MTV News

La storia di oggi

Cattive Ragazze?: La storia di Imen

Autore: Redazione MTV News Data: 26 febbraio 2015 Commenta

Attenzione! Il reportage può avere un contenuto ed un linguaggio non adatto ai minori.

I professori proprio non li sopporta e gli amici li cambia spesso.
La vita di Genova le va stretta e per questo Imen non aspetta altro che andarsene altrove…

 

Tutte le notizie

Safer Internet day, giornata per la sicurezza dei minori sul web

Autore: Redazione MTV News Data: 5 febbraio 2013 Commenta
Safer Internet day, giornata per la sicurezza dei minori sul web

Profumo presenta il progetto nelle scuole "Generazioni connesse"

Milano, 5 feb. (TMNews) - Rendere i giovani più consapevoli di internet e delle nuove tecnologie. In occasione del Safer Internet Day 2013, l'appuntamento indetto dalla Commissione Europea per sensibilizzare i più giovani su un utilizzo corretto e responsabile dei nuovi media, è stato presentato oggi alla presenza del ministro Francesco Profumo il progetto "Generazioni Connesse", coordinato dal Miur e che vede partecipare il garante per l'Infanzia e l'adolescenza, la polizia postale e delle comunicazioni, Save the Children Italia, Telefono Azzurro, la Cooperativa E.D.I. e il Movimento difesa del cittadino. Il progetto è co-finanziato dalla Commissione nell'ambito del programma Safer Internet, che dal 1999 promuove strategie finalizzate alla promozione e tutela dei diritti online dei più giovani. Il programma prevede il finanziamento di interventi a livello europeo e nazionale, supportando la creazione di poli di riferimento nazionali sul tema: i Safer Internet Centres - Centri nazionali per la sicurezza in rete. Nel dettaglio Generazioni Connesse promuoverà interventi di sensibilizzazione e formazione in oltre 200 scuole (tra primarie e secondarie di primo grado) su tutto il territorio nazionale, insieme ad attività di peer-education con gli studenti, seminari interattivi con insegnanti e genitori, raggiungendo circa 70.000 persone tra docenti e alunni. Inoltre il progetto si propone di creare una rete di ragazzi e ragazze a livello nazionale per portare le loro parole in contesti e agende che al momento non accolgono la voce dei loro disagi con il giusto peso. Tra le tante iniziative, il progetto promuoverà interventi mirati alla prevenzione e al contrasto dell'abuso sessuale online dei minori, la creazione di reti regionali con la collaborazione della Polizia di Stato, degli uffici scolastici regionali, dei servizi del pubblico e privato sociale. http://www.saferinternetday.org/web/guest/sid-2013 http://www.istruzione.it/

Malala parla in un video: sono viva, miglioro ogni giorno

Autore: Redazione MTV News Data: 5 febbraio 2013 Commenta
Malala parla in un video: sono viva, miglioro ogni giorno

La ragazza vittima dei talebani: istituirò fondo

Milano, 5 feb. (TMNews) - Malala sta bene. Lo ha detto lei stessa in un video messaggio registrato in cui ha voluto rassicurare tutti sulla sua salute, dopo la doppia operazione al cranio a cui è stata sottoposta all'ospedale di Birmingham; l'ennesimo intervento che la 15enne pakistana ha dovuto subire dopo l'attentato dei talebani.

"Oggi potete vedere che io sono viva, posso vedervi, posso parlare, miglioro giorno per giorno - ha detto - Questo è grazie alle preghiere delle persone, perché tutti, uomini, donne e bambini hanno pregato per me. Dio mi ha voluto regalare questa nuova vita. E' la mia seconda vita, io voglio servire le persone. E vorrei che ogni ragazza, ogni bambino ricevesse un'educazione, per questo abbiamo creato il 'fondo Malala'". La ragazza era stata attaccata dai talebani proprio per il suo impegno nella lotta per l'accesso all'istruzione di bambini in Pakistan.

http://www.unicef.it/

Calcioscommesse: sono 380 le partite sospette in tutta Europa

Autore: Redazione MTV News Data: 5 febbraio 2013 Commenta
Calcioscommesse: sono 380 le partite sospette in tutta Europa

Europol: la "più grande inchiesta di tutti i tempi"

Milano, 05 feb (TMNews) - Era una vera e propria organizzazione criminale, sospettata di avere truccato 380 partite di calcio, tra cui alcune di Champions League e di qualificazione ai prossimi Mondiali di Brasile 2014. E' stata smantellata nell'ambito della "più grande inchiesta di tutti i tempi", come la definisce il direttore di Europol, l'agenzia anticrimine dell'Unione europea, Rob Wainwright. In pratica, uno dei più grossi scandali mai visti nel mondo del calcio. Secondo quanto riferito nel corso di una conferenza stampa a L'Aia, ci sarebbero centinaia tra arbitri, dirigenti e giocatori coinvolti. Il giro d'affari avrebbe fruttato circa due milioni di euro di proventi da atti di corruzione.

