MTV News

La storia di oggi

Altre news: La mia terra – la storia di Mattia

Autore: Redazione MTV News Data: 22 ottobre 2014 Commenta

Attenzione! Il reportage può avere un contenuto ed un linguaggio non adatto ai minori.

Ricordate “Into the Wild”? Mattia, 23 anni, potrebbe essere il protagonista di quel romanzo e di quel film, ma con accento bresciano.  Vive in una roulotte degli anni ‘70, immersa nella natura. Vive dei prodotti del suo orto, si lava con l’acqua di fonte e si illumina con una candela; uniche deroghe alla sua vita selvaggia: il telefonino (che usa pochissimo) e la radio (che ascolta tutte le sere)

Tutte le notizie

La storia di Davide e Nina

Autore: Redazione MTV News Data: 6 ottobre 2014 Commenta

Davide e Nina frequentano il quarto anno del liceo classico Meli di Palermo e si sono candidati a rappresentanti di istituto.

Li abbiamo seguiti durante la preparazione per l’assemblea d’istituto dove dovranno presentare le loro candidature.

Vogliono risvegliare le coscienze “politiche” un pò assopite dei compagni e ce la mettono tutta!

Per migliorare la situazione della tua scuola candidati a rappresentante di classe o d’Istituto. Per sapere come si fa vai su www.mtv.it/iovoto.


 

Nobel per la medicina a John O’Keefe, May-Britt e Edvard Moser

Autore: Redazione MTV News Data: 6 ottobre 2014 Commenta
Nobel per la medicina a John O'Keefe, May-Britt e Edvard Moser

Per le scoperte sulle cellule di geoposizione nel cervello

Milano, 6 ott. (TMNews) - Il premio Nobel per la medicina è stato assegnato agli scienziati John O'Keefe (Usa.GB) e May-Britt e Edvard Moser (marito e moglie, norvegesi), per le loro scoperte "sulle cellule che costituiscono un sistema di geoposizione nel cervello", una sorte di Gps interno alle strutture cerebrali. Questa sorta di Gps interno al cervello consente, spiega la giuria del Nobel, di orientarsi in un luogo e consente di rispondere a questione del tipo: "come sappiamo dove siamo. Come riusciamo a trovare la strada da un luogo e l'altro? E come immggazziniamo tali informazioni in modo che ci consenta di ritrovare lo stesso percorso la vota successiva". La scoperta delle cellule di geoposizionamento cerebrale venne avviata dagli studi di John O'Keefe nel 1971 ma la scoperta completa risale al 2005 quando i norvegesi May-Britt e Edvard Moser hanno identificato un altro componente chiave di questo sistema, alcune cellule nervose che creano di fatto un sistema di coordinate per determinare le posizioni nello spazio. La ricompensa del Nobel (8 milioni di corone svedesi, circa 881.000 euro) è stata divisain due, John John O'Keefe e i coniugi Moser riceveranno 4 milioni di corone a testa. http://www.nobelprize.org/

Ebola, negli Usa il quinto americano che ha contratto il virus

Autore: Redazione MTV News Data: 6 ottobre 2014 Commenta
Ebola, negli Usa il quinto americano che ha contratto il virus

Critiche le condizioni dell'altro contagiato ricoverato a Dallas

Milano, 7 ott. (TMNews) - Negli Stati Uniti Ashoka Mukpo, 33 anni, il quinto americano ad aver contratto l'ebola in Africa occidentale. Il cameraman della Nbc sarà ospitato in isolamento nell'unità speciale del Nebraska Medical Center, che ha già curato Rick Sacra, che il 25 settembre ha lasciato l'ospedale dopo tre settimane, durante le quali ha ricevuto il farmaco sperimentale Tkm-Ebola di Tekmira Pharmaceuticals e due trasfusioni di sangue da Kent Brantly, il dottore statunitense che per primo, insieme alla missionaria Nancy Writebol, aveva contratto il virus, riuscendo poi a guarire. Intanto, a Dallas, restano critiche le condizioni di Thomas Eric Duncan, il primo uomo a cui l'ebola è stata diagnosticata negli Stati Uniti. http://www.nytimes.com/2014/10/04/us/for-journalists-a-stark-reminder-of-the-risk-in-covering-a-deadly-epidemic.html?module=Search&mabReward=relbias%3Aw%2C%7B%222%22%3A%22RI%3A16%22%7D

