MTV News

La storia di oggi

Madrenatura: La storia di Mattia

Autore: Redazione MTV News Data: 1 settembre 2014 Commenta

Attenzione! Il reportage può avere un contenuto ed un linguaggio non adatto ai minori.

Ricordate “Into the Wild”? Mattia, 23 anni, potrebbe essere il protagonista di quel romanzo e di quel film, ma con accento bergamasco. A 15 anni ha lasciato la scuola; ha fatto l’idraulico, il decoratore, il falegname, ha vissuto all’estero. Una volta tornato in Italia è andato in cerca di eco villaggi in giro per la penisola e alla fine ha trovato il suo habitat. Ora vive in una roulottina degli anni ‘70, piazzata in una piccola vallata dell’Appennino Marchigiano. Vive dei prodotti del suo orto, delle erbe selvatiche che trova tra le montagne e di qualche altro prodotto alimentare che baratta con lavoretti qua e là. Si lava con l’acqua di una fonte e si illumina con una candela. Uniche deroghe alla sua vita selvaggia: il telefonino (che usa pochissimo) e la radio (che ascolta tutte le sere)

Tutte le notizie

Al via il countdown per gli MTV Video Music Awards 2014

Autore: Redazione MTV News Data: 19 agosto 2014 Commenta
Al via il countdown per gli MTV Video Music Awards 2014

In diretta dalla California domenica 24 agosto

Milano, 19 ago. (TMNews) - È cominciato il countdown per gli MTV Video Music Awards 2014, in diretta sui canali MTV il 24 agosto dal Forum di Inglewood, in California. Su Mtv Italia sarà trasmesso in lingua originale nella notte fra il 24 e il 25 a partire dalle 3.00 del mattino, poi di nuovo alle 21.00 del 25 agosto su MTV Music e infine sottotitolato, il 26 agosto alle 23.00 su MTV Italia.

Sul palco si alterneranno tantissime star della musica internazionale, a partire dal volto di Nickelodeon Ariana Grande che si esibirà con il nuovo singolo "Break Free". Torna dopo qualche anno di assenza Usher, tra gli artisti più attesi sul palco del Forum insieme ai 5 Seconds Of Summer e i Maroon 5 che quest'anno si esibiranno per la prima volta agli MTV VMA.

Anche Beyoncè sarà tra i protagonisti dell'evento. La popstar internazionale in testa alle candidature con ben otto nomination tra cui quelle per "Video of the Year", "Best Female" e "Best Choreography, riceverà da MTV anche il prestigioso "Michael Jackson Video Vanguard Award". Grande attesa anche per le esibizioni di Iggy Azalea, Nicki Minaj e Taylor Swift.

Tutti gli artisti in nomination sono votabili su http://vma.mtv.it/ tra cui anche la categoria "MTV Artist To Watch" presentata da Taco Bell®.

http://vma.mtv.it/

Ancora guerriglia a Ferguson, non basta la Guardia Nazionale

Autore: Redazione MTV News Data: 19 agosto 2014 Commenta
Ancora guerriglia a Ferguson, non basta la Guardia Nazionale

Appello di Obama alla calma, spunta un video con l'uccisione

Milano, 19 ago. (TMNews) - Ancora guerriglia e scontri a Ferguson. L'arrivo della Guardia nazionale non è bastato a placare la rabbia e le proteste per l'uccisione del giovane afroamericano Michael Brown. La polizia ha sparato gas lacrimogeni e granate stordenti per fermare la folla che lanciava sassi contro gli agenti.

Il presidente americano Barack Obama ha invitato tutti alla calma e all'ascolto, ma ha chiesto scusa per il comportamento della polizia.

"Non ci sono scuse per l'uso eccessivo della forza da parte della polizia e per qualsiasi azione che neghi e limiti il diritto della gente a manifestare pacificamente, ha detto Obama in conferenza stampa aggiungendo che "una piccola minoranza sta causando disordini", ma "va tutelato il diritto di riunirsi".

Sul fronte delle indagini a 10 giorni dalla morte del 18enne, ucciso da Darren Wilson, spunta un video amatoriale che smentirebbe la versione delle forze dell'ordine. Il poliziotto avrebbe sparato quando Michael Brown aveva le mani alzate.

http://www.huschblackwell.com/businessinsights/missouri-legislature-amends-missouri-human-rights-act-to-conform-with-federal-discrimination-laws-and-creates-the-missouri-whistleblower-protection-act

Britney Spears canta in playback con la voce di un’altra

Autore: Redazione MTV News Data: 19 agosto 2014 Commenta
Britney Spears canta in playback con la voce di un'altra

Durante un concerto un brano con lei solo in sottofondo

Milano, 19 ago. (TMNews) - Britney Spears, già agli altari delle cronache per qualche disavventura in sede di registrazione che ne ha messo in luce la voce per molti non cristallina, è incappata in una brutta gaffe qualche giorno fa durante un concerto. La cosa è riportata da Billboard il quale rivela che la cantante si è esibita in playback. E fin qui nulla di male, anche se si tratta di un concerto live. Il problema nasce perché la voce in playback non era la sua ma di Sia Furler.