Delle 380 partite nel mirino in Europa, due sarebbero di Champions League: una, in particolare, sarebbe stata giocata in Gran Bretagna negli ultimi tre-quattro anni. Tutte le gare finite sotto inchiesta si riferiscono al periodo compreso tra il 2008 e il 2011. La maggior parte dei match sotto la lente d'ingrandimento sono stati giocati in Turchia, Germania e Svizzera, ma l'Europol precisa che gli incontri riguardano anche altri campionati in giro per il mondo. "Questo è un giorno triste per il calcio europeo", commenta Rob Wainwright.

https://www.europol.europa.eu/content/results-largest-football-match-fixing-investigation-europe

Lady Gaga, l’assistente denuncia: obbligata a dormire con lei

Autore: Redazione MTV News Data: 5 febbraio 2013 Commenta
Lady Gaga, l'assistente denuncia: obbligata a dormire con lei

La collaboratrice chiede 350mila euro ma precisa: mai fatto sesso

Milano, 5 feb. (TMNews) - Lady Gaga ordinava alla sua assistente personale di dormire insieme a lei nel corso dell'ultimo tour. A rivelare l'ultima stranezza al riguardo della chiacchierata e appariscente popstar è Jennifer O'Neill, la collaboratrice della cantante che ha citato in giudizio la stessa Lady Gaga a causa di ore di lavoro non retribuite per una somma pari a circa 350 mila euro. Secondo la O'Neill alla cantante non piaceva dormire da sola e sebbene la coppia non abbia mai avuto rapporto sessuali, lei era obbligata a condividere il letto con il suo "capo", cioè Lady Gaga. Come riporta il giornale inglese "The Sun", l'assistente ha detto che "a differenza degli altri nel tour, non avevo una propria stanza nell'albergo. Non mi era concesso richiederla e non avevo privacy". http://www.thesun.co.uk/sol/homepage/ http://www.ladygaga.com/bornthiswayball/

Cyberbullismo fenomeno pericoloso per il 72% degli adolescenti

Autore: Redazione MTV News Data: 5 febbraio 2013 Commenta
Cyberbullismo fenomeno pericoloso per il 72% degli adolescenti

Indagine Ipsos, peggio della droga e del rischio di molestie

Roma, 5 feb. (TMNews) - Il 72% degli adolescenti e giovanissimi italiani giudica il cyber bullismo come il fenomeno sociale più pericoloso del proprio tempo. E' quanto emerge dalla ricerca "I ragazzi e il cyber bullismo" realizzata da Ipsos per Save the Children. I social network sono la modalità d'attacco preferita dal cyber bullo (61%), che di solito colpisce la vittima attraverso la diffusione di foto e immagini denigratorie (59%) o tramite la creazione di gruppi "contro" (57%). Neologismo che ha faticato poco ad entrare nel linguaggio quotidiano, il "cyber bullismo" è cresciuto nella fertilità di un non-luogo fuori dalla portata e dal controllo dei ragazzi. Azzerate le distanze grazie alla tecnologia, i 2/3 dei minori italiani riconoscono nel cyber bullismo la principale minaccia che aleggia sui banchi di scuola, nella propria cameretta, nel campo di calcio, di giorno come di notte. Per tanti di loro, il cyber bullismo arriva a compromettere il rendimento scolastico (38%, che sale al 43% nel nord-ovest) erode la volontà di aggregazione (65%, con picchi del 70% nelle ragazzine tra i 12 e i 14 anni e al centro), e nei peggiori dei casi può comportare serie conseguenze psicologiche come la depressione (57%, percentuale che sale al 63% nelle ragazze tra i 15 e i 17 anni, mentre si abbassa al 51% nel nord-est). Il cyber bullismo è più pericoloso tra le minacce tangibili della nostra era per il 72% dei ragazzi intervistati (percentuale che sale all'85% per i maschi tra i 12 e i 14 anni e al 77% nel sud e nelle isole), più della droga (55%), del pericolo di subire una molestia da un adulto (44%) o del rischio di contrarre una malattia sessualmente trasmissibile (24%). http://www.azzurro.it/index.php/it/contenuti2/bullismo-e-cyberbullismo/cyberbullismo http://www.savethechildren.it/