Lutto nel mondo dei motori, morto a Roma Andrea de Cesaris

Autore: Redazione MTV News Data: 6 ottobre 2014 Commenta
Lutto nel mondo dei motori, morto a Roma Andrea de Cesaris

Incidente in moto su Gra per l'ex pilota di F1

Milano, 6 ott. (TMNews) - Dopo il grave incidente di Bianchi a Sepang una nuova tragedia ha scosso il mondo della Formula 1. In un incidente stradale sul Grande raccordo anulare di Roma ha perso la vita l'ex pilota Andrea De Cesaris. Il campione era in sella alla sua moto quando, nei pressi del quartiere Bufalotta, ha perso il controllo finendo contro il guard rail. E' morto sul colpo.

De Cesaris era in sella a una Suzuki 600 sulla carreggiata esterna del Gra. Sul posto sono intervenuti il personale di Anas, la polizia stradale e il personale del 118, ma purtroppo per il pilota ogni tentativo di soccorso è stato vano.

Cinquantacinque anni, in Formula 1 dal 1980 al '94, De Cesaris ha corso per diversi team, tra cui l'Alfa Romeo, che gli regalò le maggiori soddisfazioni, e poi McLaren, Ligier, Minardi, Brabham, Rial, Scuderia Italia, Jordan, Tyrrell e Sauber.

http://www.romatoday.it/cronaca/incidente-stradale/andrea-de-cesaris-morto-bufalotta-raccordo.html

Messico, 43 studenti scomparsi a Iguala: rirovati 28 corpi

Autore: Redazione MTV News Data: 6 ottobre 2014 Commenta
Messico, 43 studenti scomparsi a Iguala: rirovati 28 corpi

Due malviventi confessano: almeno 17 li abbiamo uccisi noi

Milano, 6 ott. (TMNews) - "Li abbiamo uccisi noi", due presunti membri di una gang criminale messicana hanno confessato di aver ucciso almeno 17 dei 43 studenti scomparsi dal 29 settembre nel Sud del Messico. Lo ha dichiarato il procuratore generale di Acapulco, Inaky Blanco.

"I detenuti - ha spiegato Blanco - hanno detto chiaramente di essere stati inviati sul luogo della strage dal capo della Polizia municipale di Iguala mentre l'ordine di uccidere i ragazzi è stato dato dal leader dei gruppo criminale Guerreros Unidos, soprannominato El Chucky".

Finora sono stati ritrovati 28 corpi senza vita nei pressi della città di Iguala, ma saranno necessarie almeno due settimane per determinare con certezza se si tratta dei cadaveri degli studenti scomparsi.

I 43 giovani erano allievi della scuola superiore di Atzoyinapa, vicino Chilpancingo, capitale dello Stato di Guerrero, nota per essere un focolaio di contestazione giovanile. Gli studenti erano arrivati assieme a decine di altri a Iguala per manifestare e raccogliere fondi.

Secondo alcune testimonianze, mentre si trovavano a bordo di tre autobus per rientrare a casa, sono stati circondati da un gruppo di uomini armati e poliziotti che hanno sparato contro i mezzi e catturato alcuni di loro.

Sia il sindaco che il capo della sicurezza pubblica della città di Iguala sono irreperibili da dieci giorni.

http://www.abc.net.au/news/2014-10-06/hitmen-admit-killing-17-of-43-missing-mexico-students/5792612

#IceRide, in bici con Greenpeace contro sfruttamento dell’Artico

Autore: Redazione MTV News Data: 6 ottobre 2014 Commenta
#IceRide, in bici con Greenpeace contro sfruttamento dell'Artico