Secondo il sito specializzato la Spears stava cantando "Perfume", brano di cui la Furler è coautrice e la versione mandata dal palco è quella con la voce della Spears più sfumata, quasi in sottofondo, rispetto a quella della collega.

http://www.britneyspears.com/

Il Papa: "E’ la terza guerra mondiale, si combatte a pezzi"

Autore: Redazione MTV News Data: 19 agosto 2014 Commenta
Il Papa: E' la terza guerra mondiale, si combatte a pezzi

Francesco: Fermare gli aggressori in Iraq, non bombardare

Milano, 19 ago. (TMNews) - "Oggi noi siamo in un mondo in guerra, dappertutto! Qualcuno mi diceva: lei sa, padre, che siamo nella terza guerra mondiale, ma fatta a pezzi. A capitoli". Così Papa Francesco a bordo del volo che lo riportava da Seoul a Roma. "E' un mondo in guerra dove si fanno queste crudeltà", ha proseguito Bergoglio a quanto riportato tra l'altro dal sito Vatican Insider. "Vorrei fermarmi su due parole. La prima è crudeltà. Ora i bambini non contano! Una volta si parlava di una guerra convenzionale, ora questo non conta. Non dico che le guerre convenzionali siano cosa buona, no. Ma oggi va la bomba e ammazza l'innocente con il colpevole, il bambino con la donna, la mamma: ammazza tutti. Ma vogliamo fermarci a pensare un po al livello di crudeltà a cui siamo arrivati? E questo ci deve spaventare. Non è per fare paura. Il livello di crudeltà della umanità in questo momento è da spaventare un po". Quanto alla tortura, "oggi la tortura è uno dei mezzi direi quasi ordinari nei comportamenti dei servizi di intelligence e in alcuni processi giudiziari... E la tortura è un peccato contro l'umanità, un delitto contro umanità". Il Papa rivendica anche l'incontro di preghiera che ha presieduto in vaticano con i presidenti di Israele e Palestina, Shimon Peres e Mahmoud Abbas (Abu Mazen): "La preghiera per la pace assolutamente non è stata un fallimento". E' stato un fallimento? "Io credo che la porta sia aperta". Certo, "dopo la preghiera in Vaticano è arrivato quello che è arrivato. Ma questo è congiunturale. Quell'incontro non era congiunturale è un passo fondamentale dell'atteggiamento umano, una preghiera. Adesso il fumo delle bombe e delle guerre non lasciano vedere quella porta, ma la porta è rimasta aperta da quel momento. Credo in Dio, credo nel Signore, quella porta è rimasta aperta e chiediamo che Lui ci aiuti".

Il Papa si è detto pronto ad andare in Kurdistan e ha parlato della situazione in Iraq. "Dove c'è un'aggressione ingiusta, soltanto posso dire che è lecito fermare l'aggressore ingiusto. Sottolineo il verbo fermare, non dico bombardare, fare la guerra, ma fermarlo. I mezzi con i quali si può fermare dovranno essere valutati" ha detto. "Fermare l'aggressore ingiusto - ha proseguito Bergoglio a quanto riporta Vatican Insider - è lecito. Ma dobbiamo avere memoria, quante volte sotto questa scusa di fermare l'aggressore ingiusto le potenze si sono impadronite dei popoli e hanno fatto la vera guerra di conquista. Una sola nazione non può giudicare come si ferma un aggressore ingiusto".

"Sono disponibile ad andare in Iraq e credo di poterlo dire: quando con i miei collaboratori abbiamo avuto notizia di questa situazione, delle minoranze religiose e anche il problema in quel momento del Kurdistan che non poteva accogliere così tanta gente, abbiamo pensato tante cose" ha aggiunto Papa Francesco. "Abbiamo scritto prima di tutto il comunicato che ha fatto padre Lombardi", ha risposto ai giornalisti. "Dopo questo comunicato è stato inviato a tutte le nunziature perché fosse trasmesso ai governi. Poi abbiamo scritto al Segretario generale delle Nazioni Unite e abbiamo deciso di mandare là un inviato personale, il cardinale Filoni. Alla fine abbiamo detto se fosse stato necessario, dopo il ritorno dalla Corea, potevo andare lì, era una delle possibilità. Sono disponibile! In questo momento non è la cosa migliore da fare, ma sono disposto a questo".

http://w2.vatican.va/content/vatican.html

Ucraina, i combattimenti proseguono: strage di civili

Autore: Redazione MTV News Data: 19 agosto 2014 Commenta
Ucraina, i combattimenti proseguono: strage di civili

Scambio di accuse tra Kiev e le milizie filorusse

Milano, 18 ago. (TMNews) - La guerra civile continua a insanguinare l'Ucraina e mentre i cittadini di Donetsk vivono sotto assedio, le autorità di Kiev accusano i separatisti di avere colpito con un missile un convoglio di profughi.