Università, 5 milioni per rientro in Italia 24 giovani cervelli

Autore: Redazione MTV News Data: 5 febbraio 2013 Commenta
Università, 5 milioni per rientro in Italia 24 giovani cervelli

Profumo firma decreto per programma rivolto a ricercatori

Roma, 5 feb. (TMNews) - Cinque milioni di euro per il rientro in Italia di giovani studiosi impegnati all'estero. Il ministro dell'Istruzione Francesco Profumo ha firmato il decreto ministeriale che dà il via libera per il 2013 al programma per il reclutamento di giovani ricercatori "Rita Levi Montalcini", intitolato alla scienziata premio Nobel recentemente scomparsa. Sarà così possibile per 24 giovani studiosi attualmente in servizio presso università ed enti di ricerca stranieri tornare a lavorare nel nostro Paese.

L'iniziativa, spiega il Miur, è rivolta ai dottori di ricerca, italiani e stranieri, che abbiano conseguito il titolo da non più di 6 anni, impegnati stabilmente all'estero in attività di ricerca o didattica da almeno 3 anni. Previsti 24 contratti a tempo determinato, di durata triennale e non rinnovabili, che le università italiane potranno stipulare per la realizzazione di programmi di ricerca autonomamente proposti. Al termine dei tre anni il ricercatore, se in possesso dell'abilitazione scientifica nazionale e in caso di valutazione positiva del lavoro svolto da parte dell'ateneo, potrà essere inquadrato nel ruolo di professore associato.

La selezione dei progetti di ricerca è affidata ad un comitato composto dal presidente della Crui e da quattro studiosi di alta qualificazione scientifica in ambito internazionale, nominati dal ministro. Al termine della valutazione il comitato ordinerà, secondo una lista di priorità, tutte le domande valutate positivamente e proporrà al Ministero quelle da finanziare sulla base dello stanziamento disponibile.

In seguito, il Miur contatterà le singole università, tenuto conto dell'ordine di preferenza dei candidati selezionati. Per partecipare alla selezione gli studiosi, nel corso dei tre anni all'estero, non devono aver ricoperto alcuna posizione presso enti o università italiane e devono aver completato il PhD entro il 31 ottobre 2009. Le domande dovranno essere presentante esclusivamente per via telematica, attraverso il sito web Miur, entro e non oltre 30 giorni dalla data di pubblicazione del Decreto in Gazzetta Ufficiale.

http://www.istruzione.it/

19 operai Fiat di Pomigliano pagati per stare a casa

Autore: Redazione MTV News Data: 4 febbraio 2013 Commenta
19 operai Fiat di Pomigliano pagati per stare a casa

Dispensati da lavoro per mancanza di attività a causa della crisi

Milano, 4 feb. (TMNews) - Retribuzione regolare ma nessuna possibilità, al momento, di tornare a lavoro in fabbrica per i 19 operai della Fiom assunti in Fabbrica Italia Pomigliano lo scorso novembre dietro disposizione della Corte d'Appello di Roma. E' quanto si apprende da fonti sindacali. Gli operai - trapela dal Lingotto - saranno retribuiti regolarmente ma dispensati dall'attività lavorativa, perchè non c'è lavoro a causa della crisi.

Dopo tre settimane di corso di formazione e una settimana di cassa integrazione, gli operai iscritti alla Fiom, si sono presentati in fabbrica al primo turno, quello delle sei di mattina, non avendo ricevuto indicazioni, nei giorni precedenti, su orari e mansioni a loro attribuiti, spiegano fonti sindacali. Ma agli operai, sempre stando a fonti del sindacato, non è stato consentito di passare il badge e di registrare il proprio ingresso ed è stato loro comunicato, solo verbalmente, che avrebbero ricevuto regolare stipendio ma senza possibilità di lavorare.

Le tute blu, dunque, sono state invitate a tornare a casa. Ma i lavoratori in questione sono rimasti all'interno dello stabilimento, nella saletta dove avevano svolto il corso di formazione, in attesa di una comunicazione ufficiale scritta.

"Alla Fiat c'è un'idea medievale dei rapporti di lavoro, un'idea vincolata al delirio di onnipotenza dell'amministratore delegato". È' il commento di Giorgio Airaudo, ex responsabile auto Fiom e ora candidato alle elezioni nelle fila di Sel, sulla decisione di Fiat di reintegrare i 19 di Pomigliano, retribuendoli regolarmente, ma dispensandoli dal lavoro.