Oltre 6 milioni di persone hanno firmato la petizione sul web

Milano, 5 ott. (TMNews) - In migliaia in bicicletta in tutto il mondo per chiedere l'istituzione di un Santuario che protegga l'Artico dalle trivellazioni petrolifere e dai cambiamenti climatici. È la #IceRide biciclettata popolare promossa da Greenpeace, che si è svolta sabato 4 ottobre anche in 14 città italiane tra cui Ferrara e Roma che dove c'era tra gli altri, in veste di testimonial, anche la conduttrice televisiva, Licia Colò. "L'uomo veramente ha distrutto gran parte dei territori del pianeta - ha detto - territori che non ci appartengono perché dovrebbero essere condivisi con tanti altri esseri viventi. Adesso siamo arrivati anche nell'Artico, un territorio comunque duro, difficile, crudo ma anche molto molto fragile". Oltre 6 milioni di persone hanno firmato la petizione sul sito web savethearctic.org mentre almeno 1.200 Premi Nobel e uomini di Stato hanno firmato un documento, la "Dichiarazione Artica", per chiedere di sostenere l'iniziativa. "Lasciamo che l'Artico rimanga un patrimonio dellUmanità e non solo - ha concluso Licia Colò - un patrimonio di tutti gli esseri vivienti che hanno diritto di vivere lì". http://www.greenpeace.org/italy/it/multimedia/Foto1/In-migliaia-in-bicicletta-per-salvare-lArtico/

I 25 anni del premio Nobel al Dalai Lama, una vita per il Tibet

Autore: Redazione MTV News Data: 6 ottobre 2014 Commenta
I 25 anni del premio Nobel al Dalai Lama, una vita per il Tibet

Il leader spirituale si dice ottimista sui colloqui con la Cina

Milano, 5 ott. (TMNews) - Con una cerimonia a Dharamsala, i tibetani hanno festeggiato il 25esimo anniversario del premio Nobel per la Pace al Dalai Lama, ricevuto per il suo ruolo fondamentale nella lotta contro il dominio cinese. Sono passati ormai 55 anni da quando la Cina invase il Tibet, costringendo il suo governo all'esilio e sopprimendone la cultura millenaria, eppure la battaglia dei tibetani non ha fatto grandi progressi. Ma nonostante tutto, il Dalai Lama resta ottimista. "A Parigi ha pubblicamente detto che il buddismo è una parte molto importante della cultura cinese e lo ha ripetuto a New Delhi - ha spiegato il leader spirituale tibetano riferendosi al presidente cinese Xi Jinping - E' una cosa davvero nuova che il leader di un partito comunista dica qualcosa riguardo alla spiritualità". L'aumento delle autoimmolazioni negli ultimi anni, però, con decine di monaci buddisti che si sono dati fuoco per protesta, evidenziano la disperazione di un popolo che non vede via d'uscita. Alcuni attivisti, come Tenzin Tsundue, vorrebbero un atteggiamento più aggressivo, comunque non violento ma sulla scia della disobbedienza civila pacifica di Gandhi. Soprattutto alla luce del fatto che il sostegno internazionale alla causa tibetana si scontra spesso con l'esigenza di mantenere buoni rapporti commerciali con la potente Cina. Ultimo caso il Sudafrica che, per ingraziarsi Pechino, ha negato il visto al Dalai lama facendo saltare il summit dei Nobel per la Pace. http://www.dalailama.com/

Attacco alla Open Mosque, la moschea sudafricana aperta ai gay

Autore: Redazione MTV News Data: 6 ottobre 2014 Commenta
Attacco alla Open Mosque, la moschea sudafricana aperta ai gay

Incendio doloso coincide con festività musulmana

Milano, 6 ott. (TMNews) - Incendio doloso. È l'ipotesi di reato su cui indaga la polizia di Johannesburg dopo il rogo che ha danneggiato la Open Mosque, la prima moschea aperta a tutti, donne e omosessuali compresi, inaugurata meno di un mese fa nella metropoli sudafricana. Un edificio che, già prima dell'apertura, era finito al centro di polemiche e contestazioni: promosso e voluto dal teologo e fondatore del centro di istruzione musulmano di Oxford, Taj Hargey, ha incontrato da subito l'ostilità dei fedeli più tradizionalisti. La moschea è stata data alle fiamme durante le notte, il fondatore parla di "attacco doloso e deliberato" realizzato con l'uso di benzina. Le immagini delle telecamere di video sorveglianza mostrano più persone non identificate che ispezionano la zona, due ore prima dell'attacco, che non a caso è avvenuto in coincidenza con la festa musulmana di Eid-al-Adha. Ma il teologo va avanti con la sua battaglia: "Non ci faranno chiudere, hanno provato in tutti i modi, ma chi si oppone alla moschea aperta deve sapere che non ha il copyright sull'islam". http://www.iol.co.za/news/south-africa/western-cape/arson-suspected-in-open-mosque-fire-1.1760081#.VDFlemd_t8E http://www.bbc.com/news/world-africa-29279879