"I miliziani - ha dichiarato un portavoce delle forze militari ucraine - hanno colpito un convoglio di civili che tentavano di lasciare l'area del conflitto, non lontano da Lugansk, usando lanciarazzi e mortai di provenienza russa. Molte persone sono morte, comprese donne e bambini".

Secondo gli ucraini questa sarebbe l'ennesima prova del flusso di armi da Mosca ai separatisti, ma dalle regioni orientali arriva una smentita. La guerra, oltre che sul campo, prosegue anche a livello di propaganda, mentre a Berlino proseguono i colloqui diplomatici. Le parti sono ancora distanti sul tema del cessate il fuoco, ma per quanto riguarda gli aiuti umanitari si registrano risultati più incoraggianti. Uno spiraglio di ottimismo in un quadro complessivo che resta in larga parte fosco e complesso.

http://www.bbc.com/news/world-europe-28832873

Cgia Mestre: nel 2014 pressione record al 44%

Autore: Redazione MTV News Data: 19 agosto 2014 Commenta
Cgia Mestre: nel 2014 pressione record al 44%

Dal 1980 le tasse sono aumentate del 12,6%.

Roma, 18 ago. (TMNews) - Secondo il Def approvato nella primavera scorsa, quest'anno la pressione fiscale è destinata a toccare il livello record del 44%: la stessa soglia raggiunta nel 2012. Con un record di tasse che ci proietta ai vertici della classifica dei più tartassati d'Europa, le imprese italiane versano al fisco italiano ben 110,4 miliardi di tasse all'anno. Nell'Ue, sottolinea l'Ufficio studi della CGIA di Mestre, solo le aziende tedesche pagano in termini assoluti più delle nostre, anche se va ricordato che la Germania conta oltre 80 milioni di abitanti: 20 più dell'Italia.

Dal 1980 ad oggi, segnala l'Ufficio studi della CGIA, la pressione fiscale in Italia è aumentata di 12,6 punti percentuali: un verosalassò' che si è abbattuto sui portafogli dei contribuenti onesti.

Con un carico fiscale di questa portata - sottolinea Giuseppe Bortolussi segretario della CGIA - è difficile fare impresa e soprattutto creare le condizioni per far ripartire l'economià'. Ma quali sono, secondo il leader degli artigiani mestrini, le cause di questo nuovo record fiscale?.Gli effetti legati alla rivalutazione delle rendite finanziarie, all'aumento dell'Iva, che nel 2014 si distribuisce su tutto l'arco dell'anno, all'introduzione della Tasi e, soprattutto, all'inasprimento fiscale che graverà sulle banche, compensano abbondantemente il taglio dell'Irap e gli 80 euro lasciati in busta paga ai lavoratori dipendenti con redditi medio bassi. Alla luce di tutto ciò, la pressione fiscale di quest'anno è destinata a salire di 0,2 punti percentuali rispetto al livello raggiunto l'anno scorsò'. Calcolando la percentuale delle tasse pagate dalle aziende sul gettito fiscale totale, a guidare la classifica europea è il Lussemburgo, con il 17 per cento. Sul secondo gradino del podio si posiziona il nostro Paese, con il 16 per cento, mentre al terzo troviamo l'Irlanda, con il 12,3 per cento.

http://www.cgiamestre.com/

La storia di Baldomatteo

Autore: Redazione MTV News Data: 18 agosto 2014 Commenta

Baldomatteo vive all’Elba: isola che si anima durante l’estate, ma semideserta in inverno.
Per passare il tempo non resta che dedicarsi allo sport e alla musica aspettando il momento di lasciare l’Isola e iscriversi all’Università..