Ravens di Baltimora vincono Super Bowl, segnato da black-out

Autore: Redazione MTV News Data: 4 febbraio 2013 Commenta
Ravens di Baltimora vincono Super Bowl, segnato da black-out

Beyonce esalta pubblico e spettatori in spettacolo di metà gara

Milano, 4 feb. (TMNews) - I Ravens di Baltimora hanno vinto il loro secondo titolo della National Football League (NFL), battendo nel Super Bowl di New Orleans i San Francisco 49ers per 34 a 31, in una partita interrotta per 35 minuti da un black-out elettrico.

Giocatori e oltre 70.000 spettatori sono quasi rimasti al buio nella seconda metà della finale, giocata nel Superdome stadium, quando i Ravens erano in testa con 28 a 6.

La pop star Beyonce ha invece esaltato pubblico e milioni di americani davanti alla tv sul palco montato al centro del Superdome, per lo spettacolo di metà partita. La diva del pop ha eseguito alcuni dei suoi successi in un diluvio di luci ed effetti pirotecnici. Poi è stata raggiunta da Kelly Rowland e Michelle Williams, con cui nel 2000 vendette quasi 50 milioni di album sotto il nome di Destiny's Child.

L'inno nazionale americano è stato invece eseguito da Alicia Keys, da sola al pianoforte, in una versione lenta.

http://www.nfl.com/superbowl/47

Iraq, il governo tende mano ai sunniti: scarcerati 3mila detenuti

Autore: Redazione MTV News Data: 4 febbraio 2013 Commenta
Iraq, il governo tende mano ai sunniti: scarcerati 3mila detenuti

Per placare le proteste nelle regioni a maggioranza non sciita

Mosul (Iraq), 4 feb. (TMNews) - Il vice primo ministro iracheno Hussein Shahristani ha annunciato la liberazione di 3mila detenuti in poco meno di un mese, gesto destinato a placare i manifestanti che protestano nelle regioni sunnite contro il governo sciita di Nouri al Maliki.

"Il governo iracheno ha rilasciato 3mila prigionieri durante le ultime settimane", ha indicato Shahristani al termine di un incontro con i capi delle tribù sunnite, i dignitari religiosi e i rappresentanti dei manifestanti a Mosul, nel nord dell'Iraq, teatro di manifestazioni della minoranza sunnita.

"Tutte le donne in carcere sono state trasferite in penitenziari situati nella loro provincia d'origine", ha spiegato inoltre Hussein Shahristani, che è stato a capo di una commissione governativa incaricata di ascoltare e rispondere alle lamentele dei manifestanti. I due provvedimenti erano reclamati dai manifestanti, che protestano da fine dicembre contro l'emarginazione di cui si sentono vittime.

http://www.bbc.co.uk/news/special_reports/struggle_for_iraq/

Australia, osservata la morte in diretta di una cellula

Autore: Redazione MTV News Data: 4 febbraio 2013 Commenta
Australia, osservata la morte in diretta di una cellula

Per farmaci antitumorali e contro le malattie degenerative

Milano, 4 feb. (TMNews) - La morte in diretta di una cellula. In Australia, per la prima volta, e' stata osservata dal vivo l'apoptosi, cioè la catena di eventi che spinge una cellula a porre termine alla sua esistenza, quasi un'istantanea del suo suicidio. Secondo i ricercatori è una catena di eventi fondamentale per riuscire a produrre farmaci in grado di aggredire cellule tumorali o per curare malattie neurodegenerative.

Pubblicato sulla rivista "Cell", il risultato e' stato ottenuto in Australia, nell'istituto di ricerca biomedica Walter and Eliza Hall. La morte delle cellule, chiamata apoptosi, e' un meccanismo indispensabile per tenere sotto controllo il numero delle cellule dell'organismo. Un "impazzimento" di equiibrio regolatore programmato puo' portare le cellule tumorali a diventare '"immortali'", riproducendosi senza controllo. Mentre la morte prematura e non pianificata delle cellule si riscontra tipicamente nelle malattie neurodegenerative.

Guidati da Peter Colman, Peter Czabotar e Dana Westphal, i ricercatori si sono serviti delle tecniche di biologia strutturale per osservare dal vivo in azione le proteine che spingono le cellule alla morte programmata. Hanno osservato in particolare la proteina chiamata Bax, nota per giocare un ruolo decisivo nella morte cellulare ma dai meccanismi di attivazione ancora sconosciuti.

L'obiettivo è quello di riuscire a programmare la proteina Bax in modo da poterla attivare o disattivare a comando: attivandola si potrebbero uccidere le cellule tumorali, disinnescandola si potrebbero salvare le cellule nervose, evitando la progressione delle malattie neurodegenerative.

http://www.sciencedirect.com/science/article/pii/S009286741201553X

Calendario