Jobs act, verso una possibile intesa sulla riforma del lavoro

Autore: Redazione MTV News Data: 6 ottobre 2014 Commenta
Jobs act, verso una possibile intesa sulla riforma del lavoro

Poletti: si arriverà a un testo condiviso per approvazione rapida

Milano, 6 ott. (TMNews) - Potrebbe essere oggi il giorno della svolta per il Jobs Act, la legge delega sul lavoro che martedì sarà discussa in Senato. Per il ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, bisogna lavorare su un testo che tenga conto delle diverse posizioni" e arrivare a una "rapida approvazione" prima del vertice europeo, previsto per l'8 ottobre. Non si sa ancora se il governo ricorrerà alla fiducia. "Ci sono i regolamenti parlamentari che non possiamo violare - ha detto il ministro - ma mercoledì al vertice del lavoro europeo deve essere chiara la volontà del governo di voler fare le cose". Nel Partito democratico c'è però una netta spaccatura tra sostenitori e detrattori del provvedimento. Tra i contrari c'èm Pippo Civati, secondo cui "La minoranza all'interno del partito non deve fare il tappetino del segretario. Se uno non è d'accordo non è un gufo, va rispettato". Contraria anche Rosy Bindi: "Io - ha detto -sto dalla parte di chi ritiene che l'articolo 18, così come è nella versione che abbiamo modificato solo due anni fa, non sia di impedimento alla crescita del Paese e sia una tutela e una garanzia importante per tutti i lavoratori, anche per i nuovi assunti, ai quali, proprio perchè dobbiamo estendere le tutele di tutti gli altri, non capisco perchè non dovremmo estendere una tutela che è legata alla dignità del lavoratore". Spegne le polemiche invece il capogruppo al Senato del Pd, Luigi Zanda: "I senatori del Pd sono un gruppo molto equilibrato e maturo - ha detto in un'intervista - penso che voteranno compatti perchè c'è la consapevolezza in tutti dell'importanza di questo provvedimento per lo sviluppo dell'economia del nostro Paese". http://www.lavoro.gov.it/Pages/default.aspx

Papa Francesco apre il Sinodo sulla famiglia

Autore: Redazione MTV News Data: 5 ottobre 2014 Commenta
Papa Francesco apre il Sinodo sulla famiglia

Sul tavolo temi come divorziati e controllo delle nascite

Milano, 5 ott. (TMNews) - Papa Francesco apre in piazza San Pietro il Sinodo straordinario dedicato alla famiglia e alle sfide pastorali nel contesto dell'evangelizzazione e, davanti ai 40mila fedeli che assistono all'Angelus, rivolge un monito ai cattivi pastori" che "caricano sulle spalle della gente pesi insopportabili che loro non muovono neppure con un dito". Con la messa solenne nella Basilica di San Pietro il pontefice affida il mandato ai 191 padri sinodali, agli esperti, ai delegati di altre chiese e agli uditori, tra i quali anche una coppia italiana chiamata a portare la propria esperienza, che iniziano a riunirsi in assemblea per discutere dei problemi delle famiglie contemporanee.

Bergoglio li invita a "lavorare generosamente con vera libertà e umile creatività" e richiama il Vangelo della domenica, quello sui vignaioli infedeli: "Anche per noi ci può essere la tentazione di impadronirci della vigna" come quei contadini che "per la loro cupidigia e superbia vogliono fare di essa quello che vogliono, e così tolgono a Dio la possibilità di realizzare il suo sogno sul popolo che si è scelto".

Sul tavolo del Sinodo ci sono temi delicati, al centro del dibattito tra le gerarchie ecclesiastiche: convivenze, comunione ai divorziati, controllo delle nascite, unioni omosessuali. Il pontefice chiede a vescovi e cardinali "un confronto sincero, aperto e fraterno".

http://w2.vatican.va/content/francesco/it/events/event.html/content/vaticanevents/it/2014/10/5/santamessaperlaperturadelsinodostraordinariosullafamiglia5ottobre2014

http://www.familiam.org/famiglia_ita/chiesa/00005682_Sinodo_sulla_famiglia.html

Calendario