 

Iraq, i Peshmerga curdi riconquistano la diga di Mosul

Autore: Redazione MTV News Data: 18 agosto 2014 Commenta
Iraq, i Peshmerga curdi riconquistano la diga di Mosul

Controffensiva vittoriosa con l'aiuto dei raid Usa

Milano, 18 ago. (TMNews) - Una pesante controffensiva dei Peshmerga curdi appoggiati da raid aerei americani, ha permesso di riconquistare il controllo della strategica diga di Mosul e tre cittadine più a est in Iraq. Caccia e droni americani hanno condotto in un solo giorno 14 nuovi raid contro le postazioni dei miliziani dell'Isis. Gli attacchi, sottolinea il Pentagono, hanno danneggiato o distrutto mezzi e strutture militari dell'Isis e sono mirati a sostenere gli aiuti umanitari alle centinaia di migliaia di profughi, molti cristiani o appartenenti alla minoranza degli Yazidi, in fuga di fronte all'avanzata jihadista.

La diga di Mosul che era finita nelle mani delle milizie dello Stato islamico il 7 agosto, fornisce acqua ed elettricità all'intera piana di Ninive, ed è indispensabile per l'irrigazione di vaste campagne.

Ma per l'Isis il conflitto va al di là dei confini dell'Iraq, investendo anche i territori contigui nel nord della Siria, che farebbero parte del loro autoproclamato Califfato islamico.

http://www.vox.com/2014/8/7/5980595/iraq-crisis-bombing

Julian Assange lascerà presto l’ambasciata dell’Ecuador

Autore: Redazione MTV News Data: 18 agosto 2014 Commenta
Julian Assange lascerà presto l'ambasciata dell'Ecuador

L'annuncio del fondatore di Wikileaks in conferenza stampa

Milano, 18 ago. (TMNews) - Dopo due anni di asilo politico nell'ambasciata londinese dell'Ecuador, Julian Assange, fondatore di Wikileaks accusato dagli Stati Uniti per la diffusione di informazioni diplomatiche e militari, ha annunciato una possibile svolta nel proprio caso.

"Lascerò presto l'ambasciata" ha detto Assange in conferenza stampa con il ministro degli Esteri ecuadoriano, ma "probabilmente - ha aggiunto - non per le ragioni riportate dai media di Murdoch". Ragioni che ipotizzavano problemi di salute, nella fattispecie cardiaci. Assange, sul cui capo pende un mandato di cattura emesso dalla Svezia nel 2012 per aggressione a sfondo sessuale, ha comunque ammesso la poca salubrità del suo attuale modello di vita.

"Come potete immaginare - ha spiegato alla stampa - essere detenuto per svariati anni senza una condanna, e per due anni in questa ambasciata, che non ha uno spazio all'aperto e non riceve mai la luce del sole, in seguito alle misure prese dal governo britannico e che stanno costando più di 6,5 milioni di sterline, è una condizione nella quale qualunque persona sana si troverebbe in una certa difficoltà".

Poco dopo la conferenza stampa, però, il portavoce di Assange ha specificato che lascerà l'ambasciata "solo se il governo britannico glielo permetterà".

https://wikileaks.org/

Ferguson, la tensione non si placa: Brown ucciso con sei colpi

Autore: Redazione MTV News Data: 18 agosto 2014 Commenta
Ferguson, la tensione non si placa: Brown ucciso con sei colpi

Diffusi i risultati di una autopsia preliminare sul ragazzo

Milano, 18 ago. (TMNews) - Resta molto alta la tensione a Ferguson, nel Missouri, dopo la seconda notte di coprifuoco violato da centinaia di manifestanti. La rabbia dei residenti afroamericani del sobborgo di St. Louis è tornata ad aumentare dopo che sono stati diffusi i risultati di una autopsia privata preliminare sul corpo di Michael Brown, il 18enne la cui uccisione da parte della polizia ha innescato le proteste. Secondo l'esame al giovane sarebbero stati sparati sei colpi, due dei quali alla testa. Per i manifestanti si sarebbe trattato di "un'esecuzione".

"Dobbiamo essere tutti uniti come comunità - spiega una ragazza di Ferguson - per assicurarci che i poliziotti rispondano per quello che hanno fatto. Non è accettabile uccidere qualcuno a sangue freddo senza motivo".

Dalla parte dei manifestanti e della comunità nera è schierato fin dall'inizio delle proteste il reverendo Al Sharpton, uno degli storici leader per i diritti civili, che sta però lavorando anche per una riconciliazione. "Non saccheggiate nel nome di Michael - ha gridato alla folla di Ferguson - Noi non siamo sacchegggiatori, siamo liberatori. Non siamo incendiari, siamo costruttori".

La rabbia per ora sembra comunque prevalere, e nel Missouri vanno i scena i fantasmi di un'America che ancora vive di profonde divisioni tra gruppi razziali. Anche nel XXI secolo.

http://www.bbc.com/news/world-us-canada-28832462

Calendario

  • settembre: 2014
    L M M G V S D
    « ago    
    1234567
    891011121314
    15161718192021
    22232425262728
    2930