima non sarà revocato l'embargo imposto da anni dello Stato ebraico all'enclave palestinese. "Respingiamo e respingeremo in futuro" la proposta di un cessate il fuoco che preceda eventuali negoziati sulle rivendicazioni di Hamas, tra cui la revoca dell'embargo, ha affermato Meshaal nel corso di una conferenza stampa a Doha, in Qatar. E adesso è arrivata anche dalla Guida Suprema iraniana, l'ayatollah Ali Khamenei, la richiesta ai palestinesi di proseguire la lotta armata contro Israele e di estenderla alla Cisgiordania, come ha reso noto l'agenzia di Stato iraniana, l'Irna.

"Il solo modo di affrontare questo regime selvaggio (Israele, ndr) è quello di proseguire la resistenza e la lotta armata e di estenderla alla Cisgiordania: la sola vera soluzione è la sparizione di Israele ma ciò non significa l'annientamento del popolo ebreo nella regione", ha dichiarato Khamenei in un discorso tenuto davanti a un gruppo di studenti.

Khamenei ha concluso proponendo un referendum con la partecipazione "di tutti coloro che vivono nella regione, compresi i rifugiati palestinesi": "In tal modo il regime usurpatore e fantoccio scomparirà". Teheran - che non riconosce l'esistenza di Israele - ha fino ad ora sempre rifiutato la soluzione dei due Stati approvata dalla comunità internazionale.

http://www.aljazeera.com/

Fine atroce, condannato muore dopo due ore di agonia in Arizona

Autore: Redazione MTV News Data: 24 luglio 2014 Commenta
Fine atroce, condannato muore dopo due ore di agonia in Arizona

Joseph Wood giustiziato con iniezione letale

Washington 24 lug. (TMNews) - Joseph Wood, condannato negli Stati Uniti alla pena capitale nel 1989, è morto dopo quasi due ore di agonia in seguito alla somministrazione dell'iniezione letale: lo hanno reso noto fonti della Procura dello stato americano dell'Arizona.

Di norma il decesso avviene nell'arco di pochi minuti: lo stesso Woods aveva presentato nelle ultime 24 ore numerosi ricorsi denunciando i rischi di sofferenze e la mancanza di trasparenza sui prodotti utilizzati nelle esecuzioni e sulle qualifiche del personale incaricato della somministrazione.

L'ottavo emendamento della Costituzione americana vieta infatti le punizioni "crudeli ed inusuali", quindi anche quelle cui è associato un grado di sofferenza che possa venire considerato eccessivo. Lo stato dell'Arizona si era tuttavia limitato a rispondere che la pena sarebbe stata eseguita con gli stessi prodotti già utilizzati nell'Ohio nel gennaio scorso, occasione in cui l'agonia del condannato era durata 26 minuti.

L'esecuzione di Wood è la 26esima dell'anno negli Stati Uniti, la prima in Arizona dall'ottobre del 2013; l'uomo era stato condannato per aver ucciso a colpi di pistola la compagna Debbie Dietz e il padre della donna.

http://www.nessunotocchicaino.it/

Peaches Geldof morta per overdose, la conferma del coroner

Autore: Redazione MTV News Data: 24 luglio 2014 Commenta
Peaches Geldof morta per overdose, la conferma del coroner

La 25enne trovata morta nell'aprile scorso

Milano, 24 lug. (TMNews) - Peaches Geldof è morta per una overdose di eroina. La conferma è arrivata dal coroner britannico in seguito ad ulteriori indagini che hanno chiarito alcuni dubbi lasciati dall'autopsia; la 25enne figlia di Bob Geldof era stata trovata morta nell'aprile scorso dal marito.

Un tragico parallelismo considerata la morte della mamma, Paula Yates, avvenuta nel 2000 anch'essa per overdose. Peaches Geldof, ex modella, giornalista e presentatrice televisiva era da un anno e mezzo in trattamento per uscire dalla dipendenza dalla droga.

http://www.imdb.com/name/nm1912922/

Calendario